Dal mio diario di viaggio – 6 – luglio 2016

Pensieri sparsi

Washington non l’avevo mai vista! Ci siamo svegliati alle cinque e mezza, dovevamo essere in centro, alla 48th Street alle sei e mezza e noi siamo a dormire alla 96th Street. Abbiamo preso la metropolitana, ma dovevamo cambiare una volta la linea e la seconda non arrivava mai, senza alcuna segnalazione di quando sarebbe passata e così siamo usciti di corsa e ci siamo fatti due fermate correndo. Il pullman era già pronto. 350 km …andata e 350 km ritorno. Ne è valsa la pena. Soprattutto perché’ avevamo come guida Ahmed, egiziano, che parlava benissimo l’italiano, più altre quattro lingue ed era simpaticissimo cosi le quattro ore in pullman sono volate. Washington è una città in cui ogni particella di aria che si respira contiene la parola “patria”. Gli americani, si sa, sono molto orgogliosi di essere americani. Ma qui di più ma con maggiore dignità che altrove. Il silenzio…

View original post 195 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...