Poeta di notte, di Cristina Saracano

Le cose

di Cristrina Saracano Alessandria

POETA DI NOTTE

Son badante di giorno

E poeta di notte,

quando non bado a nulla

e nessuno mi cerca.

Io cammino in silenzio,

con lo sguardo per terra,

e se trovo due soldi,

m’accovaccio e li prendo.

Bevo birra italiana

Di un mini market cinese

Quasi sempre ghiacciata,

mi rinfresca le idee.

Non sto fermo un secondo,

faccio mille e più passi.

Quando cala il sipario,

e la città dorme tutta,

solo un gatto randagio

e le stelle, e la luna,

sono degna cornice

per la mia poesia.

Son malpagato di giorno

E poeta di notte,

e m’aggiro per strada

quando gli altri non escono.

In un bar sempre aperto,

chiedo rum, vodka, o gin,

sto coi piedi per terra

e la testa che gira,

gira in tondo, veloce,

a cercare poesia.

Attendo amore di giorno,

come anche di notte,

non ho un posto da stare,

non mi posso fermare

passeggiando sorrido

alle donne del mondo,

come a dire: “Non ho soldi, ma sogni, son poeta, non basta?”

Ne ho già fatta di strada,

Guardo il cielo, le stelle,

e le abbraccerei tutte.

Son poeta e mi spiace

Perché tutta la gente

Si è scordata di leggere.

 

 

 

 

 

Un pensiero su “Poeta di notte, di Cristina Saracano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...