Ultima avventura a Gubbio

Lucida Fortunae

Chi mi conosce sa perfettamente che soffro d’ansia da tempo e questo problema spesso mi ha portata a sacrificare esperienze che avrebbero potuto cambiarmi senza che lo sapessi (ma ora guai a me se mi ricapita!).
A Gubbio si era presentata un’occasione e per poco non l’ho colta.
Se avete letto il mio articolo precedente, avete fatto la conoscenza di Ubaldino il cinghiale, ma perché l’abbiamo chiamato così? Gubbio ci è piaciuta così tanto, che l’abbiamo chiamato in onore del patrono sant’Ubaldo, la cui chiesa sta in cima alla montagna che sovrasta la città.
Ci sono due modi per raggiungere la chiesa: o si va a piedi (ma la salita in questo caso è faticosa), o si va in bidonvia: si parte ai piedi della montagna e in due minuti netti si arriva in cima.
Così siamo arrivati davanti alla bidonvia e il mostro dell’ansia è uscito allo scoperto: 

View original post 475 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...