AVEVO UN AMICO 

Onda Lucana

AVEVO UN AMICO
Tratto da:Onda Lucana® by Gerardo Renna
Avevo un amico col quale spesso chiacchieravo,
all’occorrenza ci si aiutava e ben si stava.
Un giorno egli andò in pensione
e così smise di lavorare.
Ma, pur percependo ogni mese la sua buona pensione,
subito dopo a lavorare riprendeva
e, per giunta, anche in nero….!
Sì che d’allora, oltre la pensione,
un altro stipendio egli prendeva.
Uno stipendio illegale, per quel lavoro che ad altri rubava.
Ad altri che nient’altro hanno e che per la sua cupidigia
la vita a cercar invano il lavoro si dannano….
e, non trovandolo, disperati, la fame fanno!
Così, per la sua ingordigia, un ladro egli diventava!
Un ladro, di tutti il peggiore, ché il lavoro porta via;
il lavoro che il pane è per chi null’altro ha!
Per ventiquattro anni (e chissà per quanti ancora…)
egli, pur avendo il pane dalla pensione assicurato,

View original post 84 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...