La prima cotta non si scorda mai

Diario di una Zingara

C’erano i jeans stretti.

E le Puma di pelle bianche e bordeaux.

C’erano i giubbotti Lonsdale, i capelli pieni di gel.

E poi c’erano le dichiarazioni d’amore sui muri della scuola.

C’erano gli squilli sul telefoni, i messaggi costavano troppo e quello era un bel modo per dire “ti penso”.

C’erano i film romantici ed i musical.

C’erano le iniziali dentro un cuore.

Io me la ricordo così la mia prima cotta; com’era lui e come avrei voluto che fossimo noi.

Non è mai stata corrisposta ovviamente. Non c’ è mai stato nessun Noi.
Lui era già un ragazzo ambito delle superiori, io ero solo una quasi ragazzina delle medie brutta.

Il primo amore non si dimentica perché è sempre una scelta sbagliata.

Probabilmente, se lei dovesse leggere questa frase, penserebbe che è vero, riferendosi a me.

Erica è stata il mio primo amore.

Eravamo coetanei e siamo stati insieme…

View original post 116 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...