Basket, serie A2, gara-1: Trieste-Casale 83-79

8e2d1032357e9485ad45118a9dd4ad19_169_l

La prima è dei giuliani, ma i piemontesi vendono cara la pelle e si reendono solo nel finale quando perdono anche Tomassini, infortunatosi a un ginocchio

La prima è di Trieste, ma quanta fatica. In una serata stranamente imprecisa di Javonte Green (autore comunque di 22 punti), la squadra di coach Dalmasson riesce a fare propria la prima finale per la serie A trascinata da un Bowers quasi perfetto (21 con 5/7 nelle triple). Casale è un osso durissimo: non si lascia intimorire dai 7mila di una coloratissima Alma Arena, gioca quasi sempre sotto controllo e conduce a lungo (anche di 13 lunghezze). Nel finale equilibratissimo paga le 17 palle perse e l’infortunio al ginocchio di Tomassini, che potrebbe impattare sull’intera serie finale: 83-79 il punteggio al termine dei 40′.

L’AVVIO — Trieste all’inizio deve sbloccarsi psicologicamente, Casale è molto più sciolta: parte 0-4 e riesce a mantenere un piccolo vantaggio a lungo (9-13 dopo 5’, 19-22 al 10’). Nonostante i giuliani difendano con grande intensità e fisicità, la squadra piemontese costruisce ogni azione con pazienza, approfittando di tutti i 24” a disposizione e trovando sistematicamente l’uomo libero (Martinoni e Sanders i più prolifici in avvio). Trieste si affida molto di più al talento dei singoli, restando in partita con le folate di Da Ros e due triple a testa per Bowers e Cavaliero. È una storia che non può durare a lungo e infatti quando Blizzard prende il controllo del gioco, arriva il primo break: 19-30 al 13’, con l’italo-americano che ora punisce dalla lunga e dalla media, ora indovina il passaggio smarcante per i compagni. Trieste è bloccata e non riesce a trovare tiri di qualità contro la zona di coach Ramondino. Casale invece è in costante movimento, apre il campo con efficaci pick and roll e conquista spesso secondi tiri grazie al dominio a rimbalzo (43-26 alla fine): cinque punti di fila di Tomassini valgono il 24-35 (16’), capitan Martinoni firma il massimo vantaggio al 19’ (30-43). Sembra il k.o. invece è la sveglia per i giuliani: tripla di Fernandez, poi due schiacciate di Green e si va al riposo con lo svantaggio più che dimezzato (37-43).

SECONDO TEMPO — È tutt’altra cosa: gli spazi non sono più gli stessi, già erano pochi, ora sono nulli. La fisicità aumenta, le percentuali si abbassano nonostante Trieste cerchi di alzare i ritmi appena possibile. Casale sembra in controllo (41-48), ma è ancora Fernandez a scuotere i propri compagni, aprendo un break di 10-0 che ribalta il match: due triple del “Lobito” valgono il pareggio, quella di Loschi il sorpasso sul 51-48. Ancora Loschi prova a far volare Trieste (56-50), ma Casale non muore e riprende la sua pallacanestro tutta intelletto: piazza un contro-parziale di 7-0 e chiude il terzo quarto avanti 56-57. Gli ultimi 10′ sono una battaglia: si va avanti di sorpasso e contro-sorpasso, nessuna delle due squadre sembra prevalere. Al 34′ sul 66 pari Tomassini cade a terra, il replay mostra che ginocchio si è girato: senza uno dei suoi leader, Casale inizia a faticare (77-72 al 37′) ma si aggrappa al match con le unghie. Bowers da tre punti firma il +6 (80-74) e per i piemontesi si fa dura. Ma lottano fino all’ultimo, rientrano all’82-79 con 4” da giocare. Però Green dalla lunetta fa 1/2 e la chiude.
Trieste: Green 22, Bowers 21, Fernandez e Da Ros 9
Casale: Martinoni 22, Tomassini 14, Sanders e Blizzard 12

https://www.gazzetta.it/Basket/A2/10-06-2018/basket-serie-a2-gara-1-trieste-casale-83-79-270818399500.shtml

 

Autore: forza alessandria

Sono un O.S.S che lavora con i ragazzi disabili nelle scuole, da circa cinque anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...