Respiro

Giusy Carofiglio

È sincrono
il penzolare delle mie braccia
perpendicolari
come il battere del tempo d’un vecchio pendolo
sospingono un vuoto, guardano in basso.
Le scarpe
senz’anima strisciano polveri attempate
l’impronte
che non volgo il capo a contemplare
segnano la piena di una vita
sfociare in un mare in tempesta.
Ne ricordo le ombre
ne ricordo la paura.
“Senza passato non ci sarà futuro”
scorrono svelte l’ore adesso
c’è la fretta del rintocco
– respiro…
Lo tengo stretto il mio tempo
“non ha scadenza né preavviso”
ho tante cose da fare
ho troppe cose incompiute.
Rintoccano le campane. Ancora, ancora.
Cammino. Ho sete

#GC

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...