Strade di Periferia, di Giuseppe Buro

Strade di Periferia, di Giuseppe Buro

Strade di Periferia

Strade di Periferia

Sono poesia le strade di periferie
anche se le hanno le buche le strade
anche se sono senza lampioni la sera.
Si ride e si sogna la sera nelle periferie
quando non si fa la cena e la notte
non passa in fretta, ma si canta lo stesso.
Nelle case senza camini l’inverno fa
battere i denti e se ci sono poche coperte,
per scaldarsi le ossa si usa l’amore.
Si cantano canzoni allegre in periferia,
per non emozionarsi, per non permettere
alle lacrime di rigare i volti stanchi si sogna.
Ora un altro governo promette strade nuove
i controlli saranno serrati, faranno scappare
i mali intenzionati, si faranno centri per anziani.
i vecchi saranno sempre accompagnati,
le donne non saranno toccate. sanno che
non è vero, è pura utopia, i sani andranno
alle terme i malati in sanatorio loro a tuffarsi in
mari lontani.
@ Giuseppe Buro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...