Scende dalle montagne

Il mio giornale di bordo

Le nuvole
scivolano
dolcemente
dai clivi
delle montagne
accarezzano
le cime degli alberi
creano
mutevoli
ombre
sul terreno
offrono
vuoti
da poter colmare.

Antonio De Simone

Eng_ Down from the mountains
The clouds
glide
gently
by clivi
of the mountains
caress
the treetops
create
changing
shadows
on the ground
they offered
empty
you can fill.

View original post

Al largo del mare

Il mio giornale di bordo

nature3Mare nella notte
naufragare
tra le onde
sul limitare
del destino
abbandonarsi
alla volontà
del vento
e del giungere
verso riva
è solo un andare
per poi tornare
al largo
della propria anima.

Antonio De Simone

Eng_Off the sea
Sea in the night
wreck
in the waves
on the edge
of destiny
surrender
at will
of the wind
and reach
towards shore
It’s just a go
then return
off
for his soul.

View original post

Notte dei desideri

Il mio giornale di bordo

Riflessa sul fiume
nella notte
la luna
testimone
di pensieri
sogni
desideri
di te
distante
quel raggiungerti
come onda
per tornare
ad essere vicini
al cuore.

Sempre nei miei pensieri, con la speranza che queste parole ti possano raggiungere, ora, domani, sempre. Tutto passerà, io ci sarò.
Antonio

Eng_Night of wishes
Reflected on the river
in the night
the moon
witness
of thoughts
dreams
desires
about you
distant
that reach you
as wave
to return
to be close
to the heart.

View original post

Attendo la notte

Il mio giornale di bordo

Seduto sulla panchina
attendo
che giunga la notte
buia
con solo la luna
a farmi compagnia
ad illuminare
quel luogo
che porta con se
profumi e colori
rinnovati
mentre rimane
nel cuore
l’inverno
mai finito
dei giorni.

Antonio De Simone

Eng_I wait the night
Sitting on the bench
I look forward to
the coming of the night
the dark
with only the moon
to keep me company
to illuminate that place
that brings with it
scents and colors
renewed
while it remains
in the heart
the winter
never finished
of days.

View original post

Con la faccia nel vento

Il mio giornale di bordo

natureSfiorava
l’erba creando
movimenti sinuosi
cambiamenti
all’unisono
si sentiva
la presenza costante
forte nel rumore
invisibile agli occhi
portava con se qualcosa
portava con se quel che ne rimaneva
dei ricordi…

Antonio De Simone

Eng_With his face in the wind
Verged
the grass, creating
sinuous movements
changes
in unison
he felt
the constant presence
loud noise
invisible to the eye
brought something
brought what was left
of memories…

View original post