GIORNI DI VACANZE, di Marcello Comitini

GIORNI DI VACANZE, di Marcello Comitini

Giorni

GIORNI DI VACANZE

Spesso nei giorni fermi dell’estate
il vento tocca leggermente vele aguzze
le sospinge liete sull’infinita calma
come dentro una ciotola d’acqua celeste.

I gabbiani ad ali spalancate
accompagnano nell’aria con stridori acuti
il mio percorrere la strada a filo di strapiombi
assorto in sogni d’irraggiungibile bellezza.

In basso l’onda inghirlandata dalla schiuma
apre sulla riva fiori profumati
d’alghe raccolte nei profondi abissi.
Sale l’odore bianco di salmastro
e sulle labbra stende un velo
di vento e spazio.

Rido della luce di questi giorni chiari
dell’immensità del mare che mi sta di fronte
apparsi all’improvviso dopo lunghe attese
a spegnere la sete d’un anno inaridito.

Giorni colmi d’universo
come la dolcezza di un amore sconosciuto
sapori d’un’ebbrezza ritrovata
in cui si annullano le assurde differenze
che separano i sogni dalla vita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...