Miskatonic Mystery Café

Se Edgar Allan Poe nel diciannovesimo secolo ha rappresentato la massima espressione nel racconto dell’orrore umano, quello interiore, che nasce dentro di noi e ci fa diventare mostri, Lovecraft porta il suo sguardo all’esterno, verso il freddo buio del cosmo e le sue galassie sconosciute. Un uomo di fronte all’insopportabile immensità dell’infinito, che spinge la mente e il pensiero là dove non dovrebbero mai essere condotti. E facendo questo getta le basi per tutta quella che sarà la fiction di genere dei nostri giorni. Un contributo così importante da poter quasi affermare che quasi tutto l’horror e il fantahorror che abbiamo visto al cinema fino ad oggi sia in qualche modo debitore delle visioni dello scrittore di Providence.

E parlando di cinema, quali sono stati i registi che hanno saputo imprimere al meglio nella cellulosa le tematiche lovecraftiani?

Una discussione che qui al Miskatonic Mystery Café non potevamo lasciarci scappare…

View original post 1.120 altre parole