Dateme nu foglio e carta, janca, di Giuseppe Buro

Dateme nu foglio e carta, janca, di Giuseppe Buro

Dateme

Dateme nu foglio e carta, janca
bello pulito, na penna dint ‘e mane,
pe scivere e vulà, datame nu
suono e nu viulino pe putè cantà.

L’immagine chiù bella pe putè recità
pe scrivere l’ammore, pe fa sentere
felice a chi nunn ave niente e fermo
o’ vierno ‘e fermo o’ chianto.

Dateme na rosa pe putè sentere
l’addore ‘e mare, o’ prufumo e mamma mia,
da vita ca ma dato e chillu suonno ca
me fa sentì felice.

Dateme nu poco e mare pe sentere
a terra mia, pe vedè napule e cantà.

Viene cà vicino a me te faccio leggere
e parole care che chistu core dice,
te faccio sentere comm’è spalpita l’ammore,
quanno o’ nomme tuoio sente e chiammà

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...