Silvia Popa


So che un giorno daremo vita insieme a questa casa, che giorno dopo giorno costruisco nella mia mente, piccola, con il balcone all’altezza della strada.

Sarà un giorno di sole e di piani fatti a lungo ad un tavolino per due sotto la magra luce del bar di paese.

Ogni giorno aggiungo libri, musica e complicità e mentre lo faccio penso al profumo di ogni stanza, perché ogni stanza ne ha uno diverso.

Penso al profumo della cena che darà sulla strada, oltre al balcone, e ti chiamerà a casa da lavoro; al bagno che saprà di dopobarba e di vaniglia; alla camera da letto che saprà di amore appena fatto e di pensieri così intimi da coprirsi il viso e infilarlo nel cuscino, vicino al tuo. Penso al profumo fresco della stanza vuota che nessuno usa ma che aspetta qualcuno, impaziente; al soggiorno, l’unico spazio enorme della casa, verrà…

View original post 89 altre parole