Senza tempo, di Matteo Di Mare

Senza tempo, di Matteo Di Mare

Senza tempo

Senza tempo
come fiaba
che s’asciuga al sole,
svanita la paura,
il peso sgravato,
nel cielo
il ricordo sereno
ondeggia,
d’un omaggio
di campane a valle.

Un suono di festa
perso tra le rondini e il silenzio.

Un volto senza nome,
una goccia di pianto
bacia
l’impronta d’un petalo
caduto
oltre il rumore.

Immutabili i giorni
continuano il cammino,
al libro della vita,
regalando
un fuggevole sorriso.

E in un mattino
che di pioggia non sa,
mi perdo
dove tutto
è meraviglia.

E non sarà mai sera,
cantando la vita
nel palpitare libero
del cuore,
fin oltre l’audacia
d’un nuovo svanire
di marea.

Donna, come sei,
vertigine
che si perde
nell’albore
d’una emozione,
senza più un perché,
dove tutto
esiste veramente.

(Matteo 2018)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...