Migranti: Usa, giudice ordina ricongiungere famiglie – Nord America – ANSA.it

Entro 30 giorni, 14 se bimbi hanno meno di 5 anni. Melania verso nuova visita a centro diaccoglienza (ANSA)

Un giudice della California ha ordinato alle autorità di frontiera degli Stati Uniti di riunire le famiglie separate entro 30 giorni. E se i bambini hanno meno di 5 anni, devono essere ricongiunti ai genitori entro 14 giorni dall’ordinanza, rilasciata ieri sera.

Il giudice distrettuale statunitense Dana Sabraw ha emesso a San Diego l’ordine nell’ambito di una causa intentata dall’American Civil Liberties Union, una ong che difende i diritti civili e le libertù individuali. La causa riguarda una bambina di 7 anni che è stata separata dalla madre congolese e un ragazzo di 14 anni che è stato separato dalla madre brasiliana. Sabraw ha anche emesso un’ingiunzione nazionale sulle future separazioni familiari, a meno che il genitore non sia ritenuto inadatto. Più di 2.000 bambini sono stati separati dai loro genitori nelle ultime settimane e collocati in rifugi sotto il controllo del governo. Il presidente americano Donald Trump la scorsa settimana ha emesso un ordine esecutivo per fermare la separazione delle famiglie e ha detto che i genitori e i figli saranno invece detenuti insieme… continua su: Migranti: Usa, giudice ordina ricongiungere famiglie – Nord America – ANSA.it

Lifeline, la nave ha attraccato a Malta. 8 Paesi: “Sì a redistribuzione dei migranti” Ma Berlino si tira fuori: “Nessuno da noi” – Il Fatto Quotidiano

L’odissea della Lifeline si è conclusa poco dopo le 19. La nave carica di migranti bloccata da sei giorni nel Mediterraneo è sbarcata a Malta e le 234 persone a bordo verranno ripartite tra otto paesi Ue: oltre a Malta, Italia, Francia, Irlanda, Portogallo, Belgio, Olanda e Lussemburgo. Non andranno, invece, in Germania, che pure negli […] continua su: Lifeline, la nave ha attraccato a Malta. 8 Paesi: “Sì a redistribuzione dei migranti” Ma Berlino si tira fuori: “Nessuno da noi” – Il Fatto Quotidiano

Pane self-service 24 h su 24h

Creando Idee

Dieci secondi per avere una baguette calda. A qualsiasi ora del giorno, e della notte. In Francia basta inserire un euro in un distributore automatico di pane per portarsi a casa un filone di pane croccante appena sfornato. Anche quando i negozi sono chiusi da un pezzo. Il distributore non chiude mai. E’ in funzione 24 ore su 24. Sette giorni su sette. Il pane è precotto e congelato. A controllare che la macchina funzioni senza imprevisti c’è un servizio di sorveglianza sempre attivo. Ad inventare la macchina, ribattezzata “Pani vending”, Jean-Louis Hecht, panettiere 57enne, vincitore del concorso di invenzioni Lepine. A ispirarlo è stata la voglia di passare le serate a casa con la famiglia piuttosto che in laboratorio ad aspettare i clienti ritardatari che bussavano al suo negozio per avere una baguette in orario di chiusura. Venti distributori sono già stati installati nella zona Est della Francia. Alcuni…

View original post 8 altre parole

Pennac

Pensieri sparsi

La natura aveva attribuito a Julie il ruolo della bella donna. Prima il bel neonato, poi la bambina radiosa, l’adolescente incomparabile e infine la bella donna. Questo le creava come un vuoto attorno: la distanza dell’ammirazione. Appena la vedevano, si ritraevano, per quanti fossero. Ma la distanza era resa elastica dal desiderio di avvicinarsi, di sentire l’odore di quel corpo, di penetrare l’alone di quel calore, di toccarla insomma. Erano attratti e tenuti a distanza. Julie conosceva da sempre la sensazione di vivere al centro di uno spazio pericolosamente elastico, costantemente teso. Pochi avevano osato penetrare in quel cerchio. Eppure non era una donna altera, aveva soltanto acquisito molto presto lo sguardo delle persone molto belle: uno sguardo senza preferenze.

(D. Pennac, La prosivendola)

View original post

Sentry #1 Review: An Intriguing Issue Of Superhero Addiction And Mental Health

The Comic Vault

Everyone has their own definition of a superhero. Some people might see them as invincible powerhouses that can overcome any challenge. But many superheroes struggle with their mental health, and the Sentry is one of the best examples. Sentry #1, written by Jeff Lemire, sees the Golden Guardian return in a new series. Yet the return of Sentry also heralds the return of his dark alter ego, The Void. Sentry #1 brings up the idea of whether being a superhero can turn into a drug, so there’s a lot to be intrigued about.

View original post 456 altre parole

Cose così

Pensieri sparsi

Mio figlio e’ di là che dorme ancora. Lo aspettano anni e estati meravigliose. Quelle in cui si puo’ godere di ogni attimo di liberta’.
Una mia carissima amica stamane sta facendo la prima visita per iniziare cure chemioterapiche.
Io sono qui che guardo le nuvole . Inspiro profondamente.
Non ho voglia di fare bilanci. Di pensare al passato né al futuro.
Sono felice di esserci .
Di essere ora.
Di esserci nel “mio” tempo.
Buona giornata.

View original post

Il gelato arriva nel mondo del salato

Creando Idee

Ai gamberi, alla maionese, al pesto genovese, al pomodoro e basilico, al formaggio alla senape. E’ scoppiata l’estate e arrivano immancabili le scuole dedicate, cooking-show e manifestazioni, ma anche singole gelaterie che presentano vaschette di gelato dai gusti anticonformisti. Ai gamberi & lime sulla zuppa thailandese, ai capperi sul tonno, alla senape sull’hamburger di asina: se ne assaggeranno di originali e stravaganti. Perché il gelato, dopo essersi imposto come prodotto anche d’inverno sorpassando le abitudini stagionali, ora ha superato anche un altro confine: quello tra dolce e salato.Nelle gelaterie e nei ristoranti spuntano gusti prima impossibili  prodotti con verdure, carni, pesci,formaggi ripescando un’idea meno nuova di quanto si possa credere. Infatti già negli anni ’60 Matteo Napoli, fondatore della “Gelateria Matteo” era noto per i suoi “gusti strani”: baccalà, pasta e fagioli, broccoli, cipolla e patate. E il collega Enzo Vannozzi nella storica gelateria di Viareggio aveva dato il…

View original post 164 altre parole

L’acqua è un bene pubblico e le fontanelle sono un servizio sociale, di Pier Carlo Lava

L’acqua è un bene pubblico e le fontanelle sono un servizio sociale, di Pier Carlo Lava

font foto-419 copiafont foto-420font oto-422 copia

di Pier Carlo Lava

Alessandria: L’acqua è un elemento essenziale per la vita, se un giorno venisse a mancare, la Terra diventerebbe una landa desolata e rocciosa. Il nostro pianeta visto dallo spazio appare come una “biglia blu” per via della predominanza dell’elemento acqua. Ciò nonostante, l’acqua è una risorsa poco disponibile ed iniquamente distribuita. Soltanto il 3% è acqua dolce e solo 1/3 può essere utilizzato dall’uomo, dato che i restanti 2/3 sono trattenuti nei ghiacciai e nelle nevi permanenti.

L’acqua è una risorsa limitata, fonte di vita e alla base di ogni attività antropica, dal bere al lavarsi, indispensabile per coltivare la terra e per produrre gran parte del cibo necessario al sostentamento dell’umanità. Continua a leggere “L’acqua è un bene pubblico e le fontanelle sono un servizio sociale, di Pier Carlo Lava”

Fatemi votare qualcuno che non sia anticasta

Fatemi votare qualcuno che non sia anticasta

Fabbio

Fi e PD si trovano un grande spazio politico a disposizione, ma nessuno dei due pare essere in grado di approfittarne. Perché ognuno guarda sbagliando ai propri guai…

di Piercarlo Fabbio Alessandria

http://www.fabbio.it/

Si sprecano suggerimenti a Berlusconi e al PD (non tutti da quelle parti tifano per Renzi) su come uscire dalla crisi e non rischiare di scomparire dal sistema politico italiano. E dire che lo spazio per l’antipopulismo sarebbe anche grande.

Eppure, anziché tentare di coglierlo, in Forza Italia si pensa come ricambiare per l’ennesima volta la classe dirigente pescandola da una società civile ormai stremata dai continui prelievi della politica dell’ultimo ventennio, mentre nel PD prevale l’asilo dei dirigenti che confliggono con dichiarata virulenza, ma solo a parole.

Il primo dei due cerca un’alternativa a se stesso, senza richiamarsi a se stesso. Il secondo mira all’implosione, senza neppure pensare di mettere la testa fuori dalla sede per vedere se qualcuno passasse di lì e magari fosse disposto ad entrare. Continua a leggere “Fatemi votare qualcuno che non sia anticasta”

C.I.S.S.A.C.A: Associazione Abilitando e il Rotary International promuovono un’azione di sostegno a favore dei bambini affetti da autismo.

C.I.S.S.A.C.A: Associazione Abilitando e il Rotary International promuovono un’azione di sostegno a favore dei bambini affetti da autismo.

cissaca.jpg

Alessandria: Giovedì 28 Luglio 2018 alle ore 17.00 presso la sala riunione del C.I.S.S.A.C.A, l’Associazione Abilitando e il Rotary International promuoveranno un’azione di sostegno a favore dei bambini affetti da autismo.

L’associazione Abilitando in collaborazione con il Rotary Club di Alessandria, donerà al C.IS.S.A.C.A., Consorzio dei Servizi Sociali dei Comuni dell’alessandrino, due comunicatori Needius Blu(e), per aiutare i bambini autistici a comunicare con l’utilizzo della CAA, metodo di comunicazione aumentativa alternativa.Grazie al finanziamento del Grappolo un comitato composto da diversi Rotary Club del basso Piemonte e della Liguria, l’Associazione Abilitando è riuscita a completare con consulenza mirata in ambito tecnologico, un progetto inerente l’inserimento scolastico e sociale di persone con disabilità. Continua a leggere “C.I.S.S.A.C.A: Associazione Abilitando e il Rotary International promuovono un’azione di sostegno a favore dei bambini affetti da autismo.”

Alessandria: Da venerdì 29 giugno la riapertura del tratto di via Piacenza

Alessandria: Da venerdì 29 giugno la riapertura del tratto di via Piacenza

Comune

Si comunica che il tratto stradale di via Piacenza compreso tra via San Lorenzo e via San Giacomo della Vittoria nel centro storico della Città di Alessandria — oggetto in questi giorni di lavori di manutenzione straordinaria della pavimentazione in porfido — sarà riaperto il prossimo venerdì 29/06/2018.

SERENA SOLITUDINE, Autocitazione di Miriam Maria Santucci autrice

SERENA SOLITUDINE, Autocitazione di Miriam Maria Santucci autrice

Serena solitudine

(Non sempre la solitudine è triste 🙂

SERENA SOLITUDINE

«Ci sono momenti di serena solitudine che vorremmo non finissero mai. Si diventa sempre più invisibili e sappiamo che oltre la curva che nasconde il resto del mondo, troveremo tutto il frastuono di coloro che ci passano accanto, senza minimamente accorgersi della nostra presenza.»
(Miriam Maria Santucci)

Autocitazione tratta dalla raccolta “Oltre l’Orizzonte”

© Copyright 2018- Miriam Maria Santucci

Festa Provinciale ANPI di Casale Monferrato, difendere i valori costituzionali nati dalla Resistenza

Festa Provinciale ANPI di Casale Monferrato, difendere i valori costituzionali nati dalla Resistenza

anpi-sarajevo-rewind-comunicato

Il direttivo della sezione ANPI di Casale Monferrato ringrazia le autorità civili, militari e religiose intervenute, portando il loro saluto, alla Festa Provinciale svoltasi per la prima volta nella nostra città. Manifestazione resa possibile grazie all’impegno di tanti iscritti e simpatizzanti che hanno prestato generosamente la propria opera.

La festa ha avuto un buon successo di pubblico sia per quel che concerne la partecipazione alle iniziative culturali sia per quel che riguarda l’aspetto eno-gastronomico. Continua a leggere “Festa Provinciale ANPI di Casale Monferrato, difendere i valori costituzionali nati dalla Resistenza”

CISL: BORSE DI STUDIO PER I FIGLI DEGLI ISCRITTI CISL SCUOLA ALESSANDRIA ASTI   DIPLOMATI ALL’ESAME DI STATO

CISL: BORSE DI STUDIO PER I FIGLI DEGLI ISCRITTI CISL SCUOLA ALESSANDRIA ASTI   DIPLOMATI ALL’ESAME DI STATO

Tempo di esami di maturità: come ogni anno  la Segreteria Cisl  Scuola Alessandria Asti  indice un bando per l’assegnazione di due borse di studio per i figli dei propri iscritti.  Possono partecipare all’assegnazione delle Borse di Studio CISL SCUOLA ALESSANDRIA-ASTI gli alunni dell’ultimo anno delle Scuole Secondarie di Secondo Grado delle province di Alessandria e Asti, che abbiano superato l’Esame di Stato 2017/18 con un punteggio di almeno 90/100, e che  siano figli di iscritti alla CISL SCUOLA  AL AT con tessera in delega tesoro e validità da almeno un  anno scolastico. Continua a leggere “CISL: BORSE DI STUDIO PER I FIGLI DEGLI ISCRITTI CISL SCUOLA ALESSANDRIA ASTI   DIPLOMATI ALL’ESAME DI STATO”

Il moderno Casanova, di Antonietta Fragnito

Il moderno Casanova, di Antonietta Fragnito

tumblr_nxozp6ubcY1thgkcuo1_250
Foto da Tumbir

Sentite questa.

Tempo fa mi arriva una richiesta di amicizia.
Subito dopo puntuale arriva il ringraziamento, con ovvio quadretto eccentrico.
Poi mi fa: “Ciao bella, mi ha colpito il tuo volto”.
Allora io gli dico che le foto che ho postato sono molto datate .
Lui : “Scusa ma quanti anni hai?”
Io rispondo: 92.
Lui mi fa: “Perdonami vorrei stare a chiacchierare un po’ con te, ma debbo correre in bagno, mi scappa”. 😁

A sinistra di Charlie Brown, di Massimo Gramellini

A sinistra di Charlie Brown, di Massimo Gramellini

https://www.corriere.it

Dopo avere scolorito anche le regioni rosse, la sinistra si interroga. Ma non è dai giorni della caduta del Muro che si interroga? Possibile che in ventinove anni nessun maturando le abbia ancora passato sotto banco la risposta? Si può condensare la storia di un movimento politico in un rosario di domande? Chi siamo? Come ci chiamiamo? La terza via esiste o è meglio lasciar decidere al navigatore? Fare le riforme con Berlusconi sarà peccato? Farsi fregare da Berlusconi sarà scontato? Chi ha baciato il Rospo, può mangiare la Mortadella? Rutelli è troppo bello per essere Amato? D’Alema è più simpatico che intelligente? Veltroni e Gentiloni fanno rima con «state bboni»? Rottamare significa non dovere mai dire «mi dispiace»? Continua a leggere “A sinistra di Charlie Brown, di Massimo Gramellini”

QUESTIONE DI CUORE, di Miriam Maria Santucci autrice

QUESTIONE DI CUORE, di Miriam Maria Santucci autrice

questioni

QUESTIONE DI CUORE

«Si può essere vivi e considerati morti da chi ci ha espulsi dalla propria vita, o essere eternamente vivi per chi ci tiene nel cuore e continua ad amarci al di là della morte.»
(Miriam Maria Santucci)

Autocitazione tratta dalla raccolta “Oltre l’Orizzonte”

© Copyright – Miriam Maria Santucci

Tariffazione Puntuale: da luglio la sperimentazione

Tariffazione Puntuale: da luglio la sperimentazione

Casale Monferrato: Si parte a Porta Milano e a Santa Maria del Tempio

Casale Monferrato Comune

La Tariffazione Puntuale dei Rifiuti, un progetto già avviato da mesi in diversi Comuni del Consorzio di Bacino Casalese, prenderà il via, in maniera sperimentale, a partire dal mese di luglio, anche in due aree di Casale Monferrato: il quartiere di Porta Milano e la frazione di Santa Maria del Tempio.

Per informare al meglio la popolazione sul funzionamento del nuovo metodo di conferimento rifiuti l’assessorato all’Ambiente, di concerto  con Cosmo SPA, il Consorzio Casalese Rifiuti e la Cooperativa Erica, organizza due appuntamenti pubblici che avranno luogo nei locali adiacenti le chiese di Porta Milano (martedì 3 luglio ore 21) e Santa Maria del Tempio (giovedì 5 luglio ore 21). Continua a leggere “Tariffazione Puntuale: da luglio la sperimentazione”

Le future generazioni, Autocitazione di Pier Carlo Lava

Le future generazioni, Autocitazione di Pier Carlo Lava

Le future

“L’acqua è fonte di vita, ma la sprechiamo…

La terra è fonte di cibo ma la cementifichiamo…

L’aria ci serve per respirare ma la inquiniamo…

Forse ci siamo dimenticati che abbiamo una sola terra e che per questi comportamenti un giorno le future generazioni ci odieranno”. 

Pier Carlo Lava  

foto: 3bmeteo.com

Ti lascio passeggiare un po’ tra i miei pensieri

foto e pensieri sparsi

Ti lascio passeggiare un po’ tra i miei pensieri

non farti spaventare dal disordine

fa parte dell’arredamento.

Troverai qualche soldatino di guardia

fanno tanto i duri, ma in fondo vogliono solo una carezza.

Ti lasceranno entrare.

Paura e ansia non le guardare

sono due prime donne

non aspettano altro che farsi belle agli occhi delle novità

prosegui pure avanti, hanno poco da raccontarti.

Appena superata la curva della speranza

diciamo tra incoscienza e (s)ragione

lì potrai affacciarti ai miei desideri.

Vedi quelli in corsivo ?

Ecco, per loro ho scelto un vestito elegante.

Di quelli proibiti ho perso la chiave.

Ma non sono in prigione.

Già che ci sei, liberami un po’ di follia.

La notte urla e straparla

non mi lascia riposare.

La malinconia è sempre a leggere in disparte

un po’ per scelta un po’ per arte.

Sì, insomma, non cercare di fare ordine

l’ultima volta mi ci…

View original post 28 altre parole

LETTERA A ME STESSA

foto e pensieri sparsi

-LETTERA A ME STESSA –

Quante parole vorrei dirti.

Parole che se per un secondo ti guardo dal di fuori mi escono a fiumi dalla bocca.

Quanto coraggio hai saputo costruire, anche quello che non avevi e quanta forza hai tirato su dagli abissi più profondi per non morirci dentro.

Sei stata sciocca e stupida in molte occasioni.

A volte alcune cose non le volevi proprio vedere e ti rifugiavi dentro l’ennesima bugia.

Ti ho visto dire un’infinità di volte: “va tutto bene”, ma in realtà di “bene” ne avevi davvero poco in quel momento.

Hai avanzato comunque; tra rovi, erbacce, sentieri aridi e tempeste; e non ti sei mai posta il problema di quando sarebbe finita la strada, la pena o il calvario.

Hai dato attenzioni e le hai sprecate e hai dato amore e ne hai ricevuto.

Hai abbracciato amici veri, puliti e sinceri e hai sbagliato alcune…

View original post 302 altre parole

Catena umana, di Massimo Gramellini

Catena umana, di Massimo Gramellini

https://www.corriere.it

Emilio Lentini, operaio cinquantenne di Vimodrone, in provincia di Milano, ha avuto la vita salvata due volte. La prima dal figlio, che gli ha donato il midollo osseo. La seconda dai colleghi, che si sono tolti il tempo dalle tasche e gli hanno regalato novecento e undici ore di ferie — circa sei mesi di turni — per permettergli di completare la convalescenza senza rinunciare allo stipendio.

Tra i benefattori del signor Lentini, molti lavorano in un’altra ditta del medesimo gruppo e non lo conoscevano neppure, ma in loro è scattato qualcosa di inspiegabile a chi non lo abbia mai provato sulla propria pelle: il richiamo dell’appartenenza a una stessa comunità.
Continua a leggere “Catena umana, di Massimo Gramellini”

ISIM…

ISIM...Poesia...

PicsArt_06-24-12.21.54Si 
sono stato innamorato 
Proprio per questo non voglio si ripeta più 
Mi sono tenuto solo la mia sensibilità solo per riuscire a scrivere e a osservare il silenzio la solitudine 
L’amore non l’ho buttato via è solo tenuto in disparte ogni volta che sono con una donna 
Per questo mi serve dimenticare subito e per farlo bevo 
Bevo drink dal sapore dolce così posso buttarli giù in un sorso 
Prima finisco e prima fanno effetto 
Ma poi mi chiedo cosa sarebbe stata la poesia senza una musa come donna ?
E soprattutto cosa sarebbe stata la poesia senza una musa come l’amore
Si 
Io amo 
Ma non saprete mai quando…

View original post

ISIM…

ISIM...Poesia...

PicsArt_06-26-02.53.27

Forse è da stupidi aspettare che il destino si riveli 
Forse ci affanniamo troppo per crearci un destino 
Forse non abbiAMO capito niente su come vivere
Il destino è qualcosa che ci spetta di diritto 
Un po’ come la felicità 
Tutti hanno diritto ad essere felici 
Eppure c’è chi aspetta il destino 
C’è chi aspetta l’amore
C’è chi aspetta la felicità 
C’è chi aspetta addirittura la morte
Questa vita è una maledettissima attesa 
Io sono stanco di aspettare 
Vengo a prenderti 
Fatti trovare nuda con la voglia in bocca 
E aspettiamo insieme solo il piacere 
Aspettiamo che tutto finisca in un attimo 
Perché nell’attimo risiede il senso della vita…

View original post

ISIM…

ISIM...Poesia...

Come parla il vento oggi che sa di pioggia
È così forte la sua voce così dolce da incantarmi fisso sul cielo solo perché non so dove guardare non so dove nasce
Spaventosa mi spinge lo sguardo verso un pezzo di cielo più pulito dove la luce come un dito indica un preciso punto in mare è proprio lì in quel preciso instate si posa un gabbiano
Mi chiedo se tutto questo ha un senso
Mi chiedo perché è com’è possibile che è successo questo proprio in quel preciso momento
Poteva succedere prima o dopo
No doveva succedere in quel momento
Allora mi chiedo è così anche per l’amore?
Esiste anche per me un preciso istante in cui io ti incontrerò ?
Il vento smette di parlare
Il gabbiano vola via
Comincia una pioggia leggera
Ed io ho una speranza …PicsArt_06-27-12.27.49

View original post

Raimbow

Visual Storytelling Baldassarri Giuseppe #itavelinitaly #ideagb

When you wrap Rainbow Over your body, Do respect it,Befall gentle and quite,Don’t turn into intoxicated,Go with kindness and endure,Then only blessing and …#Jayanta

Photo place 》#portosangiorgio#fermano#Marche#italy

#hashtag© By #ideagb#baldassarrigiuseppe#summer
#Rainbow#Travel#Nature#Photo#Weather#Storm#Space#Amazing#Earth#Traveling#Adventure#Awesome#ThunderStorm#Landscape#Wilderness#giuseppebaldassarri“All rights reserved” © by #ideagb

Read this review by Baldassarri Giuseppe ConsultantTraveland Holidays #ideagbLocal Guides.

HOMEMISSIONINFOABOUTCONTACTSUBSCRIBE

View original post

8 di Dustin Lance Black

- Radical Ging -

Considerata la situazione politica attuale, italiana ma non solo, e in un mese importante come quello di giugno, durante il quale, in tutto il mondo, vengono ricordati i moti di Stonewall del 1969, è confortante sapere che è arrivato anche qui un piccolo volume che custodisce un testo teatrale ancora troppo poco conosciuto. Sto parlando di 8, di Dustin Lance Black, edito da Triskell nella traduzione di Chiara Messina.

Per spiegare il titolo del volume è necessario tornare indietro nel tempo di qualche anno. Nel maggio del 2008, in California, si arrivò a un importante risultato in materia di diritti civili, il matrimonio omosessuale divenne a tutti gli effetti legale. Ma, lo stesso anno, i detrattori del matrimonio egalitario riuscirono a far passare un referendum per ostacolare questo risultato. Si tratta della Proposition 8, che, in sintesi, chiedeva l’inserimento di un emendamento nella Costituzione…

View original post 480 altre parole

Le belle feste di una volta !!! Osteria al 2

Il Pikaciccio

Sono anni che vogliamo andare a cena all’osteria al 2 ( du in dialetto veneto) , assaggiare la cucina dello chef propietario Michele  evivere l’atmosfera di una vera osteria venete. Ma niente fino ad ora non ci siamo mai riusciti.

Michele però prima della pausa estiva organizza una festa per la chiusura …… anche qui sono anni che vogliamo andarci ….

e finalmemte domenica di ritorno da Merano ….ce l’abbiamo fatta !!!

Immaginate una domenica di fine giugno afosa ….. un piccolo paesino alle porte di Verona …..

img_9487

Eccoci arrivati …… ma quanta gente c’è ?? ….. il Ciccio parcheggia il furgoncino a ridosso della festa…..

img_9473

così può partecipare anche il furgoncino …..

e adesso subito a fare un giretto in Osteria ….il cartello apposto all’entrata ci fa subito molto piacere …. ci sentiamo autorizzati a fotografare e raccontare senza paura…..

img_9465.jpg

Prima di raccontarvi della festa che dite se vi…

View original post 234 altre parole

Crimine Di Guerra

Sonja Lyrik

il sole splende sopra la sua testa ed illumina la terra secca.
un leggero vento soffia sopra la superfice e porta via la sabbia.
il silenzio tombale é la musica che risuona,
neanche un uccello gira, cinguetta oppure canta.

il paesaggio avaro porta l’aria riempita di polvere.
il respiro é faticoso ed il sudore impregna la spianata.
disperatamente osserva i dintorni in cui si trova e
non riconosce piú niente nell’ampio cumulo di marcerie.

incredulo e angoscioso cerca di capire cos’é appena accaduto.
il senno rallenta poi il corpo comincia a tremare.
le gambe non riescono piú a sopportare
il peso del corpo e quindi cedono, alla fine.

i ginocchi toccano la ghiaia che causa un forte dolore.
vorrebbe gridare, peró non esce niente dalla sua bocca.
apre gli occhi, ma non vede e vorrebbe ascoltare ma non sente.
il sangue e le lacrime si uniscono sulla faccia che é…

View original post 122 altre parole

Verlorene Seelen

Sonja Lyrik

Politik ist ein schmutziges Spiel
sie zieht dich ins Verderben mit nur einem Ziel,
dem Machtlosen jede Mögichkeit zu rauben
in Ruhe leben zu können, öffne deine Augen!

Hass zu empfinden, auf Basis des Neides,
einem Leidenden neidisch sein, wegen seines Handy’s.
wo ist deine Selbstachtung nur geblieben,
Verständnis und die Menschlichkeit?
hast du deine Seele verkauft, warst zu dazu wirklich bereit?

der Mensch wird nie aufhören nach höherem zu streben.
das ist auch nicht nötig, es wird Zufriedenheit geben.
Obacht jedoch, es ist ein schmaler Grat,
jemanden zu unterdrücken um einzusacken das, das man gerne hat.

in der Tat scheint es momentan so,
dass wir verdursten müssen, verhungern – aber wieso?!
learning by doing scheint auch hier zu passen.
der scheiß Neid, die Gier und Ignoranz lässt uns gegenseitig hassen!

View original post

Al Rogo

Sonja Lyrik

un pezzo di merda ha piu’ cultura di te
rappresenti il peggio che cammina sulla superficie
di questo pianeta che è veramente una meraviglia
hai qualche disturbo che si manifesta nell’odio

quanti complessi si uniscono in te?
quello di Edipo e d’inferiorità?
non ti ha amato abbastanza la tua mammina?
nella tua infanzia evidentemente malandata

i tuoi problemi mentali ti hanno portato dove ti trovi oggi
per la sofferenza di migliaia di persone  per bene
sei un sadico che fiorisce e prende la propria forza
opprimendo a morte la popolazione

esistono certamente dei grandi molluschi
che credono in quello che stai sputtanando
dare la colpa al mondo esteriore è facile
per non dover ammettere di essere un cazzone

fallito e sempliciotto senza carattere
che troverà il proprio posto nella pozzanghera di sangue
di altri esseri umani, bambini e famiglie
vedrai che ci sara’ un posto speciale per te in un…

View original post 29 altre parole

Dal Monte Vettore al Lago di Pilato, il lago maledetto!

OpinioniWeb-XYZ

Lago specchio Lo specchio!

Il Lago di Pilato è diventato famoso grazie ad una serie di servizi apparsi nei telegiornali nazionali dedicati ad un suo famoso “abitante”, il “chirocefalo del Marchesoni” ( LEGGI QUI), un piccolo crostaceo che vive esclusivamente in questa valle glaciale a 1940m slm.

Secondo la leggenda il corpo di Pilato, messo su un carro trainato dai buoi dopo essere stato condannato a morte dall’imperatore Tiberio, arrivato sul più alto dei Monti Sibillini precipitò nel lago che lo inghiottì nelle sue acque ribollenti!

Ma fu a partire dal 1200 che il Lago iniziò a legare la sua fama alla magia e all’occulto, dato che i documenti antichi testimoniano la presenza di un continuo via vai di maghi e negromanti che portarono la popolazione a credere che “…quivi soggiornano i diavoli e danno risposta a chi li interroga…alcuni uomini di lontano paese et vennero a questi luoghi per…

View original post 288 altre parole

Il reading “Frattaglie. Quando la rucola non c’era”

Il reading “Frattaglie. Quando la rucola non c’era”

venerdì sera 29 giugno alla Biblioteca Civica “Francesca Calvo”

Reading Frattaglie_Biblioteca Civica Alessandria_29-06-2018

Alessandria: Il readingFrattaglie. Quando la rucola non c’era” verrà proposto venerdì 29 giugno prossimo, alle ore 21.30 nel cortile interno della Biblioteca Civica “Francesca Calvo” di Alessandria (piazza Vittorio Veneto).

Le voci saranno quelle di Fulvia Maldini e di Ilaria Ercole, mentre l’accompagnamento musicale sarà a cura di Dino Porcu.

Si tratta di una lettura semiseria sul cibo, ovvero la più grande e diffusa ossessione contemporanea. Continua a leggere “Il reading “Frattaglie. Quando la rucola non c’era””

Parole, di Antonietta Fragnito

Parole, di Antonietta Fragnito

Parole tumblr_p5hxv0O6Cb1scs3uno2_540

Sempre penso alle parole, al loro potenziale. La parola è semplice aria, musica delle nostre corde. Non conosco il suo peso specifico eppure sento palpabile la sua esistenza. Penso spesso alla parola di San Francesco, all’ etica raccontata dalla parola di Kant, alla parola del papa che cade come coriandolo sulla folla.
Penso alla parola sfortunata che, suo malgrado, da’ ordini di morte. Penso alle parole tutte, vorrei che nessuna mi sfuggisse, voglio ascoltarle sempre con misericordia. Voglio saper sentire il pudore della parola, non farla vergognare. Non voglio abusare di essa, ne’ farne oggetto di scandalo. Non voglio scegliere parole per confondere i deboli , i fragili. Penso alla bellezza della parola sempre.

Ho amato, di Antonietta Fragnito

Ho amato, di Antonietta Fragnito

amo

 

Amo tutto ciò che è vecchio
Il cantico dell’ inferno
Ho amato il sorriso della dentiera di mia nonna
La scodella di rame
Il pulviscolo di una foto
Il pettine fra i corvini capelli di mia madre
Ho amato un sorriso calvo
Una spiovente chioma
Ho amato un addio che sapeva d’ altri tempi
La mano sventolante
Il bavero alzato
Quel treno a vapore
che casomai ancora mi sbuffa dentro.

Parole di scorta, di Massimo Gramellini

Parole di scorta, di Massimo Gramellini

https://www.corriere.it

Sonia Toni, che fu moglie di Beppe Grillo e resta fervente patriota pentastellare, scrive sui social di avere sorpreso Veltroni al ristorante con la scorta e si domanda: «Chi paga?». Il popolo delle tastiere raccatta parole appuntite e dà inizio alla lapidazione: c’è chi auspica una replica del processo di Norimberga per i fruitori di scorte non autorizzate dalla Salvini & Associati.

Il quarto d’ora d’odio è interrotto dalla replica del reprobo. Altri caricherebbero a testa bassa, ma Veltroni non viene mai meno alla sua fama di avverbio e «pacatamente» risponde di non avere la protezione da anni. Chiama la sua accusatrice «cara signora» e le segnala che quelli che lei ha scambiato per uomini della scorta erano normalissimi commensali. Continua a leggere “Parole di scorta, di Massimo Gramellini”

Sostituzione delle piante nelle fioriere antismog

Sostituzione delle piante nelle fioriere antismog

dav

Alessandria: La ditta SPRAYTECS Technologies Ltd, su richiesta del sindaco Gianfranco Cuttica di Revigliasco, si occuperà in settimana di sostituire i fiori presenti all’interno delle fioriere antismog collocate nelle vie centrali della Città.

Le postazioni ATU (Air Treatment Units) attualmente presenti sono quattro e si trovano nelle vie del centro cittadino: 2 in via dei Martiri, 1 in piazzetta della Lega e 1 in corso Roma (nel tratto piazzetta della Lega/via Piacenza).

Le ATU si attivano automaticamente, in via telematica, quando si verificano condizioni di inquinamento elevato, rilevato dagli stessi sensori di PM10, collocati nell’area interessata dalla sperimentazione; agiscono su grandi volumi d’aria, catturando le polveri sottili in filtri di sicurezza idonea e diffondono aria priva di polveri i inquinanti. Continua a leggere “Sostituzione delle piante nelle fioriere antismog”

Mauro Bovone, F.I, chiama la ‘città complessiva’

Mauro Bovone, F.I.,  chiama la ‘città complessiva’

bovone_mauro

Mozione in Consiglio e dibattito a Forza Italia. Il Consigliere Bovone innesca il ragionamento su movicentro, parking Garibaldi e Valfrè per l’Alessandria di domani. Come andrà a finire?

http://www.fabbio.it/

Riprende con più vigore il dibattito sui temi della città capoluogo inForza Italia di Alessandria. Si è infatti riunito il direttivo del Comitato Comunale allargato al gruppo consiliare al Comune e alla delegazione di giunta degli azzurri.

Gli incontri finora hanno affrontato vari temi. Al centro dell’interesse però si è posta la recente mozione presentata in Consiglio Comunale daMauro Bovone, che centra uno dei temi più importanti dello sviluppo dei servizi urbani alla mobilità che da tempo giacciono irrisolti sul tavolo dei decisori politici.

Bovone, infatti, ha sollevato le questioni del parcheggio Tiziano, delle costruzioni che dovrebbero prendere il posto delle abbattute strutture commerciali preesistenti di fronte alla stazione ferroviaria, del parking sotterraneo di piazza Garibaldi, visto come una buona opportunità di servizio per il centro. Continua a leggere “Mauro Bovone, F.I, chiama la ‘città complessiva’”

La ricerca (spericolata) del consenso

La ricerca (spericolata) del consenso

Dopo due settimane parlate pericolosamente, l’irresistibile linea «cattivista» di Salvini conosce il primo inciampo. Succede per colpa di un vocabolo – censimento – che ha ancora il potere di evocare fantasmi, quando viene associato a una minoranza etnica.

Nella sua inesausta attività social, il ministro dell’Interno e delle interiora (intese come pulsioni profonde) ha annunciato, in singolare coincidenza temporale, il censimento dei campi rome una sua imminente visita al Papa meno salviniano che si possa immaginare. Finora le sortite del leghista in capo avevano goduto di una certa benevolenza mediatica. Dettavano l’agenda politica senza incontrare altri ostacoli che l’indignazione, ininfluente e scontata, della sinistra in disgrazia.

Continua a leggere “La ricerca (spericolata) del consenso”

Sozzetti: ‘Mamma con bambino’, ostetricia, ginecologia e il trasloco delle polemiche all’ospedale di Alessandria

Sozzetti: ‘Mamma con bambino’, ostetricia, ginecologia e il trasloco delle polemiche all’ospedale di Alessandria

unnamed

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com

Quando le delibere arrivano all’ultimo giorno di mandato, magari avendo avuto mesi per definire i contenuti, fanno sempre discutere. Se poi sono quelle dell’azienda ospedaliera di Alessandria e riguardano la struttura complessa di Ginecologia e Ostetricia, ancora di più. Cosa è successo? Che il 31 maggio, ultimo giorno del mese di proroga del mandato di Giovanna Baraldi, ex direttore generale dell’azienda ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria, vengono approvati alcuni atti con cui ora si trova a che fare il nuovo direttore, Giacomo Centini.

Il progetto si chiama ‘Mamma con bambino e Tin (Terapia intensiva neonatale)’ e prevede di trasferire la terapia intensiva neonatale dal ‘Cesare Arrigo’ al settimo piano del ‘civile’, negli spazi lasciati liberi dalla terapia intensiva polivalente che è entrata in funzione a fianco del nuovo blocco operatorio realizzato sopra il Pronto Soccorso. Lo spostamento dovrebbe avvenire entro settembre. Continua a leggere “Sozzetti: ‘Mamma con bambino’, ostetricia, ginecologia e il trasloco delle polemiche all’ospedale di Alessandria”

I VIZI CAPITALI 3. L’INVIDIA

Dalla mia tazza di tè

Invidia.jpg Giotto, L’invidia, Padova, Cappella degli Scrovegni

L’invidia è considerata un vizio particolarmente brutto. L’accidia, la gola, perfino l’ira – il vizio degli eroi – non hanno tratti così ributtanti.

Questo perché l’invidia palesa una mancanza che si vorrebbe nascondere, un’amputazione talmente inestetica che c’è da vergognarsi a farla vedere. Stiamo parlando della mancata realizzazione, dell’infelicità.

Chi è infelice – radicalmente infelice – o diventa un pessimista cosmico, oppure ammette di essere un frustrato, uno che non ha avuto il suo, che quando hanno distribuito la roba buona non è stato capace di farsi avanti, che è stato spinto indietro dal branco, che gli sono toccati i resti. Il pessimista cosmico non può essere invidioso: che cosa invidierebbe ad altri se non c’è nulla di invidiabile al mondo? Ma l’invidioso ammette di essere un frustrato e uno sfigato, perché c’è qualcosa di invidiabile nel mondo e lui non ce l’ha. Anzi…

View original post 431 altre parole

Si je pouvais revivre ma Vie

Ma vie au présent simple

SI JE POUVAIS REVIVRE MA VIE …

Si je pouvais revivre ma Vie
J’aurais moins parlé, mais écouté davantage.
J’aurais invité des amis à venir souper
même si le tapis était taché et le divan défraîchi.

J’aurais grignoté du maïs soufflé au salon et ne me serais pas souciée de la saleté quand quelqu’un voulait faire un feu dans le foyer.

J’aurais pris le temps d’écouter
mon grand-père évoquer sa jeunesse.
Je n’aurais jamais insisté pour que les fenêtres
de la voiture soient fermées par un beau jour d’été
tout simplement parce que mes cheveux venaient tout juste d’être coiffés.

J’aurais fait brûler ma chandelle sculptée
en forme de rose au lieu de la laisser fondre d’elle-même
parce qu’entreposée pendant trop longtemps dans l’armoire.
Je me serais assise dans l’herbe avec mes enfants
sans me soucier des taches de gazon.

J’aurais moins ri et pleuré en regardant la télé,
mais…

View original post 176 altre parole