otto-nuovi-autovelox-a-biassono-ecco-dove-sono_dcf31cdc-7456-11e7-9889-902feccd62b4_998_397_big_story_detail

Controllo della velocità con “Autovelox”

Attivazione dei box contenitori in sede fissa in via Casalbagliano e sulla S.P. 494 “Vigevanese” nella tratta urbana del sobborgo di Valmadonna.

Il Comando di Polizia Municipale di Alessandria informa la cittadinanza che, essendo terminate l’installazione e la successiva fase di prove tecniche dei box in sede fissa destinati a contenere gli strumento di misurazione elettronica della velocità (Autovelox), sono iniziati gli effettivi controlli finalizzati all’accertamento delle violazioni.
I box contenitori, chiaramente individuabili per il colore arancio e le bande rifrangenti, oltre per la relativa segnaletica verticale di preavviso, sono collocati attualmente sulla via Casalbagliano e nella tratta interna al centro abitato di Valmadonna della S.P. 494 “Vigevanese”.
I servizi di controllo saranno attivati a rotazione sulle diverse postazioni dalla Polizia Municipale.
Lo strumento elettronico utilizzato per la misurazione della velocità è nella piena disponibilità del Corpo di Polizia Municipale ed è regolarmente omologato e revisionato secondo le disposizioni di Legge in materia.
Il suo utilizzo avviene nel rispetto del disposto dell’art. 142 comma 6 e 6 bis del C.d.S. e del correlato art. 345 del Regolamento di Esecuzione, nonché delle circolari emanate dai competenti Ministro dei Trasporti di concerto con il Ministro dell’Interno.
Al fine di evitare di incorrere nelle sanzioni previste per la violazione, si raccomanda ai conducenti di prestare la massima attenzione alla velocità effettiva indicata dagli strumenti di bordo del proprio veicolo con la quale si transita di fronte ai box contenitori.
Le sanzioni per le violazioni ai limiti di velocità variano a seconda del superamento del limite, dell’orario diurno o notturno e della categoria dei veicoli e comportano, in alcuni casi, sanzioni accessorie (dalla detrazione di punti sulla patente alla sospensione o revoca della medesima in caso di recidiva). Sono previste, in ogni caso, sanzioni pecuniarie che variano, a seconda dei casi, da un minimo di € 41( che diventano €28,70 per pagamento entro 5 gg.) a € 2.210,67 nell’ipotesi più grave.
Con l’intento di raggiungere il comune obiettivo della sicurezza della circolazione e la tutela prioritaria delle fasce deboli dell’utenza (pedoni, ciclisti, disabili, ecc.), l’Amministrazione Comunale ed il Comando di Polizia Municipale auspicano la massima collaborazione da parte dei cittadini perché prestino la dovuta attenzione alla guida, consentendo agli Agenti di operare per un fattivo ed incisivo controllo dei comportamenti di guida pericolosi.

foto: https://www.ilcittadinomb.it