Dipendenza da videogiochi, per Oms è malattia mentale – Tgcom24

L’Oms ha riconosciuto ufficialmente la dipendenza da videogame come una patologia. Il “gaming disorder” è stato infatti inserito nel capitolo sulle patologie mentali dell’International Classification of Diseases, l’elenco delle malattie. La dipendenza da gioco digitale consiste in “una serie di comportamenti persistenti o ricorrenti che prendono il sopravvento sugli altri interessi della vita”… continua su: Dipendenza da videogiochi, per Oms è malattia mentale – Tgcom24

Svezia, sparatoria in centro a Malmoe: almeno 5 feriti, è caccia all’uomo – Tgcom24

L’aggressione è avvenuta mentre i tifosi stavano festeggiando la vittoria sulla Corea del Sud ai Mondiali. Un uomo armato ha aperto il fuoco in pieno centro a Malmoe, in Svezia, ferendo almeno cinque persone. La sparatoria è avvenuta mentre i tifosi stavano celebrando la vittoria sulla Corea del Sud ai Mondiali. L’aggressore, secondo quanto riferito da alcuni testimoni, avrebbe usato un’arma semiautomatica. La polizia ha subito isolato la zona e ha lanciato la caccia all’uomo. Secondo le autorità, “non si tratta di terrorismo”… continua su: Svezia, sparatoria in centro a Malmoe: almeno 5 feriti, è caccia all’uomo – Tgcom24

Nouvelle Cousine

Diario di una Zingara

192032e9-e05f-403d-bfc9-340ec4265bb3.

A quanto pare una delle novità culinarie sulle tavole degli Italiani potrebbero essere gli insetti.

Pare anche che il 54% delle persone sia contrario a quest’introduzione, nonostante nel mondo quasi 2 miliardi di persone li consumino abitualmente.

Voi siete pronti a sfogliare il menù al ristorante?

Grilli al curry

Cimici al latte di cocco

Spiedini di Millepiedi

Vermi giganti in brodo

Hamburger di Tarantole

Farfalle in tempura

Ragù di Scarabei

Crostata con crema e Bachi da seta

Intanto il Toddler oggi ha assaggiato una coccinella trovata sul davanzale, ha il palato raffinato lui.

View original post

Reinventarsi

Diario di una Zingara

Sta sera abbiamo un aperitivo ed una cena, in quel di Firenze, con amici che non vedevamo da tanto e che non hanno ancora mai visto la piccola belva di casa.

Sono quasi le quattro del pomeriggio, anche detta ora di merenda, e devo ancora farmi una doccia, fare il bagnetto alla suddetta belva e quindi asciugare il bagno, vestire entrambi e magari andare a fare la piega.

E partire: giochi sufficienti per il viaggio, autostrada e parcheggio relativamente vicino al Ponte Vecchio. Da casa a Firenze ci vuole circa un’ora, senza traffico, si intende.

Preparo uno yogurt e qualche biscotto sul seggiolone e Peppa Pig in tv, intanto posso stirare i pantaloni color lampone (è la commessa che li ha definiti così) che ho intenzione di mettere.

Una delle parole che spesso sento associare alla figura materna è Reinventarsi, preceduta solo da nientesaràmaipiùcomeprima.

Reinventarsi.

Molto fantasioso e poco rappresentativo.

View original post 68 altre parole

Tagli

Diario di una Zingara

E possiamo desiderare di avere i capelli lisci o ricci.

Possiamo desiderare di essere magri, con gli addominali scolpiti, con le tette grandi o i pettorali definiti.

Possiamo desiderare una pelle abbronzata e delle gambe più lunghe.

Possiamo desiderare di essere più spigliati, più colti, più interessanti, più indipendenti, più.

PIU’.

E sono quei desideri che spengono il sorriso.

Domenica scorsa siamo andati ad una manifestazione di fumetti e cosplayer. C’era una ragazza bellissima che indossava un costume striminzito di qualche anime giapponese; alta, magra e con il naso all’insù. L’abito lasciava le braccia scoperte, ho notato tante cicatrici bianche e parallele. Ci saranno stati almeno trenta tagli, non esagero, partivano dal polso ed arrivavano oltre il gomito, nella parte interna del braccio.

E se invece, almeno per una volta, provassimo a vedere quello che ci piace di noi? Siamo bravi a vedere i difetti e molto meno per quanto…

View original post 19 altre parole

Non sei un numero

Diario di una Zingara

Forse un giorno farai un tatuaggio, partirai per un viaggio che ti cambierà, avrai un bar di fiducia e ti fiderai di chi non ti merita.

Forse un giorno andrai all’università o diventerai un parrucchiere, ti innamorerai della persona sbagliata, odierai la matematica.

Forse suonerai la batteria, forse imparerai a fare il formaggio, forse diventerai un ingegnere aerospaziale.

FARAI.

DIVENTERAI.

SARAI.

Il futuro è solo tuo. Ma ricordati che non sarà mai un voto in pagella. Tu non sarai mai quel 10, quel 30 e lode o quel 18.

La tua vita sarà circondata da numeri, ma tu non sarai mai un numero.

Tutti i figli dovrebbero ricevere un regalo così.

Buonanotte.

View original post

L’Impero d’Europa

Skeggvaldr

“…del mio signore e re Carlo, che mi ha nutrito, ed è stato re eccellentissimo e giustamente famosissimo..”

Così scriveva Eginardo, nel celebre Vita Karoli, declamando l’importanza dell’amato imperatore che rivitalizzò un titolo riservato solo ed esclusivamente all’oriente.
La biografia, risalente tra 830-833, celebra Carlo Magno e la sua dinastia nutrendo particolare interesse per l’esaltazione dinastica, presente già ai tempi dei re Merovingi, sia quella della persona intima, lasciando intuire come questo grandioso personaggio abbia lasciato il segno durante la sua vita.
Il celebre testo individuabile come una importante fonte agiografica, ricalca anche le sorti e le vicende inerenti alla forza politica e militare di Karolus Magnus, dalla campagna in Spagna a quella in Sassonia, alla lotta agli Àvari, analizzando quella che ad oggi viene considerarsi la premessa dell’Europa.

Einhard_vita-karoli_13th-centVita Karoli, illustrazione di un manoscritto del XIII secolo, St Gallen – Stiftsbibliothek.

Il tema dell’Europa, oggi attuale più che mai…

View original post 930 altre parole

Il cambiamento… di Roberto Cresta

Il cambiamento… di Roberto Cresta

premier-governo

https://appuntialessandrini.wordpress.com

Ieri primo giugno 2018 hanno prestato giuramento i Ministri del Governo del Cambiamento.

Sicuramente il voto del 4 marzo scorso ha determinato un sensibile cambiamento nel quadro politico generale: in estrema sintesi appare chiaro che si è compiuta l’eutanasia del centrosinistra (peraltro già verificatasi in altre parti d’ Europa), la Lega si è affermata a livello nazionale e il M5S ha consolidato un consenso già in crescita da tempo. Tra le possibili “combinazioni” per formare il Governo, e al termine di una procedura a dir poco travagliata, il risultato è stato raggiunto.

Ora è lecito chiedersi: cosa cambierà (in meglio o in peggio)?

L’ unica fonte ufficiale per farsi un’idea al riguardo è il “contratto” Di Maio- Salvini. Continua a leggere “Il cambiamento… di Roberto Cresta”

Anna, di Nuccio Lodato

Anna, di Nuccio Lodato

trip

Indicibilmente triste, il sapere diventato orfano.
Elias Canetti, “Il libro contro la morte”

https://appuntialessandrini.wordpress.com

Nel 1983 il Natale era caduto di domenica. Per terra c’era la neve.Ma già quella prima, il 18, il giardino del laghetto dei cigni ad Alessandria appariva stracarico dell’abbondante precipitazione dei giorni precedenti. La si scorgeva dalle finestre del salone al primo (o secondo?) piano in cui, all’epoca, era ospitata la biblioteca del Teatro Comunale, ricca di fresco del Fondo Adelio Ferrero, che sarebbe andato imperdonabilmente distrutto nella catastrofe amiantifera impunita del 2010. Continua a leggere “Anna, di Nuccio Lodato”

Le piante migliorano la qualità della vita, di Pier Carlo Lava

Le piante migliorano la qualità della vita

Tre platani da abbattere ai giardini pubblici, verranno sostituiti, oppure no come al solito?

di Pier Carlo Lava

Alessandria, apprendiamo che l’Assessore ai lavori pubblici e al verde urbano Giovanni Barosini ha comunicato che verranno abbattuti tre platani nell’area dei giardini pubblici della stazione ferroviaria, lato piazza Garibaldi.

Una decisione che fa seguito alla caduta di un platano nella notte fra il 4  e il 5 aprile  e ad una successiva verifica tecnica in zona, dalla quale sarebbe emersa la necessità abbatterne altri tre, in quanto risulterebbero a rischio caduta. Continua a leggere “Le piante migliorano la qualità della vita, di Pier Carlo Lava”

Rider, Di Maio: “Le piattaforme hanno accettato un tavolo di contrattazione per costruire un nuovo modello” – Il Fatto Quotidiano

“Ci sono due strade possibili: il governo fa una norma dicendo questo è l’inquadramento, questa è la retribuzione, queste sono le tutele. L’altra strada è aprire un tavolo di contrattazione tra le piattaforme e i rider e costruire assieme un nuovo modello. Ho proposto questo alle piattaforme. Mi è stato detto che sono disponibili”. Dopo l’incontro […]… continua su: Rider, Di Maio: “Le piattaforme hanno accettato un tavolo di contrattazione per costruire un nuovo modello” – Il Fatto Quotidiano