Mangiare pasta fa bene all’umore

Creando Idee

La pasta, nel nostro paese, rappresenta senza dubbio uno dei piatti protagonisti della dieta. Un principio di significativa originalità nella cucina italiana è il consumare un piatto di pasta quasi ogni giorno. Nonostante quanto si possa credere, la pasta rappresenta un alimento necessario per la nostra salute. Mangiata ogni giorno garantisce un apporto nutrizionale importante in un regime alimentare equilibrato. Non esiste alcuna controindicazione alla linea: qualsiasi dieta dimagrante può prevedere il consumo di un piatto di pasta a pranzo, Insomma la pasta fa bene per i composti nutritivi che è in grado di garantire potassio, fosforo e calcio, ma anche per il senso si appagamento e sazietà che dona dopo un pasto. Mangiare pasta fa bene all’umore, fa dimagrire ed aiuta il sonno Secondo gli esperti è preferibile consumare quella di grano duro, magari trafilata al bronzo o integrale. Gli spaghetti rappresentano la tipologia di pasta da preferire, soprattutto…

View original post 99 altre parole

La malinconia del giorno dopo

Creando Idee

Pare che, le fasi lunari e in particolar modo l’eclissi lunare, siano responsabili degli stati d’animo di miglia di persone, afflitti da un senso di vuoto, e di tristezza ad arrivare ad essere quasi o totalmente depressi. Secondo gli psicologi la depressione del giorno dopo è un fatto del tutto normale che si verifica a seguito eventi, anche positivi, particolarmente coinvolgenti. Può succedere il giorno successivo alla laurea, alle nozze, alla fine di un progetto di lavoro che ci ha impegnati per lungo tempo,al rientro dalle vacanze al mare, ma appunto anche dopo un evento come l’eclissi . Secondo gli esperti questo stato d’animo è provocato dalla diminuzione improvvisa del livello di cortisolo nel sangue: questo ormone, chiamato anche ormone dello stress, è responsabile del senso di euforia, di onnipotenza e grande energia che caratterizza i momenti particolarmente intensi della nostra vita.Il fenomeno sembra legato a un comportamento inconscio…

View original post 66 altre parole

La fine di una relazione

Creando Idee

La fine di una relazione non è mai un’esperienza piacevole, e quando uno dei due è ancora follemente innamorato dell’altro può causare ansia, insonnia, depressione e addirittura indebolire il sistema immunitario. Alcuni ricercatori hanno provato a elaborare strategie di sopravvivenza, testandole su alcuni “cuori infranti”: L’obiettivo della ricerca era capire quale tecnica fosse più efficace per “curare” il mal d‘amore. Alla prova ha partecipato un gruppo di  persone che aveva appena chiuso una relazione durata in media due anni e mezzo. Tutti avevano un elemento in comune: erano ancora innamorati del loro ex partner.I ricercatori hanno dato ai candidati tre proposte: la prima era quella di pensare intensamente a qualcosa di fastidioso che faceva abitualmente il proprio ex e non valeva giurare in preda a crisi di pianto di amare terribilmente anche tutti i suoi difetti!. La seconda strategia detta di rivalutazione dell’amore consisteva nell’accettare i propri…

View original post 175 altre parole

73° Raduno Internazionale Madonnina dei Centauri, di Lia Tommi

di Lia Tommi, Alessandria

73°
Raduno Internazionale
MADONNINA DEI CENTAURI

Alessandria
6, 7, 8 luglio

Programma:

Venerdì 06.07.2018

Ore 12.00 Apertura area raduno e iscrizioni ufficiali FMI. Per i soli iscritti al raduno, è possibile prenotare la partecipazione alla gita lunga del sabato. (quota euro 25,00 alla prenotazione)
Ore 14.30 Gita turistica: uscita da Viale della Repubblica, Spalto Borgoglio, Lungotanaro San Martino, PONTE MEIER, via Pavia, strada Carlo Forlanini, viale Milite Ignoto, spalto Marengo, via dei Guasco, Piazza della Libertà
Ore 15.00 Visita monumenti cittadini
Ore 18.00 Rientro in viale della Repubblica
Ore 19.00 Chiusura iscrizioni ufficiali FMI, l’ingresso all’area del raduno rimane comunque aperto ai radunisti
In serata Intrattenimento in viale della Repubblica Continua a leggere “73° Raduno Internazionale Madonnina dei Centauri, di Lia Tommi”

Un canto leggero, di Rosario Rosto

Un canto leggero, di Rosario Rosto

Un canto leggero

Un canto leggero

Chi scrive queste righe
lo sa, che l’esser poeta
gli è lontano.

Come sa, con certezza
che la vita è fatta
di tante piccole cose
che stanno lì.
Aspettano
di essere amate,
vissute, condivise.

Il poeta lo sa.
Lui le ama
profondamente e le vive.

Le sue scritture,
sono inni di gioia
e di intima sofferenza.
La poesia è il suo canto,
la poesia per lui, è la vita.

Rosario Rosto

Fermati ! Prima di mangiare troppo

Creando Idee

Arriva l’estate e con lei le cene in giardino con gli amici, magari a bordo piscina aumentano a dismisura, anche se crediamo di poter smettere di mangiare quando il nostro stomaco è colmo, in realtà molto spesso superiamo il limite, per accorgercene soltanto a pasto concluso o quando inesorabile la bilancia da il suo Mangiare con gli occhi non è un modo di dire: l’aspetto visivo dei piatti influenza il nostro senso di sazietà. Si sa che i piatti molto grandi sono nemici della dieta, perché sembrano vuoti e incoraggiano il “bis”.In genere dopo aver mangiato una certa porzione di un determinato alimento tendiamo a stufarci di quel sapore, in quella che gli esperti definiscono sazietà sensoriale specifica. Quando però sul buffet troviamo una distesa di pizzette, noccioline, patatine panini, crostini di ogni genere e forma…smettere di mangiare è veramente impossibile.Studi scientifici dimostrano che avere a disposizione alimenti molto diversi…

View original post 85 altre parole

Causa, effetto.

Il suono della parola

Scelte, conseguenze. Causa, effetto. È il semplice dualismo che governa la nostra esistenza. Si raccoglie ciò che si semina, si trova ciò che si lascia. Siamo uomini dotati di libero arbitrio, due semplici parole che ci lasciano inchiodati alla libertà di poter operare una scelta e di pagarne fino in fondo le conseguenze. È un grande potere, quasi sempre usato nel peggiore dei modi, arrancando verso rappresentazione grottesche di una libertà che rasenta il capriccio e il vantaggio personale. Ecco perché, disposti a credere a tutto, spesso si raccoglie il peggio di noi.

Guido Mazzolini

View original post

“IL MEMBRUTO ” di Rosa Cozzi

34071684_1691298164323841_8818006254589837312_n

” Il membruto ”

È davvero curioso come ci si presenta
restando sulla prima impressione
come chi abbia membra – arti, e corpo
sviluppate in modo eccezionale,
di grande vigore,robustamente muscolose.

Tu mi credevi un signore nasuto e barbuto
ma guardavi a un’altra dote di membra,
io ti credevo l’amica membruta
splendidamente superdotata.

Abbiamo iniziato così, quasi per scherzo
tanto per sapere se entravi nell’orifizio
trovare un accordo per il nostro connubio.

Io avevo bisogno di te ,
per accentuare euristicamente
e affinare la punta per comodità.

Ora mi chiedi frequenti e assidui contatti
ogni giorno mi manipoli e mi distruggi,
mi fai girare e mi sfogli riducendomi in trucioli.

Sei tu che comandi.
Trovo la nostra relazione sbilanciatissima !!! .

di Rosa Cozzi
da ” Pensieri irriverenti ”
DL.1941/633

I perché delle zanzare

Creando Idee

Ogni anno è l’arrivo dell’estate ad annunciare il flagello delle zanzare: piccoli vampiri, che procurano alle loro vittime, fastidiosi pruriti, ponfi, reazioni allergiche e a volte anche brutte infezioni  soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Conoscerle meglio ci può aiutare a evitarle, e a rispondere alla domanda: sono davvero inutili? Hanno un olfatto molto sviluppato, ma i ricercatori hanno scoperto che certi odori  come menta, alcuni tipi di frutta e il cioccolato caramellato   possono stordire i sensori di anidride carbonica delle zanzare, rendendo così più difficile per loro trovare la… cena. Le zanzare riescono rilevare l’anidride carbonica fino a 30 metri di distanza. Dal momento che noi espiriamo anidride carbonica attraverso il naso e la bocca, le zanzare sono attratte dalla nostra testa. E ci girano intorno. Delle 3000/3500 specie di zanzare esistenti di cui 70 in Italia, non tutte mordono l’uomo. E solo le zanzare femmine si…

View original post 204 altre parole

” Il membruto “, di Rosa Cozzi

” Il membruto “, di Rosa Cozzi

Il membruto

Buongiorno !

” Il membruto “

È davvero curioso come ci si presenta
restando sulla prima impressione
come chi abbia membra – arti, e corpo
sviluppate in modo eccezionale,
di grande vigore,robustamente muscolose.

Tu mi credevi un signore nasuto e barbuto
ma guardavi a un’altra dote di membra,
io ti credevo l’amica membruta
splendidamente superdotata.

Abbiamo iniziato così, quasi per scherzo
tanto per sapere se entravi nell’orifizio
trovare un accordo per il nostro connubio.

Io avevo bisogno di te ,
per accentuare euristicamente
e affinare la punta per comodità.

Ora mi chiedi frequenti e assidui contatti
ogni giorno mi manipoli e mi distruggi,
mi fai girare e mi sfogli riducendomi in trucioli.

Sei tu che comandi.
Trovo la nostra relazione sbilanciatissima !!! .

di Rosa Cozzi
da ” Pensieri irriverenti ”
DL.1941/633

Mondiali vela: Spirit of Nerina nella terza giornata

Mondiali vela: Spirit of Nerina nella terza giornata

vela conviviale

Terza giornata di regate per l’Alessandria Sailing Team che concorre per il titolo mondiale ad Hanko (Norvegia).

Dopo le due giornate di piazzamento al quarto posto in classifica provvisoria, la giornata odierna è stata sfortunata per il team perché tra piccoli imprevisti, salti di vento e anche un paio di errori, Spirit of Nerina -Rolandi Auto non è riuscita ad avvicinarsi al terzo posto e restano solamente le ultime due regate di sabato per l’attacco, mentre per il titolo mondiale servirebbe una serie di combinazioni quasi impossibili da ottenere. Spiega Paolo Ricaldone, presidente dell’Alessandria Sailing Team: “Oggi abbiamo comunque fatto un passo avanti migliorando ulteriormente la velocità di Spirit of Nerina-Rolandi Auto ed è mancato veramente poco per arrivare alla vittoria di giornata, infatti abbiamo fatto un 3-4-5 ma con arrivi al fotofinish soprattutto nelle prime due prove con vento di circa 16 nodi”.

In serata, momento conviviale di cena degli equipaggi allo Yacht Club sull’isola di Hanko e domani ultima giornata., con uscita in mare alle ore 9,30 dal porto e inizio regata alle ore 11.

Buon vento!

La Beggar’s Farm per i 50 anni di AISM, di Lia Tommi

di Lia Tommi, Alessandria

Per i 50 anni dell’ Associazione italiana Sclerosi Multipla, la Beggar’s Farm propone un concerto che unisce buona musica e solidarietà, con un repertorio di brani classici degli anni ’60 e ’70.

Si inizia con una cena alle19,30 e a seguire musica live. Il costo è 20 euro per la cena e 10 euro solo per il concerto.

L’evento è organizzato in collaborazione con AVIS comunale di Alessandria.

CONSIDERAZIONI DI GETTO, di Marina Marini Danzi

CONSIDERAZIONI DI GETTO, di Marina Marini Danzi

Considerazioni

CONSIDERAZIONI DI GETTO

Ogni pianta viva da’ i suoi splendidi frutti
Ogni anima fiorisce…
Prima o poi
Non fate mai mancare acqua al vostro Se’
Ogni seme e’ degno di esprimersi nella sua unicita’ piu’ autentica..
Scoprire la verita’ e’ rivelare la propria essenza naturale e divina
La Natura non ama la monotonia….ma riesce ad armonizzare e rendere bello anche il diverso…
Siamo tutti uguali seppur molto diversi piu’ siamo unici piu’ siamo rari
L’omologazione, il totalitarismo,la globalizzazione , le dittature non ce la faranno a dominare il mondo e ad appiattire le coscienze finche’ anche un solo uomo avra’il coraggio di esprimere il suo piu’ intimo se’ e l’ amore che conserva dentro….
Questo e’ il mistero della vita e la vita….vince sempre
Il vero Uomo e’ vivo per quanto, discriminato offeso…violentato….ingabbiato …la sua voce e’ incoercibile e’ l’eco del Tutto che mai non muore …

#MarinaMariniDanzi
28/06/2018
Foto e testo

#MarinaMariniDanzi

Legambiente assegna le bandiere verdi e nere della Carovana delle Alpi 2018

Legambiente assegna le bandiere verdi e nere della Carovana delle Alpi 2018

Legamb

Accoglienza e integrazione al centro delle pratiche virtuose dell’arco alpino premiate con le bandiere verdi di Legambiente

Quattro riconoscimenti al Piemonte. Tra i premiati i comuni di Bardonecchia, Oulx, Claviere, Briançon, Nevache, Modane e Forneaux, ONG e cittadini italiani e francesi delle due valli di confine che stanno sostenendo l’accoglienza ai migranti

Comunità locali e territori montani che investono sempre di più sulla sostenibilità ambientale e sociale, su progetti di valorizzazione dei servizi ecosistemici, su un’agricoltura e un turismo di qualità. Ma anche singole persone che combattono gli illeciti ambientali o che si battono per denunciare gli impatti che i cambiamenti climatici stanno avendo sulle montagne e sulla vita quotidiana dei cittadini che abitano in alta quota. Il risultato? Un mosaico di azioni montane ecofriendly che fanno ben sperare per il futuro delle Alpi e che Legambiente racconta con le 15 bandiere verdi 2018, premiate oggi a Ornica (BG) nel corso del quarto summit di Carovana delle Alpi, e assegnate ad una selezione di pratiche virtuose alpine che ben raccontano il profilo green e sostenibile dell’arco alpino in cui sempre più territori credono, puntando anche su accoglienza e integrazione. Continua a leggere “Legambiente assegna le bandiere verdi e nere della Carovana delle Alpi 2018”

La polvere della miniera

Aquilone di pensieri

Era bellissima, in molti la desideravano, ma lei non voleva nessuno. Per anni rifiutò la schiera di pretendenti che s’innamorarono di lei, chiusa nel suo strano tormento. Poi, un giorno, conobbe l’amore: un ometto piccolo e malato, di molti anni più grande di lei, che, senza sforzo alcuno, conquistò il suo cuore. Ma il fratello di lei non vide di buon occhio questa unione: era malato della stessa malattia del fidanzato della sorella, una malattia provocata dalla polvere della miniera, che anni prima aveva colpito anche i loro genitori. Era talmente ossessionato dalla questione che cercò in un tutti i modi di dividerli, raccontando bugie a entrambi per creare zizzania tra loro, ma finendo solo per unirli ancor di più. Lei soffriva molto per il comportamento del fratello, ma sapeva che lui, non avendo mai conosciuto l’amore, non poteva capire la forza di quel sentimento e la sua totale irrazionalità.

View original post 414 altre parole

The Power Of A Million Exploding Suns: What Is Sentry Capable Of?

The Comic Vault

When learning about a superhero, their powers are one of their most interesting aspects. Sometimes, they aren’t clearly defined and that can lead to confusion or readers not being able to take the character seriously. The Sentry has suffered from this problem because a lot of writers have added their own take. Considered to be omniscient, Sentry has the power of ‘a million exploding suns.’ But what does that mean? What is Sentry truly capable of? The Comic Vault is taking a closer look into his abilities.

View original post 501 altre parole

ISIM…

ISIM...Poesia...

È Un equilibrio tra peccato e innocenza 
Sesso e amore 
Mare e terra
la vita che ci è concessa
Non oltrepassiamo mai il limite 
Per paura o costruzione
Bene 
lascio a voi la scelta 
Guardatemi mentre mi scopo la vita  
E lei che viene a cercarmi
Pensa che sono solo perché non ho il coraggio di dirle che l’amo
Ma la verità è che io me ne fotto di lei
Può tenersi tutto può anche farmi tutti i dispetti che vuole 
Ma ho imparato a restare in equilibrio solo sulla gamba  destra 
Mi bevo tutta la sua sofferenza guardandola fissa negli occhi
Non mi fa paura 
Non si accorge della mia indomabile anima 
Presa dal rumore del mondo che fa quando cade
Non si accorge del suono che faccio quando ogni volta mi rialzo
È lei ad amarmi
E non posso farci nulla se del mio libero arbitrio ho scelto…

View original post 83 altre parole

– Cuore Scalzo –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

IMG. Dal Web

Un cuore scalzo, senza più protezioni e quell’unico aspirato amore che lo fa stare bene.

Cammina, sui suoi stessi carboni ardenti, a volte scottandosi, altre volte inciampando, ma ogni qualvolta si cinge a cedere, un paio di mani lontane si fanno improvvisamente vicine e lì, in quel momento, tutto viene sorretto, difeso, vissuto, protetto, custodito.

I suoi passi tremanti e forti spaventano, talvolta lasciano scie somiglianti a burroni.

Precipizio inesauribile di emozioni che vogliono essere attese, coinvolte ed ascoltate.

Un cuore scalzo, pronto a tutto per continuare a pulsare; pronto a qualunque prova, la più dura non avrebbe alcun potere.

Un cuore scalzo che non chiede d’esser coperto ma d’essere semplicemente abbracciato, guidato, scosso.

Sì, vuole essere tremendamente scosso.

@ElyGioia

View original post

– Come lavanda –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

IMG. Dal Web

Come fossi lavanda, chiudo gli occhi, cerco d’immaginare l’odore dell’amore.

Freschezza, limpidezza, dolcezza, sicurezza.

Il colore viola mi riempie gli occhi di una speranza di cui ho bisogno.

Rivivere, riprovare, riascoltare, rispogliare di ogni cosa l’anima, per vestirla di noi.

I limiti strozzano, le barriere soffocano, le parole hanno bisogno d’essere scritte e lette.

Ogni senso procede da sé senza chiedere alcun consenso ed io mi trovo come una cacciatrice dei miei stessi sogni.

Vorrei solo quel profumo, quel colore, quella delicata nota che ha invaso il mio cuore, per me, lo voglio per me.

In fondo pretendo solo quella parte di me che mi è sempre mancata fino ad ora, pretendo quella parte che mi fa vivere e volare, come quando la mia casa s’inebria di lavanda.

@ElyGioia

View original post

– Veste color grigio –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

IMG. Dal Web

Esaurimento degli occhi, che continuano a non voler alzarsi.

Sfinimento dell’anima, che trafigge ogni momento scuro.

Esasperazione del respiro che si spezza, ancor prima d’essere aspirato.

Un terreno che sembra crollare, portandosi con sé ogni parte del corpo, pezzo dopo pezzo.

Il bisogno di amare, che rallenta ogni processo distruttivo, donandogli speranza.

È dolcemente forte quella voglia di amore.

È birbante quel desiderio di scherzare.

È colorato quel pensiero che innesca ogni carezza data con l’anima.

È ferocemente bello amare, specie quando le forze ci lasciano.

Si ha la consapevolezza che andranno a posarsi sul sicuro, che saranno difese e rianimate.

Intanto rimane lo strazio di chi vorrebbe donare semplicemente dell’azzurro, mentre ora veste solo di grigio.

@ElyGioia

View original post

– M’aggrappo –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

IMG. Dal Web

E m’aggrappo, a quella parte di me rimasta ancora in piedi, su di una parete di legno.

M’aggrappo alla sfumatura della mia anima, affinché ciò che ormai è svanito torni presente, come minerale solido.

M’aggrappo a quella mia spalla fattasi forte nel corso della vita, quella che è stata sempre bagnata da lacrime d’amore e di bisogno.

M’aggrappo e mi prendo in braccio, aspettando il ritorno di quell’amore che ora riposa.

E mi farò spazio, poserò il mio cuore sul suo cuore, e lì m’aggrapperò a quella parte di me che vive perché ama.

@ElyGioia

View original post

– Anima d’ Angelo –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Chi ti ha curato le ferite nel corso della vita? E chi ora curerà quelle di tutte le persone che ti amavano?

Anima d’angelo, ti vedo ancora con i lividi addosso, segnata da ciò che ti ha provata.

Le nostre fasce sono fatte d’amore, lo so, io così simile a te.

È per questo che aleggi ancora nei cuori, come non fosse mai accaduto niente, come non fosse esistita mai alcuna improvvisa assenza.

Anima d’angelo, puoi darmi un po del tuo profumo? Puoi darmi il bacio della buonanotte? Puoi farmi ancora un po di battute scherzose?

Urla, più forte, fatico a sentire, sono diventata sorda.

Anima d’angelo, orgogliosa negli occhi, dolce nel cuore.

Questa mattina mi hanno chiamata “piccola peste” sai? Dovevo dirtelo, perché sono parole che noi già abbiamo conosciuto, te lo ricordi?

Queste due semplici parole mi hanno coccolato, mi hanno sparso infinita dolcezza addosso, e mi hanno…

View original post 14 altre parole

– Fatti cercare –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

Fatti cercare, amore.

Ho la lanterna accesa del mio cuore ad aiutarmi.

In mezzo ad un mare oscuro, sarà la tua presenza a farmi da cometa.

L’acqua è molta, vuole inghiottire ogni parte di me, so che non lo permetterai.

La forza parte da dentro, è vero, ma quando il dentro è abitato da te allora salvarsi diventa facile, come chiudere gli occhi.

Prendi la mia lanterna, la forza mi viene meno.

Posala sulla tua spalla, l’altra lasciala libera, fallo per me, regalala a me, ti prometto che non la bagnerò più.

Mi limiterò a profumarla di noi, solo di noi.

@ElyGioia

View original post

– Respiro –

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

IMG. Dal Web

Fermo e ferito è il respiro che sento.

Mi afferra posando la sua pesantezza sui miei fianchi, o forse cerca solo di sorreggermi, chi lo sa.

So solo che lo sento come due mani forti che sfregano dal corpo all’anima, come per nutrirsi di essa.

Il respiro, senza colore né odore, senza tempo né origine.

Respiro che vuole spezzare ogni sorta di dolore, non curandosi del come o del dove.

Passi sorretti da quella tenace e caparbia sostanza che si è impossessata della parte di me più fragile.

Abbandonarmi, per poter toccare la luna e poterla baciare, lasciando al respiro parlare di ogni cosa.

Lasciando al respiro quei piccoli pezzi rimasti, per ricomporli e cucirmeli addosso.

@ElyGioia

View original post

BASTA UN AMORE, di Silvana La Perna

BASTA UN AMORE, di Silvana La Perna

Basta

BASTA UN AMORE

Sì perdono gli anni più belli
aspettando…
cerchiamo il sole di notte,
ma il sole di notte non c’è!
Nessuna meta,
nessun approdo ci attende,
niente è certo,
niente è sicuro..
solo il respiro del tempo
che passa inesorabile,
lo sai,
tutto succede
solo quando deve succedere!
Ansiosa di scappare
ti allontani da te stessa
in cerca di fortuna e buon senso…
Passeggi trasognata
con indosso
il tuo vestito color lilla
bagnato da piccole gocce di tiepida pioggia…
passeggi in riva al mare
tra la nebbia di luna ambigua
e velata
che spazia in un cielo piangente,
cupo e silenzioso
E incontri due occhi scuri
che guardano dritto dentro di te,
del tocco delle sue mani ti fidi,
basta il mare,basta un amore
e torni in te stessa,
torni ad amarti,
ricominci ad amare,
tutto il buio alle tue spalle
lo lasci cadere
SILVANA LA PERNA@D.R.

Con la Legge Viareggio riformiamo la prescrizione

Con la Legge Viareggio riformiamo la prescrizione

bonafedeministropres

https://www.ilblogdellestelle.it

di Alfonso Bonafede, Ministro della Giustizia

Nove anni fa, alle 23.48 del 29 giugno 2009, a Viareggio si è consumato il più grave incidente ferroviario in Italia e in Europa degli ultimi 30 anni. Trentadue persone, tra uomini, donne e bambini, furono uccisi mentre riposavano ignare nelle loro case.
La prima volta che ho partecipato all’anniversario della “strage di Viareggio” ho chiesto “scusa” da parte delle istituzioni che rappresentavo da semplice parlamentare. “Scusa” perché, questa tragedia poteva essere evitata. “Scusa” perché lo Stato doveva fare la sua parte a difesa di famiglie di innocenti che nessuna colpa potevano avere. “Scusa” perché l’ombra della prescrizione stava già avanzando, coprendo alcuni degli imputati per determinati reati consegnando a tutti noi un messaggio disarmante: anche di fronte a una tragedia di tale portata, qualcuno potrebbe farla franca di fronte a responsabilità accertate.
Continua a leggere “Con la Legge Viareggio riformiamo la prescrizione”

5 buone ragioni per vietare la pubblicità sull’azzardo

5 buone ragioni per vietare la pubblicità sull’azzardo

azzardopubsto

da: Il blog delle stelle di MoVimento 5 Stelle

Luigi Di Maio lo ha detto a chiare lettere: “Questo è un sistema che va cambiato, nel primo decreto di questo governo aboliamo la pubblicità sul gioco d’azzardo”. È una battaglia che il Movimento 5 Stelle combatte insieme alle associazioni da anni e gli ultimi dati Caritas sulla dipendenza degli adolescenti bastano a spiegarne i motivi. Inauguriamo la legislatura ponendo un freno a un fenomeno dilagante eppure fin qui ignorato: uno stop a pubblicità, sponsorizzazioni, liberalizzazioni selvagge, conflitti d’interesse che il Movimento 5 Stelle denuncia da 5 anni in Parlamento e che hanno reso l’Italia una Las Vegas diffusa, dove il settore è il più fiorente in Europa e tra i primi quattro al mondo.

Ecco, in sintesi, perché è importante abolire la pubblicità e vietare ogni forma di sponsorizzazione.

1. L’azzardo distrugge famiglie ed economia sana
Da circa 15 anni l’offerta di azzardo è in ascesa e ed erode sempre più il reddito delle famiglie, con danni pesanti anche per l’economia sana e produttiva. Il professor Maurizio Fiasco, presidente di Alea, associazione che studia il fenomeno ed esperto della Consulta Anti-Usura della CEI, ha calcolato che l’azzardo allunga i tempi della crisi economica. Uno studio del 2013 (e in questi ultimi 5 anni i dati sono vertiginosamente peggiorati) dimostra che con l’espandersi dell’azzardo si sono persi 115.000 posti di lavoro (90.000 nel commercio e 25.000 nell’indotto industriale), dirottando 20 miliardi di euro dall’economia reale e bruciando 70 milioni di ore di lavoro. In pratica, ogni euro buttato nel “tentar la sorte” è un euro in meno al commercio e all’indotto industriale, con un mancato incasso in Iva sui consumi che si aggira intorno ai 3,5-4 miliardi.
Continua a leggere “5 buone ragioni per vietare la pubblicità sull’azzardo”

La Memoria Del Futuro e Star Wars: intervista a S. Azzaroli e S. Ingrassia

La Memoria del Futuro è un nuovo libro realizzato da Silvia Azzaroli e Simona Ingrassia. Abbiamo intervistato le due scrittrici, che sono grandi appassionate di Star Wars e ci hanno fatto capire che nella loro opera è “forte” la magia di George Lucas.

Prima di farvi leggere le loro risposte, vi invitiamo dare uno sguardo alla trama del loro romanzo, le cui influenze non si fermano a Guerre Stellari, anzi… Per acquistarlo e per scoprire tutti gli altri dettagli, visitate ilsito web dell’editore.

La Memoria del Futuro – La sinossiTRAMA: Il futuro, il presente, il passato. Qual è l’ordine giusto? Si possono cambiare? C’è davvero la famigerata freccia del tempo oppure tutto è mescolato? Londra, tra 700 anni, qualcuno tornerà indietro per modificare gli eventi e permettere la realizzazione di una profezia legata a tre persone molto diverse, ignare del proprio destino, e ad un’antica e dimenticata civiltà sudamericana. Curtis Chapman, un giovane e geniale inventore dal passato familiare burrascoso; Dalia Robbins, appassionata ricercatrice di nuove cure per l’umanità, nella speranza di poter fermare le più terribili malattie e Jason Mitchell un broker il cui unico scopo sembra essere quello di godersi appieno la vita in ogni sfumatura possibile. Con loro grande stupore e sgomento, apprenderanno la verità sulle loro origini
e avranno nelle mani il destino del mondo intero. La Memoria del Futuro è un libro influenzato da diverse opere, dalla cultura dei nativi americani, dalla musica e dal vissuto delle due autrici.

continua su: La Memoria Del Futuro e Star Wars: intervista a S. Azzaroli e S. Ingrassia

Il ceffone possibile, di Massimo Gramellini

Il ceffone possibile, di Massimo Gramellini

Mentre i carabinieri gli raccontavano del figlio quindicenne sorpreso al parco in compagnia di uno spinello, un ristoratore di Cattolica ha aperto la mano e l’ha stampata sul volto del suo discendente. Il sottufficiale dell’Arma presente alla scena ha denunciato il padre per abuso dei mezzi di correzione. Forse non poteva comportarsi altrimenti. Ma forse avrebbe potuto girarsi dall’altra parte. Invidio chi riesce a tracciare una linea netta tra ciò che va fatto e ciò che non si deve fare mai.

Purtroppo appartengo alla schiera dei relativisti, per i quali molto, se non tutto, dipende dal contesto. Anche i ceffoni. Non si possono considerare sullo stesso piano il balordo violento o il pazzo isterico che ogni sera gonfiano i figli come zampogne e un povero cristo che, al termine di una giornata di lavoro, si ritrova convocato in caserma per essere messo a conoscenza delle bravate dell’erede. «Tu me li tiri fuori dalle mani» si giustificava mio padre, le rare volte in cui replicava con una sberla (più minacciata che effettiva) alle mie turbe adolescenziali. E il primo a starci male per giorni era lui.

 

È un gioco delle parti: il ragazzo trasgredisce, l’adulto sanziona e così insieme si cresce, senza esagerare. Visto l’andazzo rivendicativo-protettivo nei confronti della prole che hanno assunto ultimamente i rapporti tra genitori e insegnanti, mi sarei preoccupato di più se il padre, invece che al figlio, la sberla l’avesse tirata al carabiniere.

Dare i numeri, di Massimo Gramellini

Dare i numeri, di Massimo Gramellini

Una pagina Facebook gestita da buontemponi annuncia che un certo Tarim Bu Aziz ha chiesto di introdurre i numeri arabi nelle scuole italiane per favorire l’integrazione. Neanche il tempo di leggere la provocazione e i tastieristi della Rete già caricano a testa bassa. Scrivono al sedicente Tarim che i suoi numeri se li può infilare in quel posticino, basta buonismo, vaffa tu e i numeri arabi, in Italia usi i numeri nostri oppure te ne torni al tuo Paese. Il fatto è che i numeri nostri sono appunto i numeri arabi, importati nel tredicesimo secolo per sopperire all’eccessiva complessità di quelli romani.

Non è un’informazione riservata, né una cospirazione di matematici finanziati dalla setta degli Illuminati, ma una banalissima nozione scolastica che ha sfiorato le orecchie di chiunque abbia avuto dimestichezza con i banchi delle elementari. Uno può non avere più trovato il tempo di ripassarla, specie se ne trascorre troppo davanti al computer. Ma l’aspetto incredibile della vicenda è la reazione impulsiva di massa. Tra le tante persone ad avere letto la bufala, ben poche si saranno prese la briga di digitare «numeri arabi» su un motore di ricerca per controllare come stessero realmente le cose. Ci avrebbero impiegato non più di dieci secondi (10, in numeri arabi). Invece hanno preferito reagire d’impulso, che è cosa ben diversa dall’istinto. Come tanti pecoroni anarchici ai quali basta che una notizia confermi un pregiudizio per convincersi che sia vera.

Oggi sono grata per…

inpuntadipiedinaturalmente

Buon sabato a tutti!

Oggi sono in leggero ritardo perché essendo sabato me la sono presa un po’ più comoda 😁.

Oggi sono grata per aver avuto la “forza” di ricominciare a prendermi cura di me.

Sono grata per aver ricevuto la meditazione guidata che sto praticando la sera da qualche tempo perché mi permette di vedere le cose da un altro punto di vista.

E voi?

Nel frattempo vi auguro un buon Week end e ci leggiamo presto se vi va!

Elisa

View original post

AMARSI NELLO STESSO TEMPO, di vittoriano borrelli

AMARSI NELLO STESSO TEMPO, di vittoriano borrelli

AMARSI NELLO STESSO TEMPO.jpg

Non capita spesso amarsi nello stesso momento, ma quando succede è una vera e propria esplosione dei sensi. Non parlo dell’attrazione fisica, che quando c’è, concomitante o meno, lambisce solo in superficie i sentimenti e si dilegua in fretta come un’impronta sulla sabbia all’arrivo delle onde.

Un grande amore ha bisogno di essere coevo, sintonico, stare sulla stessa lunghezza d’onda del partner, resistere alle intemperie e splendere come un arcobaleno nel cielo dopo la tempesta. Solo quando c’è reciprocità e disponibilità a concedersi senza riserve che si può sperare che questo grande sentimento duri per tutta la vita e anche oltre. Continua a leggere “AMARSI NELLO STESSO TEMPO, di vittoriano borrelli”

Parte il Bonus Acqua

Parte il Bonus Acqua

Comune

Richieste dal 2 luglio allo Sportello Bonus Luce, Acqua e Gas del Comune di Alessandria

Dal prossimo 2 luglio le famiglie a basso reddito potranno usufruire di una nuova agevolazione: il Bonus Sociale Idrico o Bonus Acqua.

Il bonus che si aggiunge alle agevolazioni sulla Luce e sul Gas già attive nel Comune di Alessandria, comporta uno sconto in bolletta di cui potranno fruire per l’utenza domestica, i residenti con attestazione ISEE inferiore a 8.107,50 € (nel caso di quattro o più figli a carico il limite reddituale sale a 20.000 €).

Da lunedì 2 luglio la domanda potrà essere presentata allo Sportello ‘Bonus Luce, Acqua e Gas’ del Comune di Alessandria (piano terra del palazzo comunale, lato sinistro) con il seguente orario: lunedì – venerdì, dalle 8.30 alle 12.30. Continua a leggere “Parte il Bonus Acqua”

Sozzetti: Medicina ad Alessandria si può fare. Il decreto c’è, l’aumento dei posti anche. Ora sono necessarie le risorse

Sozzetti: Medicina ad Alessandria si può fare. Il decreto c’è, l’aumento dei posti anche. Ora sono necessarie le risorse

medicina

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.co

Lo sdoppiamento del corso di medicina ad Alessandria è a un passo. Il decreto dei ministeri dell’Istruzione, Università, Ricerca e della Salute ha fissato a livello nazionale in 9.779 il numero di posti per le immatricolazioni al corso di laurea magistrale a ciclo unico in Medicina e Chirurgia per l’anno accademico 2018/19.

All’Università del Piemonte Orientale (Upo) sono stati assegnati 145 posti e sarà perciò possibile “aprire un secondo canale formativo ad Alessandria, che inizierà ad immatricolare già dall’anno accademico 2018/2019 – previo il superamento del test di accesso nazionale” come precisa una nota diffusa da Ateneo, Regione Piemonte e Comune di Alessandria. Continua a leggere “Sozzetti: Medicina ad Alessandria si può fare. Il decreto c’è, l’aumento dei posti anche. Ora sono necessarie le risorse”

Du dimanche 1er juillet au dimanche 08 juillet 2018

Spotjardin.com

Que faire au jardin cette semaine ?

Dimanche 1er juillet  Jour racines  Semez des betteraves, des carottes, des navets, des radis, des radis d’hiver et des scorsonères.

radish-1537141__340Lundi 02 juillet  Jour racines/ fleurs  Pareil que le dimanche. Et après 14 h00 semez des choux fleurs, des brocolis et des engrais verts (phacélie, moutarde).

View original post 176 altre parole

Sozzetti: All’ospedale di Alessandria, dopo due direttori toscani, arriva un direttore novarese

Sozzetti: All’ospedale di Alessandria, dopo due direttori toscani, arriva un direttore novarese

All'ospedale

di Enrico Sozzetti  https://160caratteri.wordpress.com/

Alessandria: Dopo due direttori toscani (Giacomo Centini, generale, e Roberta Volpini, amministrativo) arriva un direttore novarese. Per la precisione da Borgomanero dove è stata responsabile della direzione medica di presidio.

Si chiama Daniela Kozel, classe 1971, e assume l’incarico all’azienda ospedaliera ‘Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo’ di Alessandria nei giorni dell’annuncio dell’approvazione da parte del ministero dell’Istruzione, d’intesa con quello della Sanità, dell’aumento dei posti per il corso di laurea di medicina dell’Università del Piemonte Orientale che si tradurrà nell’attivazione del secondo corso di laurea ad Alessandria.

Un salto di qualità importante per Daniela Kozel, che arriva da una struttura da circa 240 posti letto che serve Borgomanero (circa 21.000 abitanti) e l’area nord della provincia di Novara. E una sfida non solo per la complessità dell’operazione universitaria, ma per il ruolo dell’ospedale alessandrino, hub di riferimento per il Quadrante di Alessandria e Asti (oltre seicentomila abitanti) e centro di specialità che Giacomo Centini ha annunciato di voler potenziare.

XIX Concorso nazionale di poesia e narrativa “Guido Gozzano – Augusto Monti” Scadenza bando 7 Luglio 2018

XIX Concorso nazionale di poesia e narrativa “Guido Gozzano – Augusto Monti” Scadenza bando 7 Luglio 2018

Gent.ma Autrice / Gent.mo Autore/ Spett.le redazione

sperando di fare cosa gradita segnaliamo la pubblicazione del bando della diciannovesima edizione del Concorso nazionale di poesia e narrativa “Guido Gozzano”. 

Il bando completo può essere scaricato dal blog

https://concorsoguidogozzano.wordpress.com/bando/bando-2005-2009/

e le adesioni dovranno pervenire entro il 07/07/2018. 

Il concorso “Guido Gozzano” si divide in quattro sezioni 

Sezione A –  libro edito di poesie in italiano o in dialetto (con traduzione) pubblicato a partire dal 2013. Può essere inviato un solo libro di poesie per Autore, in quattro copie di cui una verrà catalogata e conservata presso la Biblioteca di Poesia  di Terzo. Saranno escluse le antologie e le opere inviate tramite e-book o files elettronici. 

Sezione Bsilloge inedita in italiano o in dialetto (con traduzione) senza preclusione di genere. Si possono inviare da un minimo di 7 a un massimo di 12 poesie.

Sezione Cpoesia inedita in italiano o in dialetto (con traduzione) senza preclusione di genere con un massimo di tre poesie.

Sezione D –  racconto, fiaba o novella inediti in italiano a tema libero (massimo 5 pagine  con spaziatura singola e carattere 12 Times New Roman). Continua a leggere “XIX Concorso nazionale di poesia e narrativa “Guido Gozzano – Augusto Monti” Scadenza bando 7 Luglio 2018″