“Made In Italy” falsi miti

Gianluca Santoni Investigazioni

Il nostro Paese è in vendita? Quasi la metà delle grandi aziende italiane ha realizzato almeno un’acquisizione nell’81% dei casi è avvenuta all’estero.

Solo il 13% delle aziende italiane è stato acquistato dagli stranieri. Il livello più alto di redditività e produttività è registrato sia tra le aziende che esportano il 75% sia dalle player nazionali. Questi dati sono forniti da uno studio dell’Università di Pavia, che ci fa capire che non è vero che l’export aiuta le nostre aziende.

Le aziende esportatrici sono quelle che hanno già un alto reddito di produttività, e consente loro di assorbire i costi non recuperabili, legati alla internazionalizzazione.

Le aziende sono sempre aperte all’innovazione e possiamo vedere dallo studio che soltanto il 30% non cede all’innovazione, sono però le aziende innovatrici che hanno la maggior probabilità di aumentare il loro grado internazionale.

Le aziende manifatturiere non solo gli uni ambasciatori del Made In…

View original post 155 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...