IL VENTO DI BORA, di Antonio Solimand

IL VENTO DI BORA, di Antonio Solimand


Tira la bora
D’inverno e fresca
D’estate ti soddisfa
D’inverno imbianca
Con neve e ghiaccio
D’estate al mare ti piace
Stendersi sulla sabbia
E caldo sulla spiaggia
D’inverno con l’ombrello
D’estate sotto l’ombrellone
Dopo l’inverno si cresce
Dal verde si matura
Come vuole la natura.
Ma l’estate con calura
Dopo la mietitura
Di pensa all’aratura
Per cultura dell’agricoltura
Con il vento di scirocco
Frutta e verdura con calura
Tutto diventa moscio
L’estate finisce in agosto
Si comincia a sentire
L’odore di mosto
Ci porta l’autunno
Cadono le foglie
Gli alberi sono spogli
Il vento porta via fogli
Di calendario come dicembre
Porta via un altro anno
E tanto freddo
E vento di bora.

A.S.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...