La cenere, di Alfio Murabito

La cenere, di Alfio Murabito

38749129_1977031522335268_8053964759843733504_n

– La cenere –
Hai partecipato e stimolato la nascita di questo amore.
Lo hai coccolato, allattato e nutrito, curato e protetto.
Ma sei stato incapace di impedirne la morte.
Hai lottato con tutte le forze, hai combattuto con ogni tutta l’energia ed il coraggio che avevi.
Ma non hai potuto fare altro che assistere alla sua agonia.
Quando l’hai visto spirare non avevi più lacrime.
Un pezzetto di te è morto con esso, ti rimane quel vuoto nello stomaco dove prima c’era quella tensione.
In cima alla scogliera guardi quel mare scuro, grigio come il cielo d’inverno e li spargi al vento le ceneri di quel sentimento.Lo hai bruciato nel silenzio, senza lacrime, senza rabbia nè dolore.
Lo hai guardato avviluppato dalle fiamme contorcersi e scurirsi sino a divenire cenere.
Ti sei stupito di tanta indifferenza, ne hai avuto orrore e paura. Tu non sei così. Non sei distaccato dalle tue emozioni.
Ma adesso guardi quel mare grigio e non puoi specchiarti in quell’acqua torbida.
Quella cenere naviga e si disperde mentre una lacrima ti solca il viso. Senti il suo passare sulla pelle come una carezza con la carta vetrata.
Ti segna, ma rimani immobile, silenzioso, liscio e levigato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...