Lo spazio vuoto di Cristina Saracano

Cristina Saracano Alessandria

Lo spazio vuoto, laboratorio di scrittura creativa e teatro, ideato e diretto da Massimo Brioschi e Maurizio Pellegrino, ha voluto ricordare il compleanno di Alessandria.

Dopo una serie di lezioni e prove, ieri sera, 2 maggio, presso La Casetta di Alessandria, si è tenuto lo spettacolo scritto e recitato dagli stessi otto partecipanti, coadiuvati dagli ideatori.

La storia era un classico per Alessandria: la leggenda di Gagliaudo, contadino locale che salva la città dell’assedio del Barbarossa ingrassando una mucca solo per ingannare il nemico, facendo credere di avere ancora tanto cibo, quando invece tutti erano alla fame.

La storia è stata rivista in chiave ironica, suscitando ilarità e interesse nel pubblico.

Ancora tanti auguri Alessandria!

– È sempre qui –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Se torno al desiderio dei miei occhi vedo puntuale la stessa immagine, lo stesso lineamento, vedo una donna che non smette di cercare chi ama, anche quando chi ama non si fa trovare.

Se torno al turbolento battito del mio cuore sento puntuale la stessa strofa, lo stesso tono, sento un uomo che vive la sua vita, anche quando la vita si prende gioco di lui.

Se torno al frastuono delle mie mani tocco puntuale lo stesso tessuto, la stessa pelle, tocco una donna che vuole svelare quel suo amore, anche quando quell’amore appare a tratti.

Se torno alla leggerezza del mio respiro accarezzo puntuale lo stesso vento, lo stesso carattere,respiro un uomo che in trasparenza sorride, anche quando di sorrisi ne riceve ben pochi.

Se torno al disperato bisogno della mia mente arriva puntuale lo stesso ricordo, lo stesso momento, ricordo una donna che vuole aggrapparsi a quell’uomo, anche…

View original post 63 altre parole

– Non è uguale –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Opera di Christian Schloe

No, sentirti non è uguale a non sentirti

Parlarti non è uguale a non parlarti

Viverti non è uguale a non viverti

Il niente non è uguale al tutto

Uguale rimarrà dentro

ma fuori, fuori non può esserlo

Persino l’aria cambia aroma

ed il sole la sua nitidezza

Non è uguale

Se ci sei io risplendo

Se mi parli io ballo

Se ti vivo io rivivo

Se ho te ho pure tutto

Non si può fingere

Non è uguale

“Lettera ad un amore”

@ElyGioia

View original post

– Nudi –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Opera di Christian Schloe

C’è quel senso d’impotenza

che fa rimanere seduti, in silenzio,

a guardare un terreno non fermo

con la paura di sprofondare

dentro il nostro stesso fogliame.

C’è che ci si sente nudi

senza alcuna protezione,

senza considerazione dei nostri occhi.

Chissà cosa stanno guardando gli occhi di chi amiamo,

chissà cosa stanno sfiorando le mani di chi amiamo.

E tra un silenzio ed un altro

c’è l’odore di questa terra bagnata

ed il chiarore della luna che preme

in parte al suo sole.

S’invidia la luna,

lei il suo sole lo ha sempre, seppur lontano, lo ha sempre.

E tra un vuoto ed un altro

sono finite le urla,

gli unici suoni esistenti sono diventati i ricordi.

@ElyGioia

View original post

– Nel nostro giardino –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Fiorito (di Christian Schloe)

Sotto il peso di questo nuovo giorno cerco di arrampicarmi su piante le quali radici sanno di te, di noi.

Sotto il giogo di questa realtà scelgo di ricercarti in ogni angolo del mio vivere, inebriando i miei capelli su petali che sanno di te, di noi.

Sotto una lacrima di questo vuoto, in ogni parte di me, mi butto tra questi steli; sono braccia trasparenti che sanno di te, di noi.

Sotto un cielo di nuvole in forte movimento, afferropersino ogni ape che s’avvicina per succhiare da quel nettare che sa di te, di noi.

E sul nostro giardino io ci stò.

@ElyGioia

View original post

– Sopra ogni limite –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Ci stavo bene, pure dietro quella cerniera, in una tasca, ci stavo bene.

Lì respiravo, ora ho esaurito ogni scorta d’ossigeno.

È inutile cercare di far capire, è inutile cercare di spiegare, è tutto inutile, tranne te.

Coerente è il mio vivere di te, sincere sono queste manie di volerti sempre accanto, costante è il mio bisogno di te, diventato urgente, lo sento, è diventato urgente sopra ogni limite umano.

Non lo puoi sentire il mio chiamarti, sono già sott’acqua, non puoi vedere le mie braccia, sono già perse.

Fluttuano note stonate sopra le mie guance, dove sono le tue mani ?

Dove sei tu ?

La pazzia della mia mente è finita, il battito del mio cuore è fermo, il lavoro della mia penna è bloccato.

Il vuoto toglie la rabbia verso non so che cosa, per dar spazio alla tristezza in questa mia posa.

@ElyGioia

View original post

– Chiederò al cielo di rapirmi –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Sogni (Christian Schloe)

Bisogna catturare ogni istante di te, di me, di noi

affinchè non sfugga e non si dissolva tra quei ricordi capaci di farci vivere pur in mezzo alla morte.

Maestosi cenni chiesti dal profondo dell’anima; scalpita irrequieta.

Diventa innocente ogni lamento, ogni urla gettate lì, tra le profondità di un cielo che può guardarci ogni qualvolta lo voglia.

Beato il cielo che può farlo, beate le stelle che possono dar luce ai tuoi occhi, beata la luna che può cullarti nel suo candore, beata ogni cosa immensa che può avvolgerti.

Sotto il mio cielo persino la pioggia non cade più

arida terra, piante secche, mancanza d’ossigeno.

Eppure in questa sera chiedo al mio cielo di stringere il tuo e di rapirmi, sì

Chissà che dall’alto possa sentirmi meno sola, più osservata, meno scontata, più desiderata.

@ElyGioia

View original post

– MADRE –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Madre, che ti rispecchi negli occhi di tua figlia; hanno lo stesso colore.

Madre, vestita di fragilità, non sai a quanto ancora può arrivare la tua forza.

Madre, che dal tuo petto ci si nutre iniziando una vita, vita dove la tua presenza è necessaria.

Lo so, non sarà mai facile; il dover sorridere quando avresti voglia solo di piangere, il dover difendere quando vorresti solo laquiete, il dover mettersi davanti a tutto quando vorresti solo nasconderti, Madre.

Lo sai chi sei ?

Tu sei quella persona adatta per la pienezza della mia persona, senza di te, c’era il vuoto.

E troppo tempo passa per una figlia nel rendersi conto di tutto questo, tanto è che sei diventata nonna nel frattempo.

Ma, ora che lo sò, ora che sò quanto ho bisogno di te per conoscere più di me, t’imprimo nella mia eterna esistenza, sarà più bella.

Madre…

View original post 63 altre parole

– Ho te –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Lo sento tra i capelli, quel tiepido e lieve movimento, mi scombini l’anima tu.

Ogni attimo diventa edificante per quel sentimento, quando tu scegli me, quando tu mi prendi all’improvviso per la mano e mi parli.

Ma quale vizio? Ho te, non serve altro.

Ma quale discussione? Ho i tuoi sorrisi, non serve altro.

Ma quale luna? Ho la tua luce, non serve altro.

Non serve e non voglio altro.

E se ora guardo i fulmini nel mio terrazzo e non mi agito è perché ogni attimo d’elettricità lo assorbiròda te, ancora da te.

E se ora la mia casa vuol lasciarmi al buio non voglio avere paura, mi basterà aprire il cuore per illuminare un’intera città.

Grazie a te, sempre e tutto grazie a te.

“Lettera ad un amore”

@ElyGioia

View original post

Пешна – пештерата каде реалноста и фантазијата се соединуваат

Whisper

For English click here!

Пештерата Пешна преставува една од најатрактивните природни убавини во нашата земја, прогласена за природно наследство на Македонија. Воедно претставува пештера со најголем отвор на Балканот. Сместена е на само 6 км од Македонски Брод на регионалниот пат за Самоков.

За жал, не многу луѓе знаат за оваа убавина која е сеуште неистражена туристичка дестинација. Затоа во оваа статија ќе се запознаеме подобро со ова наше богатство и се надевам ќе посакате да ја посетите. Иако Пешна се наоѓа на само 1,5 час возење од Охрид ова беше мојата прва посета на пештерата заедно со мојот сопруг. Неколку месеци ја планиравмее оваа посета, но секогаш одложувавме поради некоја причина. Конечно дојде моментот да го видиме ова чудо на природата.

Полека се приближувавме со автомобилот и кога наеднаш во ридовите пред нас се појави огромно окно. Следуваа извици на изненадување и возбуда. Очекувавме да биде голема, но не…

View original post 665 altre parole

I BAMBINI PIEMONTESI NON VACCINATI POSSANO TERMINARE L’ANNO SCOLASTICO. IN UMBRIA AVVOCATURA DI STATO SI E’ ESPRESSA PER EVITARE ESPULSIONI COME PREVISTO DA LEGGE

I BAMBINI PIEMONTESI NON VACCINATI POSSANO TERMINARE  L’ANNO SCOLASTICO. IN UMBRIA AVVOCATURA DI STATO SI E’ ESPRESSA PER EVITARE ESPULSIONI COME PREVISTO DA LEGGE

Parte dall’Umbria, Regione a guida PD, un’iniziativa di buonsenso: avviare un dialogo con il Governo “affinché tutti i minori possano giungere alla fine dell’anno scolastico”. Un impegno contenuto in una mozione votata all’unanimità in Consiglio Regionale.
Tutt’altra situazione in Piemonte, dove ogni tentativo in questa direzione è stato prontamente respinto dalla maggioranza di centrosinistra. Anche la nostra comunicazione inviata ai dirigenti scolastici ha sortito l’unico effetto di provocare una reazione stizzita da parte dell’Assessorato.
Eppure, quanto da noi espresso trova conferma in un’interpretazione dell’Avvocatura di Stato umbra che, in risposta ai dirigenti scolastici, ha replicato sostenendo che è la legge 119 stessa e la successiva circolare 01679 emessa dal Ministero dell’Istruzione a sostenere che “potrà essere prodotta copia di formale richiesta di vaccinazione all’ASL e detta vaccinazione dovrà essere effettuata entro fine dell’anno scolastico”.

DELIBERA OSPEDALIERA, CHIAMPARINO E SAITTA METTONO A RISCHIO LA SANITA’ PIEMONTESE. IL NUOVO PARCO DELLA SALUTE DI TORINO SARA’ UN BUCO NERO FINANZIARIO E SANITARIO

DELIBERA OSPEDALIERA, CHIAMPARINO E SAITTA METTONO A RISCHIO LA SANITA’ PIEMONTESE. IL NUOVO PARCO DELLA SALUTE DI TORINO SARA’ UN BUCO NERO FINANZIARIO E SANITARIO

Lotta dura per l’intera giornata in Consiglio regionale contro la delibera sull’edilizia sanitaria regionale, un progetto che rischia di portare allo sfascio la sanità piemontese. Ancora tagli ai posti letto, nuovi debiti per 30 anni per la Regione e grossi affari per i privati. Saranno questi gli effetti del disegno di Chiamparino e Saitta.

Gli aspetti più preoccupanti riguardano la Città della Salute di Torino. Sono previsti appena 1.040 posti letto contro i 2320 attuali ed i 1820 previsti dalla revisione della rete ospedaliera effettuata in solitaria dalla Giunta a cavallo tra 2014 e 2015 Saranno dimezzati e come se non bastasse avremo due documenti ufficiali della Regione Piemonte che diranno due cose ben diverse. Anche aggiungendo i 400 posti letto del CTO, riconvertito a ospedale territoriale, buttando via milioni di investimenti nell’unità spinale, non arriveremmo a uno standard minimo sufficiente a garantire i livelli sanitari minimi.

Continua a leggere “DELIBERA OSPEDALIERA, CHIAMPARINO E SAITTA METTONO A RISCHIO LA SANITA’ PIEMONTESE. IL NUOVO PARCO DELLA SALUTE DI TORINO SARA’ UN BUCO NERO FINANZIARIO E SANITARIO”

LAVORO, OPERAIO DI CARISIO LICENZIATO, LA REGIONE CONVOCHI I VERTICI AZIENDALI E CHIEDA SPIEGAZIONI

LAVORO, OPERAIO DI CARISIO LICENZIATO, LA REGIONE CONVOCHI I VERTICI AZIENDALI E CHIEDA SPIEGAZIONI

La Regione Piemonte dia un segnale forte convocando e chiedendo spiegazioni alla dirigenza SACAL di Carisio (VC) sul caso dell’operaio, delegato Fiom, licenziato in seguito alle denunce sulla sicurezza in fabbrica. Uno stabilimento già teatro di un pericoloso incidente avvenuto alcune settimane fa.

Chiediamo alla Giunta regionale una presa di posizione ferma di condanna nei confronti dei vertici aziendali responsabili di questa scelta. La battaglia per la sicurezza sui luoghi di lavoro non si può fermare alla retorica dei discorsi del 1° maggio, ai post sui social network ed a qualche generica dichiarazione d’intenti in Consiglio regionale ma deve tradursi in fatti concreti ed efficaci.

Esprimiamo solidarietà e vicinanza all’operaio vittima di questa ingiustizia, pronti a portare il caso in Consiglio regionale nel caso in cui continuasse l’immobilismo dell’assessorato regionale al Lavoro.

Gianpaolo Andrissi, Consigliere regionale M5S Piemonte

Francesca Frediani, Capogruppo regionale M5S Piemonte

FONDI EUROPEI, TAGLIATI 128 MILIONI DI EURO AL PIEMONTE. LA REGIONE SI FACCIA SENTIRE IN EUROPA

FONDI EUROPEI, TAGLIATI 128 MILIONI DI EURO AL PIEMONTE. LA REGIONE SI FACCIA SENTIRE IN EUR

Tagli ai fondi europei destinati al Piemonte, sono a rischio 128 milioni di euro. Serve una reazione ferma di Chiamparino e della Giunta regionale, chiedano subito spiegazioni al Parlamento Europeo come stanno già facendo i portavoce a 5 stelle a Bruxelles.

La pesante sforbiciata è contenuta nella proposta di budget europeo presentata dalla Commissione europea e riguarda i fondi FESR ed FSE colpisce in particolare le regioni italiane Secondo le prime stime si tratta di oltre 3 miliardi di euro di minori risorse investite a livello nazionale, circa il 7% in meno. Questo è il frutto di una ripartizione inadeguata delle risorse comunitarie che non tiene conto delle altissime percentuali di disoccupazione giovanile in Italia e nella nostra Regione.

Porteremo il caso all’attenzione del Consiglio regionale attraverso una richiesta di comunicazioni rivolta al presidente Chiamparino. La smetta per un attimo di occuparsi di poltrone nella sanità ed inizi ad affrontare questo problema che riguarda tutti i cittadini del Piemonte.

Gruppo regionale M5S Piemonte

Intervista al superstite “Deliravo e urlavo contro il vento lassù in cima mi ha salvato il pensiero di mia moglie” di BRUNELLA GIOVARA, per Repubblica

"Strane cose", il blog di Ettore

Schermata 2018-05-03 alle 18.52.33.png
da Repubblica
MILANO
A un certo punto della notte Tommaso Piccioli ha pensato che beh, «era meglio morire».
Che ora era?
«Non lo so. Non vedevo niente.
Deliravo. Però pensavo anche a salvarmi».
Lei si è salvato a quota 3.270, in una delle gite di scialpinismo più famose e tremende, la Haute Route, da Chamonix a Zermatt in sette giorni, 180 chilometri, dislivello di 6.350 metri. Ci racconti la notte in cui sette suoi compagni hanno perso la vita.
«Ho pensato che non saremmo tornati giù la metà di quelli che eravamo lì. Mi sbagliavo, è andata peggio. È morta la mia amica Betty, Elisabetta Paolucci. Aveva organizzato tutto, aveva anche scelto la guida».
Quanto avete pagato per l’escursione?
«Milleduecento euro a testa, rifugi compresi. Betty si era informata con varie guide, i prezzi erano più o meno quelli. Poi ha scelto Castiglioni».
Lei lo conosceva?
«No. Ma mi ero…

View original post 728 altre parole

Lasciar perdere

Pensieri sparsi

Imparare a lasciar perdere non significa smettere di vedere.
Ho imparato a lasciar perdere proprio perche’ ho visto oltre la superficie .
Quella superficie che in alcuni diviene tutto. Alla quale aderiscono perche’ non hanno gli strumenti per rispondere alle domande vere, per ascoltarsi.
E se non si hanno domande , se non si e’ in grado di domandare, non ci puo’ essere null’altro che superfici che cozzano l’un l’altro a caso.
E io non credo al caso.

View original post

Reblogué : le livre de poésie au XXIe siècle

Littérature portes ouvertes

Je me permets de relayer ici l’annonce d’une journée d’études qui s’est tenue le 8 mars dernier à Lyon. Certes, c’est un peu tard, puisque celle-ci a déjà eu lieu, mais son sujet est passionnant, puisqu’il interroge le devenir du livre de poésie au vingt-et-unième siècle.

programme: ICI APRÈS LA POÉSIE, APRÈS LE LIVRE : DES LIVRES DE POÉSIE AU XXIe SIÈCLE ? Une partie importante de la production poétique contemporaine s’écrit à partir d’une série de refus fondateurs formulés dans le second vingtième siècle, de « la haine de la poésie » de Bataille au constat pongien que « la […]

A lire sur : journée d’études – lyon 6 mars 2018 — slowforward

View original post

CHARLIE PATROL

GramonHill

station

Il cielo non prometteva niente di buono, questo era il pensiero che tormentava Kurt Sellers alla guida del suo furgone; ma le nuvole grigie erano alle sue spalle, quindi era convinto che sarebbe riuscito a evitare la tempesta e raggiungere casa entro l’indomani mattina. Era tardo pomeriggio, non metteva qualcosa nello stomaco da cinque ore e l’indicatore del carburante si stava avvicinando allo zero. Un cartello segnalava una stazione di servizio a un kilometro di distanza. Dopo aver fatto il pieno, costeggiò il furgone ed entrò in quella che sembrava essere una vera e propria tavola calda. C’erano solo un paio di clienti all’interno, anche loro autisti pensò Kurt, poiché all’esterno aveva notato un camion parcheggiato. Non voleva perdere troppo tempo perché il cielo stava diventando sempre più scuro e minaccioso.

View original post 3.010 altre parole

L’ASCENSORE

GramonHill

ascensore

Lo studio legale Grasso & Seregni aveva uffici nel più grande grattacielo della città, che contava cinquanta piani. Gli uffici erano eleganti ma non troppo pomposi, e come era giusto, occupavano gli ultimi piani del palazzo. Quella mattina Selina, venticinquenne neolaureata in giurisprudenza, aveva un colloquio al trentasettesimo piano del palazzo. Doveva presentarsi alle nove, ma alle otto e mezzo era già davanti all’edificio. Passò un buon quarto d’ora ad ammirare l’imponenza di quel grattacielo, a partire dalle scalinate che conducevano all’ingresso, fino all’antenna in cima all’edificio che si ergeva maestosa verso il cielo.
Alle nove meno dieci varcò la soglia del palazzo e si diresse verso l’ascensore. Era circondata da giovani ambiziosi e cinquantenni affermati con completi costosi. Selina stava entrando timidamente in quel mondo, ma francamente faceva fatica a vedersi dall’altra parte della barricata. Le sue esperienze passate le avevano fatto perdere ogni speranza verso il futuro. Contratti…

View original post 1.746 altre parole

JUSTICE LEAGUE – IL NUOVO DISASTRO DCEU

GramonHill

justice

Dopo il disastro di Suicide Squad (uno dei film più brutti che abbia mai visto) e Wonder Woman che è piaciuto quasi a tutti ma a me ha lasciato totalmente indifferente, non avevo molte aspettative verso Justice League. Eppure sono andato al cinema con l’entusiasmo di un bambino, perché vedere al cinema Batman e Superman, gli eroi della mia infanzia, è pur sempre un evento epocale.

View original post 618 altre parole

Baba O’Riley – Un momento indimenticabile

GramonHill

BABA

Uno dei momenti più importanti della mia vita, che ricordo con maggior affetto ed emozione, fu quando ascoltai per la prima volta Baba O’Riley dei The Who.
Era una tarda mattinata di maggio del 2004, avevo 17 anni; le giornate erano luminose e nell’aria si avvertiva quel profumo delicato di spensieratezza che anticipa l’estate di un adolescente.

View original post 765 altre parole

Dieci dischi in dieci giorni – Giorno 5 – Giro d’Italia, di Ligabue (2003)

GramonHill

Giro d'Italia 2

Quinto giorno, quinto disco.

C’è stato un periodo in cui ero un fan sfegatato di Ligabue.
Precisamente tra il 2002 e il 2005, ovvero il tempo che è trascorso tra la pubblicazione degli album Fuori come va? E Nome e cognome.
Avevo 15 anni nel 2002, e stavo frequentando la prima superiore. Molte cose erano cambiate nella mia vita: ritmi, scuola, amicizie, insomma la mia vita era cambiata.

View original post 658 altre parole

L’INCENDIO NELL’OLIVETO – G.Deledda 1917

Pensieri sparsi

A scuola mi fecero leggere “Canne al vento” di cui non ricordo quasi nulla.
Quindi questo , per me, e’ il mio primo libro della Deledda e mi ha appassionato.
Mia nonna , sarda, mi raccontava poco , della sua infanzia passata a La Maddalena.
Ma qualcosa del passato l’ho ritrovato nelle meravigliose pagine di questo libro.
Ed e’ un mondo in cui le dure regole di vita per la sopravvivenza si impongono quotidianamente e si insidiano in ogni ambito relazionale al punto da convincere anche gli animi piu’ ribelli che non sia possibile sfuggirle.
La societa’ matriarcale non lascia spazio ai sentimenti, pur riconoscendoli, e da’ loro un’importanza secondaria al senso della famiglia, alla lotta per il soldo e la conservazione del prestigio morale.
E’ un romanzo con molti personaggi, tutti delineati perfettamente, e la voce della Deledda e’ sicuramente quella di Juanniccu, considerato dalla famiglia un pazzo …

View original post 22 altre parole

dal Manifesto: Facebookgate: Cambridge Analytica chiude

"Strane cose", il blog di Ettore

Cambridge Analytica cessa immediatamente tutte le operazioni. Lo ha comunicato ufficialmente la società. “Negli ultimi mesi Cambridge Analytica è stata oggetto di numerose accuse infondate e, nonostante gli sforzi della società di correggere le informazioni, è stata denigrata per attività che non solo sono legali ma sono ampiamente accettate” si legge nel comunicato. La società, al centro dello scandalo dei dati di Facebook, ha avviato le procedure di insolvenza in Gran Bretagna. L’azienda avrebbe preso tale decisione dopo aver perso numerosi clienti negli ultimi mesi e per i crescenti costi legali per le indagini in corso sull’uso dei dati.

A marzo la società aveva sospeso il suo amministratore delegato, Alexander Nix, e aveva avviato un’indagine per definire quali e quanti illeciti avessero compiuto i dipendenti della compagnia nelle campagne elettorali. SI è anche parlato di un partito politico italiano che però non è stato identificato…

View original post 660 altre parole

dal Manifesto – Castelluccio, una colata di cemento sulla fioritura

"Strane cose", il blog di Ettore

Lavori in corso sulla piana di Castelluccio; sotto il progetto del «deltaplano»

Ruspe al lavoro sulla piana di Castelluccio. La costruzione del centro commerciale a forma di deltaplano nel bel mezzo della celebre area della fioritura è cominciata da qualche giorno: un colpo al cuore dei Monti Azzurri devastati dal terremoto, per una struttura che era stata annunciata l’estate scorsa come una grande possibilità di rinascita, con un impatto sull’ambiente e sul paesaggio praticamente pari a zero. La realtà è ben diversa: la prima colata di cemento ha appiattito 6.500 metri quadrati di terreno,sul quale poi sorgeranno tre edifici che ospiteranno negozi, uffici e ristoranti. E pensare che, secondo il progetto approvato anche dall’Ente Parco, ogni cosa sarebbe stata fatta «in acciaio e legno, avvitati, senza cemento o collanti. Tutto secondo le norme dettate dal commissario per la ricostruzione».

Non…

View original post 691 altre parole

GRAFFITIS, di Emanuel Echegaray

GRAFFITIS, di Emanuel Echegaray

-1
Nuestra vida es una gran pared llena de graffitis que describen los días.

Si pintamos encima de ellos, no se borran: quedan ahí, debajo, para recordarnos algo.

Imagen: graficomunic.wordpress.com
MANUEL ECHEGARAY.
BLOGS:
manologo.wordpress.com
eltigredepapel.wordpress.com

GRAFFITI, di Emanuel Echegaray

La nostra vita è un grande muro pieno di graffiti che descrivono i giorni.

Se li dipingiamo, non vengono cancellati: sono lì, sotto, per ricordarci qualcosa.

 

Italia Nostra: “Quel che è pronto a tornare” Installazione, 5 elementi, pittura su tela, metallo – Enrico Tealdi

Italia Nostra: “Quel che è pronto a tornare” Installazione, 5 elementi, pittura su tela, metallo – Enrico Tealdi

VALLE BORMIDA – CASSINE (AL) – CHIESA DI SAN FRANCESCO
INAUGURAZIONE 4 MAGGIO 2018 ORE 17:30
Dalle ore 10:00 > Comportamenti illegali: la risposta della cultura
Cassine (AL), 4 maggio 2018. Alle ore 17:30 presso la Chiesa di San Francesco verrà inaugurata la mostra dell’artista Enrico Tealdi dal titolo “Quel che è pronto a tornare”. Trattasi di un’installazione capace di dar voce alla legalità.

La Chiesa duecentesca di Cassine (AL) ha una storia segnata da ritrovamenti. L’ultimo riguarda la pala seicentesca “Natività di San Giovanni Battista”, attribuita al pittore milanese Giuseppe Leva, che era stata rubata in chiesa con altre sette tele nella notte tra il 4 e il 5 agosto del 1997.

Grazie al ritrovamento da parte dei carabinieri del Nucleo di Venezia del Comando per la Tutela del Patrimonio Culturale, è tornata nel 2016 nella sua sede, la Cappella di San Giovanni, nel frattempo restaurata. Mancano però all’appello le altre pale trafugate, la cui mancanza, che genera spazi vuoti, connota la chiesa. Continua a leggere “Italia Nostra: “Quel che è pronto a tornare” Installazione, 5 elementi, pittura su tela, metallo – Enrico Tealdi”

Una convenzione per la cura del verde cittadino

Una convenzione per la cura del verde cittadino

Firma GVV ANA.jpg

Casale Monferrato: Questa mattina, giovedì 3 maggio, il sindaco Titti Palazzetti e l’assessore alle pari opportunità Ornella Caprioglio hanno partecipato – nella sede dei GVV (Gruppi di Volontariato Vincenziano) nell’ex Oratorio di San Domenico – alla firma di un’importante convenzione tra la presidente Wally Favre Pastorello e il presidente della sezione ANA (Associazione Nazionale Alpini) di Casale Monferrato Gian Luigi Ravera.
I termini dell’accordo si compongono di tre distinte parti che costituiscono il progetto “I giardini di Maria”, finanziato dal lascito ereditario della signora Maria Palladino.
Otto assistiti dal GVV, sotto la supervisione e il coordinamento dell’ANA, lavoreranno per 9 ore settimanali (massimo 36 mensili) per opere di manutenzione delle aree verdi cittadine per un periodo complessivo di 8 mesi (maggio, giugno, luglio, settembre, ottobre 2018 e aprile, maggio, giugno 2019). Continua a leggere “Una convenzione per la cura del verde cittadino”

Sciopero dipendenti Istituti e Imprese della Vigilanza Privata e dei Servizi Fiduciari

Sciopero dipendenti Istituti e Imprese della Vigilanza Privata e dei Servizi Fiduciari

Le organizzazioni sindacali Fisascat-Cisl, Filcams-Cgil e UILTuCS hanno proclamato formalmente per il prossimo 4 maggio 2018 lo sciopero generale delle lavoratrici e dei lavoratori a cui viene applicato il CCNL per i Dipendenti da Istituti ed Imprese della Vigilanza Privata e dei Servizi Fiduciari scaduto oramai dal 31 dicembre 2015. Ricordiamo che il settore fa parte dei servizi pubblici essenziali e pertanto la proclamazione è avvenuta tenendo conto della normativa e riguarda tutti i lavoratori del settore.

Lavoratrici e lavoratori del settore daranno vita ad una grande giornata di mobilitazione nella Capitale per rimuovere la cortina di silenzio e di disattenzione che caratterizza costantemente ciò che accade ad una categoria quanto mai essenziale per garantire condizioni di sicurezza reale presso contesti ed ambiti operativi contraddistinti da indici di rischio assai elevati. Continua a leggere “Sciopero dipendenti Istituti e Imprese della Vigilanza Privata e dei Servizi Fiduciari”

Il Teatro itinerante di “Alessandria: la Storia va in scena!” sabato 5 maggio in occasione delle celebrazioni dell’850° anniversario della fondazione di Alessandria

Il Teatro itinerante di “Alessandria: la Storia va in scena!” sabato 5 maggio in occasione delle celebrazioni dell’850° anniversario della fondazione di Alessandria

ok Brochure Alessandria_La Storia va in scena_05-05-2018 (trascinato)-1

Tra i molteplici eventi promossi in occasione dell’850° Compleanno della Città di Alessandria, quello organizzato per sabato 5 maggio, dalle ore 11 alle ore 23, presenta alcune peculiarità che contribuiscono a rendere l’insieme delle iniziative del prossimo fine settimana particolarmente suggestive anche dal punto di vista storico-monumentale oltre che artistico-culturale.
La formula impiegata è in qualche modo sintetizzata nel titolo della performance: “Alessandria: la Storia va in scena!” e la declinazione — attraverso la proposta di un “teatro itinerante” — è quella di una Città che si racconta mediante i suoi protagonisti di un tempo, nelle vie, nelle chiese, nelle piazze e nei palazzi di Alessandria. Continua a leggere “Il Teatro itinerante di “Alessandria: la Storia va in scena!” sabato 5 maggio in occasione delle celebrazioni dell’850° anniversario della fondazione di Alessandria”

ANPI. Casale Monferrato. Cineforum: La notte di San Lorenzo

Casale Monferrato. Cineforum: La notte di San Lorenzo

260px-Duomo_san_miniato_by_night
Venerdì 4 maggio, alle 21 presso il Castello di Casale Monferrato, avrà luogo il secondo appuntamento con il cineforum. Dopo l’introduzione dell’Avv. Germano Carpenedo verrà proiettato La notte di San Lorenzo, film del 2009 dei fratelli Taviani: “Affresco della campagna toscana dell’agosto del 1944, che fa da sfondo ad uno dei tanti drammi della seconda guerra mondiale, raccontato guardando però alle tenerezze, alla buona volontà, agli eroismi e alla paura della gente comune.

Presentato in concorso al 35º Festival di Cannes, ha vinto il premio il Grand Prix Speciale della Giuria e il premio della giuria ecumenica. Gli eventi narrati nel film possono richiamare le drammatiche vicende della Strage del Duomo di San Miniato originariamente attribuita all’esercito tedesco.”
La proiezione avverrà nel salone che ospita la nostra esposizione “L’antifascismo sui muri: Manifesti, storie, racconti”, disponibile fino al 13 maggio.

Inaugurazione della mostra “Verzetti e Verzetti”, di Lia Tommi

di Lia Tommi, Alessandria

La mostra è il terzo appuntamento della rassegna “Arte, Scuola, Comunità “.

L’esposizione, organizzata dall’Associazione Libera Mente-Laboratorio di Idee, con la collaborazione del Comune di Lu, continua il progetto promosso con il contributo della Fondazione SociAL di Alessandria.

Fabrizio Priano, Presidente dell’Associazione Libera Mente, afferma: “La rassegna di opere è uno sguardo su due modi di intendere l’arte, a volte lontani, a volte vicini, che sono l’espressione di due artisti, che hanno in comune oltre alla passione per l’arte, anche il legame più importante che esista fra esseri umani: sono padre e figlio”.

Il Sindaco di Lu Michele F. Fontefrancesco commenta: “La mostra presenta le opere di Gianfranco e Gianluca Verzetti che, grazie all’uso di vetri, sabbie, legni assemblati con resine, danno vita a un’inedita poetica che coniuga la vitalità dell’arte con l’etica del riciclo e del riuso, creando un messaggio di bellezza capace di ispirare le nuove generazioni con il senso profondo della sostenibilità “.