Veleno

Diario di una Zingara

E’ lunedì.

Ore nove e qualcosa, nel traffico mattiniero cittadino, un’auto improvvisa un sorpasso uscendo dalla rotonda e me la trovo davanti

E mi scoccia tantissimo ammetterlo, ma stavo per avere un attacco d’ansia. Io che ho combattuto gli ansiolitici a pugni in faccia ed ho deciso di “farmela passare” da sola con una pacca sulla spalla dopo l’altra, un abbraccio dopo l’altro.

Il lato positivo è che ho capito che appena lei attacca, io devo contrattaccare ancora più velocemente ed ancora più forte.

Ed ho sterzato di colpo entrando nell’aiuola a bordo strada, evitando lo scontro che sarebbe stato inevitabile.

Quello del sorpasso comunque ha chiesto scusa con la mano, come se bastasse quello.

Sento il veleno nel corpo: è caldo e mi corrode lo stomaco. Ma il mio veleno non è giustificato, no? Eh no, perchè io ho tutto.

Perchè “ne ho passate tante”.

Perchè sono forte.

Perchè…

View original post 172 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...