La tata

Bella giornata "La casa nel bosco"

Bimba in campo di papaveri

Sono una studentessa che nel tempo libero fa la tata.

L’incontro con la bambina che mi è stata affidata, avviene al parco. E’ accompagnata dal nonno che presto si allontana.

Dal suo volto immobile non riesco a cogliere le emozioni e nel salutarla tento dolcemente di toglierle gli occhiali scuri per osservarne lo sguardo, ma non ne ho il tempo: si sfila gli occhiali, li getta nella siepe, mi fissa con sguardo di sfida, le labbra sono strette come una fessura, fugge correndo di qua e di la, sotto lo sguardo divertito dei presenti.

Il cancello del parco per fortuna è chiuso e non corre pericoli.  Quando finalmente stanca si ferma, la osservo, ha bellissimi occhi chiari e profondi, difficili da comprendere perché guardano nel vuoto, indifferenti, impenetrabili.

Cerco di darle la mano ma lei rifiuta ricambiandomi con un veloce calcio alle gambe. Non reagisco e non voglio neppure metterle…

View original post 762 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...