Fiori dè periferia .

La poesia porta lontano - Poetry goes far away - 🇮🇹

Me sogno prati immenzi

tra Tor Sapienza e er nonno

che er monno è puro e semprice

come a li tempi dè mì padre

come a li tempi dè mì nonno .

Gente che se saluta

gente vera e verace

dicennose

guardannose nell’occhio

quello che je piace

quello che nú je piace .

Allora era magnifica

pure se più difficile

la vita reale e agricola

de vino e risate e feste,

rinuncia der superfluo

e senza er frigorifero

magnà dopo er lavoro

quello che s’era còrto .

Er carrettiere povero

cor passo der cavallo

senza motori assurdi

Via Prenestina … che spettacolo .

Alberi e fiori a festa

stagioni vere e er tempo

scandiva tutto attorno

er ritmo dela vita .

Score un po’ tra le dita

er sogno come acqua

perché nun pòi fermallo

stoppallo o rallentallo .

E l’araba s’avvicina

me svejo contento e sereno

ma poi me…

View original post 33 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...