…e si tagliano le vene, di Valerio Villari

…e si tagliano le vene, di Valerio Villari

Arte & Poesia

edouard-manet-the-suicide-1877

…e si tagliano le vene di Valerio Villari

Che poi qualcuno
si taglia pure le vene

non c’è bene,
non c’è bene!

Nooo!!!
Ce n’è abbastanza,
ma è troppa l’ignoranza,
infinita l’incoscienza;

c’è male,
c’è male,
c’è tanto male,
la contraddizione
di una vita
senza emozione,
che, dovete saperlo,
è solo del bene assenza,
quello che voi credete tale,
perché non esiste
il bene universale;
solo nella vostra
mente ignorante insiste,

e qualcuno,
si taglierà la vene
o si uccide
con la rivoltella
perché la vita
non gli fu bella;
come se questo
dovesse farmi penare,

no, no,
posso solo pensare
alla stupidità umana,
ad una coscienza malsana
e non me ne
frega niente
delle pseudo-malattie
create da
pseudo-medicine
da
pseudo-dottori
eminenti propinatori
di minchiate
pseudo-scientifiche
che non valgono niente,
che servono solo
a controllare
la stupida gente.

Voi li chiamate: psicologi,
io li chiamo: nientologi,

voi li chiamate: dottori,
io li chiamo: predatori

di deboli intelligenze,
di chi ha poche conoscenze,
di chi ha vissuto nefaste esperienze;

non ho alcun rispetto
per chi si nutre di altrui sofferenza
adducendo al sapere di una scienza
che scienza non è mai stata,
che mai da tale sarà accettata
da un logico e sano intelletto

e poi, qualcuno
si è tagliato le vene,
perché era pazzo d’amore
per la fidanzata virtuale,
un amore animale,
niente di umano,
un infantile sentimento
senza discernimento,
poco umano e malsano.

E i nientologi
diventano ricchi
e voi sempre
più sciocchi,
sempre più depressi,
perché così
vi hanno insegnato,
a non essere voi stessi
credendo di avere
un corpo ammalato,
sottraendosi, loro, dalle
responsabilità
di una malata società
che di voi non ha rispetto
che vi toglie amore e dignità.

Non tagliatevi le vene
scendete dal palco
dove le scene
hanno fatto di voi
clown divertenti
per tutti quegli
pseudo-scienziati
dementi
ed auto-referenziati

Me li taglierei
io le vene,
per tutto questo
defecare assiomi
senza senso,
stupidi idiomi
in totale controsenso
ad una naturale esistenza,
ma ho coscienza e
non rispetterei
il mio intelletto
e la vera scienza

ed inoltre
io amo
e non in modo
malsano;
amo me stesso
prima che un altro
essere umano!

Valerio Villari
8 Agosto 2018

[Immagine: Édouard Manet. – Il suicida – 1877]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...