DIALOGHI APERTI

 ” Sognando di aprire più in fretta gli occhi

con la bocca asciutta di paura

e il cuore a  100 al ora

sono immersa in un sognando d’incubo.

Sulle montagne russe in mezzo al mare

con la bicicletta su un muro strettissimo

provo a bilanciarmi,

muri umidi di vecchie taverne mi circondano.

Nella sedia freudiana girata al incontrario

mi ci affondo

con il peso dell’incertezza incrollabile

in attesa del verdetto solito e cupo,

che conosco benissimo

ma non riesco a fare a meno

a quanto pare.

Sognando l’alba che poggia il suo manto di luce

sulle onde del mare

e unitasi con la musica del coro marino

mi addormento dolcemente

per la metamorfosi

di una nuova vita ”

Lilli.

View original post