L’esposizione prenatale agli ftalati compromette lo sviluppo cerebrale

ORME SVELATE

Risultati immagini per plastics saatchiart Wrapped in plastic (Bhamidipati Bharati)

Da un nuovo studio scopriamo che ratti maschi e femmine esposti nel grembo materno e durante l’allattamento a sostanze chimiche plastificanti note come ftalati avevano significativamente meno neuroni e sinapsi rispetto a quelli che non erano stati esposti. I ratti esposti agli ftalati hanno avuto riduzioni delle dimensioni della loro corteccia prefrontale mediale, una regione del cervello che regola il comportamento e hanno mostrato deficit nella flessibilità cognitiva. La varietà di ftalati e le quantità utilizzate nello studio erano rilevanti dal punto di vista ambientale per le esposizioni umane. Gli ftalati sono usati come plastificanti in una varietà di beni di consumo, tra cui plastica, prodotti per la cura personale, profumi, prodotti farmaceutici, abbigliamento e materiali da costruzione. Il contatto con questi prodotti può portare ad esposizione attraverso la pelle, la digestione o i polmoni. La ricerca ha dimostrato che gli ftalati attraversano facilmente la…

View original post 304 altre parole

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...