BieFfe Stories

“Andrà tutto bene”, mi ripeto come un mantra, cercando di ascoltare i consigli di mia mamma. E scopro, con sorpresa, che lo zen paga sempre, mentre vedo il Frecciarossa raggiungere con comodo il binario.

Il carico di bagagli è notevole e i muscoli del Bells hanno modo di mostrare tutto il loro superpotere. Due valigioni, una valigia, uno zaino, un borsone e un sacchettino con olio buono e pasta, che le nostre mamme hanno preparato per “non farci patire la fame”. Gli svariati sacchetti del Bells sono tutti ben pressati dentro al borsone, che non vede l’ora di esplodere.

Sembriamo fuggitivi, io più che mai, con questa tenuta da prostituta-pappona, che attira non pochi sguardi in stazione. Me ne frego. Quella mise mi consente di portare una giacca in più e viaggiare comoda, senza far soffrire la valigia.

Montiamo sul treno, che non mi trasmette sicurezza alcuna. Sarà davvero veloce? Ci…

View original post 361 altre parole