Intervista al poeta e scrittore Vito Sorrenti, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista al poeta e scrittore Vito Sorrenti, a cura di Pier Carlo Lava

Vito ciao e benvenuto su Alessandria today è veramente un piacere ospitarti, ci vuoi raccontare chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Grazie a Voi per l’ospitalità. Chi sono? Per definire chi sono prendo in prestito le parole, assai calzanti, che il Centro d’Arte Coreografica “Aglaia” Premio “Nicola Mirto” 2009, ha utilizzato per attribuirmi il Premio Cultura “Adriano Angelo Gennai” “per alti meriti poetici”:  “Uomo di grande rettitudine morale, signorile nei modi, colto e sensibile…”.  Per oltre 40 anni ho svolto la professione di Tecnico Sanitario di Radiologia Medica dapprima presso Il Centro Traumatologico Ortopedico di Milano e successivamente presso l’INAIL. Ora, da pensionato, mi dedico ai miei affetti e alle mie passioni, in primis alla poesia, e, in pari tempo, assisto, dolente e impotente, ai tragici eventi che si dipanano, giorno dopo giorno, sotto i nostri occhi. Dal 1978 vivo a Sesto San Giovanni, una città ricca di storia, che al momento del mio arrivo era disseminata di grandi fabbriche che ne facevano uno dei maggiori poli industriali non solo della Lombardia ma dell’intero Paese. Nel corso degli anni ho avuto modo di assistere ai suoi profondi cambiamenti che l’hanno trasformata da città industriale a città del terziario avanzato.

Quando hai iniziato a scrivere e cosa ti ha spinto a farlo?

Le prime poesie l’ho scritte all’inizio dell’età adolescenziale per un amore segreto che è rimasto tale. Subito dopo, quando ancora non avevo compiuto i 16 anni, sono andato via da casa per lavorare. E il lavoro di giorno e la scuola di sera, mi hanno assorbito completamente. Successivamente il matrimonio e la nascita dei figli… Insomma per un lungo periodo non ho scritto niente ma ho utilizzato il mio poco tempo libero per leggere tutto quello che mi destava interesse e piacere e appuntare sui miei diari le riflessioni che le letture mi destavano. Solo intorno ai 35 anni, in seguito a un evento che mi ha tenuto lontano dal lavoro per alcuni mesi, si è riaffacciata l’ispirazione insieme al desiderio di registrare il mio sentire. Continua a leggere “Intervista al poeta e scrittore Vito Sorrenti, a cura di Pier Carlo Lava”

Ci sono, di Antonietta Fragnito

 

Ci sono le anime sonore
quelle di purezza tormentata
Quelle delle canzoni di Battisti
E le anime vuote
di carta
Di bellezza precaria hanno l’incarnato
che svilisce di colpo
come dentro il ritratto
di Dorian Gray
Ho bagliori e tuffi nell’inconscio
a sfiorare quel romanzo
che pure conservo
nel mio scaffale
come una reliquia .
Siamo tutti così
perche’invecchia
nel cantico della vita
prima il sogno
e subito dopo il cuore.
Con le rughe in prigione e la carne in agguato
leggo Dante
lo attingo allo stesso scaffale.
Ripiano alto

Incontro con lo scrittore Marco Candida, di Lia Tommi

Incontro con lo scrittore Marco Candida, di Lia Tommi

.facebook_1533378510833.jpg-1956612922.jpg.facebook_1533378288443.jpg-582653597.jpg

Pier Carlo Lava ha incontrato lo scrittore alessandrino Marco Candida, che ha già al suo attivo la pubblicazione di 15 romanzi, per parlare degli ultimi due: “Nelle mani dell’amore” e “La casa benedetta”.

Relativamente a “Nelle mani dell’amore” (ed. EFFIGIE), lo scrittore afferma che trae spunto dall’esperienza americana conclusasi nel 2012, è stato scritto tra il 2012 e il 2014 e pubblicato nel 2017. Temi portanti sono l’amore e la politica. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non è un romanzo “rosa” , dolciastro, ma contiene una morale “sporca”, perché quando si è travolti dall’amore si finisce nelle mani del destino, soggetti a eventi imprevedibili, talvolta anche terribili e lontani dal reale.

La realtà americana vissuta in quegli anni convive nel romanzo con la realtà alessandrina, che in quegli anni viveva il momento del dissesto, un periodo piuttosto buio per economia e cultura.

Per quanto riguarda “La casa benedetta” (ed. PROSPERO), racconta di una donna che scrive un saggio sulla Bibbia, isolata in una casa per potersi concentrare al meglio.

La casa si rivela benedetta, le consente risultati ottimali, grazie a una serie di apparizioni di angeli e Santi, tra cui Sant’Agostino, San Tommaso, San Francesco d’Assisi, che l’aiutano nella stesura. Continua a leggere “Incontro con lo scrittore Marco Candida, di Lia Tommi”

Sozzetti: La ‘discarica dei fuochi’ tra rifiuti, indagini lunghe anni e misteri irrisolti

Sozzetti: La ‘discarica dei fuochi’ tra rifiuti, indagini lunghe anni e misteri irrisolti

di Enrico Sozzetti

https://160caratteri.wordpress.com

La discarica

Nella ‘discarica dei fuochi’ di Castelceriolo abbondano più i rifiuti o i misteri? Scorrendo le cronache agostane, verrebbe da rispondere che prevalgono i primi. Però se la riflessione si estende agli anni passati, allora i secondi prendono corpo in una misura inquietante.

Nell’impianto del sobborgo alessandrino sta andando in scena un copione che un po’ ricalca quello di molti impianti di trattamento rifiuti del nord Italia dove gli incendi (ancora uno l’altro giorno nel torinese) sono all’ordine del giorno e per i quali certo la causa non è quella della ‘autocombustione accidentale’.

Ma ad Alessandria ci potrebbe essere anche qualcosa d’altro. Che cosa? Difficile rispondere. Finora le inchieste locali non hanno portato a conclusioni significative, mentre quella di Brescia dello scorso anno che ha scoperchiato il traffico di rifiuti dal sud al nord, è ancora lontana dalla conclusione.

Non basta fermarsi alle cronache di questi giorni in cui si parla (non scoprendo peraltro nulla di nuovo) di cumuli di rifiuti largamente superiori ai limiti previsti. Questa non è una situazione di oggi, di ieri o di qualche mese fa. Succede da anni. Nella discarica di Castelceriolo è finito di tutto. Dai rifiuti ‘trasformati’ solo grazie al cambio di un cartellino (è il traffico al centro dell’inchiesta bresciana), fino a materiali che per quantità e tipologia non potevano stare gli uni accanto agli altri. Continua a leggere “Sozzetti: La ‘discarica dei fuochi’ tra rifiuti, indagini lunghe anni e misteri irrisolti”

Musica e poesia a Trisobbio, di Cristina Saracano

Questa sera, alle 21, nel castello di Trisobbio,”Sogno di una notte di mezza estate”.

Gianluigi Preti eseguira’ all’ organo nella chiesa dell’Assunta brani di Bach, Hendel, Schubert, Mendelssohn e altri, accompagnando letture di Shakespeare.

A cura di Magda Buratti.

Ingresso libero

Il Premio Adelio Ferrero alla Mostra del Cinema di Venezia per i suoi 40 anni, di Maria Luisa Pirrone

Di Maria Luisa Pirrone

In occasione della 75° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, domani, sabato 1 settembre, si parlerà anche del Festival di Cinema e Critica Adelio Ferrero, fiore all’occhiello e motivo di orgoglio della nostra città.

Alle 17, nello Spazio Fondazione Ente dello Spettacolo, presso l’Hotel Excelsior (Lido di Venezia), si terrà un incontro dedicato ai 40 anni del Premio Adelio Ferrero, in cui sarà anche illustrato il programma del Festival del Cinema e della Critica ad esso collegato (Alessandria, 11-14 ottobre).
Interverranno il regista Marco Bechis, il critico Paolo Micalizzi e gli organizzatori e critici del Festival Riccardo Bellini, Roberto Lasagna, Benedetta Pallavidino e Barbara Rossi.

Continua a leggere “Il Premio Adelio Ferrero alla Mostra del Cinema di Venezia per i suoi 40 anni, di Maria Luisa Pirrone”

Arte a Moleto, di Cristina Saracano

Domani inizia a Moleto, suggestivo borgo frazione di Ottiglio, alle 14, Passions, collettiva degli artisti della ArtMoleto.

La mostra sarà allestita nei cortili, visitabili dalle 14 alle 19,30, con una performance di Alex Sala alle 17,30 e un concerto alle 18,45.

Domenica cortili aperti dalle 10 alle 19,30 e letture di poesie.

Thailandia…..il mio primo amore

Lo gnomo di crema

Nessun posto finora da me visitato ha suscitato emozioni così forti come la Thailandia. É un paese ricco di spiritualità e storia, che mi ha affascinato molto sia dal punto di vista culturale e gastronomico. Il primo impatto con la cucina thai l’ho avuto a Bangkok, una metropoli con più di 8 milioni di abitanti. Città ricca di contrasti, alterna alti grattacieli e alberghi di lusso a templi buddisti. Un’inferno di traffico e afa dove regna perenne il rumore dei motorini, dei Tuk Tuk e dei taxi fin dalle prime ore del mattino. Ma girando a piedi per la città si è avvolti dalla sua atmosfera coinvolgente sempre accompagnata da profumi di cucina inebrianti.

Ammetto di essere poco obiettiva quando si parla di spezie e aromi essendo la mia passione, ma posso dire che che la Thailandia si può definire il tempio dello Street Food.

Introducendosi fra le innumerevoli stradine…

View original post 803 altre parole

Intervista a tutto campo al poeta e scrittore Ivano Mugnaini, a cura di Pier Carlo Lava

Intervista a tutto campo al poeta e scrittore Ivano Mugnaini, a cura di Pier Carlo Lava

Alessandria today è lieta di pubblicare in esclusiva per il blog, un intervista al poeta e scrittore Ivano Mugnaini.

Ivano ciao e benvenuto su Alessandria Today è veramente un piacere ospitarti. Ci vuoi raccontare dove sei nato, chi sei, cosa fai nella vita oltre a scrivere e qualcosa della città dove vivi?

Grazie a voi per l’ospitalità.

Sono nato a Viareggio, all’ospedale Tabarracci, a poco più di cento metri dal mare.

Ma ho sempre vissuto in collina, a dieci chilometri da Viareggio. In un luogo dove abbiamo tanti ulivi, un bellissimo panorama e tanta fantasia. I monumenti che non abbiamo ce li immaginiamo.

Per motivi di studio e di lavoro ho vissuto a lungo a Pisa e a Lucca, le mie due città di adozione. Molto diverse tra loro, divise da una storica rivalità, ma entrambe, ciascuna a suo modo, coinvolgenti. Aspre, non facili, distanti nel profondo dalle immagini di copertina, quelle delle piazze più famose, delle Torri e delle Mura. Da scoprire passo dopo passo.

Oltre a scrivere, scrivo. In parte è una battuta, in parte no. Collaboro con alcuni editori e mi occupo di traduzioni, editing, recensioni, presentazioni di libri e di autori e altro. Esploro vari ambiti dell’editoria e non solo. E sono aperto a tutte le collaborazioni. A tutto ciò che ruota attorno al mondo della parola e della comunicazione. Continua a leggere “Intervista a tutto campo al poeta e scrittore Ivano Mugnaini, a cura di Pier Carlo Lava”

Dust To Dust

parallax

Earth – dVerse Quadrille 63

IMG_2977.jpg

Larapinta Drive, Northen Territory.

Dust To Dust

Estranged by Greeks and Romans
no place amongst the gods,
your face is pocked and riven
where we’ve plucked and scratched and gouged.
You’re tired, even slowing;
but here, coupled,
entwined beneath your sun,
I hear you gently whisper,
“To me you will return.”

©Paul Cannon

Paul,

pvcann.com

View original post

Celebration

parallax

Unexpected – Word of the Day

pexels-photo-326055.jpeg

Image: http://www.pexels.com

Celebration

One summer’s dusk
we lay down in Demeter’s realm,
whispering wheat in gentle breeze,
fecund, abundant and lush,
a promise of tomorrow.
And there momentarily we lived abandon,
that little death let go,
when, suddenly,
so unexpected,
a kaleidoscope of butterflies
filled the air.

©Paul vincent Cannon

Note: a kaleidoscope is a group of butterflies, and Demeter was the Greek goddess of grain and harvest.

Paul,

pvcann.com

View original post

Dust To Dust

parallax

Earth – dVerse Quadrille 63

IMG_2977.jpg

Larapinta Drive, Northen Territory.

Dust To Dust

Estranged by Greeks and Romans
no place amongst the gods,
your face is pocked and riven
where we’ve plucked and scratched and gouged.
You’re tired, even slowing;
but here, coupled,
entwined beneath your sun,
I hear you gently whisper,
“To me you will return.”

©Paul Cannon

Paul,

pvcann.com

View original post

Non ho tempo per amarti – Anna Premoli

AnnaC Books

Premetto: ho conosciuto Anna Premoli grazie ad una amica che mi ha decantato i suoi libri, divorati in pochissimi giorni, tanto da spingermi ad acquistarne due, Non ho tempo per amarti, la sua ultimissima pubblicazione del gennaio 2018, e Come inciampare nel principe azzurro, del 2013, la mia lettura del momento, che recensirò a breve., entrambe editi dalla Newton Compton Editore.

Ebbene, anche per me è stato amore a prima vista! Dopo le prime pagine in cui ho un pò faticato ad entrare nella storia, il seguito è stato un fiume in piena, portandomi a finire il libro in pochissimi giorni, facendo le 3 di notte!

La storia è molto semplice e di grande attualità. Julie Morgan, 37 anni, vive a New York, è una scrittrice di romance, romanzi ambientati nell’Inghilterra del ‘700-‘800, un pò in carne e alloggia in un grazioso appartamento “molto” tranquillo, situazione geniale…

View original post 445 altre parole

Io che amo solo te – Luca Bianchini

AnnaC Books

Premetto che adoro lo stile di scrittura di Luca Bianchini, ho letto “Io che amo solo te” prima dell’uscita del film, quindi ho avuto il privilegio, passatemi il termine, di immaginare a modo mio i personaggi e non identificarli con gli attori del film stesso…anche se poi penso che la scelta non poteva essere più azzeccata.

Oltre la trama, che lascio in seguito,sono i personaggi che in questo romanzo fanno davvero la differenza:

Ninella, una donna forte e bella, che dalla vita ha avuto più dolori che gioie, che, nella sua corazza di ferro, non ha avuto nemmeno il coraggio di lasciarsi andare all’ amore per le sue figlie, frutto di un amore di ripiego. Una donna legata al passato, a don Mimì nello specifico, un passato che le è rimasto addosso, fino a che il destino non ha deciso di farsi avanti con prepotenza, portando Chiara, la sua…

View original post 483 altre parole