LiberaMente, Vanessa Romani

LiberaMente, Vanessa Romani

LiberaMente

Sorride tanto, ride alle battute che fa per sdrammatizzare quei momenti tesi.
Ride, ma nessuno lo ascolta e lui lo sa, se ne accorge e questo lo percepisco dal modo in cui poi posa i suoi occhi su quell’unica persona che per un’unica volta ha riso con lui.

Siamo soli,
siamo infinitamente soli eppure circondati da tanti che come noi vorrebbero fuggire e riprendersi un pezzettino di vita.

Lui prende le sue dita e le stropiccia, dicendo intanto “sì” a qualsiasi cosa gli venga chiesto. Dice sì sorridendo, e io lo sento quel cuore che, ad ogni “sì”, si stacca un po’ dal petto.
Abbiamo cuori a penzoloni e cervelli poco attenti alle questioni del cuore che nemmeno ce ne rendiamo conto.
Prende una penna e comincia a giocarci, ci gioca nello stesso modo compulsivo con cui il mondo gioca spesso con le nostre vite e con la paura di essere noi stessi.

Io vorrei abbracciarlo a volte, vorrei abbracciare quella paura che a volte è anche la mia. Vorrei abbracciare quel modo goffo e tenero di stare al mondo, che è un po’ come il mio, che mi appartiene più di quanto lui stesso non pensi.
E che in fondo appartiene a tutti noi…

Autore: alessandria today

Ex Dirigente, consulente e ora blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...