«Sergio Marchionne è malato, le sue condizioni sono peggiorate»: il comunicato di Fca sulla malattia

«Sergio Marchionne è malato, le sue condizioni sono peggiorate»: il comunicato di Fca sulla malattia

Schermata 2018-07-21 a 19.53.04

L’annuncio della casa automobilistica: «Non potrà riprendere la sua attività lavorativa»

di Redazione online  https://www.corriere.it/

Dopo ore in cui si sono susseguite indiscrezioni sulla salute di Sergio Marchionne, poco dopo le 18 di sabato Fca ha diffuso un comunicatoche chiarisce i dubbi. Il gruppo fa sapere, «con profonda tristezza», che «sono intervenute complicazioni inattese durante la convalescenza post-operatoria, aggravatesi ulteriormente nelle ultime ore. Per questi motivi» Marchionne «non potrà riprendere la sua attività lavorativa». Marchionne, fino ad oggi, è stato amministratore delegato di Fca e presidente e ad di Ferrari.

Le indiscrezioni erano sorte in seguito a una convocazione d’urgenza — per la giornata di oggi — dei Cda di Fca, Ferrari e Cnh industrial, nei quali è stata decisa la successione anticipata al manager in Fca(che avrebbe comunque lasciato il prossimo anno, dopo l’assemblea di approvazione dei conti 2018) e quella, del tutto imprevista,in Ferrari. Continua a leggere “«Sergio Marchionne è malato, le sue condizioni sono peggiorate»: il comunicato di Fca sulla malattia”

“SARANNO NOTTI”, di Roberto Busembai

“SARANNO NOTTI”, di Roberto Busembai

Saranno

BUONANOTTTE AMICI

“SARANNO NOTTI”

Saranno sogni aperti
o mere speranze alate,
saranno stelle cadenti
o vie lattee dorate,
saranno lune nuove
o cieli oscurati,
saranno comunque
notti da non dimenticare,
quelle dell’amore
e della comprensione,
del tacito respirare
e dell’angelico sorriso,
del sospiro lieve
e del paradiso pensare.
Saranno notti comunque
e saranno sempre da ricordare.

Roberto Busembai (errebi)

Immagine: Milky Way | Bill Church

Bomboloni alla crema

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Non voglio scrivere una ricetta sul modo migliore per fare i bomboloni con la crema più lievitati o più digeribili. I dolci mi piacciono molto, ma non li so fare e questa è in qualche modo la mia fortuna, altrimenti sarei lievitata insieme a loro.

Forse quella che vado scrivendo è la ricetta di un piccolo momento di semplice felicità.

I bomboloni alla crema sono legati alle mie vacanze in campeggio al mare, nelle pinete di Pescara e Montesilvano; non parlo di bomboloni qualsiasi, ma di un dolce fatto con una pasta non molto spessa, un disco di circa dieci centimetri di diametro completamente ripieno di crema che rendeva il tutto di un certo peso.

Per guadagnarsi una tale goduria, bisognava alzarsi presto perché finivano velocemente. Li vendevano allo spaccio del campeggio o al bar sulla spiaggia, ancora caldi, insieme alle ciambelle fritte, dentro scatoloni di cartone che si ungevano…

View original post 68 altre parole

Una giornata al mare

Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Oggi, per qualche motivo, ho ricordato questa bellissima canzone di Paolo Conte, nelle versione cantata dall’Equipe 84. Mi ha ricordato gli anni in cui una giornata al mare era partire in pullman con il costume addosso, un asciugamano e i soldi per qualcosa da mangiare.

La sabbia non bruciava i piedi e il sole non faceva sudare. Meglio, non ce ne accorgevamo, con le infradito di gomma prese all’Upim e i capelli bagnati nell’acqua di mare.

Stendevamo l’asciugamano sul bagnasciuga e, tra una gara ‘al fazzoletto’, una partita a racchettoni e i frequenti bagni per non sentire caldo, passava la giornata.

Niente protezione totale. Cinquanta sfumature di rosso, per chi non aveva messo la T shirt, che allora si chiamava ancora maglietta a mezze maniche.

Una giornata al mare
tanto per non morire
nelle ombre di un sogno
forse in una fotografia
lontano dal mare
con solo un geranio
e…

View original post 2 altre parole

Una storia italiana — la libraia virtuale

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Con una certa trepidazione mi sono accinta a leggere questa recensione… Ivana è una libraia esperta … difficile barare con lei …

Pina Bertoli, “Infondate ragioni per credere all’amore”, edizioni Io scrittore 2018 C’è ora questo libro: da cui sono stata profondamente catturata e di cui potrò parlare solo riuscendo a separare la mia emozione dalla riflessione su di una storia che racchiude una proposta: una chiave di lettura per una filosofia di vita. Da condividere, in […]

via Una storia italiana — la libraia virtuale

View original post

Letture diverse

Il mestiere di leggere. Blog di Pina Bertoli

Lo sappiamo bene: ogni lettore, quando legge un romanzo, lo fa proprio, e ne dà una sua personale interpretazione. Così sta accadendo al mio romanzo, e non finisco di stupirmi di quanto esso stia viaggiando e stia assumendo volti diversi.

Grazie a tutti coloro che lo stanno facendo vivere passando attraverso letture attente e approfondite !!!

Librimprobabili

La Mela sBacata

Unreliablehero

La libraia virtuale

Viaggi letterari

Convenzionali

infondateragioni foto unreliablehero Immagine di Unreliablehero blog by Benny

Foto di copertina: Alejandra Montefiori

View original post

Presentazione del libro “Correndo a vuoto”, di Lia Tommi

Presentazione del libro “Correndo a vuoto”, di Lia Tommi

Pres

Alessandria: Venerdi 20 luglio con l’associazione Libera Mente- Laboratorio di Idee
Beppe Giuliano Monighini racconta il suo libro ‘Correndo a vuoto’ e la campagna di crowdfunding editoriale, in corso con la casa editrice Bookabook, in una nuova presentazione, la prima ad Alessandria, dove il libro è in gran parte ambientato, alle ore 18 di venerdì 20 luglio.

La presentazione avverrà in via Tortona 71 alla Residenza Basile.
L’incontro è organizzato dall’associazione “Libera Mente, Laboratorio di Idee”, e con l’autore intervengono i giornalisti Ettore Grassano di CorriereAL e Antonella Mariotti de La Stampa. Porta la propria testimonianza anche l’olimpionica di atletica leggera Maddalena Grassano, che gareggiò a Monaco 1972.

A proposito dell’incontro, cui seguirà un rinfresco offerto a tutti i presenti, ci dice Fabrizio Priano, Presidente dell’Associazione: “La presentazione di Correndo a Vuoto di Beppe Giuliano abbina un libro che parla di un periodo storico molto interessante e lo fa in modo assolutamente originale, al crowdpublishing che è un sistema di finanziamento che può davvero innovare il mondo dell’editoria.” Continua a leggere “Presentazione del libro “Correndo a vuoto”, di Lia Tommi”

Sedo un dolore, di Susan Moore

Sedo un dolore, di Susan Moore

Sto male e vomito parole.
Non sono liquidi e umori ,
quelli si potrebbero capire.
Vomito pensieri
e cerco un seccho da riempire.
Non è colpa mia
se non ero sul carso,
o tra i cipressi antichi
o in attesa di cavalline storne,
ma se stessi bene,
guarderei il sole a est,
osserverei i cipressi al tramonto accoglierei le cavalle perse.
Dove sarebbero le parole nella felicità?
Ho la mia storia,
ho avuto una storia.
Oggi ho solo parole,
le vomito a caso.
Sedo un dolore.
SM TDR 19/07/18

Almeno una volta andate in Grecia

Creando Idee

Almeno una volta nella vita scegliete la Grecia per trascorrere le vacanze, magari in una delle isole Cicladi. Le sue acque cristalline, le lunghe distese di sabbia, le spiagge bianche e rosse, le ripide scogliere a picco sul mare e i tramonti più belli del mondo non possono che essere d’ispirazione per i look da sfoggiare in vacanza. Mentre preparate la valigia non potete che lasciarvi ispirare da tutti questi colori, soprattutto nella scelta di abiti e accessori: il bianco ottico e il blu cobalto, tipici delle strutture delle Cicladi, con le sue costruzioni bianchissime intonacate a calce, le finestre e i tetti blu come il mare. Mettete in valigia oltre a bikini colorati e costumi interi anche qualche abito lungo in seta a fantasia, ideale sia per andare in spiaggia che per godervi un aperitivo al tramonto sull’isola. Non dimenticate anche di portare pantaloncini corti da usare come copricostume…

View original post 62 altre parole

4 Seasons’luv, di Alina Donadio

4 Seasons’luv, di Alina Donadio

4a 37410785_10215262887998501_7491035765862825984_n4b 37389975_10215262888038502_6239960527531933696_n

4 Seasons’luv

Le stagioni, a ognuna la sua
qualità, fanno pensare alle
varianti dell’amore, marcate
con le intensità delle emozioni.

Primo amore più importante,
nel impulso della Prima Vera.
Novizio a sbocciare, vibra tutto
di meraviglie indimenticabili.

Il pensiero rimanda al motivo,
di sponda in sponda, rimbalzando.
Amore: nucleo, energia, matrice,
evolve nel perpetuo andirivieni.
Continua a leggere “4 Seasons’luv, di Alina Donadio”

Raggio di luna, di Antonio Meola

Raggio di luna, di Antonio Meola

Raggio di luna

Raggio di luna

La dorata pelle
riflette quel raggio
che la luna gli regala.
Ti illumina lo sguardo
quel magico raggio
di una tonda luna
che il cielo riempie
e il mare incanta.
Il tuo corpo
taglia l’orizzonte
spezzando la sua linearità
e penetra
nell’argenteo astro
che si tuffa nel mare.
Sei magica
in quella luce argentata,
quel che rifletti
è un’anima lucente
che da vita
ad un cuore
da sempre innamorato.

Melanto
( Antonio Meola )

poeta da quattro soldi

foto presa dal Web.

Interludio, di Giuseppe Pippo Guaragna

Interludio, di Giuseppe Pippo Guaragna

INterludio

Interludio

Un veliero alla fonda
era la luna,
e con lame d’argento
e d’ossidiana
mi trafiggeva gli occhi,
stanchi ed afflitti
d’avere visto tanto.
Dove sono i miei giorni
e l’ansia del domani?
Dove giace il mio corpo
se delle sepolture
il numero sale,
e nel sepolcro veglio
il mio stesso sonno?
In sonore penombre,
salmodie fascinose
di ruvidi marmi
erosi dal tempo,
dalla furia e l’incuria,
cantano d’ancestrali
e arcani riti.
Ed io, il figlio prediletto
di un Dio minore,
in fissità incorporea,
scompongo e ricompongo
vecchie memorie,
tra le stoppie di ieri
che si fanno rimorsi,
celebrando rimpianti.
Poi, quando il conto sale,
del dolore mi sfrondo,
nuda canna confitta
nel fango della vita.

Mi rotola nel petto
un vecchio, disperato
e stanco cuore.

20 luglio 2018

Ascoltiamo i nostri giovani

ORME SVELATE

Risultati immagini per rapper saatchi art Music of Chance The Rapper (Hermen Acheampong)

Spesso mi capita di ascoltare canzoni molto apprezzate dai giovanissimi.
Testi volgari, droga e soldi le parole chiave, spesso utilizzate senza alcun ritegno, scartando l’ipotesi di incidenza che potrebbero avere per gli ascoltatori. Un brano non deve trasmettere obbligatoriamente valori morali, come forse facevano i cantautori di un tempo, ma chiaramente mi pongo il problema: sono questi gli interessi dei nostri giovani, ambiscono realmente a questi stili di vita o si sentono semplicemente più “fighi” a mostrarsi in questo modo?
Sicuramente ogni periodo storico si è caratterizzato per contraddizioni, ma come è possibile che questi trapper influenzino così tanto un’importante nicchia della società. Potrebbe essere un interesse passeggero, o una moda del momento, ma ciò che viviamo nell’adolescenza incide sulla nostra vita futura.
Di recente ho letto su giornali degli stessi idoli dei ragazzini, che tanto grandi si mostrano nei video, di come…

View original post 147 altre parole

La dieta nella psoriasi e nella artrite psoriasica

HarDoctor News, il Blog di Carlo Cottone

La psoriasi è una malattia cronica infiammatoria della pelle e presenta una significativa morbilità e un effetto associato sulla qualità della vita.

Gli adulti con psoriasi e/o artrite psoriasica possono integrare le loro terapie mediche con interventi dietetici per ridurre la gravità della malattia?

Un folto gruppo di ricercatori americani ha messo a punto una revisione sistematica di 55 studi e 4534 pazienti con psoriasi, identificando la riduzione del peso con una dieta ipocalorica come intervento di maggiore efficacia  in pazienti obesi e in sovrappeso con psoriasi.

Da questa revisione, la commissione medica della National Psoriasis Foundation raccomanda  la perdita di peso con una dieta ipocalorica per i pazienti sovrappeso e obesi con psoriasi.

Inoltre, i risultati supportano debolmente una dieta priva di glutine per quei pazienti che presentano marcatori sierologici di sensibilità al glutine.

Dati di bassa qualità suggeriscono invece che alcuni cibi, certe sostanze nutritive e determinati schemi…

View original post 168 altre parole

Capitolo 26

Isobel Blue

(se vuoi leggere la storia fin dall’inizio per non perdere neanche un capitolo, segui il  link—> https://isobelblue.wordpress.com/category/internal-wounds-ferite-interne/ )

STEFAN

«  Lo vedevo tutti i giorni al negozio, e veniva solo da me. Tanto che la mia collega per prendermi in giro diceva che “avevo fatto conquiste”. Non ci ho mai fatto caso Stefan, mai.. io non so come ho fatto. Non l’ho mai sentito parlare se non oggi. È.. »

« Calmati Blue, ti credo. » la rassicuro mentre mi racconta per la terza volta tutti i dettagli dopo essersi ripresa. Le ho dato una bibita energetica e i suoi adorati biscotti mentre la sera è arrivata insieme alla mia rabbia.

Sapevo che sarebbe successo, prima o poi ci avrebbero comunque trovati. Vladimir ha occhi e orecchie ovunque nel mondo. l’unica domanda che mi martella in testa è: quanto tempo ci rimaneva per prepararci al loro arrivo?

Poi sento…

View original post 659 altre parole

Gli antiossidanti aiutano a dormire

ORME SVELATE

Risultati immagini per Sleep saatchi art young woman sleeping (Jan Baggen)

Comprendere il sonno è diventato sempre più importante nella società moderna, dove la perdita cronica del sonno è diventata dilagante e pervasiva. Poiché le prove dimostrano una correlazione tra la mancanza di sonno e gli effetti negativi sulla salute, la funzione fondamentale del sonno rimane un mistero. Ma in un nuovo studio pubblicato il 12 luglio nella rivista PLOS Biology, i ricercatori della Columbia University di New York, hanno scoperto che i mutanti del moscerino della frutta insonni condividevano il comune difetto di sensibilità allo stress ossidativo acuto e quindi che il sonno supporta i processi antiossidanti. Comprendere questa antica relazione bidirezionale tra il sonno e lo stress ossidativo nella moscerino della frutta potrebbe fornire una visione tanto necessaria delle moderne malattie umane come i disturbi del sonno e le malattie neurodegenerative. Perché dormiamo? Durante il sonno, gli animali sono vulnerabili, immobili e meno sensibili…

View original post 395 altre parole

Problema sonno- veglia (insonnia) e i rimedi

Antonella Lallo

By Antonella Lallo

La iper-attività potrebbe determinare cause di stress psico-fisico creando disagi a carattere emotivo; depressione, stanchezza, come anche il cambio delle stagioni potrebbero renderci la vita insopportabile ,oppure , l’innaturale passaggio dall’ora legale a quello solare. Le manifestazioni prodotte potrebbero essere molteplici vedi la mancanza del recupero delle ore del sonno con numerosi risvegli notturni, oppure non dormire durante le ore notturne, ed ancora il risveglio anticipato al mattino, le tipologie dell’insonnia caratterizzata da questo mancato balance si categorizza in termini ben precisi come ; l’insonnia transitoria , a breve termine oppure cronica o anche a fase alternate settimanali. Necessità recuperare il sistema corpo-mente ristabilendo il ritorno agli equilibri originari,

Ci sono una vastità di erbe benefiche naturali che ci vengono in aiuto che si usano come calmanti per rendere le notti più agiate. In fitoterapia esistono varie piante con proprietà calmanti. Molto usate sono le tisane per…

View original post 407 altre parole

TORNERÒ D’ESTATE, di Maya Cau

TORNERÒ D’ESTATE, di Maya Cau

TORNERÒ D’ESTATE

Aspettami dicevi,
quando la luce rossa
del tramonto
filtrerà tra gli alberi e poi
morirà abbracciando il mare,
sarò da te.
Aspettami
con gli occhi socchiusi
perché tornerò d’estate,
sulle tue lunghe ciglia
poserò i miei baci e sulla tua
bocca vermiglia
disseterò il mio amore.
Giorni, mesi,
anni interminabili sono
trascorsi,
mentre le stagioni veloci
si inseguivano e l’estate
spezzettava il mio cuore
anno dopo anno.
Nell’immaginario,
beffardo ti rivedo, mi
sorridi,
intrigante come sempre.
Un’altra estate chiude
le tende al sole,
tristemente
finisce portando
con se quell’eco oramai
antico della tua voce.
Aspettami …tornerò D’ESTATE.

Maria Cau L’ISPIRATRICE DI SOGNI
Dall’antologia D’ESTATE
Edito da Antologica Atelier

POETI BENEDETTI – Antologica Atelier

Prima della notte, di Mariella Di Camillo

Prima della notte, di Mariella Di Camillo

Prima della notte
La sera è venuta da un pezzo
ed io sono già con la testa fra le nuvole,
un’aria fresca e umida mi fa tornare sulla roccia.
Ora mi sento totalmente svuotata
come se il vento avesse portato via ogni energia
dal mio corpo e dalla mia mente.
Mi alzo in volo solo per ricadere a terra
e trovarmi con le ossa tutte rotte.

Scritta da Mariella Di Camillo.

POETI BENEDETTI – Antologica Atelier

“Lodi d’amore”, di Maria Rosa Oneto

“Lodi d’amore”, di Maria Rosa Oneto

Poesia. (Per Excelsior)

“Lodi d’amore”

Son mare che il vento
non asciuga.
Poesia di scoglio
su albe frastagliate.
Ramo di ulivo
sull’abisso del Mondo.
Gelo di montagna
fra stambecchi
e caprioli.
Son terra bruciata
d’arsura.
Sementi sparse
all’ingordigia dei passeri.
Riflesso dorato
che attarda la sera.
Luna in equilibrio
a donar carezze
al cuore
nel vespro illuminato
da lodi d’amore.

POETI BENEDETTI – Antologica Atelier

Appuntamenti in provincia di Alessandria, di Cristina Saracano

Turista

Anche questo sabato è ricco di eventi nell’Alessandrino.

A Parodi Ligure, presso l’Abbazia di San Remigio, la COMPAGNIA ALBICOCCA presenta uno spettacolo di Teatro Popolare, a cura dell’autrice e regista Simonetta Guarino, una simpatica performance, a partire dalle 21,15 con ingresso libero.

A Cartosio “Certi arzilli gentiluomini di campagna” concerto spettacolo sulla piazza principale che diventa per l’occasione un’osteria a cielo aperto: dalle 19,30 si potrà anche, infatti, mangiare e bere con pizza e salsiccia.

A San Cristoforo il duo Casals, Felicitas Stephan, violoncello e Wolfgang Lehmann, chitarra, dalle 21,15, nell’ambito della rassegna “Settimane musicali Internazionali”, presso la sala del torchio, eseguiranno musiche ispano-americane.

L’ingresso, a offerta libera, sarà devoluto alla sezione della LILT di Novi Ligure.

Come vedete, gli incontri culturali, non mancano.

HO INCONTRATO IL SOLE, di Maya Cau

HO INCONTRATO IL SOLE, di Maya Cau

(PER EXCELSIOR)

HO INCONTRATO IL SOLE

Ho incontrato IL sole,
mentre affaticato
inseguiva il tramonto
tra vallate di silenzio,
dove io sostano con la
mia tristezza.
S’adombrava
di turchesi trasparenze l’universo,
mentre, sfacciata di splendore,
prorompeva la prima stella
nel cielo.
Un quadro, mai dipinto da pennelli,
apparve in un istante:
pure le ombre si vestirono
di splendore,
allontanando tristezze e
cupe malinconie.
Così, quello che sembrava
un anonimo tramonto,
esplose in un istante
In una insolita bellezza,
striato di rubini e cerchi d’oro.
Nel mio cuore, muto di pensieri,
povero di speranze e orfano
di affetti, quel tramonto ha
illuminato di gioia lastricando
di luce l’anima mia.

Maria Cau
Diritti riservati

POETI BENEDETTI – Antologica Atelier

Il navigar in vita… di Antonietta Fragnito

Il navigar in vita… di Antonietta Fragnito

tumblr_n0p377xbHt1ra5up1o1_500

Stamattina svegliandomi ho accolto la mia nascita al nuovo giorno.

Ho pensato alle ore che mi si stavano spalancando davanti.

Mi sono chiesta quante di esse realmente mi appartengano e quante, già al nascere,

sono miseramente ipotecate.

Ipotecate in primo luogo al corpo, alle sue necessità, alle sue tirannie e poi ci sono

quelle da dare al padrone sociale, alle evenienze, al caso, alla naturalità degli eventi.

Ho pensato, subito dopo, alle culle che questa notte ha riempito, ai parti nelle cliniche

di lusso e a quelli alla buona, quasi spontanei, come natura vuole. Continua a leggere “Il navigar in vita… di Antonietta Fragnito”

PASTA CON ASPARAGI E FUNGHI

Antonella Lallo

La Cucina Lucana ByAntonellaLallo

Pasta con asparagi e funghi è un primo piatto ricco, semplice e veloce da preparare.

INGREDIENTI (per 4 persone):

-350 gr di pasta;

-200 gr di asparagi;

-200 gr di funghi;

-1 spicchio d’aglio;

-mezza cipolla;

-5 cucchiai d’olio 100 ml di latte (o panna fresca);

-sale q.b;

-pepe q.b.

PREPARAZIONE:
Lavate gli asparagi ed eliminate la parte inferiore, più bianca e legnosa; tagliate a pezzi lasciando intere le punte. Prendete i funghi, in un’ampia padella versate l’olio, mettete l’aglio e la cipolla tritata finemente, lasciate soffriggere appena e aggiungete mezzo bicchiere d’acqua calda.

Lasciate cuocere a fuoco basso con coperchio per circa 5 minuti. Tagliate a pezzetti i funghi. Unite il latte e i funghi al composto, salate, pepate e lasciate cuocere per altri 10 minuti.

Se desiderate un sugo più cremoso sostituite al latte la panna fresca per poi far restringere e amalgamare il…

View original post 31 altre parole

Io e me… #solitaria

I miei pensieri in volo...

IMG_20180715_174610_145

(Ghiacciaio di Fellaria #valmalenco)

Mi fermo a contemplare questa meraviglia della natura e penso a…
penso che…
penso che forse…
Penso a tutto e non penso a niente…
Ho un tuffo al cuore, una cinquantina di battiti oltre la soglia e non per lo sforzo fisico, ma per quello che c’è nel mio rosso ammasso pulsante. L’amore, l’amicizia…gli affetti… Che senso avrebbe la vita se non esistessero queste cose?
Nella vita certi dolori non si dimenticano, semplicemente si ripongono in un angolo di noi stessi, avendo cura di stringere bene la chiusura ermetica perchè non facciano di nuovo male, ancora… Ma ogni tanto la tenuta stagna non regge e tutto riemerge… brucia… Ed è qui che bisogna essere forti più che mai. Amare qualcuno produce il coraggio necessario per non cadere più…Essere amati da qualcuno infonde la forza per affrontare tutto il resto… (Zelda)
#zeldapeverelli #irregularwriter

View original post

Nostalgia in vetta…

I miei pensieri in volo...

btr

Che cosa ne è stato dei giorni in cui il problema principale era decidere chi contava a nascondino? Quando mi rintanavo nei boschi armata di coltellino svizzero e spaghi perché volevo costrire la mia casa sull’albero? Che ne è stato di quando il mio cuore era ancora giovane e innocente… quando era come carta assorbente e non aveva paura dell’amore? Se si potesse tornare indietro… Se si potessero rivivere delle cose è cancellarne altre… Salirei sulla macchina del tempo e aggiusterei il tiro. Ma non si può. Una vita. Una soltanto. Fatta di ricordi belli, brutti, terribili… di risate e pianti… di cose che furono e di cose che potevano essere e invece non sono nemmeno cominciate. Oggi io sono il risultato di tutto ciò. Nei miei disastri, nelle mie mattate… sono qui con una corazza fatta di cristallo e burro e guardo questo cielo con mio cuore in tempesta…

View original post 64 altre parole

“Amici moschettone”

I miei pensieri in volo...

Per scalare una montagna ci vogliono forza fisica e mentale… Non parlo di coraggio, quanto di voglia di riuscire. È un po’ come una sfida con se stessi che si fa sentire forte proprio nei passaggi più difficili, quando le gambe sembrano troppo corte per trovare appigli e non si sa come andare avanti. Nella vita non è poi così differente. Momenti che a volte sono periodi infiniti in cui tutto sembra scivoloso e invalicabile. Gambe, braccia…testa e rabbia quanto basta per fare quei due tiri che mancano. Non è nemmeno possibile sperare sempre che ci sia qualcuno sopra di noi, pronto a lanciare 30 metri di corda per toglierci dai guai! Quindi testa in bolla e su! Quando si risale una parete ci si assicura: moschettoni e catene diventano i nostri migliori amici facendoci sentire sicuri. A valle ci sono gli amici, le speciali “persone moschettone” che ci tengono…

View original post 173 altre parole

Inaspettatamente

Il mio giornale di bordo

Vorrei essere
il vento
che sfiora
il tuo volto
ora
sono lì
dove
il tuo pensiero
la tua presenza
giunge
inaspettatamente
rinnovando
la vita mia.

Due rette parallele si incontrano all’infinito, è proprio lì che mi sto recando, per aspettarti. Nei miei pensieri. Antonio

Eng_Unexpectedly
I would like to be
the wind
nearly
your face
now
are there
where your thinking
your presence
arrives unexpectedly
renewing
my life.

View original post

Tu lui e voi due

Creando Idee

È il sogno di molti: trovare un partner che, oltre a ricambiare l’amore che proviamo per lui, abbia tante affinità con noi; modi di ascoltare, di vivere il tempo, di guardarsi dentro, di divertirsi e di cercare. Ma non è solo un sogno: in tanti casi, all’inizio di una storia, la cosa sembra realizzabile. L’entusiasmo dei primi tempi fa volare i due innamorati, che si sentono in grande armonia. Tuttavia spesso basta attendere qualche tempo per ritrovare questa stessa coppia in grande difficoltà: subentrano scontento, insofferenza e indifferenza reciproca, in uno sforzo di adattamento che può farsi pesante. Ma perché le cose vanno così? Pur nella gran diversità delle situazioni, molti commettono un semplice errore “tecnico”, cioè non sono capaci di variare la condivisione del tempo e dello spazio all’interno della vita di coppia. Ci sono quelli che fin dai primi tempi fanno tutto insieme: condividono qualsiasi cosa e…

View original post 329 altre parole

Tous voisins…

Ma vie au présent simple

Salut à tous,

Je voulais partager avec vous un site que je trouve très sympa éthiquement parlant.

Www.mytroc.fr

Est-ce que certains d’entre vous le connaisse déjà?

C’est un site de troc ou l’on trouve vraiment toutes sortes d’offres et ne nécessite pas de dépenser d’argent.

En effet, vous proposez des choses (biens, services, prêts) à troquer, cela vous fait gagner des noisettes, puis vous dépensez vos noisettes chez d’autres troqueurs…

Que pensez-vous de cette démarche?

Si vous souhaitez vous joindre à nous, je vous ai mis un code de parrainage sur la photo. (457B57)

Bise tout l’monde

Belle journée et bon week-end à tous

Clémentine

View original post

Il piatto della seduzione

Creando Idee

Il piatto della seduzione? Il pinzimonio. Potrebbe suonare strano, eppure le verdure tagliate alla julienne e una ciotolina di olio extra vergine di oliva rappresentano tutto quello che ti serve per riscaldare una cena o sedurlo al primo incontro. Non solo preparare il pinzimonio è molto facile lo si trova anche all’aperitivo ed è anche un piatto sano, ma può anche svelarti due cose dell’uomo che hai di fronte e che ti saranno molto utili per capire che tipo è. Capisci che tipo è in base a come mangia il pinzimonio. «Se usa le mani, assapora le verdure e le intinge bene nell’olio significa che è un buongustaio e certamente non vedrà l’ora di passare alla portata successiva in camera da letto. Se invece fa lo schizzinoso, usa stuzzicadenti e fazzolettini a dismisura forse non sarà poi così goloso», svela la Dottoressa Natoli, psicologa e psicoterapeuta Il…

View original post 116 altre parole

Passione fotografia, di Cristina Saracano

Passione fotografia, di Cristina Saracano

Valeria copia 2

Alessandria: Valeria Yurlovich, nata in Bielorussia, ad Alessandria dal 2012 titolare di uno studio fotografico, ci parla della sua passione.

Ha iniziato a scattare foto a sette anni, e non è più riuscita a smettere: la sua passione nasce dall’avere voglia di osservare il mondo dentro un obiettivo, dove contano i particolari e le geometrie perfette che creano i nostri occhi.

Ha viaggiato in Europa e in Italia, seguendo un corso di specializzazione universitaria, ha trovato l’amore, e, per amore si è fermata da noi.

La fotografia per lei è importante perché permette di fermare emozioni, catturandole con un semplice scatto, esse restano per sempre, e quelle immagini, quei volti, visti e rivisti più volte, fanno la nostra storia, sono parte integrante della vita di ognuno di noi.

Continua a leggere “Passione fotografia, di Cristina Saracano”

INNO ALLA NOTTE, di Lucia Lanza

INNO ALLA NOTTE, di Lucia Lanza

INNO ALLA NOTTE

Che scende velandosi in blu
la Notte che mi riposa il respiro
e s’apre il sipario su mondi mai visti.

Che il Sogno abbia inizio
su lenzuola di onde marine volanti
come i tappeti di Kefirian.

Che s’avveri la rotonda luna
affiancandosi al Sole dormiente
come abbraccio sponsale.

istantanea 190718

POETI BENEDETTI – Antologica Atelier

Dal divano verde, di Marcello Comitini

Dal divano verde, di Marcello Comitini

edouard_manet_-_luncheon_on_the_grass-rit

https://marcellocomitini.wordpress.com

Edouard Manet, Le Déjeuner sur l’herbe, 1863

La sera mi distendo sul divano
verde-prato che i miei nonni hanno calpestato
quando si sedevano a dejuner
assieme ai figli di Manet e le due fanciulle – quella che si rinfresca i piedi
sulla riva del lago e l’altra però tutta vestita
per non scandalizzare i piccoli che girano per casa.
Guardo i telegiornali. Il mio interesse sono gli affari interni
e la politica internazionale. Ascolto senza far nulla
senza neppure pensare. Non guardo mai lo schermo.
Sono rigoroso. Non voglio lasciarmi influenzare. Ma il cuore
a volte sfugge al mio controllo.
Bisogna che io stia sveglio e lo sorvegli.
Qualche volta sbanda come un aquilone che vola in alto
ed io gli vado dietro . Ma guardo sempre dove metto i piedi.
Lo immaginate uno che corre senza guardare?
Anche il cuore è un figlio di buona donna
che si ferma ad ascoltare.
Qualcuno borbotta in mezzo al mare verde
che una barca s’è rovesciata e qualcosa l’ha soccorsa.
Guardo. La nave si allontana come una macchia gialla
vista dall’elicottero.
Si muove verso terra e tutto sembra finito bene.
Le barelle scendono sul molo con i cadaveri recuperati.
Qualcuno enumera gli annegati e i dispersi.
Gli occhi sbarrati nel volto nero di una negra
di circa quarant’anni mi fissano dallo schermo.
Le sue cornee bianche brillano come due macchie di latte
incredule per il mare che l’ha tradita.
Le ha rapito i figli e adesso li culla tra le sue braccia di vetro.
È imbarazzante. Nessuno deve morire con tanta facilità.
I fiori del mio divano hanno il tepore della nuvola leggera
che avvolge la mia tristezza col bagliore di quegli occhi.
Non tutto finisce bene. Chi non lo sa? Bisogna evitare
di dare retta al cuore.

Eventi del fine settimana a Garbagna, di Lia Tommi

wp-15321652885541833904091.jpgSotto la direzione artistica di Emanuele Arrigazzi e Allegra de Mandato torna a Garbagna il festival teatrale “Il borgo delle storie“.

La vocazione del festival è quella di creare eventi e spettacoli legati dal filo rosso dell’alta qualità, dal carattere contemporaneo ma anche dall’idea che non sia necessario un nome di richiamo per portare il pubblico a teatro ma che la scelta della proposta debba essere legata alla bellezza e alla fruibilità di una storia, siamo anche votati ad alternare spettacoli teatrali “puri” nel teatro a cielo aperto in cui il pubblico si siede e sotto le stelle assiste ad uno spettacolo, a spettacoli itineranti che facciano vivere il borgo portando il pubblico a “camminarlo”.

“L’altro sguardo“
Quest’anno il tema sarà “L’altro sguardo” perché lo sguardo ci porta a giudicare ed essere giudicati, ad accorgerci della bellezza o ad ignorarla, a fermarci alla prima impressione o andare oltre, sguardi che riguardano l’intimo, il collettivo, il voltarsi dall’altra parte, il partecipare, noi vogliamo più di tutto partecipazione, cercheremo storie che raccontino uno sguardo inedito e assolutamente personale sul mondo che ci circonda, sguardi che ci mostrino cose che abbiamo sempre guardato da un’altra prospettiva e che ci raccontino come quasi mai la realtà sia solo quella che si vede.

L’edizione 2018 ha preso il via sabato scorso ad Avolasca con un’anteprima del festival: lo spettacolo “Quinto comandamento: non uccidere”, un viaggio nell’umano e nel disumano della guerra di Allegra de Mandato con Fabio Martinello e la regia di Emanuele Arrigazzi. Giovedì 19 luglio, alle ore 22, è prevista un’altra serata in trasferta, questa volta all’’Osservatorio astronomico naturalistico di Casasco.

Garbagna
Garbagna, uno dei borghi più belli d’Italia, diventa un luogo dell’altrove, dove venire ad ascoltare, a guardare, a farsi stupire e a partecipare, con l’idea che noi possiamo cambiare il mondo se cambiamo il modo in cui lo guardiamo, se spostiamo l’attenzione, se ci distraiamo e mettiamo a fuoco un dettaglio diverso da quello

EVENTI DEL FINE SETTIMANA

Sabato 21 luglio 2018
Sabato 21 luglio la giornata si aprirà alle ore 17 con la rassegna “Sguardo sul territorio” e la presentazione dei libri di Ivana Melloni e Mario Franchini condotta da Francesco Masini, la giornata proseguirà alle ore 17.30 con non spettacolo per bambini “Piccolo principe” della compagnia “Matuta Teatro” e alle ore 19 con il monologo-performance di Allegra de Mandato con Emanuele Arrigazzi “Tempi Maturi”, la giornata si concluderà alle ore 22 con lo spettacolo “Montagne russe” di Eric Assous della compagnia “Eccentrici Dadarò” con Rossella Rapisarda e Antonio Rosti e la regia di Fabrizio Visconti.

Domenica 22 luglio 2018
Domenica 22 luglio si comincerà alle ore 17 con i burattini di Paolo Sette nello spettacolo “La Luna Nuova”, per proseguire alle ore 17.30 con il monologo “Ofelia non deve morire” di Luciano Nattino con Patrizia Camatel, a cui seguirà alle ore 18.30 lo spettacolo itinerante “Inferno” con la compagnia amatoriale “Quelli degli Ippocastani“. Il festival si concluderà alle ore 22 con il monologo di e con Marco Albino Ferrari “La via incantata”.

 

 

Il verso della visione di Cristina Saracano

Alessandria today @ Web Media Network - Pier Carlo Lava

Cristina Saracano Alessandria

Il 14 giugno 2018 alle18 si terrà l’inaugurazione della mostra fotografica di Daniele Robotti “Il verso della visione “, presso il Bio Cafe’ di via dell’Erba 12, Alessandria, in collaborazione con Associazione LiberaMente.

La fotografia può essere anche un modo di dare un ordine agli oggetti, di guardare dentro un’immagine, per creare immagini fuori dagli schemi convenzionali.

Le foto sono stampate con stampa Finear, stamperia a cura di Guido Bartoli.

Ingresso libero.

View original post

UIL: Il ricalcolo delle pensioni è ingiusto, iniquo e recessivo

UIL: Il ricalcolo delle pensioni è ingiusto, iniquo e recessivo

Schermata 2018-07-20 a 12.14.16

DICHIARAZIONE DI DOMENICO PROIETTI SEGRETARIO CONFEDERALE UIL

Il ricalcolo delle pensioni è ingiusto, iniquo e recessivo

Procedere al ricalcolo contributivo delle pensioni, è una scelta sbagliata. Così si discriminano e si penalizzano quei pensionati che hanno rispettato la legge e le regole in vigore quando lavoravano.

Il solo parlare o ipotizzare ricalcoli che producano effetti considerevoli sui redditi dei pensionati ha effetti recessivi sui consumi, facendo aumentare la sfiducia dei cittadini e limitando la loro propensione e nuovi acquisti o investimenti con evidenti ripercussioni sulla ripresa dei consumi. Continua a leggere “UIL: Il ricalcolo delle pensioni è ingiusto, iniquo e recessivo”

Balduzzi: Fraternità. Non è soltanto un motto, ma un vero principio costituzionale

Balduzzi: Fraternità. Non è soltanto un motto, ma un vero principio costituzionale

Pane-e-giustizia-20-luglio-2018

Ha avuto scarsa eco in Italia una recente sentenza del Consiglio costituzionale francese, il quale ha dichiarato contraria al principio di fraternità la norma di legge che non escludeva dal reato di favoreggiamento dell’immigrazione irregolare alcune forme di aiuto prestato ai migranti per motivi umanitari.

Ce ne parla Renato Balduzzi nella rubrica Pane e giustizia in edicola oggi su Avvenire.

Per leggere il testo dell’articolo, clicca sul seguente link: Pane e giustizia – 20 luglio 2018.

Ufficio stampa del prof. Renato Balduzzi

www.renatobalduzzi.com

La cosidetta microcriminalità  non è affatto micro, di Elvio Bombonato

La cosidetta microcriminalità  non è affatto micro, di Elvio Bombonato

Bombonato-Elvio-

Alessandria: “Tutti quelli che in questo paese dicono di essere garantisti pensano soltanto a garantire i diritti dei delinquenti. Ne sentissi uno che pensa di garantire i diritti delle persone perbene!”

Ieri sera nell’intervista su LA 7, Piercamillo Davigo, Presidente della II Sezione Penale della Corte di Cassazione, ha argomentato considerazioni analoghe a quelle che da qualche tempo esprimo su FB.  La microcriminalità non è un fatto statistico, che genera conforto quando cala, o quando si fa la gara insensata per stabilire se i delinquenti siano in maggioranza italiani o stranieri.

La cosiddetta microcriminalità non è affatto micro per chi subisce un furto, uno scippo, una truffa.  Davigo ha sottolineato la gravità di questi reati, che violano la vita privata delle persone, soprattutto se anziane: non si  riprenderanno più dallo shock e  dall’umiliazione subiti, accelerando la propria senescenza. Per esempio, dice Davigo,  i reati di truffa finiscono sempre in prescrizione (la quale cancella il reato,  lasciando immacolato il delinquente), mentre all’estero sono puniti con rigore.  Continua a leggere “La cosidetta microcriminalità  non è affatto micro, di Elvio Bombonato”

Valeria Yurlovich, un grande talento della fotografia

Valeria Yurlovich, un grande talento della fotografia

di Pier Carlo Lava

Alessandria: Valeria Yurlovich fotografa professionista di origine bielorussa, sin da giovanissima ha avuto modo di sviluppare le sue capacità seguendo diversi corsi di specializzazione anche all’estero, con maestri eccellenti, raggiungendo elevati livelli di professionalità. L’abbiamo incontrata nel suo studio fotografico per un intervista che vi proponiamo.

video:

https://youtu.be/Jevy7VkGtbc

Ceste e cestini

Creando Idee

In principio utilizzati solo per raccogliere la biancheria sporca e relegate nel bagno di servizio, hanno acquistato nel tempo grande valore decorativo e invaso ogni ambiente della casa’ stiamo parlando delle ceste di vimini. Grandi, piccole, rettangolari o dalla classica forma avvolgente. In realtà  però, se torniamo ancora più in dietro nel tempo, ci accorgeremo che già  in un passato remoto la cesta assolveva a diverse funzioni da quella di culla a quella di porta legna, oggi, oltre ai numerosi utilizzi pratici, si aggiunge il fattore decorativo da non sottovalutare. Dunque ecco dei suggerimenti per utilizzare le ceste nell’arredamento delle nostre case: possono diventare dei contenitori, semplici eppure affascinanti: portabiancheria in bagno, un contenitore per riporre cuscini e coperte in salotto o camera da letto; portariviste, ombrelli, giocattoli o contenitori utili a contenere qualsiasi cosa vi occorra. Le ceste non sono solo quelle classiche color corda ce…

View original post 172 altre parole

Spritz Aperol

Creando Idee

Prosecco, Aperol, soda, una fettina di arancia e tanto ghiaccio: in Italia è un grande classico dagli anni Cinquanta. Nel Triveneto, poi, è tradizione. Ma ci è voluta l’estate 2018 per far esplodere la popolarità dello spritz Aperol al di là dell’oceano. Il motivo lo spiega il New York Times, che racconta la brillante tattica di marketing ideata da Campari per esportare questo drink rifrescante nella Grande Mela. Esibito alla Fiera Campionaria di Padova per la prima volta nel 1919 dai fratelli Barbieri, l’Aperol incontra la ricetta tipica dello spritz veneto negli anni Cinquanta, andando a creare la ricetta che tutti conosciamo ai giorni d’oggi. Prima è diventato partner ufficiale del Manchester United, poi ha cominciato ad approdare in giro per il mondo come aperitivo estivo e trendy, divenendo “drink dell’estate” a Londra. Quest’anno tocca a New York. L’anno scorso la bevanda più alla moda tra i grattacieli della…

View original post 205 altre parole

“Nuvole scontrose”, di Maria Rosa Oneto

“Nuvole scontrose”, di Maria Rosa Oneto

Poesia (Per Excelsior)
“Nuvole scontrose”

Dove il cielo
faceva più rumore
le cianciallegre
s’attardavano
a sognare.
Il.temporale
tuonava
spandendo
una coltre nera
sui campi e
sulle case.
Gli alberi abbracciati
attendevano la pioggia
come intrepidi
innamorati.
Caddero
le prime gocce
simili a farfalle
di cristallo.
Nel chiuso respiro
di.nuvole scontrose
fece capolino
il riflesso del sole.

POETI BENEDETTI – Antologica Atelier