IMPASSE

Francesco Luca Santo

 

Fallire ogni obiettivo per l’obbedienza,
quella inutile come poliestere nella scatola,
che controsenso!
Prende senso e forma di letteratura semmai
quando ad aggrottare la fronte è colui
che giura di non aver mai sbagliato,
di non aver mai saltato il fosso.

Hai coraggio se sfidi il sonno,
se dai le spalle a un muro
fatto di ladri vestiti come pagliacci
che baciano il chewing gum con la suola
ed hanno lo stomaco strafatto di vodka e tiramisù.

Resta ancora un po’,
qualcuno parla del mondo,
del suo mondo,
del mondo degli altri
che hanno un altro mondo al di fuori della noia.
Dice che la sua confusione mentale
non è altro che il paradiso posatosi sui neuroni,
come se un angelo avesse deposto le uova
sul suo cespuglio incolto picchiato dal vento.

Forse la casa che volevo adesso è diventata un garage
e le zingare che guardavo curvate sulla…

View original post 150 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...