Ricordo ancor, di Antonietta Fragnito

Ricordo ancor, di Antonietta Fragnito

tumblr_pbr3ytXmsp1turrjgo1_540

Oh lasso quanti dolci pensier, quanto disio
Sentivamo di Paolo e Francesca
un declamare avido
quasi rabbioso
Ci giungeva
dal fossato dei versi
l’ eco di quell’ amore furibondo
Ci fu promiscuo
come fosse vivo
l’ attimo eterno
Divenimmo statue nei banchi
vulnerabili
Ognuno stava lì seduto col suo Paolo
o con la sua Francesca
Il professore
come un pupazzo asservito ad un sublime inferno
a falcate nell’aula
declamava.

foto:   Tumbir

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...