Sono invisibile, di fragilequiete

Sono invisibile, di fragilequiete

Una volta amavo forte nonostante ogni dolore; amavo e scrivevo così tante cose sull’amore che andare a rileggerle mi fa contorcere lo stomaco. Ero veramente pura, incontaminata; ero leggera nella mia disperazione perché sapevo amare nel modo in cui solamente un’anima sincera può farlo, senza aspettarmi niente in cambio, senza voler cambiare le cose.

Accettavo le conseguenze di tutto, accettavo soprattutto il dolore per poterne fare qualcosa di bello, di straordinario.

Non ero così arrabbiata come adesso, nè così frustrata, ero consapevole e libera, e forse poi in fondo è così che dovrei sentirmi. Prevale invece il desiderio di autodistruzione e non so più chi sono, nè chi voglio essere, nè se effettivamente riuscirò mai ad essere qualcosa, perché al momento mi percepisco solo come un fantasma che vaga tra i cuori delle persone a cui sento di essere più legata spiritualmente; vago tra i corridoi delle loro anime, mi nascondo in ogni angolo libero e sto lì ad inebriarmi della loro essenza, mettendo da parte me stessa. Sono invisibile.

da: Alogico Tumbir

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...