LA TUA VOCE, di Federica Del Monte

31190029_1992829924380217_9115424068298866688_n

LA TUA VOCE, di Federica Del Monte

LA TUA VOCE

Nessuna sete

e’ simile alla sete

che io provo per te.

Il corpo e’ nulla.

La mia sete e’ un ciclone

che sconvolge i cieli

oltre la biosfera.

Anche la morte brilla

se m’immagino

di morire con te.

E il filo non si spezza per me,

per la tua essenza,

dentro di me

la tua voce

continua quando taci.

~Federica Del Monte~

Tutti i diritti riservati@

APPUNTI DI VIAGGIO, di Federica Del Monte

APPUNTI DI VIAGGIO, di Federica Del Monte

31369702_1994856877510855_4238693466256703488_n

APPUNTI DI VIAGGIO

Sono entrata in questo amore
come in una cattedrale.
Tu, scelto a caso dalla sorte,
sai infondere luce e leggerezza
al cuore della pietra.
E ti fai in quattro
nel donarmi magliette e giubbotti,
il piu’ delle volte
agli occhi di tutti,
pieni d’attenzione per me.
Sei giovane e bello,
mi avresti aspettata dicevi,
anche dieci, venti, cent’anni.
Sospesa a questa fermata,
rileggo allora,
gli appunti di un viaggio
di cui solo ora ordisco la trama.
Io e te insieme,
abbiamo imparato
la forza di essere in due.
Ce ne portiamo
la musica dentro
e l’armonia ormai,
la suoniamo ad orecchio
nelle soste dei distinti cammini.
A tratti voliamo rimpiangendo
la terra e la corazza,
poi atterriamo
desiderando il cielo.
Finalmente si avvicina il giorno
in cui, usando tutti i colori,
nell’ora della luce piu’ intensa
e delle ombre piu’ nette
incroceremo le trame.

~Federica Del Monte~

Tutti i diritti riservati@

IL VECCHIO VIANDANTE, di Federica Del Monte

IL VECCHIO VIANDANTE, di Federica Del Monte

IL VECCHIO VIANDANTE

Senza alcuna meta,
incurante del tempo
che incessante scorre via,
se ne sta con tutti i suoi ricordi
candidi come la sua lunga barba.
Solo un cane sgraziato
dal pelo arruffato,
accompagna
senza alcuna fretta,
il perenne peregrinare.

Il suo tetto
il cielo,
la sua casa
una strada,
appena quattro cenci
e poche cose per il viaggio,
ma abbastanza
per essere libero,
per essere felice.
Con i suoi pensieri
profondi come i suoi occhi
si rifugia nel silenzio,
inghiottito dalla notte,
per scrutare dentro il suo cuore
e potersi cosi’ specchiare.

Federica Del Monte~

Tutti i diritti riservati@

L’ULTIMA IMMAGINE DI TE, di Federica Del Monte

L’ULTIMA IMMAGINE DI TE, di Federica Del Monte

L’ULTIMA IMMAGINE DI TE

Abbiamo rimbalzato
da un posto all’ altro,
ma siamo ancora accampati
nel parco di sempre
all’ombra degli alberi.
Assorta nei miei versi
sono andata a cercare
la poesia che mi riportava
alla mente quel giorno
di settembre.
Mi sono rivista
mentre ti guardavo
steso sul letto.
Avevi un’aria cosi’ rilassata.
Eravamo quasi digiuni,
non dormivamo da giorni,
eppure eravamo felici.
Ricordi come mi imboccavi
con gli spicchi di torta di mele?
Non so cosa
fosse piu’ dolce
se tu o loro.

Continua a leggere “L’ULTIMA IMMAGINE DI TE, di Federica Del Monte”

Ravioli con patate, fave e menta

Crudo e Cotto

Eccomi con il secondo appuntamento mensile con la pagina facebook di Seguilestagioni.

Nella lista della spesa del mese di Maggio tra la grande varietà di verdura di stagione che si possono trovare in questa stagione, mi hanno colpito in modo particolare le fave, le patate novelle e la menta.

DSC_0397 (FILEminimizer)

Ingredienti che nelle ricette della tradizione della mia terra, la Sardegna, si trovano di frequente.

Ed ecco che subito mi è venuto in mente un abbinamento tra i ravioli di patate e le fave.

I ravioli di patate, chiamati “culurgiones”, hanno come ripieno, oltre le patate, anche la menta e con l’aggiunta delle fave, a mio parere, i sapori si amplificano dando vita a un piatto che fa venire l’acquolina in bocca.

Una vera delizia!

DSC_0404 (FILEminimizer)Ravioli con patate, fave e menta

Ingredienti

400 gr di farina…

200 ml circa d’acqua

300 gr di patate novelle

200…

View original post 309 altre parole

(Video) VdA Music Potlach, il Cilento unito che resiste

felicetommasino

VdA Music Potlach, tutti i colori del Cilento

VdA Music Potlach, esempio riuscito di collaborazione attiva ed interscambio. Il potlach è questo. E questo è il senso della manifestazione organizzata e promossa dalla cittadinanza vallangiolese, dall’associazione culturale Vojto e dall’Osteria “La Piazzetta”, con il patrocinio del comune di Valle dell’Angelo. Nei giorni scorsi, vi ho parlato dell’organizzazione dell’evento e degli artisti ex ante. Oggi entriamo nel vivo, nell’essenza dell’evento. Riviviamo insieme le emozioni e i colori del VdA Music Potlach!

Da poche ore si è conclusa la seconda edizione del VdA Music Potlach. La manifestazione musico-culturale che unisce il Cilento si è concretizzata in una serata all’insegna della musica, dell’arte, del territorio e dello stare insieme.Il comune più piccolo della Campania, Valle dell’Angelo, è stato per un giorno crogiolo di musiche, tradizioni, balli e canti di origine e natura differenti.

Epicentro…

View original post 210 altre parole

Favola Leicester, la realtà che supera la fantasia

felicetommasino

Favola Leicester, due anni fa

Due anni fa, il Leicester ci insegnava a credere nelle favole. Era esattamente il 2 maggio 2016: il Leicester, squadra di outsider in mezzo a team pieni di fuoriclasse strapagati, si laureava, per la prima volta in oltre un secolo di storia, campione d’Inghilterra. Perché le favole esistono, a volte. Basta crederci e non lasciare mai nulla di intentato: solo provandoci si può riuscire; solo provandoci è possibile non avere rimpianti. Questo ci insegnava due anni fa il Leicester di Claudio Ranieri.

Grazie Leicester!

Così commentavo, brevemente, quell’impresa.

La favola del Leicester è realtà. I bookmakers, in estate, quotavano il sogno 5000 a 1. Per avere un termine di paragone, l’ipotesi che Elvis Presley sia vivo è quotata 2000 a 1. La storia del Leicester è la storia del calcio, dello sport e della vita.

Sognare non costa nulla ma può…

View original post 86 altre parole

Carosello | 7. La frase “A nanna dopo Carosello” avrebbe potuto non esistere?

felicetommasino

Carosello, il disgelo e gli intellettuali di sinistra

Gli anni ’70 sono segnati storicamente come il periodo del “disgelo” nel conflitto tra Stati Uniti ed Unione Sovietica. Ciò nonostante, era ancora forte l’avversione di intellettuali di sinistra ma non solo, nei confronti di tutto quello che provenisse da oltre Oceano. Sui sospetti verso tutto ciò che fosse considerato figlio del pragmatismo capitalista pesavano, oltre alla matrice marxista del pensiero degli intellettuali di sinistra, i problemi di ricostruzione morale e politica che l’Italia si trovava ad affrontare nel dopo guerra, ma anche la semplice difficoltà a far circolare idee e nozioni. Causa principale, questa, dell’eurocentrismo di quegli anni (O. Calabrese, Carosello o dell’educazione serale, cit., 1975, p. 91).

< Leggi dal primo post su Carosello

Pasolini contro Carosello

Pregiudizi che non lasciarono indenne la pubblicità, quella televisiva in particolare. Sono del 1975 i più accesi interventi di Pier…

View original post 739 altre parole

ELICOTTERO

Onda Lucana

aviation-2810838_960_720 Immagine tratta da web

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

ELICOTTERO

Come un mostro in cerca di preda
nel libero cielo, impassibile, avanzi!

Ma tu un mostro non sei!

Fai rumore, anche assordante,
ma non fai alcun male!

Un uccello sembri, un po’ bizzarro,
un uccello però
con un grande cuore umano!

Rauco, sicuro, roboante
sul mondo, con forza avanzi
a soccorrere il moribondo!

Tu che lo puoi fare,
non esitare mai,
corri sempre, non ti stancare,
corri per mare e per monti,
corri a salvare la vita umana.

Questa nostra vita,
spesso in balia delle onde…
che a volte divorar sembran
anche il mondo….!

Funo di Argelato, giugno 1990

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

View original post

IL GIGANTE ABBANDONATO…!

Onda Lucana

6120475109_345a9a1fd9_b.jpg Immagine tratta da web

IL GIGANTE ABBANDONATO…!

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

Nel silenzio inebriante della campagna,
da qualche anno,
lo Zuccherificio di Argelato immobile giace,
logoro, solo e da tutti abbandonato!

Che pena!

Ora che non lavora, lento si consuma a poco a poco!

Nella solitudine che lo divora e nell’oblio ingrato….
senza un lamento e pien di ruggine il gigante si spegne!

Era uno dei più grandi e vitali d’Europa:
langue ora nel più completo abbandono!

Come api e formiche affaccendate
tutti un dì con interesse lo corteggiavan!

Un re sembrava, grande nel suo reame!

Vita da tutti i pori spruzzava e vita a tutti generoso dava!

Solo e malandato, come un vecchio stanco,
la fine ora aspetta, da tutti abbandonato!

L’umano egoismo…,
quando più non trova la sua convenienza,
tutto, ipocritamente, abbandona
e andar lascia in rovina con stolta e vile demenza!

Funo di Argelato…

View original post 9 altre parole

LEANDRO

Onda Lucana

Scrivere-poesia.jpg Immagine tratta da repertorio Web

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

LEANDRO

Da non molto tempo ti conoscevo,
eppure un caro amico per me eri.

Spesso, quando t’incontravo
volentieri con te a parlare mi trattenevo.

Per tutti, poi, una persona eri gioviale
e sempre molto cordiale.

Un giorno, però, un infausto giorno,
colpito fosti da invisibil strale…
che tanto ti rattristò,
anche se la tua pena non la mostravi.

La tua malattia, anche se micidiale,
noi pensavamo e speravamo
potesse essere curata.

Invece la vita ti ha stroncato,
anche se la tua grave pena
è così cessata!

Caro Leandro, che colpo:::ieri mattina
quando della tua morte improvvisa
ho saputo
nella notte nera avvenuta.

Che dispiacere ora saperti morto:
non rivederti più e non più
strada facendo,
con te parlare e scherzare!

Improvvisamente sei dovuto andare,
tu che tanto ancora volevi restare
per i familiari, gli amici e sopratutto
per…

View original post 19 altre parole

IL CERO…!

Onda Lucana

candle-97505_960_720.jpg Immagine tratta da repertorio Web

IL CERO…!

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

Nella stanza in penombra, in quel silenzio greve di morte, 
dove pur si vide rider la Felicità, il cero si consuma a poco a poco…!

Lento si consuma…

Per l’aer, mesto, acre, oscuro s’espande il fumo,
come spirto ch’esal d’esser scuro!

Molle, disfatta, cade giù la cera,
come corpo lasso nella sera….!

e, qual moribondo
che già sull’orlo di sua vita estrema, ancor sospira e trema,
tal del cero la fiamma s’allunga nella notte nera…!

Ma il vigor ad essa or vien meno,
ché la cera si scioglie….e più non gli dà lena!

Allor traballa agli occhi del morituro la fiamma,
che tra la vita e la morte pur essa si dibatte!

Or a stento fuma…Più non si muove,
immobile, fissa il ciel vuoto,
mentre si riduce, si riduce sempre più….!

Un tremito, pur lieve…

View original post 40 altre parole

glossario delle tecniche espressive al basso elettrico

basso elettrico e dintorni...

BENDING

termine inglese che significa”piegatura” .

È una tecnica che mira ad alterare una nota di partenza fino a portarla ad un altra piegando la corda dal tasto

PULL OFF

tecnica che permette di passare,attraverso la legatura di due note,da una più alta ad una più bassa

PULL ON

Tecnica che permette procedendo come il pull off,di partire da una nota più bassa ad una più alta

GLISSATO

tecnica che consiste nell’innalzamento o abbassamento dell’altezza di un suono facendo scivolare le dita lungo la corda

ARMONICO NATURALE

suono che si produce esercitando una leggera pressione sulla corda in alcuni punti della tastiera

TAPPING

consiste nell’utilizzare le dita della mano destra per suonare delle note colpendo le corde direttamente sulla tastiera e riproducendo un effetto pianistico

SLAP

consiste nel percuotere con il pollice(thumb) e strappare con la mano destra(popping) dando un effetto percussivo al riff

se vuoi saperne di più clicca

View original post 1 altra parola

Victor Bailey

basso elettrico e dintorni...

se vuoi ascoltarne di più clicca

https://amzn.to/2JRwbNy

È stato un grandissimo bassista che ha fatto parte dei Weather Report dal 1982 al 1986 per poi iniziare la carriera solistica nel 1988.

Ha collaborato con i piu’ grandi artisti della musica mondiale ed ha influenzato con il suo sound e la sua tecnica strepitosa le nuove generazioni di bassisti funk-jazz.

Purtroppo a soli 56 anni,la malattia che lo accompagnava da tempo ha vinto su di lui ma ne rimarrà il contributo lasciato nei suoi grandissimi album.

Consiglio di ascoltare Low Blow cliccando

https://amzn.to/2JRwbNy

View original post

4/5/2018, da far volare

EROSPEA

Ho ancora il tuo aquilone da far volare. e il volo, che fa così normali gli uccelli. Non ho mai preso un aereo. ma qualche volta ho volato, così speciale, come fanno gli uomini. con la specie degli insetti, messi addosso in un abbraccio, indifferentemente. mi sento un fiore, a ricordare gli insetti, qualche specie d’abbraccio, e che volare è normale, per altri, non per me. Ho ancora il tuo aquilone, nostro com’è nostro, pure mentre non sai che scrivo dell’aquilone, del vestitino largo di A., che mi piaceva tanto comprarle che persi il conto della taglia, togliendo alla vita ogni taglia […]

E tutti questi “che”, come li faccio sempre mentre scrivo, quasi a disperdere il lirismo dell’io […]

Non ho mai preso un aereo.

[…] Ma non pensare alla paura. come fanno, indifferentemente.

 

[…] da far volare [    ]

 

View original post

Dove nasce la gioia

Non di questo mondo

Perchè avrà pure una fonte
un luogo dove se ne sta
nascosta in attesa di esser sgorgare.
E forse sgorga in note
strappate con ruvida forza
che mandano le valvole in saturazione
e riempiono l’ aria
riecheggiando
in un delay
se pur digitale,
O forse in una poesia
o in una sola parola di quella poesia
che colpisca le corde giuste
saturando un sentimento
e riecheggi per giorni e anni, forse per sempre.
O in colori?
un accostamento tra forme liquide e colori
che si imprimano nella retina
e non se ne vadano chiudendo gli occhi.

O tutte tre insieme
una danza colorata
che satura gli occhi
e le orecchie
e i sentimenti.

E tu sei tutto questo.

colorwoman

View original post

No te demores

Adrián Gastón Fares

Las Fridas De Colombia Fotografía de Adrián Gaston Fares en el hotel Mariscal Robledo, Antioquia“Es ella. Es ella”, no dejaban de repetir en el restaurante. Una nena dejó el asiento junto a su madre y se acercó a la figura con el rodete de trenzas que le coronaba la cabeza. “¿Me podés hacer un dibujito?”, le preguntó. Y la mujer asintió, tomó una servilleta y con un lápiz que sacó de un bolsillo de su vestido azul dibujó a la nena con el cuerpo infestado de tornillos y una aureola de estrellas en la cabeza. Lo firmó y se lo entregó. Los clientes la miraban con la boca abierta. La mujer no hablaba ni tomaba el café. La pelusa negra arriba de sus labios llamaba la atención, su atuendo azul estampado con flores rojas llamaba la atención.

Escribió en una servilleta, la lamió y se la estampó en la frente. Decía “Nos vamos”. Se paró y salió del lugar, los que estaban adentro la…

View original post 803 altre parole

Libri: la tetralogia “L’ Amica Geniale” di Elena Ferrante

Sfashionblog

ferrante-maxw-654

È difficile fare la recensione di una storia che all’ inizio mi ha talmente appassionata da creare una sorta di dipendenza (come è successo anche a Hilary Clinton ) ed alla fine mi ha profondamente delusa, per i motivi che spiegherò in questo post.

L’ Amica Geniale racconta le vicende di due amiche d’infanzia, Lenù (Elena Greco) e Lila (Raffaella Cerullo), nate e cresciute in un quartiere della periferia di Napoli, il rione Luzzatti. Il la storia è una tetralogia, ed è suddivisa in 4 libri:

  1. L’amica geniale: nel prologo, Lenù, sessantenne, dopo la scomparsa della sua migliore amica Lila, decide di narrare la storia delle loro vite. Il libro racconta la loro infanzia e adolescenza, gli anni in cui nasce la loro amicizia, la scuola, dove Lila in particolare spicca per la sua intelligenza, le loro amicizie nel quartiere e i loro primi amori. Purtroppo Lila, a causa delle…

View original post 886 altre parole

“Combinazione Casuale”: correva l’anno 2005

Il Calamaio Elettrico

Non mi stancherò mai di parlare di “quegli anni”. Anni che, vissuti in tempo reale, potevano sembrare pesanti, oppressivi, saturi d’ansia ma che, visti in lontananza, oggi risplendono di bellezza.

Sto parlando dei miei anni universitari, vissuti nell’era immediatamente antecedente all’esplosione di internet (parlo proprio di esplosione coi social e varie: internet c’era ma fino appunto al 2007 veniva utilizzato ancora con parsimonia), quando c’era una voglia di espressione tangibile, giacché ancora impossibilitati a gestire i propri pensieri su di un blog.

Ma era tutto abbastanza diverso. Ricordo che mi lanciavo volentieri – anche perché essendo figlio di ferroviere non pagavo il biglietto – in nottate intere in treno per andare a Roma a comprare quei dischi che dalle mie parti erano introvabili, e che internet non aveva ancora provveduto a diffondere. Una mattina giunsi a Bari al ritorno da uno di questi viaggi notturni, con lo zaino pieno di…

View original post 185 altre parole

Marillion – Chelsea Monday (1983)

Il Calamaio Elettrico

Splendido pezzo del 1983, tratto dall’album di esordio dei Marillion. Il brano si sofferma sulla storia di una ragazza che, sognando un successo costruito sulla sua immagine – siamo nei primi anni ’80 – ma al contempo non avendo la forza, il coraggio e la tenacia per realizzarlo, decide di conquistare tristemente la sua fama ponendo fine alla sua vita. Il “Lunedì a Chelsea” è lo sfondo spazio-temporale in cui si svolge tutto: Chelsea era il quartiere di Londra celebre per essere il centro della moda mondiale.

“The Old Father”, citato nella canzone, è il Tamigi. Venne chiamato così anche nei testi dei Genesis (band a cui i primi Marillion si ispiravano fortemente). A voi il testo e la canzone (nelle parentesi quadre la parte saliente – recitata – che è anche la chiave di lettura del testo).

Catalogue princess, apprentice seductress
Hiding in her cellophane world in glitter town

View original post 246 altre parole

Loredana Bertè – Gli Orologi (1976)

Il Calamaio Elettrico

Tratta dal secondo album di Loredana Bertè (intitolato “Normale o Super”), è un pezzo la cui musica è scritta da Mario Lavezzi (all’epoca compagno e produttore di Loredana), mentre il testo è scritto da Mogol. Forse oscurato dalla fama della celebre “Sei Bellissima” (contenuta nello stesso album) è in realtà una canzone splendida, tra le migliori del pop italiano degli anni Settanta. Gli arrangiamenti sono di Vince Tempera, altro nome importante della musica italiana.

Accontentiamoci del cd e di youtube, perché il vinile originale di “Normale o Super” costa un bel po’.

View original post

Chi è il misterioso Giovanni destinato a morire?

Il Calamaio Elettrico

Tempo fa ho pubblicato una mia lirica dal titolo velatamente inquietante. Si intitola appunto “Giovanni deve morire”. Ebbene, se vi chiamate “Giovanni” state tranquilli: non ce l’ho con voi! Dopo un po’ di tempo ho deciso di chiarire di cosa parla la lirica e chi è Giovanni/John.

Qui trovate il post, risalente a marzo 2017: https://maurodecandiapoesia.wordpress.com/2017/03/01/giovanni-deve-morire/

La poesia fa riferimento a un canto tradizionale inglese, intitolato “John Barleycorn Must Die”, poi ripreso più volte, con la versione più celebre che resta probabilmente quella dei Traffic, pubblicata nel 1970 nell’album intitolato appunto “John Barleycorn Must Die”. Chi è allora John che deve morire? John è il simbolo personificato della birra o del whisky, e quindi indirettamente è il simbolo dell’orzo. La sua morte è necessaria per consentire la rinascita: una morte che rievoca quindi il ciclo della mietitura, lo stelo tagliato che rinasce dal suo seme. Non si sa con certezza in…

View original post 54 altre parole

La Gipsoteca

Il Calamaio Elettrico

All’ombra di un fuoco d’oro,
tra cieli di popeline
e mani delicate di Pan di Spagna,
come fossero morbidi halva pakistani,
un’ombra ha dato forma alle rovine
dei pianeti gibbosi
partoriti dalle evaporiti,
ha offerto il pane e il vino
agli alabastri orientali,
innervandoli
con acquavite di segale.
Gli ha costruito una casa di smorfie,
migliaia di indici e pugni
raggrumati,
scudi-giocattolo per scaglie di luce.
“Siamo manichini strappati ai monti,
guerrieri scoppiettanti di veleni,
nutriti da secoli di pioggia
nell’utero delle altitudini”.
Potevi essere un acero,
il grammofono di Hitler,
o il flauto di Papageno,
o i baffi caduti in terra al vecchio Chaplin
e germinati in un sorriso,
o uno scarabeo dorato
col cuore inscatolato
e il balbettio piumoso dei suoi passi.
E sirene alate,
e rime sfracellate sulla strada,
e il pigolio dei carri armati
(becco di fucile).
E invece rullavano nel petto
come spranghe
i colpi…

View original post 50 altre parole

Io sto cercando un respiro, di Giovanni Gianni Denocenti

Io sto cercando un respiro, di Giovanni Gianni Denocenti

31498197_1743108982422780_1139017083547088351_n

” Io sto cercando
un respiro, un punto fermo
una via dentro me, un
modo per amarti che va
in profondità un viaggio
su una stra da che non c’è
ho voglia di un contatto con
te, l’abbraccio più sincero
che hai amo la vita e tutto
quello che da…anche se sei
lontano ti arriverà la mia
carezza e un mio bacio…
per dirti semplicemente
ti voglio bene.” R.F. ( Poesie Romantiche)

Io sto cercando un respiro, di Giovanni Gianni Denocenti

Io sto cercando un respiro, di Giovanni Gianni Denocenti

31498197_1743108982422780_1139017083547088351_n

” Io sto cercando
un respiro, un punto fermo
una via dentro me, un
modo per amarti che va
in profondità un viaggio
su una stra da che non c’è
ho voglia di un contatto con
te, l’abbraccio più sincero
che hai amo la vita e tutto
quello che da…anche se sei
lontano ti arriverà la mia
carezza e un mio bacio…
per dirti semplicemente
ti voglio bene.” R.F. ( Poesie Romantiche)

Festa del Lavoro, dei bloggers e della libertà di stampa! E concludiamo con una bella risata che fa bene al cuore.

Festa del Lavoro, dei bloggers e della libertà di stampa! E concludiamo con una bella risata che fa bene al cuore. di Susanna

Avrei voluto scrivere questo articolo qualche giorno fa, ma sono stata a letto in compagnia della febbre e di un mal di gola fortissimo che mi hanno impedito di intendere e di volere. Meno male che dopo la tempesta torna il sereno… ben ritrovati!

Questa settimana si sono susseguite una serie di giornate importanti e interessanti e sentivo di volerne parlare.

Spero che molti di voi abbiano potuto godere del ponte del Primo Maggio, per rilassarsi e/o fare qualche bella gita fuori porta. Ovviamente senza dimenticare che il Primo Maggio è la festa del Lavoro, o sarebbe più corretto dire dei Lavoratori??? Entrambi?! Continua a leggere “Festa del Lavoro, dei bloggers e della libertà di stampa! E concludiamo con una bella risata che fa bene al cuore.”

High-throughput MS-based proteomics and metabolomics: from cells to clinic

ok conference_presentation_proteomics_metabolomics_novara_2018 (trascinato)
Il convegno internazionale si terrà il 25 giugno a Novara presso il Campus “Perrone”.
Quando::
da 25/06/2018 – 09:30 a 26/06/2018 – 09:30

Il convegno internazionale “High-throughput MS-based proteomics and metabolomics: from cells to clinic”  si terrà il 25 giugno 2018 a Novara presso il Campus “Perrone”. Il convegno è organizzato dalla Divisione di Spettrometria di Massa e l’UPO con patrocinio dell’Associazione Italiana di Colture Cellulari e della Società Italiana di Biochimica e Biologia Molecolare.

Il convegno sarà seguito da una short Proteomic School: “Mass spectrometry-based proteomics for cells: from sample prep to big-data analysis and interpretation” il 26 giugno 2018 a Novara.

Continua a leggere “High-throughput MS-based proteomics and metabolomics: from cells to clinic”

L’intelligenza artificiale aiuta i medici a capire e prevenire gli scompensi cardiaci

L’intelligenza artificiale aiuta i medici a capire e prevenire gli scompensi cardiaci

Pubblicati su Circulation Cardiovascular Imaging i risultati di un progetto di machine learning che aiuterà il processo diagnostico. UPO è capofila

L’intelligenza artificiale trova applicazione da decenni in molteplici ambiti che coinvolgono la vita di ognuno di noi. Anche la ricerca scientifica in ambito medico-sanitario ne sta intensificando l’utilizzo per migliorare la nostra capacità di diagnosi e cura di patologie assai diffuse che consentono la raccolta di grandi quantità di dati da analizzare e interpretare grazie all’ausilio del cosiddetto machine learning.

Uno dei primi esempi di utilizzo dell’intelligenza artificiale in ambito cardiologico vede in prima linea l’Università del Piemonte Orientale – il professor Paolo Marino e la dott.ssa Anna Degiovanni, entrambi afferenti al Dipartimento di Medicina traslazionale – tra gli atenei coinvolti nello studio multicentrico Machine Learning Analysis of Left Ventricular Function to Characterize Heart Failure With Preserved Ejection Fraction, recentemente pubblicato sulla rivista scientifica della American Heart Association Circulation Cardiovascular Imaging.

Continua a leggere “L’intelligenza artificiale aiuta i medici a capire e prevenire gli scompensi cardiaci”

Amatrice, Pirozzi lascia l’incarico da sindaco per fare il consigliere regionale. “Un atto di amore verso la mia terra”, di Il fatto Quotidiano

Amatrice, Pirozzi lascia l’incarico da sindaco per fare il consigliere regionale. “Un atto di amore verso la mia terra”

Amatrice, Pirozzi lascia l’incarico da sindaco per fare il consigliere regionale. “Un atto di amore verso la mia terra”

Il primo cittadino della città reatina colpita dal terremoto del 2016 ha ottenuto un seggio nell’emiciclo della Pisana. Ma la legge impedisce di mantenere entrambe le cariche. Da qui la decisione di lasciare Amatrice e dedicarsi all’incarico in Regione, dove percepirà 8mila euro di indennità. di | 4 maggio 2018 https://www.ilfattoquotidiano.it

Governa la città di Amatrice dal 2009. È diventato uno dei simboli della “ricostruzione” del Centro Italia dopo i terremoti del 2016 e del 2017, inciampando in un’indagine per il crollo di una palazzina e in un paio di polemiche legate a Mussolini, Ius Soli e “mamme che devono tornare a fare le mamme”. E alle ultime elezioni ha deciso di capitalizzare la sua storia politica candidandosi alla guida della regione Lazio, nonostante la coalizione di centrodestra avesse scelto il nome di Stefano Parisi al posto del suo. Ma ora Sergio Pirozzi ha deciso di lasciare il suo incarico di sindaco del territorio per dedicarsi esclusivamente alla carica di consigliere regionale, dopo aver conquistato un seggio nell’emiciclo della Pisana. “Un atto di amore verso la mia terra”, ha dichiarato. La nuova carica, en passant, gli varrà quasi 8mila euro di indennità. Ad Amatrice subentrerà il vicesindaco Filippo Palombini.

Continua a leggere “Amatrice, Pirozzi lascia l’incarico da sindaco per fare il consigliere regionale. “Un atto di amore verso la mia terra”, di Il fatto Quotidiano”

All’UPO la decima settimana dedicata allo studio delle autonomie locali

All’UPO la decima settimana dedicata allo studio delle autonomie locali

Upo

Dal 7 all’11 maggio dieci eventi scientifici e culturali in Università e in città. Al centro dell’attenzione il rapporto con l’Europa
Quando::
07/05/2018 – 13:00

Giungono alla decima edizione le Settimane di studi sulle autonomie locali, che il DRASD (Dottorato di ricerca in Autonomie locali, Servizi pubblici e Diritti di cittadinanza) organizza annualmente ad Alessandria dal 2009. L’edizione 2018 si terrà dal 7 all’11 maggio con un programma ricco di eventi scientifici e culturali che porranno l’attenzione sul rapporto tra le autonomie locali e l’Europa.

Una iniziativa, ricorda il prof. Renato Balduzzi, fondatore del DRASD e responsabile scientifico delle Settimane, che «vivemmo come una sfida plurima: poteva una Università nata da pochi anni, periferica, articolata su tre territori con poche relazioni tra loro, andare oltre ai micro-convegni e ambire a una proposta complessiva, che riuscisse ad attirare l’attenzione della comunità scientifica nazionale e internazionale? E soprattutto: il tema delle autonomie, che veniva da un quindicennio di esaltazione e nel quale tuttavia già emergevano i segni di un cedimento a fronte degli effetti della crisi economica internazionale e della faticosa attuazione della riforma costituzionale del 2001, poteva costituire un vivaio ricco e vitale, oppure quei segnali di cambiamento della direzione del vento, verso un ritorno di spinte e sensibilità accentratrici, avrebbero finito per spegnere le piccole energie del gruppo di docenti e dottorandi che, con qualche temerarietà, si erano avviati su un sentiero che università più blasonate avrebbero fatto fatica a percorrere?»

Continua a leggere “All’UPO la decima settimana dedicata allo studio delle autonomie locali”

Sozzetti: Turismo, quando il ‘sommerso’ soffoca anche le buone idee

Turismo, quando il ‘sommerso’ soffoca anche le buone idee
di Enrico Sozzetti https://160caratteri.wordpress.com/

R9jlAfUva6RLeEqFy9XFl9j0-JZ6VWl4RqWY8EfyLs4PzTy8eldHWXdVT_GRotTep0OclS0MSnbzDQ2cbzI8Yve94lMS6Bg0RkE6HDEwJISPqCgHKWlCrQ=s0-d-e1-ft

Ancora una volta quella di Giovanna Scacheri, presidente provinciale Federalberghi di Alessandria, è una voce fuori dal coro. L’unica che guarda in modo critico ai dati sui flussi turistici 2017, presentati alcuni giorni fa nel capoluogo da Regione Piemonte, Alexala (agenzia turistica locale), Provincia, Comune di Alessandria, Università del Piemonte Orientale.
I rilievi di Giovanna Scacheri sono gli stessi che avevamo evidenziato rispetto alla interpretazione dei dati (https://160caratteri.wordpress.com/2018/05/02/alessandria-il-turismo-cresce-ma-davvero-o-per-finta-intanto-la-provincia-e-ultima-in-piemonte/). Ma soprattutto la sua è la voce di un addetto ai lavori che accende i riflettori su un problema irrisolto quasi da sempre e che richiama alle responsabilità di tutti gli enti e organismi che dovrebbero controllare, ma non lo fanno. Continua a leggere “Sozzetti: Turismo, quando il ‘sommerso’ soffoca anche le buone idee”

Molinari Lega Nord: CAMPAGNA TESSERAMENTO 2018

Molinari Lega Nord: CAMPAGNA TESSERAMENTO 2018

Lega Nord

“Il prossimo sabato prende il via la campagna di tesseramento della Lega Nord per il 2018. Saremo nelle piazze delle città in tutta la regione per raccogliere le adesioni e confrontarci con i cittadini sul futuro che vogliamo per il Paese. Il momento è storico, come ha dimostrato il risultato elettorale a livello nazionale e soprattutto quello del Piemonte , dove la Lega è arrivata al 24 %.
Ora la voglia di cambiamento deve diventare realtà , c’è bisogno dell’impegno di tutti”.
Riccardo Molinari, segretario nazionale della Lega Nord annuncia così l’avvio della campagna di tesseramento della Lega Nord per il 2018. Continua a leggere “Molinari Lega Nord: CAMPAGNA TESSERAMENTO 2018”

LO $TATO UCCIDE I VV.F. A RISCHIO IL SOCCORSO TECNICO URGENTE

LO $TATO UCCIDE I VV.F. A RISCHIO IL SOCCORSO TECNICO URGENTE

aaa comunicato stampa sciopero provinciale vvf 9 maggio

9 MAGGIO SCIOPERO PROVINCIALE E PRESIDIO PREFETTURA
Il ricorso allo sciopero è da imputarsi alla grave carenza di personale operativo e amministrativo, formazione a rischio, mezzi vetusti e alla mancanza di risposte/soluzioni da parte dell’amministrazione se non quelle di riduzioni ulteriori del dispositivo di soccorso.

La carenza di personale ha aumentato i carichi di lavoro e in previsione della stagione estiva ed il progressivo invecchiamento dei lavoratori aumentano i rischi di infortuni e i vv.f non hanno l’INAIL e non hanno il riconoscimento di categoria altamente e particolarmente usurante e le riforme pensionistiche costringono il personale di oltre 55 anni a dover fare soccorso.
Abbiamo chiesto di incontrare il Prefetto e lanciato appello alle forze politiche alessandrine di partecipare all’iniziativa, sindaci compresi. Continua a leggere “LO $TATO UCCIDE I VV.F. A RISCHIO IL SOCCORSO TECNICO URGENTE”

THE BLASTERS e The Mandolin Brothers in Concerto al Macallè di Castelceriolo

THE BLASTERS e The Mandolin Brothers in Concerto al Macallè di Castelceriolo AL.

The Blasters locandina copia (1)

Da Salvatore Coluccio
Venerdì 04 Maggio 2018 notte di R’n’R Imperdibile al Cinema Macallè – Alessandria, Castelceriolo con THE BLASTERS band leggendaria dagli Stati Uniti in apertura The Mandolin Brothers. 
Venerdì 04 Maggio 2018 THE BLASTERS e The Mandolin Brothers in Concerto
Apertura Porte ore 21,00 Inizio Concerto ore 22,00
Ingresso  € 25 Platea Posto Unico in Piedi € 20 Galleria Posto Seduto
Info 389 422 61 72
THE BLASTERS www.theblasters.com 
The Blasters sono un gruppo rock and roll statunitense formato nel 1979 a Downey, in California. Il loro stile musicale è un insieme di rock and roll, blues, rockabilly creando il suono “Americana”. Il nome deriva dalla band di supporto del cantante rock and roll Big Joe Turner quando era accasato all’Atlantic Records, i Blues Blasters.

Il gruppo viene formato nel 1979 dai fratelli Phil (voce) e Dave Alvin (chitarra) con il bassista John Bazz e il batterista Bill Bateman. Amanti del rock and roll delle origini si fanno conoscere a Los Angeles per i loro infuocati concerti condividendo i palchi con gruppi del calibro di X, Black Flag, The Gun Club. Continua a leggere “THE BLASTERS e The Mandolin Brothers in Concerto al Macallè di Castelceriolo”

PHOTOFESTIVAL MILANO 2018 “SOFTSCAPES”: Mostra fotografica di Renato Luparia

PHOTOFESTIVAL MILANO 2018 “SOFTSCAPES”: Mostra fotografica di Renato Luparia
Luparia

PURQUOI PAS DESIGN Via Tito Speri 1 MILANO Tel. 02.83552885
PHOTOFESTIVAL MILANO 2018 “SOFTSCAPES”
MOSTRA FOTOGRAFICA DI RENATO LUPARIA
Dal 9 al 31 maggio 2018 Inaugurazione 9 maggio ore 18. Orari: dal martedì al sabato dalle 11.30 alle 19.30 . Lunedì su appuntamento. Ingresso libero
Inaugura mercoledì 9 maggio alle ore 18 la mostra fotografica “Softscapes” di Renato Luparia, allestita presso lo spazio Pourquoi Pas Design di Milano. La mostra è inserita nella 13° edizione della prestigiosa rassegna internazionale Photofestival Milano 2018 con catalogo bilingue.
La fotografia non deve necessariamente mostrare, nemmeno rivelare o rilevare, scrive Roberto Mutti, Direttore Artistico del Photofestival Milano 2018. Spesso la fotografia suggerisce senza palesarsi.

E’ il caso delle fotografie di Luparia che punta l’ obiettivo verso il paesaggio collinare piemontese che rimane sfocato. Il paesaggio, solo vagamente suggerito, lascia che le sue forme si definiscano nella mente dell’ osservatore che può ravvisarci colline, natura o anche forme femminili, le stesse evocate da Pavese nei suoi romanzi. Continua a leggere “PHOTOFESTIVAL MILANO 2018 “SOFTSCAPES”: Mostra fotografica di Renato Luparia”

Matteo Renzi: Abbiamo fatto bene a non diventare soci di minoranza della Casaleggio e Associati srl

Matteo Renzi: Abbiamo fatto bene a non diventare soci di minoranza della Casaleggio e Associati srl

Matteo Renzi

Per due mesi hanno fatto i bravi, “gli istituzionali”. Oggi capiscono finalmente di non avere i numeri per Palazzo Chigi e quindi sbroccano. Beppe Grillo addirittura torna a proporre referendum sull’Euro e accusa gli altri partiti di Colpo di Stato per la legge elettorale, dimenticando che grazie al Rosatellum i Cinque Stelle hanno preso il 36% dei seggi, nonostante si siano fermati al 32% dei voti.
Contrordine dal Blog: il PD torna a essere un partito di delinquenti, non più il compagno di strada verso il Governo.

Sui social tornano gli insulti, le campagne di odio condotte dai finti profili, il giustizialismo.
 Quando vedo certe capriole, sono orgoglioso di aver contribuito – insieme a tanti altri militanti – a evitare l’accordo tra il PD e i Cinque Stelle.

Lo ripeto: sono orgoglioso. 
Perché non è stata una ripicca, ma solo una constatazione: rispetto ai dirigenti Cinque Stelle noi abbiamo una diversa concezione dell’Europa, del lavoro, del futuro, dei diritti, della lotta politica contro gli avversari. 
Massimo rispetto per gli elettori che hanno scelto i Cinque Stelle. Se hanno i numeri per governare, governino.
Ma massimo rispetto anche per chi non vuole finire la propria esperienza come partner di minoranza della Casaleggio e Associati srl. Buona giornata, amici.

Flaconcini addio, parte dagli Usa la rivoluzione verde degli alberghi, di Francesco Semprini. La Stampa

Flaconcini addio, parte dagli Usa la rivoluzione verde degli alberghi

Verranno sostituiti da dosatori. Il risparmio più che economico sarà ambientale
Francesco Semprini New York. http://www.lastampa.it

Shampoo, balsamo, crema per il corpo e, per i più fortunati, bagno schiuma.

Da oggi i «flaconcini» onnipresenti nelle camere di albergo di tutto il Pianeta rischiano di diventare oggetti d’epoca. Le grandi catene dell’ospitalità stanno infatti progressivamente sostituendo le bottigliette da circa 40 ml con dosatori di misura più ampia direttamente installati dentro vasche, box doccia o accanto ai lavandini.

Si tratta di una soluzione – sostengono gli operatori del settore – sicuramente più economica, che consente di ridurre gli sprechi di liquidi per l’igiene personale, e che, soprattutto, ha un minor impatto ambientale.

Sono infatti miliardi le bottigliette di plastica presenti nei grandi hotel, ma anche negli alberghi di dimensione inferiore, che occorre smaltire ogni anno. Basti pensare che ogni 12 mesi si consumano almeno mille bottigliette di prodotto per ogni camera d’albergo, il tutto moltiplicato per le oltre 5 milioni di stanze presenti negli Usa, con costi di smaltimento e impatti sull’ecosistema non trascurabili.

Continua a leggere “Flaconcini addio, parte dagli Usa la rivoluzione verde degli alberghi, di Francesco Semprini. La Stampa”

Cose che mi mancano.

Pensieri sparsi

Maggio 2012

Nella mia borsa ci sono oggetti che non uso mai, ma che hanno trovato la loro collocazione definitiva in essa: un rossetto, un ombretto, una matita per gli occhi. Io non mi trucco mai.

Venerdì pomeriggio hanno trovato la ragione della loro collocazione. Entro nel reparto psichiatrico e la capo sala mi avvisa che c’è un momento di crisi.

G., che ho conosciuto la settimana precedente, sta urlando, minacciando gli altri pazienti di starle lontano e di smettere di infastidirla.

Ha scatti nervosi, è decisamente inquieta. Soffre di manie persecutorie. Questa è la diagnosi .

La causa, io non la conosco. So che vorrei che “l’incomprensibile” diventasse un po’ più compreso. E per farlo devo guardare e immaginare di vedere le cose come le vede lei. Dal punto di vista umano, perché non ho altri strumenti.

E’ sempre molto lucida e dice sempre la verità, per quanto possa…

View original post 246 altre parole

Succede a Senigallia: Operatrice trasferita: «Non ti vogliamo perché sei nera» dal Manifesto

"Strane cose", il blog di Ettore

Mario Di Vito SENIGALLIA

«Ecco un’altra nera». Fatima Sy ha quarant’anni, vive a Senigallia da quindici, e i soldi del suo stipendio da operatrice sociale in una casa di riposo per lo più li invia ai suoi due figli che vivono in Senegal. Una vita non facile, la sua, straniera in terra straniera e non molto benvoluta proprio a causa del colore della sua pelle: non solo nelle strade e nei locali, ma anche sul posto di lavoro. Gli anziani ospiti dell’Opera Pia Mastai Ferretti di via Cavallotti, a Senigallia, le hanno mandato a dire che lì proprio non la volevano: «Non ti vogliamo, non ci piaci perché sei nera. Vattene». Lamentele indirizzate non direttamente a lei, ma ai vertici della struttura, che, dopo essersi confrontati con la cooperativa Progetto Solidarietà, per cui Fatima lavora, hanno deciso di mandare via l’operatrice. Sarà destinata a un’altra struttura, con altri ospiti, si…

View original post 528 altre parole

IL BUIO E IL MIELE. G.ARPINO

Pensieri sparsi

Fausto, ex ufficiale dell’esercito, divenuto cieco a causa di uno scoppio accidentale di granata, intraprende un viaggio, accompagnato da “Ciccio”, un giovane militare di leva.
Il viaggio ha uno scopo ben preciso, ed è quello di congedarsi dalla vita con un gesto eclatante da compiersi con un suo vecchio amico.
Fausto è cinico, sprezzante, amaro e solo. E’ troppo intelligente per credere nel mondo. Ma il “buio “in cui vive da anni, gli ha permesso di vedere la realtà, a volte ipocrita, di una colta e rispettabile borghesia, e di dirla, non avendo nulla da perdere. Lui stesso compie azioni meschine, di chi, ormai, non ha nulla da dimostrare a se’ stesso.
Fa scattare l’accendino continuamente mentre parla, come se volesse dar fuoco al mondo, frusta l’aria con la sua canna di bambù, come volesse trovare qualcosa per rimanere, irride e offende la vita. E beve.
La cecità, però, non…

View original post 232 altre parole

Editoriale di Norma Rangeri sul manifesto: « Renzi comanda, il Pd obbedisce, urne più vicine »

"Strane cose", il blog di Ettore

Un partito con le ossa rotte, messo di fronte «a una sconfitta storica», attraversato da «odio e attacchi feroci», come ha detto ieri il reggente Martina introducendo i lavori della direzione, si ricompatta malamente dietro un voto che certifica la linea di Renzi. All’unanimità. Il perdente di successo dimostra di portare il Pd dove vuole. Probabilmente alla stazione finale, al fallimento della ditta, vista la lunga teoria di sconfitte incassate in questa legislatura. Prima o poi questo lutto andrà elaborato, ma niente del genere è neppure iniziato alla direzione del Pd. Dove purtroppo si è replicato il solito copione: Renzi comanda , gli altri obbediscono.

L’ex segretario ha raggiunto i suoi due obiettivi. Ha spostato l’ordine del giorno facendo saltare la possibile trattativa di governo tra Pd e 5 Stelle che lo avrebbe visto ai margini. E, secondo obiettivo, ora può predisporsi a gestire…

View original post 194 altre parole

Cueilleur Culteur N°8 – Février 2018 par l’assiette sauvage

Spotjardin.com

arton111-6b430Éditorial

Décidément, l’actualité nous fait faire le grand écart. Avec des nouvelles de plus en plus pressantes sur la raréfaction des espèces d’insectes, d’oiseaux ou de mammifères à une vitesse incroyable. Les nouvelles sur les pesticides de plus en plus glauques et pourtant qui n’empêchent pas les lobbies de gagner la mise chez nos politiques.

View original post 93 altre parole

Idealitu/Re-Generation: Bando concessione contributi progettualità giovani 2018

Idealitu/Re-Generation
BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTIALLA PROGETTUALITA’ DEI GIOVANI 2018

Con il presente bando, il Comune di Alessandria e l’associazione culturale Cultura e Sviluppo intendono promuovere e sostenere la progettualità dei giovani, mediante la concessione di premi per la realizzazione di progetti da realizzarsi a partire da giugno 2018 all’interno del progetto “Idealitu” finanziato dalla Compagnia di San Paolo e del progetto “Re-Generation” finanziato dalla Regione Piemonte. L’obiettivo generale del progetto è quello di stimolare e favorire lo sviluppo di idee creative giovanili e valorizzare il loro talento. Il presente bando vuole sostenere le forme di creatività, dando la possibilità di svilupparle in attività tangibili, che possano includere in maniera diretta le potenzialità di tutto il territorio. Continua a leggere “Idealitu/Re-Generation: Bando concessione contributi progettualità giovani 2018”

Chiarimenti circa i cumuli sulle sponde del Canale

Chiarimenti circa i cumuli sulle sponde del Canale

Casale Monferrato

Casale Monferrato: In merito ai cumuli di fanghi depositati sulle sponde del Canale Lanza, creatisi a seguito degli interventi di manutenzione effettuati dall’Ente Gestore – la Coutenza Canali Lanza, Mellana e Roggia Fuga – si comunica che il Comune di Casale Monferrato, con diverse ordinanze, ha da mesi imposto la messa in sicurezza preventiva e la caratterizzazione (si tratta di un intervento necessario per accertare la presenza di amianto), in attesa delle istruzioni per lo smaltimento.
Il Ministero dell’Ambiente infatti, nel corso di un apposito tavolo tecnico aveva chiarito che l’intervento di rimozione non poteva essere compreso nell’ambito del programma di bonifica del SIN di Casale Monferrato e quindi a carico del Comune; inoltre i cumuli sono classificati come fanghi di dragaggio, una tipologia di rifiuto che non è possibile conferire nella discarica cittadina (nota del Ministero del 31 gennaio 2018). Continua a leggere “Chiarimenti circa i cumuli sulle sponde del Canale”

Dal manicomio alla libertà. L’ultima paziente di Trieste. “Salva grazie a Basaglia”, di Lidia Catalano. La Stampa

Dal manicomio alla libertà. L’ultima paziente di Trieste. “Salva grazie a Basaglia”

Antonella, dal padiglione dei bimbi a quello delle agitate. “Oggi ha una casa per sé, senza di lui sarebbe morta”

Giù i muri. Franco Basaglia, in una foto del 1973, insieme a un gruppo di pazienti abbatte una delle recinzioni dell’ex manicomio di Trieste 1978. Quarant’anni fa il via libera alla legge sulla chiusura dei manicomi in Italia

Lidia Catalano inviata a trieste

Antonella è stata l’ultima a lasciare la città dei matti. È così che chiamano ancora oggi, bonariamente, l’ex manicomio di Trieste, perno della rivoluzione guidata da Franco Basaglia e culminata, 40 anni fa, nell’approvazione della legge sulla chiusura degli ospedali psichiatrici in Italia.

A guardarlo oggi, questo complesso vivace di padiglioni giallo ocra incastonato nel parco collinare di San Giovanni, con il suo viavai di studenti e professori della vicina Università, triestini che fanno jogging con il cane e bambini che giocano a pallone, si fatica a immaginare che per decenni sia stato un contenitore di violenze, diritti negati, identità sradicate.

Continua a leggere “Dal manicomio alla libertà. L’ultima paziente di Trieste. “Salva grazie a Basaglia”, di Lidia Catalano. La Stampa”

FINPIEMONTE, GRUPPO M5S: “AFFOSSATA DA PD-LEU E FORZA ITALIA-LEGA LA COMMISSIONE D’INCHIESTA PER FARE CHIAREZZA SUGLI 11 MILIONI SPARITI DEI CITTADINI PIEMONTESI”

FINPIEMONTE, GRUPPO M5S: “AFFOSSATA DA PD-LEU E FORZA ITALIA-LEGA LA COMMISSIONE D’INCHIESTA PER FARE CHIAREZZA SUGLI 11 MILIONI SPARITI DEI CITTADINI PIEMONTESI”

Pd, LEU, Lega e Forza Italia affossano la commissione d’inchiesta su Finpiemonte proposta dal Movimento 5 Stelle per fare chiarezza. Un asse solido che nel voto ha unito, guarda caso, chi ha governato la finanziaria regionale. Evidentemente c’è molta paura di un’operazione trasparenza mirata a fare piena luce sulla sparizione di 11 milioni di euro dei cittadini piemontesi, sul rispetto delle norme e sull’individuazione di nuove procedure per evitare casi simili in futuro. Forse perché la Commissione d’inchiesta sarebbe guidata da un consigliere d’opposizione?

In un contesto in cui le novità di questa vicenda vengono apprese dallo stesso vicepresidente Reschigna leggendo i giornali, senza essere informato dai soggetti nominati dalla Giunta al vertice di Finpiemonte, è quantomeno necessario mettere in campo tutti i migliori strumenti messi a disposizione dallo statuto regionale.

Lo stesso Pd che invocava, ed otteneva, commissioni speciali quando era in opposizione in Regione (e l’ha chiesta ed ottenuto in Comune col M5S) è lo stesso che ora non ritiene più utile questo strumento. In aula abbiamo assistito alla solita moralità a targhe alterne dei consiglieri democratici.

La proposta di un “approfondimento” conoscitivo in commissione bilancio, guidata da un dem, è un pannicello caldo per un paziente grave.

Gruppo regionale M5S Piemonte

ASTI-ALBA E CASTAGNOLE – ALESSANDRIA, SMASCHERATO IL BLUFF PRE ELETTORALE DI BALOCCO

ASTI-ALBA E CASTAGNOLE – ALESSANDRIA, SMASCHERATO IL BLUFF PRE ELETTORALE DI BALOCCO

La Regione Piemonte non ha mai chiesto ad RFI nessuna programmazione di servizio passeggeri né sulla Asti Alba né sulla Castagnole – Alessandria. E’ quanto confermato oggi da RFI durante un incontro con i portavoce del Movimento 5 Stelle. Smascherato quindi il bluff pre elettorale dell’assessore ai Trasporti Balocco che a pochi giorni dal voto aveva siglato un protocollo d’intesa che è carta straccia.

Come se non bastasse Balocco si è ben guardato dall’ammettere questa situazione non rispondendo a domanda precisa posta attraverso una nostra interrogazione dello scorso Consiglio regionale.

I lavori in corso su entrambe le tratte riguardano solamente analisi tecniche e non incidono in alcun modo sull’auspicata riapertura delle tratte che non avverrà prima di almeno 3 anni.

La Asti – Alba, una delle principali linee sospese del Piemonte come frequentazione ed appetibilità economica, viene quindi sacrificata a differenza della linea Saluzzo – Savigliano. Si avvia così alla conclusione il mandato della Giunta Chiamparino con un pessimo bilancio: appena una linea riaperta sulle 14 sospese. Non molto diverso dalla precedente Giunta Cota.

Federico Valetti, Consigliere regionale M5S

Paolo Mighetti, Consigliere regionale M5S

Mauro Campo, Consigliere regionale M5S

Paolo Romano, deputato M5S

Davide Serritella, deputato M5S

Fabiana Dadone, deputato M5S

da Repubblica-Viaggi « Le piante monumentali. Faggi e cipressi come quadri: il boom del turismo degli alberi » di CRISTINA NADOTTI,

"Strane cose", il blog di Ettore

L ’ a l t r a p a g i n a
ROMA
Non importa sapere se si è davanti a un Quercus pubescens o a un Quercus ilex, quel che conta è lasciarsi rapire dalla bellezza delle fronde come si fosse davanti a una scultura di Michelangelo o a un dipinto di Giotto.E infatti, tra le varie forme di turismo che l’Italia è riuscita a declinare, ora si annoverano i viaggi per ammirare gli alberi monumentali. Gli apripista dei tour organizzati per vedere querce e lecci secolari ( i Quercus di cui sopra, appunto, ma non soltanto loro) sono stati Comuni e Regioni che, chiamati dalla legge 10 del 2013 a censire e segnalare al Ministero delle politiche agricole alimentari e delle foreste gli alberi monumentali nel loro territorio si sono resi conto di avere in casa un patrimonio di facile fruizione e tutela. A Sanremo, per…

View original post 373 altre parole

CASSAZIONE: UN PO’ DI GIUSTIZIA E’ FATTA

CASSAZIONE: UN PO’ DI GIUSTIZIA E’ FATTA

Finalmente buone notizie per i No TAV dai tribunali. Attendiamo ancora un’attenta analisi da parte degli avvocati ma l’annullamento da parte della Cassazione del processo di primo grado a Torino che aveva condannato 38 attivisti per gli scontri avvenuti in Valle di Susa nel 2011 è finalmente una ventata d’aria fresca. Una vera rivincita per il movimento. E’ sicuro che l’aria di Roma è più salubre ai Notav di quella di Torino…

Il processo a Torino si è svolto in aula bunker, il luogo dei maxi processi alla mafia. Le udienze sono state sempre molto partecipate, e la solidarietà agli imputati è stata grande fin dall’inizio. Fino alla durissima sentenza.

Oggi si ristabilisce l’ordine in quello che più volte, uscendo da quell’aula, ho definito il “mondo alla rovescia”.

Francesca Frediani, Capogruppo M5S Piemonte

Il Presidente, un uomo solo al Quirinale, di Marcello Sorgi. La Stampa

Il Presidente, un uomo solo al Quirinale, di Marcello Sorgi. La Stampa

ANSA
Marcello Sorgi. http://www.lastampa.it

Il laconico comunicato con cui il Quirinale ha annunciato per lunedì un terzo giro di consultazioni, «per verificare se i partiti abbiano altre prospettive di maggioranza di governo», ha dato il senso di una condizione che è emersa via via più evidente dai meandri della crisi irrisolta. Mattarella è solo: venuta meno la solidarietà dei 5 Stelle, il Movimento che, paradossalmente, per tutta la durata delle trattative si era mosso più di sponda con il Quirinale, accettando il ruolo pedagogico del Capo dello Stato e lasciandosi in sostanza condurre per mano, la solitudine del Presidente si allarga in uno spazio senza confini, dove i partiti restano lontani e immobili, fermi nei loro veti.

Mai come stavolta il costituzionalista siciliano, ex ministro ed ex giudice costituzionale, cresciuto in una stagione di forti conflitti ma anche di solidi e radicati rapporti tra le forze politiche, s’era trovato a fronteggiare una situazione di incomunicabilità: e non perché i protagonisti della crisi non si parlino, o non si scambino proposte e ambasciate informali, o non facciano quel gioco di sponda tra parti del tutto che sempre è stato l’anticamera di ogni intesa. Si parlano, ma non si capiscono. E non si intendono perché appartengono ancora all’epoca maggioritaria del «tutto o niente».

L’ultimatum di Mattarella “Un’intesa entro lunedì altrimenti deciderò io”, di Ugo Magri. La Stampa

L’ultimatum di Mattarella “Un’intesa entro lunedì altrimenti deciderò io”, di Ugo Magri. La Stampa

L’ipotesi di un governo affidato a un esperto super partes
ANSA

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Ugo Magri Roma

Sergio Mattarella ha maturato la sua decisione. Se entro lunedì i partiti non si dimostreranno capaci di mettere in piedi un governo, e andranno a ripetergli le consuete favole, come estremo tentativo prima di tornare al voto ci proverà lui, in prima persona, mettendo in gioco la propria credibilità. Chiederà al Parlamento di dare fiducia a un esecutivo super-partes, dalla durata breve, finalizzato esclusivamente a proteggere gli italiani dalle tegole che ci stanno piovendo numerose in testa: l’aumento dell’Iva, i dazi americani, i tagli alle nostre quote di aiuti europei, le nuove regole Ue sui migranti. Spiegherà al paese che cosa si rischierebbe, nel caso in cui l’Italia rimanesse altri mesi senza guida. Sfiderà pubblicamente i leader a compiere un atto di generosità. E per mettere tutti quanti nella condizione di dare una mano, come ministri sceglierà figure senza casacca, a maggior ragione il premier… continua su: http://www.lastampa.it/2018/05/04/italia/lultimatum-di-mattarella-unintesa-entro-luned-altrimenti-decider-io-uTeRADP9QWerQF5WalCbML/pagina.html

 

Sozzetti: Avanzi – Rizzello, due idee di università e di sviluppo a confronto da Alessandria a Novara, passando per Vercelli

rettorato vercelli

Sozzetti: Avanzi – Rizzello, due idee di università e di sviluppo a confronto da Alessandria a Novara, passando per Vercelli

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Alessandria: Per Gian Carlo Avanzi e Salvatore Rizzello, candidati alla carica di Rettore dell’Università del Piemonte Orientale, è arrivato il momento della stretta finale. Ufficializzate le candidature e i programmi, per entrambi è piena campagna elettorale.

La prima votazione è in calendario il 31 maggio dalle 9.30 alle 16.30 e il primo giugno dalle 9.30 alle 14: eventuale seconda votazione: 12 giugno dalle 9.30 alle 16.30, 13 giugno dalle 9.30 alle 14. Gian Carlo Avanzi, nato a Torino, classe 1954, direttore del Dimet (Dipartimento di medicina traslazionale) di Novara, e Salvatore Rizzello, nato a Spongano, classe 1963, direttore del Digspes (Dipartimento di giurisprudenza, scienze politiche, economiche e sociali) di Alessandria sono i contendenti i cui identikit si possono studiare scorrendo le pagine dei rispettivi programmi.

Quello di Rizzello è decisamente corposo con quaranta cartelle di testo, contro le dodici di Avanzi. Una differenza non solo di contenuti, rispetto alle  modalità di elaborazione, ma anche di impaginazione e grafica. Si possono scaricare entrambi i documenti dal sito https://www.uniupo.it/. Continua a leggere “Sozzetti: Avanzi – Rizzello, due idee di università e di sviluppo a confronto da Alessandria a Novara, passando per Vercelli”

Attraverso il viale

Francesco Luca Santo

Attraverso il viale il freddo è dolce sulle guance
le foglie cadute non sono morte ma adulanti note d’Autunno
persino il canto degli uccelli si mostra etereo
Cammino lo scricchiolio delle foglie è una carezza per i timpani
Là il cielo mi spia tra i rami ma io non ho nulla da nascondere
le mie mani non hanno ferito cuore e il mio cuore non ha ferito nessun respiro
È tutto calmo una quiete che mi appaga e un po’ mi consola
Non credevo che gli alberi avessero frasi così belle alla fine dell’estate
eppure oggi sembra che recitino poesie Forse sei tu
anima stanca che oggi sei distesa sui pensieri più comodi
senza pretendere nulla dalla vita senza pretendere nulla
da ciò che non posso dare e il sorriso di un mare calmo
mi lascia il ricordo della mia terra dei suoi odori più accesi e tu
sei il…

View original post 16 altre parole

NINFA PLEBEA

Francesco Luca Santo

Ninfa plebea dai capelli capricciosi
quanti ghirigori hanno fatto le tue mani sul mio corpo
Ninfa plebea dai sandali schiavi chi ti offrirà stasera la sua sedia?
In quanti faranno a gara per averti?
E tu rondine selvatica ammiccherai alle loro voglie
Eppure eri quel sole senza era che dilettava le mie ore
con modestia e semplicità
Ninfa plebea chissà se chi ti rende serva del suo amore
conosce il canto lieve del passato che il tuo perfetto corpo preserva?
Quella casa e quei ricordi dove tutto era più puro son tuttora lì
mentre la luna si specchia nel tormento del tuo fuoco
Ninfa plebea stanotte un’altra anima si stregherà di te
e perversa ancora offrirà alla tua carne la sua nefanda passione
Ninfa plebea bensì la vita non è come l’agogniamo
puoi evadere dall’inquietudine
che ti ha consumata come una vecchia e sporca bambola
scordata e sola su un…

View original post 8 altre parole

AD ANTONELLA CLERICI

Onda Lucana

antonella_clerici.jpg Immagine tratta da repertorio Web

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

AD ANTONELLA CLERICI

Antonella, Antonellina
bella sei e carina!

Ogni giorno
in televisione ci tieni compagnia.

Con te la noia fugge via!

Nell’ora della tua trasmissione (*)
ci porti sempre il buon umore!

La tua bellezza è per noi dolce lietezza!

Di simpatia
ogni giorno lasci la scia
e ci porti l’allegria!

Simpatica, dolce,
sempre allegra e sorridente
sempre sei divertente!

Sempre sei graziosa
col tuo sorriso gioioso
come un fresco bocciolo di rosa!

Vederti è sempre un piacere:

sei tanto cara,
più che un personaggio,
per noi sei come un familiare!

Un familiare
che da tutti si fa amare!

Funo di Argelato, nov. 2002

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

View original post

MICHELE MIGLIONICO VESTE IL FESTIVAL “TULIPANI DI SETA NERA” .

Onda Lucana

Durante la cerimonia di premiazione del Festival “Tulipani di Seta Nera” la conduttrice televisiva e attrice Metis Di Meo ha indossato un abito Michele Miglionico Alta Moda

In occasione dell’XI edizione del Festival Internazionale Film Corto “Tulipani di Seta Nera”, dedicata ai riconoscimenti dei cortometraggi, che si è tenuta presso il Teatro Olimpico di Roma la conduttrice Metis Di Meo, affiancata da Franco Di Maio, ha scelto di indossare un abito di Alta Moda della collezione “Madonne Lucane” a firma dello stilista Michele Miglionico.

“Tulipani di Seta Nera” è una rassegna di cortometraggi ideata da Paola Tassone con la partnership di Rai Cinema Channel. Il Festival è nato con l’obiettivo di promuovere il lavoro di giovani autori che con le proprie opere e immagini narrano “non il semplice racconto di una diversità, ma l’essenza della diversità, sapendola soprattutto valorizzare”.

Le foto sono state realizzate dai photographers Alessandro Bachiorri e Giancarlo…

View original post 6 altre parole

A KATYA RICCIARELLI

Onda Lucana

ricciarelli-Katia.jpg Immagine tratta da repertorio Web

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

A KATYA RICCIARELLI

Cicciottella, ma bella
e con una cascata di biondi capelli!

In TV ogni tanto la vediamo
e della sua immagine ci deliziamo!

Il suo viso
sempre allegro e sorridente
allegria porta a tanta gente!

Della sua simpatia
anche da lontano
a noi arriva la scia!

Una scia luminosa
che sempre
ci porta il buonumore!

La sua voce melodiosa
intenerisce il cuore
e l’animo propende all’amore!

Funo di Argelato, 16 marzo 2008, ore 18,25

Katia Ricciarelli, attrice. ��Catuscia Maria Stella, “Katia” Ricciarelli è un soprano e attrice italiana. Data di nascita: 16 gennaio 1946 (età 69), Rovigo��. Album: Turandot, Verdi, Luisa Miller (2 CD), Tosca, altri��. Film�:
����La seconda notte di n..,.�2005�
����Otello�, 1986�

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

View original post

Spaghetti con pomodoro e basilico

Onda Lucana

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Nicola Gallo 2018 Immagine tratta da Onda Lucana by Nicola Gallo 2018

SPAGHETTI CON POMODORINI E BASILICO

Tratto da:Onda Lucana®byNicola Gallo

Questo piatto ,leggero e profumato è un classico primo della cucina italiana. Ingredienti per 4 persone:

  • 400g di spaghetti;
  • 400g di pomodorini;
  • 2 spicchi di aglio;

  • qualche foglia di basilico;

  • olio evo q. b.;

  • sale.

Procedimento

Lavate i pomodorini e tagliateli a metà nel senso della lunghezza. Fateli soffriggere in un tegame coperto con aglio e olio per 2-3 minuti.

Schiacciateli leggermente con l’aiuto di una forchetta e aggiungete un pò d’acqua della pasta ( che farete cuocere nel frattempo in abbondante acqua salata ) e il basilico.

Scolate gli spaghetti al dente, versateli nella padella del sugo al pomodoro, fate mantecare sempre mescolando.

Spegnete e servite con un filo di olio Evo.

Buona Preparazione!!

Tratto da:Onda Lucana®byNicola Gallo

View original post

Energie rinnovabili: Monterotondo Marittimo opta per la geotermia — QuiFinanza

Onda Lucana

Monterotondo Marittimo è un paese in provincia di Grosseto dove sono presenti naturalmente soffioni boraciferi, fumarole, rocce calde e getti di vapore, ecco perché ha potuto focalizzarsi sulla geotermia.

 A Monterotondo Marittimo, grazie alla geotermia si ricava dell’energia in grado di alimentare le aziende agricole del paese. In questo modo il comune toscano è riuscito a ridurre i costi e le emissioni di CO2.

Il vapore che esce dal suolo raggiunge temperature elevatissime: in profondità addirittura arriva a 200° C, mentre in superficie scende a circa 100° C. Attorno a questo fenomeno è stata costituita la Comunità del Cibo delle Energie Rinnovabili, composta da un birrificio artigianale e da un’azienda casearia, che si sfruttano il vapore geotermicoper ottenere l’energia necessaria ad alimentare il processo produttivo.

L’area nei pressi di Monterotondo Marittimo con questa particolare conformazione geologica dovuta a un’antica attività vulcanica è il Parco delle Biancane

View original post 164 altre parole

Le belle immagini della Lucania

Ue. Garantire la sicurezza dei giornalisti, il pluralismo e la libertà dei media — Notizie Geopolitiche

Onda Lucana

di Maurizio Molinari * –

Gli Stati membri dovrebbero “creare e mantenere, di fatto e di diritto, un ambiente sicuro per i giornalisti”, hanno dichiarato oggi gi eurodeputati. La risoluzione non legislativa presentata da Barbara Spinelli (GUE/NGL, IT) è stata approvata con 488 voti in favore, 43 contrari e 114 astensioni.
I deputati chiedono alla Commissione europea uno stanziamento adeguato e permanente all’interno del bilancio UE per sostenere il Centro per il pluralismo e la libertà dei media e per creare un meccanismo di supervisione indipendente che valuti i rischi per il pluralismo e la libertà dei media in Europa.
Invitano i Paesi Ue a rafforzare il sostegno finanziario ai fornitori di servizio pubblico e ai giornalisti investigativi, astenendosi dal prendere parte alle decisioni editoriali. Tutti i finanziamenti pubblici erogati ai proprietari dei media dovrebbero essere regolarmente monitorati, aggiunge il testo. I deputati ribadiscono la loro richiesta di un trattamento…

View original post 467 altre parole

3/5/2018, a cielo aperto

EROSPEA

d’estate, di qua, da questa parte, pare la gente n’ha visto mai il sole. si fa la fila accalcati con la tessera, ogni tanto la politica a parola, e la cicca a terra non sai che vizio porta, se più fumo o cenere sulla discarica a cielo aperto, messa d’un bell’azzurro, mosaicato di cocci, e tutto il fascino che fa. se non fosse a cielo aperto. con l’odore di latrina. con l’istinto di pisciarci, o l’abitudine nell’angolo, sempre il muro di cemento, l’altitudine d’azzurro

sbavata di nuvole.

Nel mezzo m’accorsi, già nel mezzo, cielo aperto, ma la colpa fu l’odore contro i limiti del visto, e un bell’azzurro, mosaicato da trasporto.

Metti in tasca il rifiuto e non piangere

ogni specie d’abbandono

View original post

Passaggio di tempo

Non di questo mondo

Gli alberi ondeggiano fuori di qui,
oltre i vetri di questa calda sala d’ attesa.
Si scrollano il peso della neve
ondeggiando lenti al Burian che risolleva i fiocchi.
Ma non cadranno,
hanno radici nel tempo,
aprono un passaggio di tempo
e viaggi nel tempo solo miei.
Avvolti nella polvere di diamante, che pungeva le dita nel viaggio fin qui,
salutano
muti
bianchi e silenziosi.
Sono gli stessi che trovo in fondo al passaggio.

(Mi ricordo di loro)

http://www.larecherche.it/testo.asp?Tabella=Poesia&Id=47524

View original post

Morire. Questo a un uomo non si fa.

Non di questo mondo

Chiedendo venia alla Szymborska…

Morire – questo a un uomo non si fa.
Perché cosa può fare un uomo
in un appartamento dove un gatto ha lasciato un vuoto?
Guardare cercando gli angoli delle pareti.
Cercare sui mobili dove sonnecchiava.
Qui niente sembra cambiato,
eppure tutto è mutato.
E la sera nessuno salta dalla cuccia al letto quando ti sente arrivare.

Si sentono miagolii in strada,
ma non sono quelli.
Il posto del piattino
è vuoto.

Qualcosa qui non comincia
alla solita ora.
Nessun miagolio in cerca di cibo.
Qui c’era qualcuno, c’era,
poi d’un tratto è scomparso

e si ostina a non esserci.

foto mia (Fiocco)

fiocco2

View original post

Biblioletture

I libri sono un piacere che non crea dipendenza, ma indipendenza. Achille Mauri

alicestregatta71

guardo i gatti... e allora?

OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

lemieemozioniinimmaginieparole

Sogna ma non dormire !

Iodel59

Fra bianche betulle tacito infinito andar del tempo.

Aquilone di pensieri

And into the fields I go to lose my mind and find my soul

The Comic Vault

Unlock your inner geek and step inside!

RUMORE

Interferenze radio e disturbi di segnale

Marinella Brizza - Write Hope Believe

Laboratori di scrittura creativa

marcellocomitini

il disinganno prima dell'illusione

Paesaggi dell'anima

Paesaggi dell'anima WordPress.com weblog

Skeggvaldr

Diario di un sodale

- Radical Ging -

Tempo riposato Tempo guadagnato

BLISSFULLY LOST SOUL ❤

I am a cocktail mixed of Fire & Ice. I can be an angel & become a devil next moment, But trust me if you are good to me u will see my wings.

Pensieri di LU

Sbocciano allegri pensieri quando nel cuore c'è brio di primavera!

Il Mondo di Dora Millaci

Sono le parole semplici quelle che giungono al cuore e donano emozioni

Quotidiano on line

Quotidiano alessandria asti on line-Magazine indipendente di informazione on line. Direttore Responsabile Giuseppe Amato

Il Pikaciccio

Ricette di viaggio, cucina e vita di due pazzi scatenati

Help Break The Silence

Raise Awareness of Sexual Assault, Bullying and Prostitution