Torna il commissario Montalbano, riprese a Donnalucata per due nuovi episodi – Giornale di Sicilia

La troupe televisiva del Commissario Montalbano sta ultimando nel Ragusano le riprese di due nuovi episodi, uno è la riduzione del romanzo “L’altro capo del telefono”, pubblicato due anni fa da Sellerio, sull’omicidio di una sarta a Vigata.L’altra puntata è tratta da uno dei 30 racconti “Un mese con Montalbano”, pubblicato per la prima volta nel 1998 e che ha per titolo “Un diario del ’43”.

Sorgente: Torna il commissario Montalbano, riprese a Donnalucata per due nuovi episodi – Giornale di Sicilia

In 1.800 a cena benefica ad Alessandria – Piemonte – ANSA.it

(ANSA) – TORINO, 16 GIU – Numeri record per la cena benefica di questa sera ‘Un fiume di sorrisi in Cittadella’ organizzata dall’associazione ‘Un sorriso per loro’. “Hanno aderito oltre 1.800 persone – spiega il promotore Marcello Canestri – che vengono servite da 200 volontari. Solidarietà e voglia di esserci è il mix vincente con cui Alessandria ha risposto al nostro appello per questa ottava edizione”. Ancora da stabilire l’incasso della serata, “che mi auguro il più alto possibile – dice Canestri – destinato a sostenere le attività dell’ambulatorio dell’ospedale infantile che da anni, unico in Italia, cura gratuitamente diverse patologie tra cui la labiopalatoschisi attraverso la collaborazione di numerosi volontari. Si tratta di un personale sanitario molto generoso, tra medici e infermieri, che con altrettanta generosità si è dato da fare per la riuscita dell’evento”.

Sorgente: In 1.800 a cena benefica ad Alessandria – Piemonte – ANSA.it

La profezia di Renzi

“Un anno fa, esattamente un anno fa, scrivevo questo post. Se avete tre minuti leggetelo: era il 16 giugno 2017. Poi non si dica che non l’avevamo detto: era tutto già scritto! Buon fine settimana, amici”. Lo scrive Matteo Renzi su Facebook, allegando il vecchio post dove rilevava “l’avvicinamento del Movimento Cinque Stelle alle posizioni della Lega Nord”. Renzi fra l’altro, in quell’occasione, si diceva colpito dal “silenzio degli intellettuali, delle cantanti, degli attori, dei commentatori che in questi mesi ci hanno spiegato che i Cinque Stelle erano la vera sinistra”.

Sorgente: La profezia di Renzi

Stadio, Raggi: “Attaccata perché donna. Lanzalone? In Campidoglio con Fraccaro e Bonafede”

La sindaca a Porta a Porta dopo il forfait di Di Maio

Stadio, Raggi: “Attaccata perché donna. Lanzalone? In Campidoglio con Fraccaro e Bonafede”
„”Io non c’entro niente”. Vittima di un attacco “perché sono donna, o perché sono del M5S e perché sono scomoda”. Affronta anche il nodo principale: a presentarle Luca Lanzalone furono gli attuali ministri del governo penta-leghista “Fraccaro e Bonafede, all’epoca responsabili degli Enti locali che supportavano i Comuni”. La sindaca Virginia Raggi, invitata al salotto di Porta a Porta, si difende e cerca di aprire un varco, una distanza, tra il terremoto giudiziario che ha toccato anche il suo movimento e la sua amministrazione. Avrebbe dovuto esserci il vicepresidente del Consiglio Luigi Di Maio ma lui ha preferito dare forfait all’ultimo momento. La polemica in merito alla affermazioni da lui rilasciate solo poche ore prima, “abbiamo premiato Lanzalone con Acea per il lavoro fatto”, non si è ancora placata. Anche se poi si è difeso: “Un grande equivoco”“

Potrebbe interessarti: http://www.romatoday.it/politica/virginia-raggi-porta-a-porta-stadio-roma.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/RomaToday/41916963809

Sorgente: Stadio, Raggi: “Attaccata perché donna. Lanzalone? In Campidoglio con Fraccaro e Bonafede”

Taxi sulla folla nel centro di Mosca

Paura a pochi metri dalla Piazza Rossa di Mosca. Un taxi ha investito i passanti su un marciapiede del centro della capitale russa, sulla via Ilinka, a 200 metri dalla famosissima piazza e dai grandi magazzini Gum. Sono otto i feriti, secondo quanto ha reso noto la polizia: sette in modo lieve e una donna gravemente. Cinque le persone ricoverate in ospedale.

Sorgente: Taxi sulla folla nel centro di Mosca

Le Ong fanno le vittime: “Vogliono farci sparire”

Le Ong fanno muro. Contro Salvini e le nuove politiche del ministro dell’Interno.

Le Organizzazioni umanitarie, uscite per qualche mese dai radar delle cronache dopo lo scandalo e le inchieste a loro carico, ora sono tornate al centro del dibattito politico a causa delle scelte politiche del ministro Salvini. In quello che definiscono un “crescendo” di “azioni volte fondamentalmente a farci sparire”.

Dopo l’accordo con la sedicente guardia costiera libica le cose sono cambiate – spiega Riccardo Gatti, capomissione di Proactiva Open Arms, alla festa di Radio popolare a Milano – è cresciuta la violenza“. E ancora: “C’è stato un cambio radicale: prima c’era l’abc del soccorso in mare e il riferimento era la guardia costiera italiana, adesso bisogna vedere se risponde lei o la guardia costiera libica, che non ha neanche un centro di coordinamento“. Ora, è la tesi di Gatti, “non c’è più un abc”. “Le cose sono cambiate – ha detto – prima le operazioni di salvataggio erano un abc, ma non solo da ora: questa criminalizzazione delle Ong e le azioni volte fondamentalmente a farci sparire sono andate in crescendo. C’è qualcosa di orchestrato in tutto questo, vogliono portare alla scomparsa delle Ong“.

Sorgente: Le Ong fanno le vittime: “Vogliono farci sparire”

Ridi..ti si scalderà il cuore!

Creando Idee

«Ogni sorriso ti rende più giovane di un giorno» Proverbio orientale Ridere è terapeutico, tanto da far parte di pratiche come la clownterapia, sperimentata negli ospedali di tutto il mondo. In Oriente esistono meditazioni basate sul sorriso interiore, verso se stessi e i propri organi vitali. Pensiamo sempre che ridere sia per gli altri, ma da quanto non sorridiamo a noi stessi? Un sorriso rassicura, dona speranza, rende più forti, aumenta l’autostima; è un elisir di giovinezza perché sorridere significa lasciare per un attimo da parte il nostro piccolo ego per fonderci nel flusso della vita. Ridere fa bene al cuore, al cervello, all’umore. Albert Einstein ha scritto: «Ci sono due modi di vivere la vita. Uno è pensare che niente è un miracolo. L’altro è pensare che ogni cosa è un miracolo». Tu che cosa scegli?

View original post

Le emozioni passano i sentimenti vanno coltivati

Creando Idee

Le emozioni passano i sentimenti vanno coltivati, parola del grande sociologo Zygmunt Bauman, ogni relazione è unica: “non si può imparare a voler bene”. Amarsi e rimanere insieme tutta la vita, ovvero ciò che oggi è una rarità. Non conosciamo più la gioia dei legami durevoli e lasciarsi disconnettersi  è facilissimo. Cos’è che ci spinge a cercare sempre nuove storie? Il bisogno di amare ed essere amati. L’amore fluido è questo: viviamo nel nostro tormento tra la voglia di provare nuove emozioni e il bisogno di un amore vero. Un amore separato tra il desiderio di emozioni e la paura del legame. Dunque siamo costretti a vivere relazioni brevi o all’infedeltà. “Nessuno è “prigioniero”. Sta a noi decidere. Alcune scelte sono più facili e altre più rischiose. Quelle a prima vista meno impegnative sono più semplici rispetto a quelle che richiedono sforzo e sacrificio. L’amore non è un…

View original post 153 altre parole

Cose così

Pensieri sparsi

Pensavo a tutte le volte che avrei voluto cambiare qualcosa della mia vita .
Lavoro, compagno, città,
Tutto non era e non è mai stato come lo avrei voluto .
E non so se essere grata al mio istinto , o ad una tenacia stupida e ingenua , ma sono felice di non averlo fatto sempre .
Si, qualche volta mi è successo , ma era sempre su cose che non contavano mai troppo per me .
E sono felice di questo perché ogni conflitto con la realtà mi ha portato a me.
A sentirmi davvero sola.
Come lo siamo tutti.
A distinguere quindi cio’ che sono da cio’ che sono gli altri .
A capire che conta quello che posso essere e non quello che non posso avere.
E se una cosa non è, l’unica cosa che conta è che io sia quella che sono.
Il resto viene da…

View original post 1 altra parola

Cosa mangiare sotto l’ombrellone

Creando Idee

Arriva l’estate i week end al mare la fanno da padrone. Cosa si può mangiare in spiaggia, sotto l’ombrellone? Lo abbiamo chiesto ad un esperta di alimentazione. L’ideale è consumare un piatto unico: un mix di pasta preferibilmente integrale, pomodorini e mozzarella oppure di riso, salmone affumicato e zucchine; un cuscus di ceci e verdure crude o cotte; un’insalata di farro con pollo grigliato, carote e cavolo… L’importante è associare sempre una fonte di carboidrati a una di proteine e poi unire ortaggi a volontà. Meglio invece limitare sott’olio, formaggi e würstel, che spesso sono primi attori dei piatti freddi: procurano troppi grassi e affaticano la digestione. Un altro errore in spiaggia, è  puntare sulla frutta come sostituto del pranzo. Spesso si finisce per mangiarne troppa, perché è poco saziante, incamerando più calorie di quelle apportate da una porzione di pasta. Inoltre, essendo molto ricca di

View original post 55 altre parole

Pinin e le masche, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

23 giugno, Chiostro di Santa Maria di Castello, ore 21,30

Pinin e le masche
di Luciano Nattino, liberamente tratto dal racconto di Davide Lajolo

con Massimo Barbero

regia di Fabio Fassio

durata dello spettacolo: atto unico di 40′

LO SPETTACOLO

Pinin è un solitario abitatore dei boschi. Non torna più in paese da tempo. Ai pochi che riescono a trovarlo egli parla della sua vita, di un lungo viaggio, di un amore, di ricordi, di mondi possibili. E di “masche”, amiche e sconosciute, protettrici e crudeli. Per incontrare Pinin è necessario andare nei suoi luoghi, che sono distanti dalla civiltà, dai rumori dell’oggi. Dunque occorre innanzitutto camminare per piccoli sentieri e poi attendere in un luogo specifico, tra il fitto degli alberi, prendendo posto attorno a una torcia. E, se non si è troppo rumorosi o curiosi, lui, Pinin, potrebbe arrivare. È brusco, selvatico, non parla volentieri ma, se gli…

View original post 409 altre parole

Quarto appuntamento di “Spazio all’Idea “, di Lia Tommi

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Quarto appuntamento della rassegna “Spazio all’Idea”.

Seconda edizione della rassegna denominata Spazio all’Idea.
Incontri tra lettori e scrittori, conferenze e scambi di conoscenza.

Un’iniziativa organizzata da Associazione SpazioIdea e Circolo Provinciale della Stampa in collaborazione con OfficinaCittàSolidale.
Con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Alessandria.

Continuiamo insieme i festeggiamenti per gli 850 anni della Città di
Alessandria.

Dal 29 maggio al 30 giugno, in orario variabile ogni martedì, il giardino di Villa Guerci si illumina di tutti noi.

Martedì 19 giugno, ore 21, a Villa Guerci, Alessandria

Paola Budassi presenta “Iniziamo bene”
Una storia tutta al femminile con una protagonista e due complici che la mettono sulla strada giusta per emanciparsi e iniziare una nuova vita. Una pausa dal suo lavoro le dona l’occasione per diventare docente di un corso di cucina in cui sarà prezioso il ricettario della propria nonna.

View original post

Me stesso

Isobel Blue

Io e me stesso, il mio miglior amico.

Non so cosa sia, forse un dolore antico.

Un pianto che sale dal profondo,

un pianto inaudibile al resto del mondo.

Damien

( per saperne di più —> https://isobelblue.wordpress.com/aggiornamento-e-collaborazioni/ )

( per non perderti nemmeno una poesia —> https://isobelblue.wordpress.com/category/poesie-damien-immagini-that_80s_child/ )

( immagini di @that_80s-child —> https://www.instagram.com/that_80s_child/ )

View original post

Padre

Isobel Blue

Padre non mi hai mai abbandonato

come un fiume m’hai trasportato.

Molto mi hai insegnato

e molto ancora ora ho imparato.

Padre proteggimi

da solo non so reggermi.

Quando ridendo ti chiamavo “papà”

quel bambino ora dove andrà?

Prendimi per mano

ed insieme andiamo lontano.

Damien

( per saperne di più —> https://isobelblue.wordpress.com/aggiornamento-e-collaborazioni/ )

( per non perderti nemmeno una poesia —> https://isobelblue.wordpress.com/category/poesie-damien-immagini-that_80s_child/ )

( immagini di @that_80s-child —> https://www.instagram.com/that_80s_child/ )

View original post

Come usare la birra per impieghi domestici

Creando Idee

La birra ha infinite proprietà, oltre a rinfrescare e a fare bene per il nostro corpo se assunta in quantità moderate, ci aiuta anche in alcune attività domestiche e di tutti i giorni. Non c’è bisogno di utilizzarne una costosa, importata o esclusiva. La birra che vendono nel negozio vicino casa andrà bene e sarà utile in tutti gli ambiti. Per ammorbidire i capelli. Grazie al malto e al luppolo contenuti nella birra, è possibile proteggere e riparare le cellule dei capelli, in modo dare lucentezza alla nostra chioma e mantenerla morbida. La birra è l’ideale per rimuovere le macchie dai vestiti, dalle più semplici alle più complesse come quelle di vino. Basta strofinare la parte macchiata con una spugna imbevuta di birra, lasciar asciugare e, se la macchia non è ancora sparita del tutto, ripetere la procedura fino ad ottenere il risultato desiderato. Gli insetti sono attratti dalla

View original post 114 altre parole

Pluie

Boris Sentenac

La pluie raconte son voyage
Et vernis les toits de Paris.

Le clapotis sur la journée
Qu’écoutent seuls les parapluies,

Comme s’égouttent transparents
Tous les souvenirs mystérieux

De chaque passant persuadé
À chaque pas pourtant pressé

D’être à l’abri de tous les temps
S’écoulant tels une frontière

Entre les larmes retenues
Et le silence de l’oubli,

S’enfuient sur le lit du trottoir
En toiles noires de corbeaux.

La pluie continue son voyage,
S’éclairent les toits de Paris.

View original post

La Strega Di Portobello di Paulo Coelho

La Strega Di Portobello di Paulo Coelho

La+Strega+Di+Portobello

Una donna da raccontare.
Una donna dalle mille sfaccettature.
“L’amore arriva, si insedia e dirige tutto. Solo le anime forti si lasciano trasportare. E Athena era un’anima molto forte.”
(dal retro di copertina)
Chi è la strega di Portobello?
All’apparenza una donna che si fa chiamare Athena, una donna che verrà raccontata attraverso le testimonianze di persone che hanno avuto la fortuna di vederla piombare nella loro esistenza.
Persone che all’apparenza non hanno nulla in comune, tranne l’arrivo di Athena nelle loro vite, vite che non saranno mai più le stesse. Continua a leggere “La Strega Di Portobello di Paulo Coelho”

Appuntamento Al Buio, di Barbara Baraldi

Appuntamento Al Buio, di Barbara Baraldi

Appuntamento+Al+Buio

Che belli, gli appuntamenti al buio…

Un sito d’incontri. E…

Essere single non è una disgrazia.

Certo, può essere una scocciatura, soprattutto quando le amiche non ne possono più di vederti in quello stato e s’inventano qualcosa per trovarti l’anima gemella.

Far loro capire che non hai bisogno di nulla?

Ahimè, pura utopia.

E così la protagonista di questa breve e avvincente storia si ritroverà iscritta a un sito d’incontri amorosi, uno di quelli che sono spuntati come funghi, nel corso degli ultimi anni.

Una foto, un messaggio, ed ecco che parte l’appuntamento al buio.

Peccato che, da qualche tempo, uno spietato assassino stia mietendo vittime senza alcuna logica apparente, a parte il fatto che sceglie sempre e solo donne.

Un appuntamento al buio può essere romantico. Pericolosamente romantico…

Barbara Baraldi, la Regina del Gothic, ha un dono: riesce a emozionare. Senza se e senza ma, anche solo con poche pagine a disposizione riesce a inscenare il teatro della vita con i suoi dubbi, le sue paure e il suo terrore. Un teatro che si farà strada nel nostro cuore e non ne uscirà più, potete scommetterci.

E, datemi retta, non vi dispiacerà affatto…

 

Titolo: Appuntamento Al Buio
Autore: Barbara Baraldi
ISBN: 977-11-20497-00-1
Editore: Editrice Nord
Pagine: 4
Euro: 1,60
Edito: 2018

 

Postato da Roberto Baldini

La Vita È Un Bivio, di Roberto Baldini

La Vita È Un Bivio, di Roberto Baldini

55+-+La+Vita++Un+Bivio

La Vita È Un Bivio

La tua farfalla

Quella con le ali viola e azzurre

Dondola verso il sole

Si lascia baciare dalla brezza del mattino

E sorride alla vita

Una vita che sembra infinita

Se felice

La mia farfalla

Ali nere e argento

Che sbattono

Per non farla andare alla deriva

Frastornata da un vento caldo e folle

Che vuole renderle la vita difficile

Ma non si arrende

La vita è come una farfalla

Puoi crogiolarti al sole, felice

O gettare le tue ore

Nella disperazione più nera

Perché sai che la felicità non durerà per sempre

Niente dura per sempre

Sta a noi godere della vita

Prendere ciò che possiamo

Quando possiamo

Senza invidiare gli altri

L’invidia è un vento freddo

Che ci sbatte giù

Urliamole in faccia

La nostra gioia

Vivremo per noi stessi

E per gli altri

E le nostre farfalle

Vivranno in eterno

Nei nostri occhi

E nei nostri cuori

Postato Yesterday da Roberto Baldini

Missione Undersea di Stephen Gunn

Missione Undersea di Stephen Gunn

Missione+Undersea

Missione Undersea 

di Stephen Gunn

Ah, la diplomazia…

Una vita per una vita.

Lisbeth Mohagan Wickerlane.

Che nome da nobildonna inglese, vero?

Beh, in effetti è proprio quello che è.

Ecco, ora vi vedo mentre immaginate una donna altezzosa con un cocktail in mano e la borsetta di Prada che fa pendant con il tailleur da migliaia di euro.

Ok, un po’ ci avete azzeccato.

In compenso la bella Lisbeth è ANCHE (soprattutto?) una delle migliori spie al servizio di sua maestà…

Purtroppo la copertura dell’affascinante dama è saltata, chiaramente a causa di qualcuno che sta facendo il doppio (triplo?) gioco. Continua a leggere “Missione Undersea di Stephen Gunn”

Per tutte le donne di Cristina Saracano

La violenza di genere, si sa, commette ogni giorno vittime; anche chi si rivolge al pronto soccorso, o alle forze dell’ordine  per chiedere aiuto, molto spesso, non ottiene la giusta attenzione.

Se ne parla troppo, se ne parla troppo poco, le opinioni sono molto spesso discordi, io, come donna, vorrei semplicemente ricordare quanto danno le donne alla società con queste mie poche righe:

Indossiamo il pigiama per comodità,

anche per fare le pulizie,

portiamo a spasso i cani, giochiamo coi gatti,

alleviamo i figli, giochiamo e studiamo con loro,

li aspettiamo in cucina, alla stazione, o nel silenzio della notte.

 

Portiamo borsoni per la spesa

E borsette colme di necessità,

facciamo quadrare bilanci senza calcolatrice,

e combaciare ogni impegno come pezzi di Lego,

studiamo molto, per guadagnare poco,

ma sorridiamo, perché andrà tutto bene.

 

E se le botte fanno male,

le cattive parole, talvolta, possono essere anche peggio.

Siamo irose, umorali, prolisse: ognuna ha il suo difetto,

chiediamo solo un po’ di rispetto.

screenshot_2018-06-16-13-36-11-1165136800.png

#SalTo30, Una Mole di Libri

- Radical Ging -

Mi sono chiesto a lungo quale fosse il modo migliore per cominciare il blog, poi ho avuto un’epifania e mi sono detto, il Salone!

salto

Ormai quasi un mese fa, dal 18 al 22 maggio, a Torino si è tenuta la trentesima edizione del Salone Internazionale del Libro. È stata un’edizione speciale, non solo per il numero tondo, ma anche per la sentita partecipazione da parte dei cittadini. I torinesi hanno risposto con entusiasmo e vitalità al tentato “scippo” di Milano (vedi MITO, Salone dell’Auto etc.) creando una vera e propria comunità di lettori e affezionati del Salone.

Ho avuto il piacere di essere presente tutti e cinque i giorni, insieme al mio carissimo amico Marco, e, tranne il giorno d’apertura, non ci sono stati grandi problemi con le code, con tutto che l’affluenza era a livelli altissimi.  Rispetto agli anni precedenti gli spazi sono stati organizzati con più accortezza. Gli…

View original post 896 altre parole

Vita insalubre .

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

Che vita insalubre
in un mondo lugubre
con rapporti umani fallati
tutti come fratelli
come una famiglia
quando fa comodo
poi stronzi e ingrati in un batter di ciglia

Che vita insalubre
in un mondo quasi di tenebre
sotto un cielo inquinato da scie chimiche
e i motori delle macchine ancora a benzina
con la tv che ci appanica
con la Brexit e i cugini oltremanica
ed un femminicidio
un furto
una rapina

Che mondo insalubre
tra la democrazia diretta
e la vita indiretta

mentre li vedi tutti ancora li
poveri e belli
coi buffi fino al midollo
le tasse sempre col fiato sul collo
però l’abbonamento alle partite
ed il telefonino da nove piotte

Che mondo di merda
dove devi stare attento

quello che mangi

quello che vivi

a quello che speri

Che prima ci hanno insegnato
ad avere un conto in banca pieno…

View original post 94 altre parole

Il Diario – Ripropost – 2009 – Con lo stesso spirito, lo stesso blog

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

Nel 2009 scrivevo questo, ora visto che in gran parte riscriverei le stesse cose,volevo riproporre questo intervento per ricordare il senso del blog e portare avanti ciò che è stato e credo ancora ci sarà. Di quì collaborazioni, amicizie, condivisione dei momenti belli e brutti. Il blog alla fine non è che un aspetto di tutto questo. Grazie a tutti !!

Talvolta, rileggendo indietro nelle pagine del mio blog, mi rendo conto di come un po tutto cambia. Gli interventi, le poesie, le foto, mi riportano indietro alla mia vita di prima, a come ero. Mi prende malinconia per tutte le cose rimaste da dire, per tutte le cose che si potevano evitare. Rivedo i vecchi commenti, quelli del gruppo iniziale di amici e ripenso a Laura, a Martina, Alexis,Dada e Valeria, come forse per me uniche vere amiche che abbia conosciuto quì, poi, facendo mente localem mi rendo…

View original post 672 altre parole

Temo la gente frivola …

ℓα ροєѕια ροяτα ℓοиταиο - ροєτяγ gοєѕ Ꮠαя αωαγ 🇮🇹

Temo la gente frivola

temo la gente stupida

e squallida

stordita

e perbenista .

Gente che chiede favori

e quando li ha ottenuto

chi l’ha

chi l’ha più vista .

Temo la gente doppia e ambigua

davanti sorrisi amicali

di dietro un disegno meschino .

Temo la gente frivola

impacchettata bene

come la bella donna avvenente

che mi rinfaccia cose sensate senso

per mascherare il vuoto che hanno in loro .

Temo la gente

che scarica i problemi

e le colpe

e le ingiurie

temo quei prepotenti

che hanno sempre ragione loro .

Temo che un giorno

con l’avanzare degli anni

restino soli

e sconfotti

ed illusi

e racchiusi

nel fortino delle loro assurdità .

Non temo la vita affatto

se lontano anni luce da loro

avrò portato gioia a chi la apprezza

Quei pochi e veri e rari

diamanti di pura bellezza

che dentro me risplenderanno sempre !!

View original post 4 altre parole

Le più belle spiagge del Salento da visitare assolutamente

See Beauty Everywhere

Vieni a ballare in Puglia… c’è bisogno che ve lo dica? No, tanto sò già che lo farete!

Ma quali sono le più belle spiagge e le più belle località che non dovete proprio perdervi per immergervi nel mare più cristallino del Salento?

Chi già c’è stato lo sa, per visitare tutte le spiagge migliori bisogna un po’ sportarsi di qua e di la, da una costa all’altra, (quella Ionica a Ovest e quella Adriatica ad Est) e possibilmente in macchina. Ma ne vale la pena, per poter raggiungere i più bei porticcioli, calette, e spiagge Salentine! Leggete qua e non ve ne pentirete!!! Ve li indico alternando le due coste:

Baia dei Turchi – ADRIATICO

Situato nella provincia di Otranto, si raggiunge, non proprio facilmente tramite la litornaea, in prossimità dei Laghi Alimini, sulla Strada Provinciale 366, 73028, Otranto. Questa Baia è formata da più calette formatesi naturalmente…

View original post 586 altre parole

Le belle immagini della Lucania

Onda Lucana

Spinoso;tra Lago di Pietra e Monte Raparo

Tratto da:Onda Lucana®byAntonio Morena

Spinoso (PZ), Comune con circa 1600 residenti, geograficamente e’ posto in alta collina antistante la diga del Pertusillo ai piedi del monte Raparo. La sua storia remota piena di leggende tra le quali spicca quella che il luogo ove sorgeva il vecchio paesino chiamato con altro nome Carro Nuovo era pieno di serpenti mangiatori di bambini. Per questo motivo l’area fu abbandonato e il sito urbano fu ricreato ove oggi sorge con una nuova popolazione da prima i Greci per poi subentrare  gli ebrei della diaspora che restano nel tempo come nuovi ri-fondatori.

Link utili:

http://www.comune-italia.it/comune-spinoso.html

http://www.parcoappenninolucano.it/apl/portal?a=2951

http://www.aptbasilicata.it/Spinoso.345.0.html

https://ondalucana.com/2018/07/05/le-belle-immagini-della-lucania-42/

Mappa:

https://www.google.it/maps?newwindow=1&rlz=1C1CHZL_itIT735IT735&q=spinoso&um=1&ie=UTF-8&sa=X&ved=0ahUKEwiapqG8rNfbAhUKVsAKHfriBYsQ_AUICygC

Video:

Si ringrazia: Val d’Agri Web Tv  ,  PiccolaGrandeItalia.Tv  e Miriam Salerno , Miky Da Lioni , per le immagini tratte dal suo repertorio fotografico.

Tratto da:Onda Lucana®byAntonio Morena

View original post

MICHELE MIGLIONICO: HIGH FASHION EXHIBITION “MADONNE LUCANE. VESTITI CHE PROFUMANO D’INCENSO”.

Onda Lucana

MICHELE MIGLIONICO: HIGH FASHION EXHIBITION

“MADONNE LUCANE. VESTITI CHE PROFUMANO D’INCENSO”

 Nella suggestiva Chiesa consacrata settecentesca del Purgatorio in Matera  lo stilista Michele Miglionico celebra la sacralità dell’Alta Moda con l’evento “Madonne Lucane. Vestiti che Profumano d’Incenso.”.

“Madonne Lucane. Vestiti che profumano di incenso”  è il titolo della mostra allestita nella chiesa consacrata del Purgatorio a Matera che ha visto, con l’installazione di 30 outfits di Alta Moda, lo stilista Michele Miglionico raccontare attraverso un percorso eclettico e suggestivo il suo omaggio  al culto mariano in Basilicata.

Il percorso espositivo della mostra si articola attraverso 2 sezioni: le Madonne venerate e le donne in processione. Nella prima sono esposti abiti da sera ispirati alle varie Madonne venerate sul territorio della Basilicata come la Madonna del Carmine, la Madonna portata in trionfo vestita completamente di oro donato come ex-voto, la madonna della Bruna , patrona di Matera. Nell’altra le…

View original post 140 altre parole

BANZI E DINTORNI (Seconda parte)

Onda Lucana

a71f201cbf.jpg Immagine tratta da Web

BANZI E DINTORNI (Seconda parte)

Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna

Testimonianza di uno dei loro templi
sono i nove cippi dell’Auguraculum (o Templum in terris,
nel terreno conficcati ed alla loro sommità recanti i nomi di alcuni loro dei,
come Jovi (Juppiter) e Flus (Dea etrusca delle profondità e dell’oscurità).
Il sacredote (àugure)
con il volto verso mezzogiorno, in mezzo si disponeva
e, interpretando il volo degli uccelli,
a seconda della loro direzione, gli auspìci traeva.
Con l’arrivo (317 a.C.) nella zona dei Conquistatori (5),
Bantia, già così importante, ancor più divenne famosa,
allorché, come caposaldo) fu dagli stessi innalzata a Municipium.
Testimonianza di questo Municipio romano
è la Tabula Bantina, di bronzo ed opistografa,
due leggi su entrambe le facciate riportante:
la legge Sempronia, di Tiberio Sempronio Gracco, da una parte
e l’altra che comprendeva alcune norme
riguardante la carriera dei magistrati di…

View original post 96 altre parole

ISIM…

ISIM...Poesia...

…C’ era molta folla 
Troppa musica per le mie orecchie
Troppa felicità nei bicchieri 
Tutto era troppo per me 
Persino le donne tutte sporche di rossetto rosso con finti sorrisi 
Ero di troppo io 
Mi feci spazio tra la folla e scappai per trovare il silenzio 
Scrissi poche cose 
Era troppo anche tutto quel silenzio
Non mi bastava nemmeno tutto quel mare
Troppo amore nelle poesie 
Troppo buio troppa luce
E allora cosa voglio mi chiedo ?
Io voglio che sia troppa solo la vita che ancora non so di vivere
Per poter scrivere di quanta poca è la vita che non ci accorgiamo di vivere…IMG_20180611_143835

View original post

Italia paradiso dei viaggiatori in treno: a dirlo sono i tedeschi — QuiFinanza

Onda Lucana

Un servizio clienti impeccabile, che Deutsche Bahn può solo sognare: ogni 2 minuti un addetto alle pulizia passa nei vagoni e fa scomparire con discrezione i rifiuti”. Questo il giudizio di Der Spiegel, il principale settimanale tedesco, in un lungo articolo sullo stato delle ferrovie italiane.

Sembra incredibile, ma gli intransigenti tedeschi hanno espresso parole di apprezzamento per Trenitalia e la situazione dei treni nel nostro Paese.

L’articolo parla di treni puntuali, veloci e puliti e definisce l’Italia addirittura il “paradiso dei viaggiatori in treno”. Grande soddisfazione anche per la prenotazione gratuita del posto: “La prenotazione è obbligatoria e inclusa nel prezzo. Il personale si impegna affinché tutti si trovino a loro agio. Il controllore e il personale di bordo risultano ben curati e amichevoli, carrelli con bevande calde, fredde e snack circolano tra i binari. Immaginiamoci dunque delle Ferrovie che rispondono al loro dovere

View original post 207 altre parole

ISIM…

ISIM...Poesia...

Fisso il ghiaccio nel bicchiere dopo aver finito di bere

Lentamente si scioglie come fa il tempo con la vita

Al bicchiere però posso aggiungere gin quanto ne voglio

Col tempo che passa sulla vita è inutile non si può far nulla

Vorrei togliere anni togliere errori ma quel che è fatto è fatto

Allora fisso la vita come faccio col ghiaccio aggiungendo anni come fossero gin

È tutto qui la vita è un gin tonic

Ghiaccio gin tonica

Bevo finisco ribevo

Ed è proprio quando ribevo che capisco i sorsi di quello passato

Tre cubetti di ghiaccio uniti a dodici dita di gin e altre ventiquattro di tonica danno vita ad un senso ancora incompiuto

Restando fisso su quel senso penso sempre non alla fine ma come è cominciata …

View original post

ISIM…

ISIM...Poesia...

La pioggia mi lavo’ dal peccato

Leggera l’anima respirò dentro di me

Subito ordinai da bere poiché l’amore lo sentivo battere più forte che mai

Osservavo la gente le cose il tempo con più calma

Osservavo persino le donne con meno voglia

Era l’amore quel maledettissimo amore

Ordinai ancora da bere più bevevo più il suo grido diminuiva

Mi sporcai ancora di quel peccato

Buttai giù il terzo e solito drink

Fissai il mio sguardo sulla bocca di una donna che sentendosi toccata corse in bagno

La segui’ e riuscii a convincerla a venire al mare con me

Ma sia il peccato che l’amore gridavano dentro di me sempre più forte

Chiusi gli occhi e baciai la bocca di quella donna

Riaprii gli occhi e le chiesi di lasciarci andare all’istinto

Il peccato mi regalò un attimo

L’amore poteva regalarmi un’eternità

È da lì attendevo ancora la pioggia …

View original post

Spaghetti con vongole e asparagi

Onda Lucana

Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Nicola Gallo.jpg Immagine tratta da repertorio di Onda Lucana by Nicola Gallo 2018

Spaghetti con vongole e asparagi

Tratto da:Onda Lucana®byNicola Gallo

Un primo piatto tra mari e monti simbiosi d’insieme dei luoghi italici senza confini.

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 di spaghetti;
  • 400g di vongole;

  • 200g di asparagi;

  • 1 spicchio d’aglio;

  • olio evo q.b;

  • sale q.b;

  • timo q.b.

Preparazione

Mettere a spurgare in una ciotola le vongole coprendole d’acqua per circa 1 ora , cambiandola un paio di volte . In un ‘ampia padella, fate soffriggere per circa un minuto lo spicchio d’aglio con un filo d’olio. poi aggiungete gli asparagi tagliati a forma di piccole rondelle e fate cuocere per due minuti.

Unite le vongole , coprite la padella e fate cuocere a fuoco alto per circa 7 minuti . Lessate gli spaghetti in acqua abbondante e salata. Scolateli al dente, trasferiteli nella padella delle vongole ,aggiungete…

View original post 29 altre parole

Turistas en el Otro Mundo

Las crónicas del Otro Mundo

Vamos a intentar con todas nuestras fuerzas ser escuetos (aunque eso es algo que nos suele costar lo suyo, lo sabéis bastante bien), porque pretendemos que esta entrada no pertenezca a sus autores, sino a todos vosotros.

Como la mayoría habrá podido comprobar, sin previo aviso el pasado viernes día ocho la plataforma de Amazon se sacó de la manga una rebaja del 80% en el ebook de nuestro Otro Mundo hecho novela. Es cierto que no ha sido la primera vez, pues el año pasado nos vimos sorprendidos por el mismo descuento en el que ha sido nombrado el Día Mundial deLCDOM, 6 de mayo, en el cual nuestra criatura se desperdigó de forma impensable por Europa y el Nuevo Mundo y se aupó al número uno de varios rankings. Como veis, más de un año después seguimos presumiendo de ello… y lo seguiremos haciendo por…

View original post 482 altre parole

IL FILO SPEZZATO

miriammessina

Non pensare che se spezzi il filo che ti collega a una persona, poi col tempo quella persona sarà ancora tua. Non sempre il tempo è galantuomo. La maggior parte delle volte il tempo separa e basta, e ogni volta che quella persona avvertirà la tua mancanza e tu non ci sarai, poi quello strappo non lo potrai rattoppare più, perché a forza di rammendi il tessuto si logora e non ne resterà più nulla.

– Miriam Messina

View original post

La Basilicata Carolina

Skeggvaldr

Seminario di Studio La Basilicata Carolina (1734 – 1759). La “stretta via” del Riformismo, Potenza, Università degli Studi della Basilicata 14 dicembre 2017
“Si tratta di un convegno di alta valenza scientifica perché vede insieme, oltre l’Università degli studi della Basilicata, anche le Deputazioni di Storia Patria della Basilicata e quelle di Calabria, Puglia, Abruzzi… con un convegno che affronta il problema delle riforme a partire, in questo caso, dalla stagione carolina…” ha dichiarato il presidente della Deputazione Lucana di Storia Patria, il professor Antonio Lerra, che commenta l’evento di alto profilo promosso dalla Deputazione Lucana di Storia Patria, in collaborazione con la Giunta Centrale per gli Studi Storici e l’Ateneo lucano, inoltre, con la partecipazione della Deputazione di Storia Patria per la Calabria, la Società di Storia Patria per la Puglia e la Deputazione di Storia Patria negli Abruzzi. Importate questo evento poiché vi è un coordinamento degli istituti…

View original post 2.549 altre parole

C’eravamo tanto amati – Ettore Scola

L'emporio circolare

Antonio (Nino Manfredi), Nicola (Stefano Satta Flores) e Gianni (Vittorio Gassman) sono tre partigiani che partecipano alla resistenza durante la Seconda Guerra Mondiale. Dopo la liberazione si separano: Antonio va a Roma e lavora come portantino all’ospedale dove conosce Luciana (Stefania Sandrelli) e se ne innamora, Nicola ritorna a Nocera Inferiore, si sposa e diventa insegnante al ginnasio mentre Gianni va a Pavia per terminare gli studi in giurisprudenza. Tempo dopo Antonio e Gianni si incontrano

View original post 887 altre parole

Gita a Como di un giorno

Aquilone di pensieri

comoinungiorno
To Como, With Love!

Una Como letteraria

Una gita a Como è d’obbligo, almeno una volta nella vita. È una cittadina davvero magnifica. Si respira un’atmosfera molto particolare, come se non si potesse fare a meno di immaginarla all’interno di qualche romanzo. Ed, effettivamente, la letteratura ci fornisce qualche esempio di storia ambientata a Como: Alessandro Manzoni collocò diverse vicende dei Promessi Sposi proprio qui; Antonio Fogazzaro scelse Como per fare da sfondo ad alcuni espisodi del suo romanzo gotico Malombra e persino l’americano Mark Twain parlò della città all’interno del suo Gli Innocenti all’Estero.

D’accordo, dopo questa poetica introduzione (si fa per dire!) direi che possiamo iniziare la nostra gita tra le principali attrazioni di Como.

Electric Life

Da cosa cominciare?

Se viaggiate in treno, sappiate che la stazione ferroviaria di San Giovanni è davvero a due passi dal centro. In breve tempo si può infatti raggiungere…

View original post 467 altre parole

Il primo giorno di apertura

Piccole nonne crescono

Ieri è venuta a trovarmi la mia amica Cooky e siamo andate in piscina. Nel primo giorno di apertura.

Varcata la soglia selezioniamo un bagnino e gli chiediamo dove possiamo accomodarci. Lui, col sorriso tipico di chi sa infondere sicurezza, ci risponde: “Credo ovunque, io sono nuovo qui”.

Ah ecco, Cooky ed io ringraziamo e proseguiamo.

Ci disponiamo quindi ovunque sui nostri lettini.

Dopo mezz’ora sento già bruciare ardentemente una coscia. Mi guardo ed è tra il rosso e il viola, il tipico colore dell’amarena sul cornetto Algida.

Andiamo poi al bar per un caffè. Al bancone la ragazza, alle prime armi, consulta scrupolosamente il listino prezzi.

Terrore. E ora a quanto ce lo metterà un caffè?

La ragazza ce li prepara con dedizione e stupore di se stessa e ci dice: “Sono un euro a testa”

Lo beviamo e…bleah! Forse ha sbagliato gli ingredienti?

Intanto il mondo va…

View original post 115 altre parole

Cioccolato fondente e cocco

Piccole nonne crescono

E’ ufficialmente aperta la stagione dei gelati. Le gelaterie fioriscono in ogni angolo e io ho già sviluppato una sorta di dipendenza, soprattutto alla sera dopo una lunga giornata di cibi leggeri.

I buoni propositi mi spingono sempre ad uscire quasi già in pigiama per una coppetta al gusto frutta, ma arrivata al paese della cuccagna è difficile mantenere la mia posizione. Creme, creme a volontà.

L’altra sera sono uscita per comprarne tre di gelati. Ma uno solo per me. Crema e nocciola, liquirizia e menta e cioccolato fondente e cocco. La gelataia, quando richiedo gli ultimi due gusti esclama: “Che bello fai il Bounty!”

Io mi illumino e urlo: “Sì è il mio! È proprio il mio quello!” Con un entusiasmo da prima elementare.

Mi rimane un sorriso sulle labbra come se mi avesse fatto un complimento personale, tipo che bella piega che hai o qualcosa del genere.

Mi…

View original post 97 altre parole

La maionese

Piccole nonne crescono

Erano giorni che avevo voglia di maionese. Ma di quella buona fatta in casa, quella che mangi col cucchiaio come se fosse crema pasticcera. Essendo Olly, mia mamma, fuori zona, decido di arrangiarmi da sola. “La sua è davvero super” penso “Cercherò di eguagliarla!”

Apro la dispensa e cerco il necessario per mettermi all’opera, ma ho solo…le fruste elettriche. Nient’altro. Esco e vado al supermercato, metto Arturo sull’apposito carrello per cani di taglia piccola e gli dico di stare giù. Lui si sporge e lo porto in giro tra le corsie a mo’ di vedetta.

Puntiamo verso le uova, 6 possono bastare, poi ci servono una bella bottiglia di olio di qualità e due limoni.

Arrivata a casa rompo le uova in una grande scodella, inizio a frullare ed ecco uno tsunami giallo che si propaga verso il muro. “Vabe’ dai è normale, non sono mica Suor Germana” penso e…

View original post 126 altre parole