Non Solo Campagna - Il blog di Elena

Debora Nardi, criminologa per passione e fan di Jessica Fletcher, sedeva al suo tavolo di cucina con una tisana fumante e il portatile aperto. Quella mattina aveva deciso di finire la revisione del suo primo romanzo giallo. Aveva cominciato ad abbozzarlo durante le vacanze in Abruzzo, l’estate precedente (qui). Era trascorso più di un anno e finalmente, tra una distrazione e l’altra, stava per completare la stesura definitiva del manoscritto. Alla fine aveva deciso di ispirarsi al primo omicidio in cui si era trovata coinvolta, che in realtà era diventato un duplice omicidio (qui). Era molto concentrata sul suo lavoro e quasi non si accorse che qualcuno era entrato in cucina; un musetto umido la riportò alla realtà. La piccola Lina, cagnolina misto Yorkshire, le stava strofinando il naso contro il piede.

“Ciao, ma’! Già al lavoro?” Salutò allegra sua figlia Elisa, di rientro dalla passeggiata…

View original post 397 altre parole