La fine di una relazione può a volte renderti la vita impossibile .

Revolution Post

Ljuba ( La storia è stata raccontata dalle iene) conosce Vincenzo in palestra stessa passione arti marziali, si piacciono sempre di più relazione travolgente come possiamo dire un tuffo al cuore, a Nina Vincenzo piace bel fisico attrazione, tutto sembra filare alla perfezione come in ogni relazione tanto che lei gli presenta le figlie.

Piano piano esce il vero Vincenzo geloso possessivo, tanto che costringe la sua donna a fargli vedere tutti i suoi amici maschi questo è motivo di litigio ogni volta.

Lei ha un brutto incidente e si trova a fare i conti con una gamba che non è più la stessa , da lì iniziano le violenze psicologiche, tanto da dargli della vigliacca perché non vuole subire un ulteriore intervento. La situazione precipita nel momento in cui lei si trasferisce a casa di lui in mezzo ad una lite furibonda perché secondo Vincenzo la sua donna dovrebbe…

View original post 225 altre parole

Ennesima tragedia Ludovica aveva solo 12 anni

Revolution Post

Fausto Filippone , Ludovica, e Marina i nomi dell’ultima tragedia familiare avvenuta ieri a Francavilla a mare.

La tragedia ha inizio la mattina con il lancio del balcone 4 piano della moglie, accompagnata poi dall’uomo in ospedale lasciando generalità false.

Così si ferma in autostrada con la figlia scavalca la rete e la lancia giù un volo di 40 metri che ha spezzato il collo alla bambina.

Da lì inizia il calvario dell’uomo che dopo ore di trattative con polizie e psicologici decide di lanciarsi anche lui nel vuoto.

Cosa c’è dietro l’ennesima tragedia familiare, perché prendersela con la bimba 12 enne che non ha nessuna colpa su questo mondo e tutta una vita davanti.

Di nuovo una mente umana malata segnata dai fatti , decide di uccidere due donne di uccidere i suoi affetti per poi togliersi la vita lui, quando i rimorsi sono troppo forti, quando non ha…

View original post 195 altre parole

Una tragedia annunciata

Revolution Post

Una tragedia che somiglia alle altre , anni con il fiato sul collo, aggressioni violenze morali fisiche stalking.

Il modello maschile che non riesce a reggere di essere lasciato, convinto che non esista nessuno al infuori di lui, la non accettazione che lei possa vivere senza di lui.

Una donna non viene mai ammazzata all’improvviso è sempre premeditato, non è un raptus della follia non chiamiamoli matti.

La storia di Antonietta è la storia di tante donne che decidono di separarsi, il  marito non accetta che possa essere lasciato, un tipo aggressivo geloso così lo descrivevano anche le figlie, botte in strada denunce per stalking , una truffa all’assicurazione la sospensione dal servizio.

Possiamo parlare di omicidio premeditato( non dire a me non può capitare frase di Facebbok) arriva alle 5 la mattina, litiga con la moglie gli spara entra in casa uccide le figlie, arrivano i negoziatori

View original post 117 altre parole

Il Killer e l’Amante

Revolution Post

Sembra una fiction ma purtroppo è la dura realtà,  è la storia del Carabiniere KillerLuigi Capasso  geloso aggressivo violento con la moglie, riduce in fin di vita la moglie, spara e uccide alle figlie poi si toglie la vita, triste epilogo di una storia arrivata alla separazione.

Per giorni ci siamo interrogati su come mai l’arma dei carabinieri non è mai intervenuta sapendo dei metodi aggressivi del uomo, il perché non sia stato allontanato, il perché la donna sia stata lasciata sola.

Ma il culmine dell’incredulità lo raggiungiamo quando in buste separate vengono trovati cinque assegni destinati alla famiglia  e uno per la sua amante, un totale di 10 mila euro, ognuno con la propria motivazione.

Quello che mi domando ma come può un uomo che si sta ricostruendo una vita, premeditare l’omicidio delle sue creature, accanirsi contro la sua ex moglie con questa cattiveria. L’ultima beffa del…

View original post 79 altre parole

Sara amante diabolica

Revolution Post

Sono bella ma Diabolica , Sara Andreatta non vuole essere seconda a nessuno, classica frase di amante , che prima accetta poi chiede di mettere da parte la moglie.

Classica storia di uomo che cede alle lusinghe della brava ragazza , acqua e sapone avvenente, inizia una relazione e poi l’epilogo .

Paolo P., il facoltoso imprenditore cinquantacinquenne che l’aveva assunta come impiegata nell’aprile del 2017 con un contratto di lavoro a tempo determinato. È una storia di amanti, di carriere facili e di minacce, miseramente finita in un’aula di giustizia. Tutto è precipitato negli ultimi due mesi. «Da quando è scaduto il contratto, il 30 marzo ha scritto l’imprenditore .È terminato per volontà della signora Andretta. Lei si era impegnata a non pretendere altro dalla mia società.Il loro rapporto non era stato però solo professionale. «A partire da ottobre era nata una relazione al di fuori dell’ambito lavorativo, ma…

View original post 346 altre parole

Ataduras by mabm

TEJIENDO LAS PALABRAS

hand-749676_960_720

No encadenaré mi corazón a un amor mediocre que no tenga el valor de luchar por mí, no quiero un amor cobarde porque el miedo es la másinhabilitante atadura. Tampoco le pondré cadenas a mis alas aunque el viento no sople a mi favor, ni me encadenaré mi alma por dioses en los que no creo ni por pobres diablos.

No amordazaré mi boca por opiniones que sé que no van a agradar a todo el mundo.

Tampoco miraré a otro lado antes las injusticias ni cubriré mis ojos con vendas ante el dolor ajeno para que mi corazón no sienta.

Y no voy a anudar mis manos con cuerdas que me lastimen las muñecas y las hagan sangrar.

Septiembre 2017

View original post

Il Castello di Casaleggio Boiro

Storie di Territori

Casaleggio BoiroFra le estreme propaggini sudorientali del Piemonte, quasi in prossimità della Liguria, isolato su di un poggio, sorge il castello di Casaleggio Boiro. Si tratta di uno degli edifici monferrini più antichi; alcuni autori lo fanno risalire al X secolo o tuttalpiù all’XI – XII secolo, dotazione abbastanza attendibile poiché certe sue parti, come la cortina merlata di sud-est, il palazzo baronale e l’architrave a bassorilievo potrebbero essere di quest’epoca. Rimaneggiamenti e ricostruzioni devono, in larga misura, aver mutato le strutture originarie; vi sono infatti aggiunte rinascimentali, come la torre tonda di spigolo, ed altre addirittura barocche. L’impianto risulta poco significativo nel suo insieme con la torre quadrata che supera di poco l’altezza delle cortine a cui va aggiunta la torre circolare, elementi questi che non riescono a movimentare la massa piuttosto inerte dell’edificio. Nonostante ciò la struttura del castello di Casaleggio Boiro cosi come quella di molti altri edifici…

View original post 345 altre parole

Ruvidezza e rancore

Il mio appcon esposto...

«Per tre quarti sanguigno
ed uno di collerico,
male di socialità e cupidigia.
Uomo deciso e sfortuno per vita
civile. Scelse di diventar vero
scettico, preferendo
agli uomini le selve,
alle dottrine il cane».

Nobiltà d’animo non ne avremo,
sol rancori per le parole dette
e rimorsi per le mute espressioni.
Amare non ha senso se il carattere
è abominevole e solitario.

Parliamo al vento, scriviamo per noi
stessi senza conoscer la grammatica
dello stare insieme. Già profumavano
di castagne gli autunni
in cui s’imparava a leggere. Poscia
tutto muta nel silenzio, nel vuoto
delle stanze, nel nero
delle serrande ammainate.

Issare muri-scudi è il mio piacere
per sopravvivere alle atomiche
genti, nascondendomi nel deserto
pur rimanendo un minuscolo punto nero.

Lorenzo Cusimano, Debolezze, Casteldaccia (Italy), 2014.

Vai a Debolezze – Indice

Vai a Indice generale

Torna alla Home

View original post

All’ombra degli ulivi e dei limoni

Il mio appcon esposto...

All’ombra degli ulivi e dei limoni
noi ci guardavamo tanto amorevoli
nelle giornate del Kippur, pensando
che ogni azione fosse gioia ed amore.

Oggidì, a poche dune dal deserto,
lontano dai pozzi e dai verdi rami
ci chiediamo a chi servì quella guerra,
a chi servì quel dolore, se un bacio

non riesce a farci rimanere insieme.
Ed io non capisco ché preferisci
restar distante da me a sotterrare
i ricordi, finché giunge l’asfittica

nostalgia a bucherellarti la pelle
e a bruciacchiarti il cuore.
E nel passato privo di menzogne
impazzirai ed io non sarà più sano

per una solitudine
che proprio non comprendo, quando un bacio
c’aveva dato il dono di scegliere
il fianco accosto e da stringer la mano.

Lorenzo Cusimano, Debolezze, Casteldaccia (Italy), 2014.

Vai a Debolezze – Indice

Vai a Indice generale

Torna alla Home

View original post

La Ropa Sucia/150

Le avventure di tutto

Immagine

“Questo non ce lo aspettavamo proprio”

A casa Espimas gli eventi precipitavano. Fernando aveva appena chiamato a casa comunciando di non volere vedere mai più Raquel Garcia e Martina Espimas, sua madre, aveva preso atto di quella forte decisione.

“Che poi” sussurrò a se stessa “come mai anche Miguel ha scelto lo stesso hotel?”

Il fatto era che, una volta che Raquel aveva fatto sesso col suo massaggiatore, Fernando era fuggito via, prendnedo il primo aereo per Buenos Aires e andando a Villa Nueva rubando un cavallo, prelavato dalla periferia campagnola della capitale, alsciando quindi Rebecca Jones con un palmno di naso, senza suggerirle niente da poter dire al suo Boss, il quale nel frattempo aveva già i suoi tormenti.

Per l’appunto, Fernando era per strada mentre Martina ne parlò al marito, che stava cercando di convincere il piccolo Benjamin che seguire pedissequamente Jùan Islas non avrebbe portato a niente…

View original post 414 altre parole

La Ropa Sucia/149

Le avventure di tutto

Immagine

Scusate se pubblico di nuovo ma il capitolo di oggi è improvvisamente sparito ^^” mi scuso per il disagio.

“La conversazione è terminata” disse il Boss, cacciando i due fuori.

“ Fate venire adesso Analisa Islas. Sarà Jùan islas a interrogarla. Credo che ci sarà da divertirsi”

Così, in ceppi e palla al piede, la bella Analisa Islas venne portata l cospetto del Boss, e fatta sdraiare sul lettino dell’interrogatorio. Anche el tiburòn venne fatto sdraiare, ma di sicuro non aveva tutti quelgli sguardi lussuriosi degli uomini presenti in sala. Infatti, aveva solo una donna lui, e non lo degnò di uno sguardo presa com’era dal fascino di Ramòn.

“Bene, Analisa Islas…” colminciò Jùan, per poi sbuffare. Aveva in mano una specie di carta. “Ma non è giusto così, uiffa! Perché devo dire le tue domande e non posso interrogare con domande che voglio io?”

“Perché tu potresti parlare in…

View original post 496 altre parole

La Ropa Sucia/148

Le avventure di tutto

Immagine

Da quel momento in poi Villa Riquelme era diventata Villa Sanchez, e viceversa. Entrambi gli edifici si tolsero la propria identità, diventando un’unica convivenza. In mezzo a loro si era frapposta la villetta di Adele e José, dove avrebbero dovuto convivere entrambe le famiglie e anche Ezequiel, una volta scontata la pena.

“Dobbiamo proprio abbattere gli edifici? Non possiamo invece aprirli al pubblico? Ci sono tesori di rilievo storico in entrambi” disse Violetta a Sofia, un giorno di visita all’ospedale.

“A parte che io non ero mai stata d’accordo in questo passaggio di proprietà, ma dal momento che Ana Lucia ci minaccia col fucile non posso parlare più di tanto” considerò Sofia. “per cui, dal momento che il nostro avvocato ha dato il via libera, fate come volete”

E i Sanchez fecero come vollero, ma occorre anche fare un passo indietro, perché nel momento in cui Violetta andò all’ospedale per…

View original post 459 altre parole

Santa Naga

Camminando con la Eva

13 gennaio 2017

Una passeggiata nella campagna e nei boschi della Brianza, a zonzo, liberi, senza aver creato un itinerario ma facendoci portare per alcune ore dal l’ispirazione del momento e dalla fantasia del GiovanePoeta.

Quelli vicino a Fecchio sono boschi di castagni, faggi, olmi. Fitte macchie che si aprono su prati che chiamano alla sfrenatezza, corsa, urla, capriole.

Io e l’OggettoDiTuttaLaMiaStima (oltre che di tutto il mio amore, ma ė sottinteso), osserviamo la gara fra mini cane e seienne magico da lontano.

Non riesco a trattenere un sussurro, anche se suona patetico alle mie stesse orecchie

“Amore, se devo pensare un posto dove Eva mi verrà incontro, lo immagino così. Questo prato, questo cielo, questa aria…”

Mentre claudio mi stringe per un fugace abbraccio svincolato dall’universo, Davide si gira e dalla fine del prato grida: “ma questo è proprio il Paradiso”.

Noi ci guardiamo, non è necessaria nessuna parola.

View original post

Valentina.

Esami

A Ᵽłαȼε føя Mч Ħεαd

Eccoci finalmente.

Credo che aspettavo sto momento da anni ormai,ma tecnicamente lo attendevo da 8 mesi,da quando sono andata a ritirare i programmi di studio.

Ed ora è arrivato il momento.
Mi sembra quasi incredibile,chi sono? Una persona diversa? Nuova?
Valentina l’anno scorso a quest’ora stava cosi male che non parlava con nessuno e non riusciva nemmeno a leggere.
L’anno scorso a quest’ora mi stavo chiedendo come fare quello che avrei fatto qualche giorno dopo.

Oggi sono davanti a questo calendario di esami che mi aspettano,si,mi aspettano e mi spettano.
Cazzo se mi spettano.

image

Adesso tocca a me.

Perdonami blog se ho riversato su di te tutta l’ansia che prova una persona che torna a studiare dopo quattro anni di depressione profonda e vita di merda.
Perdonami tutto.
Adesso andrò a fare questi esami anche per te.
Perche non meriti che a scrivere sulle tue pagine sia una con la…

View original post 37 altre parole

Questa volta non è cambiato niente.

A Ᵽłαȼε føя Mч Ħεαd

Questa volta è cambiato tutto.
E non è cambiato nulla.


Io alle sette del mattino in attesa alla fermata del pullman.
Questo non è cambiato.
Quando è arrivato ormai stavo per sedermi sul marciapiede dalla stanchezza.
Come sempre quando devo andare fino là mi porto lo zainetto pieno di beni di prima necessità.
Mi sono portata della cioccolata appresso,mi aiuta a stare sveglia,va bene?
Tanto dovrò fare chilometri a piedi oggi,chissene se mangio un po’ di cioccolata.
I brufoli,lo so.
Ma tanto le persone che mi vedranno oggi non fanno commenti sui brufoli che ho addosso.
Apparte che la maggior parte non si vede.

Io a guardare dal finestrino del pullman con lo sguardo perso nella città che si sta svegliando.
Questo non è cambiato.
Io,io sono cambiata.
Il giubbotto di pelle nero,nuovo. Gli stivali borchiati.
I capelli corti come mai li ho portati. Il rossetto rosso sulle labbra.
Gli…

View original post 1.882 altre parole

Ogni giorno

Seidicente

Old Block of Houses – Carlos Botelho

Il guscio si è rotto:
è tempo di unire le parole
che poi dovrò slegare
ignorando la mia realtà
per dare spazio alla tua:
è l’onorevole storia di ogni giorno
che per ore e ore
si impone tra me e voi
come la prima luce del mattino
che svanisce
nei pensieri del sole
o nei sospiri del vento
e resiste fino a sera
svanendo solo nel sonno.
Io ritorno
nel mio piccolo guscio
e ritrovo
finalmente
la mia morte più lieve.

View original post

Messaggio

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

La vita sembra fermarsi quando si è seduti sulla stessa sedia, sopra i libri, giorno dopo giorno, esame dopo esame.
“Non finirà mai”, “non ce la faccio”, “non servirà a niente”, “non sarò nessuno”: ecco il ritornello con cui ti addormenti certe notti.
Eppure finita quella fase, ti si apre un mondo: il tuo.
Da quel momento, approfitta di questi anni per fare esperienze:
conosci gente, infatuati, ritorna alla realtà, viaggia, cresci, conosciti, scopriti.
E quando alla fine sarai soddisfatto dei tuoi giri, allora fermati.
E appena saprai quello che vuoi, prometto che io sarò lì,
ad aspettarti agli arrivi.

View original post

Interesse d’amore

Racconti ondivaghi che alla fine parlano sempre di amore

E raccontami,
come sta il mare sotto il monte?
E l’isoletta? Quella con, al centro, una torre semi distrutta che resiste al tempo.
Come stanno le barche nel porto?
I pescatori tornano ancora ogni mattina con il pesce fresco?
E la bella donna statuaria che guarda tutto dalla montagna? Resiste anche lei ai cambiamenti?
E il traffico? Le voci? Gli odori del mercato?
Come sta la gente che va al lavoro la mattina, si incontra nelle strade e chiude i negozi la sera?
Come stanno le piazze gremite di turisti e di vari colori a tutte le ore del giorno?
E i bambini? Vanno ancora in bicicletta tra quei giardini ?
Continuano a sedersi le coppiette sulle panchine davanti al mare, mangiando un gelato?
C’è ancora chi raccoglie le conchiglie al tramonto?
E chi esce vestito per l’estate e rientra correndo, per ripararsi dalla pioggia?
E il rumore dei motori…

View original post 173 altre parole

Camillo Sbarbaro, Ora che sei venuta, una poesia lirica, di timbro leopardiano

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Camillo 2+SbarbarocM Santa_Margherita_Ligure-palazzo_Camillo_Sbarbaro4

Camillo Sbarbaro, Ora che sei venuta, una poesia lirica, di timbro leopardiano
Camillo Sbarbaro, una poesia lirica, di timbro leopardiano,

di Elvio Bombonato. Alessandria
Camillo Sbarbaro (1888-1967), un altro poeta oggi quasi accantonato, dopo la licenza liceale, fece l’impiegato; poi insegnò latino e greco all’ Istituto Arecco di Genova,  prestigioso liceo classico dei gesuiti, da cui fu allontanato perché rifiutò di  iscriversi  al partito fascista: gesto solitario, perché Sbarbaro non si è mai occupato di politica.
Il suo libro più importante si chiama “Pianissimo”, termine musicale, pubblicato nel 1914, che poi riscriverà nel 1961, ma gli studiosi unanimi preferiscono la prima edizione.
Un’altra raccolta, stampata nel 1955, “Rimanenze”, comprende un piccolo canzoniere d’amore: “Versi a Dina”, cinque poesie soltanto; Dina è un nome fittizio, ma la donna è reale.

View original post 568 altre parole

Appuntamento all’Associazione Cultura e Sviluppo di Cristina Saracano

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

Domani pomeriggio, 31 maggio, alle 17,30, l’autore Marco Damilano presenterà il suo libro “Un atomo di verità” edito da Feltrinelli presso l’Associazione Cultura e Sviluppo di Piazza De Andrè, Alessandria.

Una storia sulla fine di Aldo Moro e della politica italiana passando attraverso la crisi della Dc, tangentopoli, le vicissitudini di Bettino Craxi e la sua permanenza in Tunisia.

Una pagina di storia contemporanea che merita di essere ascoltata per capire meglio il presente.

View original post

SOGNAVO, di Silvia Cozzi

Alessandria today @ Web Media. Pier Carlo Lava

SOGNAVO
Sognavo d’inventare insieme a te
tante canzoni pazze e un po’ stonate
e di portarti a letto il tuo caffè
dopo notti d’amore appassionate.

Ci immaginavo mano nella mano
tra i vicoli e le strade del paese
ma il tempo scorre ed ho sognato invano
di viverti così, senza pretese.

E poi credevo che mi amassi un poco
quando scrivevo fiumi di poesie,
perché sentivo che non era un gioco
ma forse erano sciocche fantasie.

Così prendo la penna per fermare
quello che resta della nostra storia,
scrivo di getto e lacrime un po’ amare
calde rigano il viso e la memoria

dei tanti giorni  in cui io e te distanti
ci siamo amati  e i rari istanti

di tenerezza in cui mi hai dato un fiore,
resteranno per sempre in fondo al cuore.

immaginavo

View original post

Spread, così consumatori e imprese rischiano di pagare il conto della politica insieme allo Stato – Il Fatto Quotidiano

La crisi politica ha innescato un meccanismo a catena che mieterà le prime vittime nell’economia reale, fatta di imprese, banche e consumatori. “Con l’innalzamento dello spread è aumentato il costo per finanziarsi di aziende e istituti di credito”, spiega Francesco Daveri, professore di macroeconomia alla SDA Bocconi di Milano. “L’aumento dei tassi d’interesse che viene […]… continua su: Spread, così consumatori e imprese rischiano di pagare il conto della politica insieme allo Stato – Il Fatto Quotidiano

Alitalia, indagati tre ex amministratori delegati Cassano, Montezemolo e Cramer per bancarotta – Il Fatto Quotidiano

Come si da una settimana c’è un’indagine per bancarotta sull’era Etihad di Alitalia. Oggi La Stampa e Il Secolo XIX scrivono che nel registro degli indagati sono indagati gli ultimi tre amministratori delegati della compagnia di bandiera: Silvano Cassano, Luca Montezemolo e Mark Ball Cramer. La settimana scorsa la Guardia di Finanza aveva perquisito la […]… continua su: Alitalia, indagati tre ex amministratori delegati Cassano, Montezemolo e Cramer per bancarotta – Il Fatto Quotidiano

Torino, morto per Tso: condannati tre agenti della municipale e uno psichiatra – Il Fatto Quotidiano

Sono stati condannati a un anno e otto mesi di carcere, una pena più alta di quella chiesta dalla procura, i tre agenti della polizia municipale di Torino e il medico psichiatra a processo per la morte di Andrea Soldi, malato psichiatrico di 45 anni deceduto a Torino il 5 agosto 2015 nel corso di […]… continua su: Torino, morto per Tso: condannati tre agenti della municipale e uno psichiatra – Il Fatto Quotidiano

Governo, il Quirinale: “Non si forzano tempi per esecutivo politico”. Di Maio: “Spostiamo Savona a un altro ministero” – Il Fatto Quotidiano

A sorpresa, all’87esimo giorno di crisi, il governo politico di M5s-Lega è ancora vivo. Dopo quasi tre mesi dalle elezioni politiche e una crisi istituzionale senza precedenti consumata nello scontro tra i partiti della possibile maggioranza e il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l’ultimo passaggio – stretto come gli altri – è legato all’ultimo tentativo avanzato […]… continua su: Governo, il Quirinale: “Non si forzano tempi per esecutivo politico”. Di Maio: “Spostiamo Savona a un altro ministero” – Il Fatto Quotidiano

Plumcake all’uvetta ubriaca

Bananna Kitchen

Un altro dolce morbido e dal gusto semplice per darvi il meritato buongiorno col sorriso! La farina integrale rende il dolce un po’ più rustico, il succo di arancia conferisce dolcezza, la crema di nocciole un tocco di golosità, e l’uvetta bagnata nel rum completa l’opera! Gli ingredienti sono molto semplici (di sicuro li avete già tutti in dispensa) ma abbinati tra di loro in questo dolce creano magia.

Ingredienti
175 g burro morbido
175 g zucchero
3 uova
100 g farina bianca
100 g farina integrale
mezza bustina di lievito
la scorza grattuggiata di un’arancia
il succo di mezza arancia
un cucchiaio di crema di nocciole
due cucchiai di rum
80 g di uvetta

Montate con le fruste il burro con lo zucchero e poi unite le uova continuando a montare. Unite quindi la crema di nocciole, la scorza e il succo dell’arancia e mescolate velocemente, poi unite le due…

View original post 34 altre parole

La “Teoria della classe disagiata” secondo Raffaele Ventura

Serena In Wonderland

È decisamente difficile descrivere il tessuto sociale del periodo storico in cui ci troviamo perché è un periodo decisamente difficile e molto nebuloso in cui la realtà e le aspirazioni vanno a cozzare violentemente l’una contro l’altra senza però incastrarsi mai come un vero puzzle ma solo smussando angoli e incrinando strutture.

Rispetto ai periodi precedenti che hanno vissuto crisi già molto importanti, questo si differenzia non tanto per le problematiche sociali da sempre esistite e che in alcuni momenti sono arrivate ad un’ implosione tale da mettere letteralmente in ginocchio buona parte della popolazione, ma per la mancata possibilità di realizzare le proprie aspirazioni.

Il fatto stesso di avere delle aspirazioni è un tema assolutamente nuovo e quasi del tutto inesistente nei precedenti periodi di crisi che, invece, investivano una popolazione decisamente molto più concreta a livello sociale e che guardava all’accrescimento del proprio benessere in modo decisamente più…

View original post 392 altre parole

Condotta Slow Food: 17 edizione della “Passeggiata Slow” in Valle Bagnario a Strevi

Condotta Slow Food: 17 edizione della “Passeggiata Slow” in Valle Bagnario a Strevi

Questa presentazione richiede JavaScript.

Alessandria: l’associazione Produttori Moscato Passito di Strevi, in collaborazione con il Comune e la Condotta Slow Food del Gavi e Ovada, organizza domenica 03/06/2018 la 17 edizione della “Passeggiata Slow” in Valle Bagnario a Strevi; un percorso di degustazione a tappe nelle cinque Aziende aderenti al Presidio Slow Food del Moscato Passito, un progetto nato nel 2000, a tutela della produzione di questo pregiato vino.

La partenza è prevista alle ore 11,30 e, lungo il tragitto, sarà possibile incontrare la Grande Panchina gialla del Moscato, situata nel cuore della Valle Bagnario, con vista panoramica sulle colline del Monferrato Unesco. Continua a leggere “Condotta Slow Food: 17 edizione della “Passeggiata Slow” in Valle Bagnario a Strevi”

ISIM…

ISIM...Poesia...

Alzi gli occhi al cielo vedi una stella cadente e pensi che quello è il tuo momento pensi che il tuo desiderio che hai appena espresso si avvererà
Chiudi gli occhi per un attimo giusto il tempo di assaporare il gusto di una serenità da tanto attesa
La scia d’illusione svanisce
Gli occhi si riaprono
Resta la speranza
Solida è la fede a cui non sappiamo ancora credere
Eppure da qualche parte il nostro desiderio è caduto pieno del nostro silenzio è silenzioso giunge in un cuore a ricordarci che ciò che desideriamo per noi si trasforma in bene per gli altri
Cadrà così finalmente su di noi un desiderio che giunge da lontano lo raccoglieremo senza sapere il perché è ci farà star bene
Io desidero amare
Ecco il mio desiderio per voi …PicsArt_05-29-02.18.23

View original post

ISIM…

ISIM...Poesia...

È follia pura follia il coraggio che ti spinge a venir da me
E non so cosa hai letto in me di così bello da farti restare un giorno lontana da casa
Se ci hai visto della luce devi dirmelo perché io ad oggi in me non ho visto ancora nulla
E vorrei proprio vederci qualcosa di chiaro che ancora non ho visto
Mi hai appena assaporato
Il tuo profumo è dolce quanto i tuoi occhi verdi
Le tue labbra così rosse da far invidia persino al fuoco
Calde come un’estate le tue mani
Eppur così notturna nel cuore che pace non trova
Passerà la notte poche le ore che infrangono un desiderio e dopo solo lontananza solo voce e poesia
A ricordarci adesso che ci siam sfiorati che esistiamo davvero
Che non è poi così brutto esser solo amici e che ci si può attendere per sempre non per…

View original post 138 altre parole

Bugaloo mi piaci tu ….. racconti e storie ( prefazione)

Il Pikaciccio

Pensare di scrivere un solo articolo è mera illusione …………..

Siamo tornati ieri pomeriggio….. dopo tre bellissimi , intensi pazzi strani giorni.

Il cuore e la testa sono stracarichi di emozioni colori e ricordi, un po’ come la memoria dei nostri cellulari stracariche di foto e di nuovi contatti…..

Una luna di miele decisamente alternativa…. una luna di miele decisamente favolosa …..

Strana però …. insomma a modo nostro …. noi siamo il Pikaciccio .

E di questo dobbiamo in primis ringraziare Mark e Chiara che hanno organizzato tutto questo … che hanno lavorato tantissimo e che hanno voluto che noi ne facessimo parte ….

Partecipare ad un evento come questo non è’ solo partecipare ad un normale raduno di appassionati Volkswagen … ma si viene catapultati in un mondo … che nei prossimi articoli ci piacerebbe raccontare ….

Adesso siamo qua a sistemare le foto … a guardarle una…

View original post 72 altre parole

#SMuoviti … giornata mondiale sclerosi multipla

Il Pikaciccio

Grazie a Dora per averci dato la possibilità di ricordare a tutti questa ricorrenza .

Condividiamo volentieri e siamo vicini a tutti coloro che combattono ogni giorno anche con il sorriso

Si celebra l’ultimo mercoledì del mese di maggio in oltre 70 paesi del mondo e quest’anno avrà come compagna “#SMuoviti‘ a call to action che chiede di unirsi al movimento AISM per fermare la sclerosi multipla perché da 50 anni la SM non ci ferma”. Basta poco… ma se volete condividerla nella Vs bacheca per […]

via GIORNATA MONDIALE SCLEROSI MULTIPLA — Il Mondo di Dora Millaci

View original post

Butterfly – Pencil Art

Writer's Choice

define_art-wallpaper-“THERE IS NOTHING IN A CATERPILLAR THAT TELLS YOU IT’S GOING TO BE A BUTTERFLY” 

The caterpillar is just a slimy little worm yet it does not lose hope. Instead,  it patiently endures and goes through all the transformation stages. Finally, it turnes into a beautiful butterfly. Likewise, in our lives, the present transformation stages might be dark. unclear,and cloudy. But, we must never lose hope and keep moving by going through the change without any fear. For in due time the future would be as colorful as a butterfly.

Screenshot_2018-05-18-19-35-27-1

View original post

Turn Down Anger

Writer's Choice

One fine day I had 500 rs and wanted to get a few things. So, with my shopping list, I set out from my hostel to the nearby departmental store. After getting the things I need, I headed towards the cash counter. The Bill was rupees 110. I handed over 500 rs to the cashier. She asked me if I had 10 rupees for which I said no. Then she told me that she would not give 90 rupees and told me to give her 10 rupees. I got frustrated and was about to argue because I saw a bundle of 10 rs and 20 rs in the cash counter. But then I controlled my anger and said her that I will go and get 10 rs from my hostel. On the way to the hostel, I was analyzing what had happened and was wondering what was the right thing…

View original post 342 altre parole

Crova e Garoglio a “La Repubblica dei Contadini” evento Cia-Agricoltori Italiani e FICO Eataly World 

Crova e Garoglio a “La Repubblica dei Contadini” evento Cia-Agricoltori Italiani e FICO Eataly World 

crov fico-cia

A Bologna nel più grande mercato contadino di sempre: i vini del Casalese 

Bologna – Cia-Agricoltori Italiani e FICO Eataly World presentano “La Repubblica dei Contadini”. Nel più grande mercato contadino mai realizzato, dal pomeriggio di venerdì primo giugno, sabato 2 e domenica 3 giugno per tutto il giorno, sono in arrivo quasi 250 aziende agricole da tutta Italia e migliaia dei loro prodotti tipici locali e presidi Slow Food. Tra queste, Crova Massimo e Garoglio Davide, produttori vitivinicoli di Sala Monferrato e Villadeati. Continua a leggere “Crova e Garoglio a “La Repubblica dei Contadini” evento Cia-Agricoltori Italiani e FICO Eataly World “