#tuttiluoghidelmondo. Ho Chi Minh. Vietnam

luca701

Ho Chi Minh (più conosciuta come Saigon) è una città del Vietnam del sud famosa per il ruolo chiave che rivestì nel corso della Guerra del Vietnam. È celebre anche per i suoi monumenti coloniali francesi, tra cui la Cattedrale di Notre-Dame, interamente realizzata con materiali importati dalla Francia, e l’Ufficio Postale Centrale (XIX secolo). Lungo le strade si susseguono bancarelle di generi alimentari, in particolare intorno all’affollato Mercato di Ben Thanh.

00-holding-ho-chi-minh-city-vietnam-guidevietnam-ho-chi-minh-city1280px-Xe_buýtho-chi-minh-3039580_960_720maxresdefaultVietnam-Saigon-Ho-Chi-Minh-Steet-Traffic-Jam

View original post

“Energie e cuori ” dell’artista alessandrino Fabio Gagliardi, di Lia Tommi

di Lia Tommi, Alessandria

A La Spezia espone dal 19 maggio uno dei più originali artisti alessandrini: Fabio Gagliardi, scrittore, poeta e fotografo.

La sua personale “Energie e cuori” è ospitata all’Associazione culturale B52, in via Indipendenza, 14.

Si tratta di tredici pannelli, raffiguranti cuori di varie forme e colori: cuori innamorati, spezzati, multietnici, parlanti, trafitti, visionari, con ai lati le energie.

L’artista rinviene in ogni forma un cuore e la rielabora al computer in in una nuova immagine, in una diversa chiave visiva.

Il cuore è amore universale, multirazziale, senza confini e senza barriere, speranza che dal semplice possa diventare tutto importante. Il cuore è simbolo permanente, al di fuori del tempo, che porta con sé forza ed energie. E le energie ai lati contengono la promessa di un futuro migliore, senza differenze e divisioni.

L’artista si ispira alla tecnica REIKI  di riequilibrio energetico e rilassamento. Proietta energie attraverso colori complementari, armoniosi e contrastanti.

In sintesi, l’artista fa viaggiare attraverso energie cosmiche, per ritrovare la bellezza della centralità dell’uomo.

La mostra rimarrà aperta fino al 16 giugno, dal lunedì al sabato, dalle 10,30 alle 12,30 e dalle 16 alle 19.

Giro d’Italia, i ciclisti protestano per le buche di Roma: corsa ridotta

Protesta dei corridori all’ultima tappa del Giro d’Italia per le troppe buche e i sampietrini sulle strade di Roma. Le condizioni del manto stradale nel centro della Capitale rovinano insomma anche la passerella finale della corsa rosa. E subito scoppia la polemica con Pd e FI che attaccano la giunta 5 stelle guidana da Virginia Raggi: «Figuraccia in mondovisione»… continua su: Giro d’Italia, i ciclisti protestano per le buche di Roma: corsa ridotta

Quand les rumeurs du jour se sont assagies

Littérature portes ouvertes

Texte personnel

Quand les rumeurs du jour se sont assagies, que se sont tues les clameurs des hommes, quand les derniers rayons se sont éteints, que les flots du jour sont taris, à l’heure tardive des grillons et des lucioles, rien ne bouge. Assis face à la nuit, avant les grands songes du sommeil, nous respirons. À la lune qui s’élève, nous adressons un sourire. Nous respectons l’immobilité des premières étoiles, dans le ciel encore clair et teinté des rougeurs du couchant. Nous nous enveloppons lentement de nos lourdes couvertures, cessant tout mouvement, dénouant le cours de nos pensées. Nous nous baignons dans le silence comme en une mer. Allongés sur le dos, nous devenons cette vastitude même de la mer, dans le dénuement d’un abandon. Peu importent alors les murmures qui nous parviennent encore, les vrombissements lointains ne sont plus que de discrets rappels de ce monde qui nous…

View original post 62 altre parole

Reblogué : un poème de Neruda

Littérature portes ouvertes

Les Dictateurs Il est resté une odeur dans les plantations : un amalgame de sang et de corps, un pétale nauséabond et pénétrant. Parmi les cocotiers les tombes sont remplies de squelettes brisés, de râles silencieux. Le délicat satrape converse avec des coupes, des cols, des cordons dorés. Le petit palais luit comme une horloge et […]

► à découvrir ici : Pablo Neruda, Je ne prononce pas en vain ton nom, ô Amérique — Écri’turbulente

View original post

First exam Cambridge done!

Artemisa's art

Yayy guysss I finished the FCE Cambridge exam! No more stress about that! I am SO relieved! I went out from the exam after I got in the car and relaxed I was so tired I couldn’t move! I got inside my bed and relaxed there for a while, because I had woken up at 6 in the morning (IN SATURDAY, LIKE WHAT THE HEELLLL) and stayed there till I had to eat TvT. I think I did the test just fine, but I have that bad feeling of: “You won’t pass the exaaam!!” Although I think hope that it’s just fine.

Well, the thing is I saw a lot of people supporting me in my previous entry! I was sooo nervous but they motivated me and helped me so much, so I would love you to visit their blogs! Here you have a blog recomendation:

Swinging on a star

View original post 350 altre parole

ISIM…

ISIM...Poesia...

È un po’ come la sigaretta che ti avvelena ma tu fumi lo stesso 
Ecco cos’è il ricordo 
Farsi del male 
Io ti dimenticherò a tutti i costi  un po’ come l’ultima sigaretta che ti soddisfa più di tutte
Ecco come sarà la nostra ultima notte
Tu ancora ignara del mio addio 
Ti offrirai a me pensando che sia già tuo 
Correrò al di là dei miei ricordi 
E quando ormai lontani mi volterò solo per vederli sconfitti
Questa sarà l’unica mia poesia per te 
Quando seduta nel pieno della notte ti chiederai perché 
Immaginami seduto in un bar a bere gin tonic pensando al mio prossimo addio 
E che l’addio mi soddisfa più di un arrivederci 
L’addio e il gesto più difficile da mettere in pratica 
È un po’ come l’ultimo tiro alla sigaretta che non vorresti mai buttarePicsArt_05-26-09.42.47

View original post

ISIM…

ISIM...Poesia...

Guardatevi bene dall’innamorarvi
L’amore non ha pietà di nessuno
Oppure innamoratevi
Ma confessatelo solo a voi stessi
Perché se l’amore vi scopre siete spacciati si stringerà alla vostra anima fino a soffocarvi e non avrete più scampo
E così che io ho sempre vissuto vivo e vivrò
Non è paura
È soltanto un modo per capire chi mi ama davvero
Bevi questo drink e dimmi che non vuoi amarmi
Brucia con me il tuo desiderio in un orgia di pensieri reali
Lasciami prendere solo il tuo peggio
Fa l’ultimo sorso
lascia il segno del tuo rossetto rosso sul mio bicchiere
Non voltarti mentre vai via
E dimmi soltanto addio …PicsArt_05-27-01.24.29.gifadorable-beach-beautiful-boy-and-girl-Favim.com-2033652.jpg

View original post

Distante

La Mia Visione Della Vita

Distante era particolarmente ansioso quella mattina, si era svegliato di soprassalto poco dopo l’alba, turbato da un sogno di cui riusciva a ricordare poco o nulla

I ricordi erano sfocati, frammenti a cui non era in grado di dare un senso, si ricordava che era a bordo di un treno, seduto quasi immobile, come se una forza oscura lo tenesse lì contro la sua volontà, guardava fuori dal finestrino ed ammirava il panorama, l’unica cosa che desiderava era trovarsi aldilà del vetro, a camminare in quei luoghi che scorgeva

Si sentiva in trappola, prigioniero di un treno che lo inquietava, costretto a fare un viaggio che non era programmato, almeno non da lui

Poi quella sensazione che gli prendeva la gola, come una stretta letale che gli impediva di parlare, e gli rendeva difficile respirare, ma c’era qualcosa di più sinistro che non riusciva a ricordare, ed era questo il…

View original post 261 altre parole

Lasciami entrare

La Mia Visione Della Vita

Lasciami entrare anche solo per un momento

Lasciami entrare ad ammirare la bellezza di una casa che trasuda d’amore

Lasciami entrare ad ammirare il lento divenire della magia della vita

Entrerò in punta di piedi se lo vorrai, avrò cura di questo luogo sacro

E ti prometto che….

Preserverò la bellezza dello spirito di questa tua dimora, accudirò e coltiverò i semi del tuo amore

Scriverò parole da tramutare in versi poetici, per permettere a chi lo vorrà di leggere di te, per poter ricordare che tale bellezza alberga in ogni essere umano

Così che l’uomo giusto e buono possa riaccendere dentro di sé il sacro fuoco eterno della sua anima

Lasciami entrare e dammi la possibilità di fare conoscere al mondo il vero volto della vita.

View original post

Atti

La Mia Visione Della Vita

Atti

Distanti

Di effimera

Comunicazione

Lontani

Dal silenzio

Ancestrale

Della natura

Atti

Distanti

Chiusi

In ambienti

Asettici

Disturbanti

Momenti

Dove la mente

Urla il suo dolore

Atti

Distanti

Che diventano

Terrore

Atti

Distanti

Allietati dal cauto

Mormorio

Della natura

Che cerca attenzione

Atti

Distanti

Che attratti

Dal suono degli alberi

Diventano

Infine

Maestosi

Sussulti del cuore.

View original post

Polvere

La Mia Visione Della Vita

Polvere

Nella mia testa

Piena di informazioni inutili

Che rallentano il mio pensare

Tossine del mio passato

Accumulate

Senza un senso

È tempo di pulizie

Il presente incombe

Con la promessa

Del nuovo in divenire

È così pesante la testa

Con tutta questa polvere

Non mi permette di essere lucido

Ma in questo tormento

Prendo la decisione finale

Di spolverare ciò che non ha più senso

Addio pensieri inutili

Addio polvere

Immagino me stesso

Come un soffio di vento

Che arriva e disperde il passato

Vedo la polvere che se ne va via

E la mia testa è leggera

È piena di buone intenzioni

Pronta ad accogliere

Il qui e ora.

View original post

ADCP

La Mia Visione Della Vita

La notizia era nell’aria già da diverso tempo, i rumors si rincorrevano velocemente e si accavallavano uno sull’altro, in più si era messa in moto la temibilissima CIALDFICDA (collettivo indipendente anziani liberi di farsi i cazzi degli altri) alla ricerca di notizie certe su quello che stava accadendo

Quindi nessuno nella piccola comunità di Puzzolengo è rimasto sorpreso quando sono stati portati al tribunale locale, i libri contabili della ADCP, che ne sancivano in maniera definitiva il fallimento

L’amministratore delegato in pectore, nonché socio fondatore ed azionista di maggioranza con il 100% delle quote, Simone Arrighi non ha voluto rilasciare dichiarazioni al “Giornale del Pettegolo”, la principale ed unica testata del paese

Ma ha consegnato nelle mani della direttrice Brunilla Paravento una lettera in cui spiegava i motivi di tale decisione, ecco di seguito il contenuto di tale lettera:

“Cari amici di Puzzolengo, cari fratelli miei, cari parenti serpenti e…

View original post 205 altre parole

Duello

La Mia Visione Della Vita

Vera essenza dei giorni passati, ti ripresenti qui davanti a me, nel mio presente di assoluto cambiamento, sei venuto al mio cospetto, forse per farmi un dispetto?

Beh se così fosse io ti avverto, stai in guardia, sono pronto al combattimento, senza tregua se è necessario, per preservare il mio dominio

C’è stato un tempo in cui di dilettavi a portarmi turbamento, nei pensieri confusi di un giovane senza orientamento

Il mio errore è stato quello di farti entrare, tu hai visto un banchetto di prelibatezze a cui non potevi rinunciare

Ti sei fiondato come un rapace sulla carcassa del tuo nemico, per un po’ ti ho lasciato fare, a quei tempi ingenuità era il mio nome

Ma guarda ora chi ti si para davanti, sei proprio sicuro di quello che fai? Ti sembro ingenuo come allora?

Non lo vedi il mio portamento, ora è sicuro e senza tentennamento, pronto…

View original post 73 altre parole

SSH…The Grinders a più non posso!

Leggi eComics Free! Scopri il nostro eMagazine dedicato al fumetto on line!

Buona domenica sera a tutti! Vi propongo come lettura uno dei migliori fumetti online  che ho conosciuto in una ricerca nei social. In verità sono il genere che mi piace leggere e a cui mi ispiro volentieri. Lascio a voi valutare senza ulteriori indugi

Ditemi cosa ne pensate e seguite l’autore Marco Orsini!

fumetti gratis on line

Scopri Marco Orsini Art Book.

i migliori fumetti on line

SEGUI IL NOSTRO CANALE SU TELEGRAM E LEGGI ECOMICS!

fumetti gratis on linefumetti gratis on linefumetti gratis on linefumetti gratis on linefumetti gratis on linefumetti gratis on linefumetti gratis on line


LEGGI ANCHE:fumettigratis on line

View original post

Ti amo così, di Savino Calabrese

Ti amo così, di Savino Calabrese

Ti amo così

Tra gli zampilli
del tuo cuore,
l’anima mia
danza la
poesia
d’amore più
bella, stai
invadendo
le stanze
del mio
cuore, con
delicatezza.
cancellero’
le strade
tue per
portarti
via da ogni
cammino
che ti porta
lontano
da me.
Tu navighi
Tra i miei
Vorrei, ti
amo così
un po’ tra
le nuvole
un po’ dentro
il mare dei
desideri.

Savino calabrese.
Ti amo così.

Siamo due anime, di Cristina Mihailescu

Siamo due anime, di Cristina Mihailescu

Siamo due anime

Siamo due anime

Siamo due anime
separate
delle nostre scelte
con lo stesso desiderio
di essere amati
per quello che siamo
nel nostro profondo
amare con tutto il cuore
perdonarci davvero
non è stato mai
il nostro punto più forte
di equilibrio
siamo prigionieri
delle nostre convinzioni
abbiamo differenze
e lasciamo perdere
l’amore con tanta facilità
vogliamo ballare  Continua a leggere “Siamo due anime, di Cristina Mihailescu”

PIOVE SILENZIO, di Cinella Micciani

PIOVE SILENZIO, di Cinella Micciani

piove

PIOVE SILENZIO

Gocce di pioggia
cadono lente
a ritmo sincopato.
Piove silenzio
dentro di me.
L’anima confusa
ascolta e si sazia
di piccole stille
cadute dal cielo.
L’arsura brucia
non si placa mai.
La goccia scivola
come rugiada
su foglia arsa.
Le bevo assetata.
Ogni sillaba ristora
l’anima inquieta
bisognosa di pace.
Quieta, silenziosa
scende la notte.
Soave avvolge
dubbi e paure.
Si spengono le luci
s’accende il cuore
colmo di speranza
mai veramente persa.
Spesso il silenzio
compie il miracolo.
Il cuore sanato
d’incanto s’illumina.
Chiudo gli occhi
e m’abbandono
finalmente serena
lasciandomi cullare
dalla luce dei sogni.

Cinella Micciani
(T.D.R.)

UN AMORE SOFFERTO, di Caterina Robustelli

UN AMORE SOFFERTO, di Caterina Robustelli

Un amore

UN AMORE SOFFERTO
La furia saliva
a ingrossargli le vene;
ansimava in un vortice.
Veleno negli occhi
biechi e torbidi,
ella vide.

Il viso docile
il cuore in subbuglio,
si chino’ rassegnata
raccolse l’anello,
carezzandolo
quasi a coprire
quel gesto dissacratorio.

Abbandonata ai suoi piedi
lo sfiorava
e passione e furore
tornarono in lei.
Dal profondo della sua anima
al distacco,
scelse la sofferenza.

F… Web

LA ROSA NEL FANGO, di Francesco Troyli

LA ROSA NEL FANGO, di Francesco Troyli

INDIFFERENZA

LA ROSA NEL FANGO

LA ROSA NEL FANGO
Oggi
nel mio giardino
ho colto un’unica rosa rossa
bagnata dalla rugiada mattutina
e l’ho adornata
con un nastro di velluto
per fartene dono con la mia amicizia,
Più tardi ho rivisto la mia rosa
ormai appassita
gettata nel fango
patetica con il suo nastro di velluto
a sottolineare
la fine di un sogno
che si è dissolto
nel breve spazio di un mattino.
Hai disprezzato il mio dono
e hai fatto bene :
perché ora so
che la tua amicizia
vale meno
di un fiore reciso.
Francesco Troyli

Maurizio Martina, PD: Il Reddito di Inclusione esteso subito

Maurizio Martina, PD: Il Reddito di Inclusione esteso subito

33108077_1832329743455771_831771801859129344_n.jpg

Napoli. Oggi nel quartiere di Secondigliano ho visitato la mensa dei Sacri Cuori che da anni grazie a tanti volontari offre il suo sostegno ai cittadini più in difficoltà. Abbiamo ascoltato e ci siamo confrontati con loro rispetto alle necessità e alla prospettiva. Il lavoro rimane la prima sfida di cittadinanza.

La lotta alla povertà educativa di tanti ragazzi è una questione essenziale in questi quartieri, da affrontare con un investimento continuo come quello che noi abbiamo proposto a partire proprio dalle aree più disagiate. Continua a leggere “Maurizio Martina, PD: Il Reddito di Inclusione esteso subito”

Maurizio Martina: Lavoriamo su una Carta nazionale dei diritti dei lavoratori digitali

Maurizio Martina: Lavoriamo su una Carta nazionale dei diritti dei lavoratori digitali

33653447_1835433209812091_869125823922176000_n

Federico ha 19 anni e fa consegne in bicicletta. Riceve i pagamenti in grave ritardo e subisce una continua variazione dei contratti. Non ha assicurazione antinfortunistica, che è stata annunciata ma mai attuata dall’azienda.

Leo ha 17 anni, stesso percorso. Nessuno dei due ha ricevuto un casco e il kit contro gli infortuni. Ci hanno raccontato le loro esperienze di giovani lavoratori della Gig economy. Quando a 18 anni ho fatto il cameriere il percorso era chiaro: lavoravi tot ore, guadagnavi tot soldi. Continua a leggere “Maurizio Martina: Lavoriamo su una Carta nazionale dei diritti dei lavoratori digitali”

Matteo Renzi – Enews 527

Matteo Renzi – Enews 527

Matteo

E alla fine, dopo 80 giorni, ci siamo. Nel tempo necessario a fare un celebre giro del mondo letterario, l’alleanza tra Lega e Beppe Grillo ha più modestamente scritto un contratto e partorito il governo delle larghe intese populiste.
Giuseppe Conte è il Presidente del Consiglio incaricato: gli ho fatto un grande in bocca al lupo attraverso questo post su Facebook. Opposizione dura e rigorosa, ma civile. E rispettosa delle istituzioni, sempre. Adesso loro diventano il potere, loro diventano l’establishment, loro diventano la casta. Non hanno più alibi, non hanno più scuse, non hanno più nessuno cui dare la colpa. È finito il tempo delle urla: tocca governare. Ne saranno capaci? Auguri e in bocca al lupo a tutti noi.
Sarebbe estremamente facile per noi giocare sulle incoerenze che caratterizzano la nuova maggioranza. Ci hanno spesso rinfacciato le mie contraddizioni, a cominciare dal non aver abbandonato la politica dopo il referendum. Tutte cose alle quali ho risposto nel merito ma che i nostri avversari liquidavano con “Noi siamo coerenti, voi no”.
Da oggi non se lo possono più permettere. Perché devono governare l’Italia, non strillare su Facebook. E se cercate l’incoerenza, da oggi, la troverete davvero.
Cito solo, come esempio, i tre principali portavoce del pensiero grillino:
Continua a leggere “Matteo Renzi – Enews 527”

IL VULCANO, di Luca Vitali Rosati

IL VULCANO, di Luca Vitali Rosati

IL VULCANO

Come un vulcano, zitto e immobile,
pure simile alla matta pentola,
io sono. Urla l’anima mia, sola,
a squarciagola; ma nulla esce infine.
Così il cuore soffoca e lacrima
per l’infinite emozioni provate,
imprigionate ora. Or rimane
un solo dubbio: allorquando, dapprima
silente, il vulcano scoppierà?
Infine che cosa succederà?

Luca Vitali Rosati

L’incontro degli occhi, di Cristina Mihailescu

L’incontro degli occhi, di Cristina Mihailescu

L'incontro degli occhi

L’incontro degli occhi

Ti hai limitato a guardarmi
un sguardo lunghissimo
che è rimasto
agganciato nel mio
l’incontro degli occhi
raccontando sperduti
nel eternità di un attimo
una storia sognata
nell anima
forse questi attimi
si dovevano custodire
tra un battito e l’altro
nel cuore per sempre
una sorta di riconoscimento
per le nostre anime
anche nel buio
delle dimenticanze
quando avranno voglia
di amarsi ciecamente.

Cristina Mihailescu

Proprietà Intellettuale Riservata
(Legge n 633 del 1941)

Mi disturba il mondo silenzioso, di Valerio Villari

Mi disturba il mondo silenzioso, di Valerio Villari

Mi disturba
il mondo silenzioso
ed il ragionamento tedioso

mi disturba il codardo
ed anche molto il ruffiano

mi disturba l’esistenza
di chi non alcuna essenza

di chi segue la moda
e tra le gambe tiene la coda

mi disturba il saccente
che della vita non ha capito niente

mi disturba l’orgoglioso
che non ha mai un pensiero prezioso

e l’insistente
che non conosce amor proprio
ed insiste per niente

Mi disturba
l’uomo animale
che davanti ad una dona
sa solo sbavare

e quello prepotente
che pensa di vincere tutto
ma è soltanto un povere deficiente

Mi disturba
chi non ha un pensiero proprio
che cita, suggerisce
ma in fondo, in fondo
è solo un ignorante che cresce

mi disturba chi annuisce
in continuazione
in cerca di una promozione
dell’approvazione

e chi fa
lo sguardo dolce
ad una donna che non conosce

Mi disturba
l’uomo violento
che della vita vuole vanto

e mi disturbano
gli adulatori che ti riempiono
di incensi e di allori
ferendoti alle spalle,
sono uomini senza p…

Questi individui,
e sono tanti,
sono il silenzio che mi disturba
non valgono nulla e però
sono l’estesa maggioranza:
che tristezza questo mondo
dov’è rara l’intelligenza!!!

Valerio Villari
L.633/1941 Proprietà Intellettuale Riservata

Una poesia di Antonella La Frazia

Una poesia di Antonella La Frazia

Temo l’amore senza gambe,
dai battiti regolari,
che resta fermo
in un angolo
sul divano,
o poggiato sulla sedia,
nella calma dei suoi oggi
e nella certezza dei suoi domani.
Temo le sue radici sicure,
ma immobili.
Voglio abitare
in quell’amore
che trattiene il respiro,
che si corre incontro,
che afferra e scalfisce,
che apre le finestre.
Quello certo solo dei suoi ieri,
quell’amore senza radici,
i cui rami s’aggrappano al cielo.

Antonella La Frazia

Tornando, di Sabyr

Tornando, di Sabyr

La musa folle

tornando

Proveniente da un viaggio antico
sulle vie del silenzio,
avendo incontrato
sul fiume del tempo
il nocchiero che traghetta
le nostre memorie,
mi accorgo di quegli occhi
che dovrebbero essermi estranei
e che invece riconosco.
Tornando
dai vicoli oscuri del passato,
coscienza randagia
nei meandri della notte,
mentre il sogno si replica
e un vecchio profumo
solletica il naso,
ti vedo , illusione tra le illusioni,
immagine tra le immagini.
prendere corpo
nella più grande bugia,
la realtà che di vero
ha solo l’abilità autentica
all’inganno.
Noi semplici ologrammi.
E quel viaggio sappilo,
ora di colpo comprendo,
non c’è mai stato.
Nessuno mai partito,
nessuno mai arrivato.

Sabyr

Arresto per una coltivazione di marijuana in Lungo Dora Napoli

Torino: Nascondeva una coltivazione di marijuana nell’armadio in un’abitazione di lungo Dora Napoli. Il 25enne, un cittadino messicano, è stato segnalato alla polizia tramite l’applicazione YouPol ed è stato arrestato.

Durante la perquisizione domiciliare, gli agenti hanno rinvenuto due piante di cannabis vicino alla porta d’ingresso e poi dentro all’armadio, adibito ad alloggiamento per la coltivazione… continua su: Arresto per una coltivazione di marijuana in Lungo Dora Napoli

Scontro fra una 500 e una Panda in corso Garibaldi a Venaria

Venaria: Serio incidente a Venaria. Una Fiat 500 e una Panda si sono scontrate, attorno alle 16 di oggi, sabato 26 maggio, in corso Garibaldi, all’altezza del concessionario Molinar. Grave il conducente della Panda, un anziano di 86 anni.

Nello scontro è rimasta ferita seriamente anche la moglie di 84 seduta al suo fianco… continua su: Scontro fra una 500 e una Panda in corso Garibaldi a Venaria

Bollo in base ai chilometri e Telepass funzionante in tutta Europa, ecco la novità sulle strade Ue

L’imposta sul veicolo non sarà più collegata a un determinato periodo di tempo ma alla quantità di chilometri compiuti. Il telepedaggio verrà poi standardizzato per semplificare la vita di chi guida sulle autostrade dei diversi Paesi membri.
Con il telepedaggio Ue e la riforma dell’Eurobollo, arrivano importanti novità sulle strade dell’Unione. La commissione Trasporti del Parlamento europeo ha approvato diversi emendamenti alla direttiva proposta dalla Commissione che hanno lo scopo di rendere la vita più semplice per gli automobilisti, e nello stesso tempo di tassare maggiormente chi inquina di più, facendo risparmiare chi inquina di meno… continua su: Bollo in base ai chilometri e Telepass funzionante in tutta Europa, ecco la novità sulle strade Ue

Concerto di Vasco Rossi, i biglietti sono esauriti

Torino: Il doppio concerto di Vasco allo Stadio Olimpico di Torino, l’1 e il 2 giugno prossimi è ufficialmente sold out. Come al solito l’artista di Zocca, sotto la Mole, fa il tutto esaurito. Il tour partirà domenica 27 maggio da Lignano Sabbiadoro con la tappa zero e approda subito a Torino, dove i fan di Vasco non mancano mai.

E lui stesso ha deciso di dare qualche anticipazione, svelando alcune canzoni inserire nella scaletta della tournée. In apertura ci sarà un vecchio brano del 1985, “Cosa succede in città” , tratta dall’omonimo album, e a seguire – non è ancora dato sapere l’ordine – Stupido Hotel, Fegato spappolato, Delusa e Adesso che tocca a me… continua su: Concerto di Vasco Rossi, i biglietti sono esauriti

Allarme bomba in piazza San carlo

Due scatole abbandonate tra le chiese gemelle ma erano vuote.

Torino: Una segnalazione nella notte tra sabato 26 e domenica 27 maggio, ha fatto scattare il piano di sicurezza in piazza San Carlo. Il cuore di Torino, tra le 23.30 e l’una passata, è stato evacuato, recintato dal nastro bianco e rosso e chiuso al pubblico per un allarme bomba che poi si è rivelato essere falso.

Due pacchi abbandonati tra le colonne delle chiese gemelle hanno insospettito un uomo che si trovava in piazza a passeggio con la famiglia ed è scattata l’allerta. Vigili del fuoco ed artificieri hanno bonificato l’area e si sono accertati che gli involucri, che contenevano due scatole in metallo, non contenessero esplosivo…. contina su: Allarme bomba in piazza San carlo

Detenuto evaso ospedale Milano catturato a Palermo

 

Milano: E’ stato catturato Ben Mohamed Ayari Borhane, il detenuto tunisino del carcere di Opera, autoproclamatosi imam, evaso dall’ospedale Fatebenefratelli di Milano dove era stato ricoverato lo scorso 18 maggio in seguito a un tentato suicidio.Il detenuto 43enne, considerato a rischio radicalizzazione, è stato fermato a Palermo nella serata di sabato dagli agenti del Nic, il Nucleo Investigativo Centrale della polizia penitenziaria mentre stava per imbarcarsi per la Tunisia… continua su: Detenuto evaso ospedale Milano catturato a Palermo

Aggressione metropolitana stazione Centrale sabato

Milano: La vittima, spintonata dai due ragazzi, ha reagito ma la ragazza ha estratto dallo zaino un martelletto frangivetro con cui l’ha colpito al volto.. „Ha aggredito con un martelletto frangivetro un ragazzo, fermo sulla banchina della fermata della metropolitana di Milano Centrale, dopo averlo urtato mentre litigava con il fidanzato, sbracciando tra la folla. Per questo motivo sabato pomeriggio è stata denunciata dalla polizia di Stato per porto di oggetti atti a offedere.“.. continua su: Aggressione metropolitana stazione Centrale sabato

Sposa bambina Milano: la mamma strappa i passaporti

Milano: Un destino segnato a cui la madre si è opposta per permettere alla figlia di essere una bambina e non una moglie a soli dieci anni.

La donna, secondo quanto racconta Il Giorno, ha strappato i passaporti e i documenti di viaggio della figlia e della famiglia per cui il padre aveva programmato una partenza per il Bangladesh dove aveva combinato un matrimonio con un nipote di ventidue anni.

Dodici in più della sua bambina che  di anni ne ha solo dieci…. continua su: Sposa bambina Milano: la mamma strappa i passaporti

Milano, picchia la madre e le mette una corda attorno al collo: arrestato

Milano: Ha aggredito e preso a bastonate la madre di settant’anni, stringendole anche una corda attorno al collo nel tentativo di strangolarla al culmine di una lite avvenuta in casa dopo l’ennesima richiesta di denaro.

In manette, arrestato per maltrattamenti in famiglia è finito un ragazzo di trentaquattro anni, italiano, disoccupato con qualche precedente penale per rissa e resistenza a pubblico ufficiale. .. continua su: Milano, picchia la madre e le mette una corda attorno al collo: arrestato

Oltre le maschere, di Cristina Mihailescu

Oltre le maschere, di Cristina Mihailescu

Oltre

Oltre le maschere

E’ tutto da accertare
tutto da aggiornare
nella confusione
l’anima cerca risposte
i sentimenti si rinovano
per continuare a vivere
cosa succede?
la vita ti spinge’n avanti
amori dimenticati
rinascono nei altri
impari a nuotare
tra le nuove acque
ma la paura dei sbagli
ci resta e impedisce
d’amare con tutto il cuore Continua a leggere “Oltre le maschere, di Cristina Mihailescu”

Intelligences multiples et enseignement du français

Littérature portes ouvertes

C’est un fait : les enfants sont tous différents. Aussi est-ce une gageure pour chaque professeur d’adapter ses enseignements à chacun, tout en permettant aussi à la classe de demeurer un collectif. Une piste de réflexion intéressante est celle des “intelligences multiples”. Quelques mots sur cette notion, suivis de quelques activités mises en place dans ma classe.

View original post 2.077 altre parole

Ferragosto, ricolmi di luce e beatitudine!

OpinioniWeb-XYZ

images

Nel pieno dell’estate, la natura carica di luce e di calore, dà esempi di morte per eccesso di vita! Pensiamo al girasole che ha finito il suo ciclo vitale, o all’oro della terra, cioè il grano, falciato già a fine giugno. La chiamano la stagione della maturità, ma i frutti maturati sono pronti per il raccolto…

Forse è proprio per questo che i cristiani festeggiano l’assunzione di Maria in questo giorno d’estate. Essa è salita in cielo piena di vita senza passare attraverso la corruzione della morte: morire di vita, una pienezza tale da essere incontenibile se non in un corpo di luce e beatitudine.

Così come succede ad un girasole che ormai abbassa la testa e muore ed è pieno di luce solare. Colmi di ogni bene assaggiano anche noi i frutti maturi dell”estate per vivere la vita nella pienezza che essa merita, come la natura ci insegna da…

View original post 1 altra parola

Danzare con la vita

OpinioniWeb-XYZ

Milky_Way_Galaxy.jpg

Cado spesso  nel non-senso,

tutto mi sfugge ed io lì ad osservare

senza sapere cosa,

a danzare col pensiero

a sperare l’oltre

per cogliere la dolcezza della vita

nel movimento mistico delle stelle

infinitamente lontane e lucenti.

Le ho da sempre nel cuore

quelle stelle e quella luna,

quella luce solare

che ravviva il mio fuoco interiore

e nessun vento può soffocarlo o placarlo.

Brucio nel suo dolore e nella sua gioia,

la gioia della divinità Assoluta e Solare,

la gioia di fare chiarezza nella mia esistenza,

nel mio incedere a tentoni

senza sapere dove e quando andare.

Immobile

è il mio stato cosciente Assoluto e Divino,

immobile come la volta celeste,

come ciò che sostiene la vita da sempre,

come l’abisso infinito che sta al di sotto di noi

e dentro di noi.

View original post

Una musica nuova

OpinioniWeb-XYZ

Mozart_magic_fluteKarl Friedrich Schinkel, Apparizione della Regina della notte, per una scenografia del Flauto magico (1815)* –  Fonte Wikipedia

Ascolta

la voce del silenzio…

Nessun suono è così intenso

come quello che nasce

nell’animo illuminato dall’amore

capace di volare

nelle infinite note

della propria solitudine

dove c’è un solo sentire

traboccante

la musica della divinità.

* luce e tenebre si equivalgono nella vita di ognuno con continui inciampi e ricadute. Ma è nel passaggio – faticoso e graduale – dalle tenebre alla luce che il singolo, specchio dell’umanità intera, può portare saggezza e bene nel mondo se avrà imparato a viverli profondamente nel proprio cuore…

View original post

Fare il deserto: incontrare Dio nel silenzio e nella solitudine!

OpinioniWeb-XYZ

gesu-deserto

Con il Mercoledì delle Ceneri inizia il tempo della Quaresima, un tempo in cui l’uomo dovrebbe impegnarsi a fare il deserto in sé stesso per entrare nel silenzio! Nel libro del Qoelet c’è scritto: “C’è un tempo per parlare e un tempo per tacere”, perché nell’esprimere la propria sapienza l’uomo deve poi essere illuminato dalla grazia e creare così un equilibrio in vista dell’unità tra uomo e Dio! Ci sono teologi che dicono che la Bibbia è il libro del silenzio di Dio perché è nel silenzio che la Parola deve essere ascoltata nell’anima.

Nella Bibbia la permanenza nel deserto e il silenzio a questo collegato segnano prima il rapporto tra Dio e il popolo d’Israele, successivamente le tentazioni a cui Satana sottopone Gesù. Da sempre l’uomo ha avuto paura del silenzio cercando in ogni modo di fuggire da esso. Perché chi ha paura di sé stesso cerca la folla…

View original post 290 altre parole

Guerrieri nel silenzio

OpinioniWeb-XYZ

arciere.JPG Arciere assiro, museo Barracco Roma – Fonte Wikimedia

Come una freccia

inseguiamo il vento della vita,

innumerevoli lanci scoccati

per uscire dal buio

che circonda l’esistenza.

Secoli passati in superficie

senza svegliare il guerriero

assopito in noi,

sepolto dalle immagini

presenti e passate,

sconosciuto ai più

ma unica scintilla della divinità.

Abbandonate le illusioni della personalità,

lasciate a Lui la guida,

al vero Sé,

coincidenza di Essere e di Verità

nel silenzio sacro dell’esistenza,

dell’eterna presenza

dove gli opposti si annullano:

solo così capirete che

non c’è più la lotta per la vita,

non c’è più dualismo,

il guerriero ha vinto l’ultima battaglia

ed ora è tornato a riposare

nella luce suprema della consapevolezza.

View original post

Seta

Spazio libero di lettura

Ho ripreso tra le mani questo romanzo, letto e amato anni fa, e ne ho ricevuto un’impressione deludente. Qualcosa mi disturba. E’ vero, questa è una bella storia che ha l’incanto di una fiaba e la soavità di una poesia…, ma non mi piace più. Questo fenomeno mi fa tremare le vene e i polsi, scardinando le certezze sui miei gusti letterari. E’ la 

View original post 160 altre parole

La Corsara

Spazio libero di lettura

Primo titolo finalista Premio Strega 2018

Amici lettori, sono stati comunicati i titoli dei dodici libri finalisti del Premio Strega 2018. Vorrei avventurarmi a recensirli tutti. Diversamente dal solito, attribuirò a ciascuno una votazione da zero a dieci, e relativi decimali. A fine corsa potrò proporvi il titolo che, a mio parere, meriterebbe di ottenere l’ambito premio. Accompagnatemi in questa impresa con i vostri pareri e i vostri commenti!

In questo ritratto di Natalia Ginzburg, Sandra Petrignani ci consegna una panoramica

View original post 182 altre parole

Le stanze dell’addio

Spazio libero di lettura

Terzo titolo Premio Strega 2018

Amici lettori, sono stati comunicati i titoli dei dodici libri finalisti del Premio Strega 2018. Vorrei avventurarmi a recensirli tutti. Diversamente dal solito, attribuirò a ciascuno una votazione da zero a dieci, e relativi decimali. A fine corsa potrò proporvi il titolo che, a mio parere, meriterebbe di ottenere l’ambito premio. Accompagnatemi in questa impresa con i vostri pareri e i vostri commenti!

L’elaborazione del lutto attraverso il passaggio in stanze reali e metaforiche, alla ricerca

View original post 189 altre parole

La madre di Eva

Spazio libero di lettura

Settimo titolo finalista Premio Strega 2018

Amici lettori, sono stati comunicati i titoli dei dodici libri finalisti del Premio Strega 2018. Vorrei avventurarmi a recensirli tutti. Diversamente dal solito, attribuirò a ciascuno una votazione da zero a dieci, e relativi decimali. A fine corsa potrò proporvi il titolo che, a mio parere, meriterebbe di ottenere l’ambito premio. Accompagnatemi in questa impresa con i vostri pareri e i vostri commenti!

Dialogo a una voce. La madre seduta in un corridoio di ospedale, parla alla figlia che, al

View original post 297 altre parole