Tre Fratelli, di Giuseppe Buro

Tre Fratelli, di Giuseppe Buro

Tre fratelli

Tre Fratelli

Eravamo tre fratelli uno è morto in battaglia,
combatteva per difendere il suo paese,
la patria in cui era nato.
Uno fu ferito da una scheggia,
nulla di grave un piccolo graffio a forma di cuore,
lo ricordava cantando la sera, quando si sedeva
accanto al camino.
L’altro non ricordava nulla, era come perso,
volava con la mente, come fanno i passeri
quando avanza la primavera.
La mamma li guardava orgogliosi erano eroi,
i suoi piccoli eroi che avevano dato lustro
ai padri fondatori e chi credeva in qualcosa.
Ora a stento trovi chi porta una bandiera,
chi saluta il tricolore, chi fa della bandiera
un vanto nazionale.

@ Giuseppe Buro.
8.6.2018

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...