- Radical Ging -

E anche questa settimana, anche se leggermente in ritardo, continua il nostro percorso con le cinque domande di #saltonelfuturo.

Se la scorsa volta abbiamo risposto alla domanda “perché mi serve un nemico?“, ora proviamo a rispondere a un altro quesito complicato:

A chi appartiene il mondo?

Che domande complicate che ci affida questo Salone! Mi verrebbe da dire che il mondo non è di nessuno, ma che il suo e il nostro futuro, quelli sì, ci appartengono. E ci appartengono perché qualsiasi scelta che noi facciamo, fosse anche la più piccola e apparentemente irrilevante, sia che ci si trovi in una metropoli popolosa, sia che ci si trovi sperduti in qualche piccolo villaggio nascosto in qualche regione estrema, dicevo, qualsiasi nostra scelta ha un peso sul nostro futuro e su quello delle generazioni a venire. E badate bene, non uso il noi come plurale maiestatis, quando…

View original post 541 altre parole