#7

eos

maria

Maria ascoltava da dietro la porta socchiusa. Una lama di luce entrava a dividere in due la stanza dove stavano i due uomini.

Dritti in piedi e uno di fronte all’altro, monolitici, tacevano. In realtà non c’era molto da ascoltare, per Maria, ma anche il minimo movimento d’aria poteva rivelarsi determinante.

Finalmente Beppe parlò, e lo fece con la violenza naturale della sua voce: <<Non mi interessa di cosa è meglio per te e per le tue vacche, stronzo. Non me ne frega un cazzo della ragazzina e di quella puttana di sua madre. Non butterò altri soldi per i vostri bisogni da ingrati, se questo è il risultato! E ora levati dai coglioni, vattene>>.

L’altro uomo indietreggiò. Maria non lo vedeva, ma intuì i movimenti del suo corpo, la paura e l’incertezza gli rimestavano dentro tanto forte da averlo fatto inciampare nel tentativo di andar via. Non riuscì…

View original post 178 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...