6recensito.

In questo periodo ho due fissazioni: la Guerra del Vietnam e i Premi Pulitzer, non necessariamente in questo ordine ma poco cambia.
La Guerra del Vietnam, perché fa parte di un programma scolastico di quinta liceo che di solito, se sei fortunato si affronta alla fine di maggio, quando i quadrimestri sono finiti, i voti sono stati già assegnati, le interrogazioni aleggiano già come un ricordo e il vero spirito studentesco di passività esce allo scoperto e comunque di sicuro all’esame esce la Seconda Guerra Mondiale.
Poi qualche anno fa ho visto un film Frost contro Nixon che mette allo scoperto lo scandalo Watergate e mi si è aperto un mondo che ha assunto la faccia della guerra come inchiesta giornalistica e ho iniziato ad interessarmi.

I Premi Pulitzer, perché parto dal presupposto che se uno scrittore/giornalista ha guadagnato una delle riconoscenze più alte a livello mondiale per la letteratura…

View original post 379 altre parole