Barca

Diario di una Zingara

Mio marito ha sempre amato le barche. E qualche anno fa ne ha comprata una.

Io ho sempre avuto paura dell’acqua. E da qualche anno convivo con un aggeggio a motore che invece ci vive, nell’acqua.

Alla prima uscita credevo di affondare, su quella barca.

Poi, un weekend dopo l’altro, ho imparato a salirci senza che lui mi tenesse la mano, a camminarci sopra, a mangiarci, anche ad ormeggiarla.

Ma la cosa più bella è stata conoscere il senso di libertà che ti da il vento tra i capelli: quando, usciti dal porto, la velocità inizia a salire e le onde si interrompono contro la prua.

I nodi aumentano e, con loro, l’adrenalina.

E fa sempre un po’ paura perché quando sei davvero libero sei solo. Come una barca in mezzo al mare.

View original post

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...