NELLL’ORA DEL SILENZIO, di Fina D’Ignoti

NELLL’ORA DEL SILENZIO, di Fina D’Ignoti

NELLL’ORA DEL SILENZIO
Sarà mio maestro l’amore
nei cantici, nei versi non detti
maestro di poesia
affamata di pane, assetata di vino.
“Re!” Così lo chiamerò
aprendo gli occhi al sole del domani
e l’afflizione muta e senza forma
creatura solitaria diverrà
cui nessuno darà ascolto.
Nessun popolo sarà straniero nel mio cuore,
attenderò le prostitute fare ritorno,
le abbraccerò sui sagrati delle chiese chiuse.
La mia terra non avrà più doglie
non partorirà più morte,
moglie sarà di tutti i muti desideri,
madre sarà delle stelle aldilà della notte,
dirigerà felice il coro dei poeti
chiamandoli in assemblea interamente
anche senza memoria, senza speranza,
senza regole, senza sapienza.
Io poggerò l’arpa , i miei strumenti e
nell’ora del silenzio ascolterò.

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...