SOGNI ARROTOLATI

Sogni arrotolati intrisi d’abitudine
solcano d’incolmabili rughe la mia mente.

Arruffati presentimenti orbi di speranza
mi lasciano l’amaro in bocca in questo
inquietante argento d’autunno.
Preludio di gelo, incubo notturno
e fetore d’ombra è questa disumana attesa
mentre il buio inverno, con la sua oscena quiete,
bussa inesorabile alla mia porta socchiusa.

Alessandria, 30 settembre 2005
Gianni Regalzi
(da “Silenzi e Pensieri” dir.ris.)
(Foto da Google immagini)
http://xoomer.virgilio.it/gianniregalzi/