L’estate addosso, Anna Rainone

L’estate addosso, Anna Rainone

Quell’anno i miei avevano deciso di trascorrere le vacanze a Marina di Sera po, posto bellissimo nel golfo di Gaeta. Ero poco più che adolescente ,godevo del sole e del mare ,quando i nostri sguardi si incontrarono io avevo già l’estate addosso ,quel vestito bronzeo che solo il sole ti dona.
Tu..Alto bello biondo..Per me un Dio greco ,tra le tante ragazze scegliesti me,il tuo sguardo era sempre su di me.Non ci davamo mai appuntamento ma ci ritrovavamo spesso come per incanto,quando ci rivolgemmo la parola eravamo già innamorati e ce lo dicemmo .
Da quel di sempre mano nella mano,in paese, sulla battigia ,sulla spiaggia ogni tanto ci davamo un bacio a fior di labbra, una tra le tante coppie dell’estate.Una sera sulla spiaggia un asciugamano che ci separava dalla sabbia,lo sciabordio dell’acqua complice una luna che rifletteva i suoi raggi sull’acqua ,fummo travolti dal desiderio ,ci scambiammo carezze ardite,io avevo paura …ero illibata. ..poi i sensi ebbero la meglio…un dolore lancinante li’in basso,poi con i tuoi movimenti lenti ,ritmati si trasformò in qualcosa d’altro mai provato. ..un piacere sottile…mi spiegasti si chiamava orgasmo.Poi le vacanze finirono e dovemmo salutarci ,ci promettemmo una volta in città di rivederci..Lo facemmo i sentimenti immutati allora ed ora che anziani guardiamo il tramonto dal nostro terrazzo e proteggiamo con lo sguardo i nostri nipoti,dono meraviglioso delle nostre due figlie.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...