Tre platani da abbattere ai giardini pubblici, verranno sostituiti, oppure no come al solito?

di Pier Carlo Lava

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alessandria, apprendiamo che l’Assessore ai lavori pubblici e al verde urbano Giovanni Barosini ha comunicato che verranno abbattuti tre platani nell’area dei giardini pubblici della stazione ferroviaria, lato piazza Garibaldi.

Una decisione che fa seguito alla caduta di un platano nella notte fra il 4  e il 5 aprile  e ad una successiva verifica tecnica in zona, dalla quale sarebbe emersa la necessità abbatterne altri tre, in quanto risulterebbero a rischio caduta.

Non abbiamo la competenza tecnica per mettere in discussione tale decisione, inoltre la sicurezza dei cittadini va posta in cima all’agenda ma ci chiediamo se anche in questo caso come solitamente succede ogni volta che vengono abbattute delle piante, non si provvederà a metterne a dimora delle nuove.

Per la cronaca occorre ricordare che durante la giunta Fabbio circa dieci anni fa, furono messe a dimora molte piante in varie zone della città e durante la Giunta Rossa circa due anni fa, nel contesto del rifacimento di via XX settembre, furono reimpiantati diversi alberi.

Purtroppo gli esempi di piante mancanti nei viali della città sono ancora molti (c’è chi sostiene che in Alessandria manchino 1.000 piante) l’ultimo in ordine di tempo riguarda via Galimberti dove recentemente sono state abbattute diverse piante senza che, almeno per ora, siano state sostituite.

Occorre ricordare che le piante fanno ombra, abbassano la temperatura dell’ambiente, combattono lo smog e migliorano l’immagine della città e la qualità della vita.

Pertanto sarebbe opportuno conoscere le intenzioni dell’Assessore Barosini in merito alla questione sopra esposta, i cittadini di Alessandria amanti del verde e delle piante si domandano, “a quando un piano per il reimpianto degli alberi mancanti?” e attendono una risposta, arriverà???.