La vigna del nonno

"La casa nel bosco"

240_F_159638697_xGXwGyX6M2Gz8AJupRxfYPSvLd68jAAX

All’esposizione del ”Vinitaly” riconosco nello stand, tra i degustatori dei miei vini pregiati, un vecchio compagno di scuola delle elementari, che si complimenta per l’alta  qualità degustata.

Ci salutiamo con affetto e ci scambiamo notizie. Tra le varie cose gli chiedo: ”Ti ricordi di me? Nella classe ero deriso perché avevo difficoltà nel leggere e scrivere e sedevo sempre nel banco dell’asino.

Tu eri educato e gentile nei miei confronti ma indifferente di fronte alle cattiverie di alcuni ragazzi che mi consideravano diverso.

Ti ricordi come mi umiliavano?

Mi tiravano i capelli fino a strapparmeli e li macchiavano d’inchiostro; a mia insaputa mi riempivano le tasche di pomodori che poi mi bagnavano i pantaloni.

Io mi vergognavo e loro ridacchiavano ancora più soddisfatti…che sofferenza!”.

Seppure con fatica, sono sempre stato promosso grazie all’aiuto di mia sorella gemella che mi aiutava nei compiti e persino a scuola guida mi scrisse le risposte dei quiz…

View original post 900 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...